tuttoteK https://www.tuttotek.it blog su tecnologia e videogiochi Fri, 16 Apr 2021 23:32:57 +0000 it-IT hourly 1 https://www.tuttotek.it/wp-content/uploads/2015/12/cropped-nuovo_logo_quadro-1-32x32.png tuttoteK https://www.tuttotek.it 32 32 Quando la tecnologia aiuta la bellezza https://www.tuttotek.it/web-social/speciali-web-social/quando-la-tecnologia-aiuta-la-bellezza https://www.tuttotek.it/web-social/speciali-web-social/quando-la-tecnologia-aiuta-la-bellezza#respond Fri, 16 Apr 2021 21:30:05 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139623

Quando pensiamo alla bellezza, spesso associamo ad essa parole gentili. La bellezza è naturale, è affascinante, è luminosa… Ebbene, oggi la tecnologia (una parola un po ‘”dura”, non è vero?) cerca di avvicinarsi il più possibile all’ “ideale di bellezza”. Ammorbidisce, leviga il suo suono metallico e si affretta ad aiutarci

Superando lo stato metaforico, le odierne tecnologie dimostrano la loro “sensibilità”. E noi donne siamo già abituate a chiedere aiuto alla tecnologia, e non abbiamo più paura di combinare l’idea di bellezza con nozioni dure, quasi ingegneristiche. Inoltre, vari beauty gadget possono essere facilmente trovati in alcuni negozi online, come ad esempio makeup.it.

Rapporto tra tecnologia e bellezza

Come sono correlate la tecnologia e la bellezza ? L’insoddisfazione per i prodotti di bellezza tradizionali e la richiesta di nuove soluzioni ha spinto l’intervento della tecnologia nell’industria della bellezza e dei cosmetici. L’uso crescente di dispositivi e strumenti nelle routine quotidiane di cura della pelle sta davvero rivoluzionando il modo in cui guardiamo alle terapie di bellezza e benessere oggi perché non solo sono efficaci, ma forniscono anche risultati efficienti.

Un tempo, i trattamenti cosmetici e di bellezza erano definiti da botox, liposuzione e lifting del viso o degli occhi. Quelli erano i giorni in cui il laser sembrava assolutamente fantascientifico. Con l’avvento di nuove tecnologie e tecniche, tutte queste sono ormai passate in secondo piano per far posto a procedure cosmetiche non invasive che possono portare benefici curativi senza i dolori associati alla chirurgia. Vi è un crescente utilizzo del laser per la chirurgia estetica del viso e tecniche mininvasive per il rimodellamento del viso, dei capelli e del corpo. Queste procedure di trattamento di bellezza non invasive non solo danno risultati più rapidi, ma sono anche meno costose dei loro equivalenti chirurgici con un fattore di rischio molto più basso. In effetti, la tecnologia più recente sta rendendo molto più facile implementare queste procedure estetiche non chirurgiche nel settore della bellezza.

Quando la tecnologia aiuta la bellezza

Perché i dispositivi di pulizia sono più efficaci di altri prodotti

La maggior parte delle persone utilizza un metodo meccanico di pulizia del viso: massaggia la pelle utilizzando una varietà di scrub con l’aggiunta di sale, zucchero, mandorle tritate, caffè e altre particelle abrasive. Questo è il più antico metodo di peeling, inoltre, semplice ed economico, ma l’azione meccanica porta spesso a irritazioni e persino lesioni alla pelle.

Più moderno: peeling chimico che utilizza cosmetici contenenti acidi, come l’acido glicolico o salicilico. Le formulazioni vere e davvero efficaci dovrebbero essere utilizzate solo da uno specialista in un salone di bellezza ea casa un’alta concentrazione può danneggiare la pelle. Puoi usare solo soluzioni deboli da solo, ma un tale peeling chimico a casa è inefficace e può avere effetti collaterali.

I dispositivi per la pulizia del viso sono dispositivi speciali progettati per il peeling e tengono conto della maggior parte delle sfumature di esposizione alla pelle, quindi sono più efficaci e sicuri. Sebbene i saloni di bellezza stiano già passando al peeling hardware, i dispositivi delle gamme domestiche possono essere utilizzati a casa.

Pulizia “sonica” della pelle

Oggi si può parlare di “pulizia sonica della pelle” con l’ausilio di “tecnologie intelligenti”, un prodotto che – per quanto tecnico suoni – ci aiuta in termini di bellezza.

Un tale tipo di dispositivo è ultra innovativo e deterge la pelle  in modo intuitivo. Smart Profile incorpora la tecnologia Smart Microchip (sia nella macchina che all’estremità della spazzola) in modo che regoli automaticamente la velocità, il tempo e la frequenza dei movimenti della spazzola in base alla zona del corpo. In altre parole, saprà quanto sono intensi i movimenti nelle zone più sensibili e – inoltre – saprà avvisarti quando è necessario cambiare la spazzola.
Il design è altrettanto “intelligente”. Il display del dispositivo ti mostrerà la velocità, la modalità di funzionamento, ma anche l’usura della batteria. La funzione Turbo ci permette di aumentare la potenza del dispositivo quando vogliamo una pulizia profonda della pelle.

Smart Profile può rimuovere il trucco 11 volte meglio di quanto faremmo con uno struccante e un floppy disk e rimuove 30 volte più particelle di inquinamento rispetto alla pulizia manuale.

Quando la tecnologia aiuta la bellezza

Tecnologia e il futuro della cura della persona

Il settore dei cosmetici e della cura della persona continua a rivolgersi alla tecnologia, poiché i marchi cercano di offrire un’esperienza iper-personalizzata per i consumatori. Mentre il futuro della tecnologia di bellezza è difficile da prevedere, il cambiamento nei comportamenti di bellezza digitale è stato accelerato dalla pandemia COVID-19. E, con un notevole aumento della collaborazione tra il marchio di bellezza e le aziende tecnologiche, l’uso crescente di dati di AI, AR e stampa 3D continuerà a trasformare l’esperienza del consumatore, creando nuove opportunità per una maggiore personalizzazione e formulazioni su misura.

Lascia che dicano che le donne non possono apprezzare la tecnologia!

]]>

Quando pensiamo alla bellezza, spesso associamo ad essa parole gentili. La bellezza è naturale, è affascinante, è luminosa… Ebbene, oggi la tecnologia (una parola un po ‘”dura”, non è vero?) cerca di avvicinarsi il più possibile all’ “ideale di bellezza”. Ammorbidisce, leviga il suo suono metallico e si affretta ad aiutarci

Superando lo stato metaforico, le odierne tecnologie dimostrano la loro “sensibilità”. E noi donne siamo già abituate a chiedere aiuto alla tecnologia, e non abbiamo più paura di combinare l’idea di bellezza con nozioni dure, quasi ingegneristiche. Inoltre, vari beauty gadget possono essere facilmente trovati in alcuni negozi online, come ad esempio makeup.it.

Rapporto tra tecnologia e bellezza

Come sono correlate la tecnologia e la bellezza ? L’insoddisfazione per i prodotti di bellezza tradizionali e la richiesta di nuove soluzioni ha spinto l’intervento della tecnologia nell’industria della bellezza e dei cosmetici. L’uso crescente di dispositivi e strumenti nelle routine quotidiane di cura della pelle sta davvero rivoluzionando il modo in cui guardiamo alle terapie di bellezza e benessere oggi perché non solo sono efficaci, ma forniscono anche risultati efficienti.

Un tempo, i trattamenti cosmetici e di bellezza erano definiti da botox, liposuzione e lifting del viso o degli occhi. Quelli erano i giorni in cui il laser sembrava assolutamente fantascientifico. Con l’avvento di nuove tecnologie e tecniche, tutte queste sono ormai passate in secondo piano per far posto a procedure cosmetiche non invasive che possono portare benefici curativi senza i dolori associati alla chirurgia. Vi è un crescente utilizzo del laser per la chirurgia estetica del viso e tecniche mininvasive per il rimodellamento del viso, dei capelli e del corpo. Queste procedure di trattamento di bellezza non invasive non solo danno risultati più rapidi, ma sono anche meno costose dei loro equivalenti chirurgici con un fattore di rischio molto più basso. In effetti, la tecnologia più recente sta rendendo molto più facile implementare queste procedure estetiche non chirurgiche nel settore della bellezza.

Quando la tecnologia aiuta la bellezza

Perché i dispositivi di pulizia sono più efficaci di altri prodotti

La maggior parte delle persone utilizza un metodo meccanico di pulizia del viso: massaggia la pelle utilizzando una varietà di scrub con l’aggiunta di sale, zucchero, mandorle tritate, caffè e altre particelle abrasive. Questo è il più antico metodo di peeling, inoltre, semplice ed economico, ma l’azione meccanica porta spesso a irritazioni e persino lesioni alla pelle.

Più moderno: peeling chimico che utilizza cosmetici contenenti acidi, come l’acido glicolico o salicilico. Le formulazioni vere e davvero efficaci dovrebbero essere utilizzate solo da uno specialista in un salone di bellezza ea casa un’alta concentrazione può danneggiare la pelle. Puoi usare solo soluzioni deboli da solo, ma un tale peeling chimico a casa è inefficace e può avere effetti collaterali.

I dispositivi per la pulizia del viso sono dispositivi speciali progettati per il peeling e tengono conto della maggior parte delle sfumature di esposizione alla pelle, quindi sono più efficaci e sicuri. Sebbene i saloni di bellezza stiano già passando al peeling hardware, i dispositivi delle gamme domestiche possono essere utilizzati a casa.

Pulizia “sonica” della pelle

Oggi si può parlare di “pulizia sonica della pelle” con l’ausilio di “tecnologie intelligenti”, un prodotto che – per quanto tecnico suoni – ci aiuta in termini di bellezza.

Un tale tipo di dispositivo è ultra innovativo e deterge la pelle  in modo intuitivo. Smart Profile incorpora la tecnologia Smart Microchip (sia nella macchina che all’estremità della spazzola) in modo che regoli automaticamente la velocità, il tempo e la frequenza dei movimenti della spazzola in base alla zona del corpo. In altre parole, saprà quanto sono intensi i movimenti nelle zone più sensibili e – inoltre – saprà avvisarti quando è necessario cambiare la spazzola.
Il design è altrettanto “intelligente”. Il display del dispositivo ti mostrerà la velocità, la modalità di funzionamento, ma anche l’usura della batteria. La funzione Turbo ci permette di aumentare la potenza del dispositivo quando vogliamo una pulizia profonda della pelle.

Smart Profile può rimuovere il trucco 11 volte meglio di quanto faremmo con uno struccante e un floppy disk e rimuove 30 volte più particelle di inquinamento rispetto alla pulizia manuale.

Quando la tecnologia aiuta la bellezza

Tecnologia e il futuro della cura della persona

Il settore dei cosmetici e della cura della persona continua a rivolgersi alla tecnologia, poiché i marchi cercano di offrire un’esperienza iper-personalizzata per i consumatori. Mentre il futuro della tecnologia di bellezza è difficile da prevedere, il cambiamento nei comportamenti di bellezza digitale è stato accelerato dalla pandemia COVID-19. E, con un notevole aumento della collaborazione tra il marchio di bellezza e le aziende tecnologiche, l’uso crescente di dati di AI, AR e stampa 3D continuerà a trasformare l’esperienza del consumatore, creando nuove opportunità per una maggiore personalizzazione e formulazioni su misura.

Lascia che dicano che le donne non possono apprezzare la tecnologia!

L'articolo Quando la tecnologia aiuta la bellezza proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/web-social/speciali-web-social/quando-la-tecnologia-aiuta-la-bellezza/feed 0
Addio a Helen McCrory: morta l’attrice di Peaky Blinders https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/addio-a-helen-mccrory-morta-lattrice-di-peaky-blinders https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/addio-a-helen-mccrory-morta-lattrice-di-peaky-blinders#respond Fri, 16 Apr 2021 17:53:42 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139599

Il mondo dello spettacolo perde oggi un gran talento: l’attrice Helen McCrory è deceduta a causa di un tumore all’età di cinquantadue anni

Helen McCrory si è spenta all’età di cinquantadue anni dopo aver perso la sua battaglia con il cancro. 

Le condizioni di salute dell’attrice non erano mai state rese pubbliche.

A riportare la notizia il marito Damian Lewis, anche lui attore, che ha annunciato sul proprio account Twitter la triste notizia: 

Ho il cuore a pezzi nell’annunciare che dopo aver combattuto un’eroica battaglia col cancro, la bellissima e forte Helen McCrory è morta in pace nella nostra casa, circondata dall’amore di amici e familiari. È morta com’è vissuta, senza paura. Dio sa quanto la amavamo e quanto siamo stati fortunati ad averla nelle nostre vite. Era così solare. Ora vola nel cielo, piccola, e grazie.

La reazioni di Hollywood alla morte di Helen McCrory

Appena la notizia è stata diffusa, i colleghi del mondo dello showbiz hanno speso qualche parola per renderle onore. 

Il presentatore Detmot O’Lewary ha twittato: 

Ho avuto la fortuna di incontrare e intervistare Helen McCrory alcune volte. Un gran talento, sempre con un tocco di malizia. Di gran compagnia. Davvero una triste notizia.  

Callum Scott Howells ha scritto: 

Sono assolutamente devastato dalla morte di Helen McCrory. Era realmente una delle migliori attrici che abbia mai calcato I nostri palcoscenici. Il suo talento e la sua recitazione erano leggendari e sublimi. Mando il mio amore a tutte le persone che l’hanno conosciuta e sono stati fortunati abbastanza da lavorare con lei. Una vera leggenda.

L’attore e scrittore Ben Willbond ha lodato il suo talento, la simpatia, la generosità dell’attrice, mentre Noel Clarke, che aveva recitato con l’attrice nel thriller crime 4.3.2.1. ha espresso le sentite condoglianze a Damian e alla sua famiglia. 

Ricorderemo sempre Helen McCrory per i personaggi che ha portato sullo schermo con grazia e talento: la sua Narcissa Malfoy nel franchise di Harry Potter, la matriarca della famiglia di allibratori Polly Shelby in Peaky Blinders, e ancora per i suoi ruoli in Intervista col Vampiro, Il Conte di Montecristo, la serie Penny Dreadful e tanti altri ancora. 

]]>

Il mondo dello spettacolo perde oggi un gran talento: l’attrice Helen McCrory è deceduta a causa di un tumore all’età di cinquantadue anni

Helen McCrory si è spenta all’età di cinquantadue anni dopo aver perso la sua battaglia con il cancro. 

Le condizioni di salute dell’attrice non erano mai state rese pubbliche.

A riportare la notizia il marito Damian Lewis, anche lui attore, che ha annunciato sul proprio account Twitter la triste notizia: 

Ho il cuore a pezzi nell’annunciare che dopo aver combattuto un’eroica battaglia col cancro, la bellissima e forte Helen McCrory è morta in pace nella nostra casa, circondata dall’amore di amici e familiari. È morta com’è vissuta, senza paura. Dio sa quanto la amavamo e quanto siamo stati fortunati ad averla nelle nostre vite. Era così solare. Ora vola nel cielo, piccola, e grazie.

La reazioni di Hollywood alla morte di Helen McCrory

Appena la notizia è stata diffusa, i colleghi del mondo dello showbiz hanno speso qualche parola per renderle onore. 

Il presentatore Detmot O’Lewary ha twittato: 

Ho avuto la fortuna di incontrare e intervistare Helen McCrory alcune volte. Un gran talento, sempre con un tocco di malizia. Di gran compagnia. Davvero una triste notizia.  

Callum Scott Howells ha scritto: 

Sono assolutamente devastato dalla morte di Helen McCrory. Era realmente una delle migliori attrici che abbia mai calcato I nostri palcoscenici. Il suo talento e la sua recitazione erano leggendari e sublimi. Mando il mio amore a tutte le persone che l’hanno conosciuta e sono stati fortunati abbastanza da lavorare con lei. Una vera leggenda.

L’attore e scrittore Ben Willbond ha lodato il suo talento, la simpatia, la generosità dell’attrice, mentre Noel Clarke, che aveva recitato con l’attrice nel thriller crime 4.3.2.1. ha espresso le sentite condoglianze a Damian e alla sua famiglia. 

Ricorderemo sempre Helen McCrory per i personaggi che ha portato sullo schermo con grazia e talento: la sua Narcissa Malfoy nel franchise di Harry Potter, la matriarca della famiglia di allibratori Polly Shelby in Peaky Blinders, e ancora per i suoi ruoli in Intervista col Vampiro, Il Conte di Montecristo, la serie Penny Dreadful e tanti altri ancora. 

L'articolo Addio a Helen McCrory: morta l’attrice di Peaky Blinders proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/addio-a-helen-mccrory-morta-lattrice-di-peaky-blinders/feed 0
Funko Pop dove comprarli: ecco i migliori shop online https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/funko-pop-ecco-dove-comprarli https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/funko-pop-ecco-dove-comprarli#respond Fri, 16 Apr 2021 17:45:57 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=138612

In questa guida sui Funko Pop vedremo dove comprarli, spesso anche in sconto, elencando vari shop affidabili

Da svariati anni ormai, i Funko Pop! hanno invaso il mercato e i collezionisti di tutto il mondo (e non solo) ne vanno matti. Anche chi non è appassionato di oggetti da collezione possiede, spesso e volentieri, numerose bobblehead dell’azienda.

I motivi principali di questo enorme successo sono di sicuro l’ampia pletora di personaggi Funko Pop!-izzati, il loro prezzo davvero contenuto e l’estetica particolare ma azzeccata. Chiaramente, gli store che propongono Funko Pop sono numerosi, ma in questa guida vi consiglieremo dove comprarli, basandoci sull’affidabilità e i prezzi spesso scontati.

Funko Pop!: ecco dove comprarli a prezzi convenienti

Zavvi

Zavvi è lo shop nel quale riuscirete a risparmiare di più nell’acquisto dei Funko Pop! più comuni. Questo perché sul sito potrete approfittare di un’offerta che vi farà portare a casa ben tre figure (presenti nella lista) al costo di € 34,99 totali. In più, vi è la possibilità di prenotare alcuni Pop! in uscita. Oltre ai Funko Pop!, potrete trovare svariati prodotti, da merchandise ufficiale, ad articoli da collezionismo, fino ad arrivare ad action figure e Lego! Cliccando qui potrete dare un’occhiata allo store di Zavvi.

Funko Pop dove comprarli: ecco i migliori shop online

Pop In A Box

Pop In A Box è sicuramente lo store più famoso in Italia dedito ai Funko Pop!. Con un catalogo davvero infinito, in questo shop la punta di diamante è sicuramente la possibilità di poter preordinare i Pop!. Questo vi permetterà di assicurarvi la statuetta dei vostri sogni, senza incorrere ad eventuali sovrapprezzi futuri. Oltre a ciò, per gli amanti del rischio, vi sono anche abbonamenti mensili attraverso i quali vi verranno inviati da 1 a 12 Funko Pop! al mese, appartenenti ad un franchise scelto da voi o completamente casuali. Per vedere cosa ha da offrire Pop In A Box, potete cliccare su questo link!

Amazon

Potrebbe sembrare un consiglio stupido, ma Amazon si rivela spesso e volentieri un ottimo e-commerce per acquistare anche Funko Pop!. Nonostante non riuscirete a trovare delle figure particolarmente rare, lo store è abbastanza fornito. Di frequente, vi sono anche Pop! scontati che, con spedizione Prime, riuscirete a far vostri a prezzi davvero irrisori! L’unico appunto è di far attenzione al venditore, controllando che sia Amazon stesso o qualcuno di affidabile, in base alle recensioni.

(attualmente in offerta)


Funko POP TV: How I Met Your Mother – Barney in Suit Figura da Collezione, Multicolore, 51379

  • Un’iconica statuina Funko Pop! Vinyl della serie How I Met Your Mother

(attualmente in offerta)

(attualmente in offerta)

Funko Pop!: ecco dove comprarli a prezzi convenienti

Benché ne esistano a bizzeffe, questi sono gli store che sentiamo di consigliarvi per acquistare i Funko Pop!. Vi ricordiamo di continuare a seguire tuttoteK per rimanere sempre aggiornati sul mondo del collezionismo, quello videoludico, hardware e tanto altro ancora!

]]>

In questa guida sui Funko Pop vedremo dove comprarli, spesso anche in sconto, elencando vari shop affidabili

Da svariati anni ormai, i Funko Pop! hanno invaso il mercato e i collezionisti di tutto il mondo (e non solo) ne vanno matti. Anche chi non è appassionato di oggetti da collezione possiede, spesso e volentieri, numerose bobblehead dell’azienda.

I motivi principali di questo enorme successo sono di sicuro l’ampia pletora di personaggi Funko Pop!-izzati, il loro prezzo davvero contenuto e l’estetica particolare ma azzeccata. Chiaramente, gli store che propongono Funko Pop sono numerosi, ma in questa guida vi consiglieremo dove comprarli, basandoci sull’affidabilità e i prezzi spesso scontati.

Funko Pop!: ecco dove comprarli a prezzi convenienti

Zavvi

Zavvi è lo shop nel quale riuscirete a risparmiare di più nell’acquisto dei Funko Pop! più comuni. Questo perché sul sito potrete approfittare di un’offerta che vi farà portare a casa ben tre figure (presenti nella lista) al costo di € 34,99 totali. In più, vi è la possibilità di prenotare alcuni Pop! in uscita. Oltre ai Funko Pop!, potrete trovare svariati prodotti, da merchandise ufficiale, ad articoli da collezionismo, fino ad arrivare ad action figure e Lego! Cliccando qui potrete dare un’occhiata allo store di Zavvi.

Funko Pop dove comprarli: ecco i migliori shop online

Pop In A Box

Pop In A Box è sicuramente lo store più famoso in Italia dedito ai Funko Pop!. Con un catalogo davvero infinito, in questo shop la punta di diamante è sicuramente la possibilità di poter preordinare i Pop!. Questo vi permetterà di assicurarvi la statuetta dei vostri sogni, senza incorrere ad eventuali sovrapprezzi futuri. Oltre a ciò, per gli amanti del rischio, vi sono anche abbonamenti mensili attraverso i quali vi verranno inviati da 1 a 12 Funko Pop! al mese, appartenenti ad un franchise scelto da voi o completamente casuali. Per vedere cosa ha da offrire Pop In A Box, potete cliccare su questo link!

Amazon

Potrebbe sembrare un consiglio stupido, ma Amazon si rivela spesso e volentieri un ottimo e-commerce per acquistare anche Funko Pop!. Nonostante non riuscirete a trovare delle figure particolarmente rare, lo store è abbastanza fornito. Di frequente, vi sono anche Pop! scontati che, con spedizione Prime, riuscirete a far vostri a prezzi davvero irrisori! L’unico appunto è di far attenzione al venditore, controllando che sia Amazon stesso o qualcuno di affidabile, in base alle recensioni.

(attualmente in offerta)
Funko POP TV: How I Met Your Mother - Barney in Suit Figura da Collezione, Multicolore, 51379
  • Un'iconica statuina Funko Pop! Vinyl della serie How I Met Your Mother
(attualmente in offerta)
(attualmente in offerta)

Funko Pop!: ecco dove comprarli a prezzi convenienti

Benché ne esistano a bizzeffe, questi sono gli store che sentiamo di consigliarvi per acquistare i Funko Pop!. Vi ricordiamo di continuare a seguire tuttoteK per rimanere sempre aggiornati sul mondo del collezionismo, quello videoludico, hardware e tanto altro ancora!

L'articolo Funko Pop dove comprarli: ecco i migliori shop online proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/funko-pop-ecco-dove-comprarli/feed 0
The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/the-mandalorian-ahsoka-tano-grogu https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/the-mandalorian-ahsoka-tano-grogu#respond Fri, 16 Apr 2021 16:44:51 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139582

Ahsoka Tano e il piccolo Grogu sono i protagonisti del nuovo set di figure a tema The Mandalorian presentato da Hot Toys

Siete amanti della recente serie rivelazione, a tema Star Wars, The Mandalorian di Disney+? Sì? Ottimo, allora il nuovo set di statuette (con protagonisti Ahsoka Tano e Grogu) presentato nelle ultime ore dal produttore Hot Toys farà probabilmente la vostra gioia. Vediamo tutti i dettagli al riguardo nelle prossime righe di questo articolo (foto incluse).

The Mandalorian: le figure di Ahsoka Tano e Grogu saranno articolate in molti punti

Il nuovo set Hot Toys di figure in scala 1:6 ha per protagonisti la ex Jedi Ahsoka Tano, inoltre, la versione “Deluxe” dello stesso presenta anche l’irresistibile, quanto misterioso, Grogu, due dei personaggi più amati della serie The Mandalorian. La Jedi, realizzata in PVC con abiti in tessuto reale, arriverà con una dotazione di accessori di tutto rispetto. Ve li elenchiamo qui di seguito:

  • 4 spade laser intercambiabili
  • 7 mani alternative
  • Grogu (versione Deluxe)
  • Lanterna (versione Deluxe)
  • Supporto per Grogu (versione Deluxe)
  • Fondale foresta (versione Deluxe)

The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys

Come se non bastasse la statuetta di Ahsoka Tano sarò una vera e propria action figure con vari punti di articolazione che saranno coperti dall’ampia tunica da jedi. La testa disporrà di occhi mobili, le spade laser saranno intercambiabili e il mantello sarà in tessuto vero come del resto la tunica.

La figura di Grogu, che fa parte del set Deluxe, è realizzata con la classica dovizia di dettagli delle figure Hot Toys e anche questa disporrà di vari punti articolabili (posti sulle braccia). Il set sarà corredato da un realistico fondale che ha le sembianze di una foresta sperduta. Sarà presente anche una base espositiva e una lanterna. Insomma, ci sono proprio tutti i presupposti per far rivivere ai fan l’indimenticabile primo incontro dei due personaggi ritratti nel set di figure in questione. In alto potete ammirare i primi scatti ufficiali delle statuette di cui vi parliamo. Restando in tema The Mandalorian, avete già visto il nuovo busto dei Death Watch? E la figure di Mando Black Series di Hasbro?

Che ne pensate di questo incredibile set presentato da Hot Toys? Ci state facendo il proverbiale pensierino? Scrivetecelo qui in basso nella sezione commenti. Restate sintonizzati su tuttoteK per tutte le notizie e le curiosità dall’ammaliante mondo delle figures e non solo. Da ultimo, per i Funko POP!, i prodotti LEGO, Star Wars, Disney, Marvel, Nintendo, Banpresto e gadget di ogni sorta a prezzi scontati vi invitiamo a dare un’occhiata allo store di Zavvi.it (Qui potete trovare la selezione di prodotti a tema Star Wars). 

]]>
ahsoka grogu the mandalorian

Ahsoka Tano e il piccolo Grogu sono i protagonisti del nuovo set di figure a tema The Mandalorian presentato da Hot Toys

Siete amanti della recente serie rivelazione, a tema Star Wars, The Mandalorian di Disney+? Sì? Ottimo, allora il nuovo set di statuette (con protagonisti Ahsoka Tano e Grogu) presentato nelle ultime ore dal produttore Hot Toys farà probabilmente la vostra gioia. Vediamo tutti i dettagli al riguardo nelle prossime righe di questo articolo (foto incluse).

The Mandalorian: le figure di Ahsoka Tano e Grogu saranno articolate in molti punti

Il nuovo set Hot Toys di figure in scala 1:6 ha per protagonisti la ex Jedi Ahsoka Tano, inoltre, la versione “Deluxe” dello stesso presenta anche l’irresistibile, quanto misterioso, Grogu, due dei personaggi più amati della serie The Mandalorian. La Jedi, realizzata in PVC con abiti in tessuto reale, arriverà con una dotazione di accessori di tutto rispetto. Ve li elenchiamo qui di seguito:

  • 4 spade laser intercambiabili
  • 7 mani alternative
  • Grogu (versione Deluxe)
  • Lanterna (versione Deluxe)
  • Supporto per Grogu (versione Deluxe)
  • Fondale foresta (versione Deluxe)
The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys

Come se non bastasse la statuetta di Ahsoka Tano sarò una vera e propria action figure con vari punti di articolazione che saranno coperti dall’ampia tunica da jedi. La testa disporrà di occhi mobili, le spade laser saranno intercambiabili e il mantello sarà in tessuto vero come del resto la tunica.

La figura di Grogu, che fa parte del set Deluxe, è realizzata con la classica dovizia di dettagli delle figure Hot Toys e anche questa disporrà di vari punti articolabili (posti sulle braccia). Il set sarà corredato da un realistico fondale che ha le sembianze di una foresta sperduta. Sarà presente anche una base espositiva e una lanterna. Insomma, ci sono proprio tutti i presupposti per far rivivere ai fan l’indimenticabile primo incontro dei due personaggi ritratti nel set di figure in questione. In alto potete ammirare i primi scatti ufficiali delle statuette di cui vi parliamo. Restando in tema The Mandalorian, avete già visto il nuovo busto dei Death Watch? E la figure di Mando Black Series di Hasbro?

Che ne pensate di questo incredibile set presentato da Hot Toys? Ci state facendo il proverbiale pensierino? Scrivetecelo qui in basso nella sezione commenti. Restate sintonizzati su tuttoteK per tutte le notizie e le curiosità dall’ammaliante mondo delle figures e non solo. Da ultimo, per i Funko POP!, i prodotti LEGO, Star Wars, Disney, Marvel, Nintendo, Banpresto e gadget di ogni sorta a prezzi scontati vi invitiamo a dare un’occhiata allo store di Zavvi.it (Qui potete trovare la selezione di prodotti a tema Star Wars). 

L'articolo The Mandalorian: presentate le nuove figure di Ahsoka Tano e Grogu by Hot Toys proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/the-mandalorian-ahsoka-tano-grogu/feed 0
Ghosts ‘n Goblins Resurrection: in arrivo per PS4, Xbox One e PC https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/ghosts-n-goblins-resurrection-in-arrivo-per-ps4-xbox-one-e-pc https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/ghosts-n-goblins-resurrection-in-arrivo-per-ps4-xbox-one-e-pc#respond Fri, 16 Apr 2021 15:58:39 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139580

Il celebre capitolo di casa Capcom, Ghost ‘n Goblins Resurrection, è in arrivo per PS4, Xbox e PC per la gioia di tutti gli amanti del genere

Dopo l’uscita a febbraio per Nintendo Switch, Ghosts ‘n Goblins Resurrection, sbarca ora su PS4, Xbox One e PC per la gioia di tutti i possessori di queste console e per la gioia di tutti gli amanti del retrogaming “servito” in salsa moderna. Ma andiamo avanti con un po’ di calma.

Le tenebrose avventure di Ghosts ‘n Goblins Resurrection sbarcano su PS4, Xbox One e PC

Ghosts ‘n Goblins Resurrection è un omaggio ai capitoli più classici, e naturalmente difficili, della Capcom come Ghosts ‘n Goblins e Ghouls ‘n Ghosts. Stavolta le avventure del coraggioso Arthur saranno interamente giocabili anche su PS4, Xbox One e PC. Nonostante non sia stata ancora annunciata una vera e propria data ufficiale, il trailer fa intuire chiaramente che il titolo sarà presto disponibile.

Anche in questo caso, il prode cavaliere Arthur dovrà combattere contro il Signore dei Demoni e le sue schiere di mostri, come Zombie, Pigman, Red Arremer e tanti altri ancora, per salvare la principessa. Un po’ come fa da anni il mitico Link per salvare la Principessa Zelda.

Utilizzando il motore RE Engine, il titolo assumerà le atmosfere tipiche di un libro di favole, ma ci saranno anche nuovi nemici, armi, abilità, personaggi ed anche una modalità per la cooperativa in locale per due giocatori oltre a quella “Pagina” con vite illimitate e la possibilità di rigenerarsi nello stesso luogo. Un modo quindi per abbassare un pochino l’asticella della difficoltà e far godere il titolo anche ai giocatori meno avvezzi a questi giochi.

Ad ogni modo, se anche voi volete procurarvi dei titoli simili al miglior prezzo, vi consigliamo di cliccare qui, mentre, per essere sempre aggiornati sui videogiochi di ieri e di oggi, vi invitiamo a rimanere su tuttoteK!

]]>

Il celebre capitolo di casa Capcom, Ghost ‘n Goblins Resurrection, è in arrivo per PS4, Xbox e PC per la gioia di tutti gli amanti del genere

Dopo l’uscita a febbraio per Nintendo Switch, Ghosts ‘n Goblins Resurrection, sbarca ora su PS4, Xbox One e PC per la gioia di tutti i possessori di queste console e per la gioia di tutti gli amanti del retrogaming “servito” in salsa moderna. Ma andiamo avanti con un po’ di calma.

Le tenebrose avventure di Ghosts ‘n Goblins Resurrection sbarcano su PS4, Xbox One e PC

Ghosts ‘n Goblins Resurrection è un omaggio ai capitoli più classici, e naturalmente difficili, della Capcom come Ghosts ‘n Goblins e Ghouls ‘n Ghosts. Stavolta le avventure del coraggioso Arthur saranno interamente giocabili anche su PS4, Xbox One e PC. Nonostante non sia stata ancora annunciata una vera e propria data ufficiale, il trailer fa intuire chiaramente che il titolo sarà presto disponibile.

Anche in questo caso, il prode cavaliere Arthur dovrà combattere contro il Signore dei Demoni e le sue schiere di mostri, come Zombie, Pigman, Red Arremer e tanti altri ancora, per salvare la principessa. Un po’ come fa da anni il mitico Link per salvare la Principessa Zelda.

Utilizzando il motore RE Engine, il titolo assumerà le atmosfere tipiche di un libro di favole, ma ci saranno anche nuovi nemici, armi, abilità, personaggi ed anche una modalità per la cooperativa in locale per due giocatori oltre a quella “Pagina” con vite illimitate e la possibilità di rigenerarsi nello stesso luogo. Un modo quindi per abbassare un pochino l’asticella della difficoltà e far godere il titolo anche ai giocatori meno avvezzi a questi giochi.

Ad ogni modo, se anche voi volete procurarvi dei titoli simili al miglior prezzo, vi consigliamo di cliccare qui, mentre, per essere sempre aggiornati sui videogiochi di ieri e di oggi, vi invitiamo a rimanere su tuttoteK!

L'articolo Ghosts ‘n Goblins Resurrection: in arrivo per PS4, Xbox One e PC proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/ghosts-n-goblins-resurrection-in-arrivo-per-ps4-xbox-one-e-pc/feed 0
Genshin Impact: ecco la data dell’aggiornamento per il supporto a PS5 https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/genshin-impact-aggiornamento-data-ps5 https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/genshin-impact-aggiornamento-data-ps5#respond Fri, 16 Apr 2021 15:57:23 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139577

A grande richiesta, Genshin Impact riceverà un importante aggiornamento che introdurrà il supporto per la versione PS5: ecco la data di quest’ultimo

La notizia è fresca degli ultimi minuti: il prossimo aggiornamento della software house cinese miHoYo per il blockbuster videoludico (in formato gacha) Genshin Impact, “Beneath the Light of the Jadeite”, sarà disponibile in data 28 aprile e introdurrà il tanto atteso supporto nativo per PS5 per il gioco in questione (di cui vi abbiamo parlato approfonditamente in quest’articolo). Vediamo tutti i dettagli al riguardo nelle prossime righe di questo articolo.

Genshin Impact: supporto nativo e molto altro con l’aggiornamento 1.5!

L’aggiornamento 1.5 di Genshin Impact che debutterà in data 28 aprile, oltre al supporto a PS5, porterà anche una serie di nuovi contenuti tra cui un nuovo dungeon, un nuovo boss nemico e due nuovi personaggi. Il piatto forte della portata, tuttavia, rimane il supporto nativo per PS5, quest’ultimo fornirà  texture migliorate e risoluzione 4K.

L’aggiornamento 1.5 continua il viaggio di Zhongli e introduce Eula e Yanfei. Il primo è un personaggio a 5 stelle che usa le claymore e ha la Cryo Vision mentre il secondo è un utente Pyro a 4 stelle specializzato in attacchi caricati. Nuovi eventi Hangout saranno disponibili mentre verranno aggiunti anche un nuovo dominio Trounce e un nuovo capo, Azhdaha.

Grazie al nuovo update potrete anche viaggiare a Teyvat e creare la vostra casa. L’acquisizione di un vaso Serenitea consente di creare un regno da occupare e un edificio in stile Mondstadt o Liyue per la loro casa. Vari progetti di mobili saranno disponibili da scoprire in tutta Teyvat. Potete anche aspettarvi nuove sfide ed eventi stagionali con ulteriori dettagli in arrivo. 

Vi terremo aggiornati sui futuri sviluppi in merito. Restate sintonizzati su tuttoteK per tutte le notizie e le curiosità dal mondo del gaming e non solo. Da ultimo, per i codici di download dei videogiochi a prezzi scontati vi invitiamo a dare un’occhiata allo store di Instant-Gaming.com.

]]>

A grande richiesta, Genshin Impact riceverà un importante aggiornamento che introdurrà il supporto per la versione PS5: ecco la data di quest’ultimo

La notizia è fresca degli ultimi minuti: il prossimo aggiornamento della software house cinese miHoYo per il blockbuster videoludico (in formato gacha) Genshin Impact, “Beneath the Light of the Jadeite”, sarà disponibile in data 28 aprile e introdurrà il tanto atteso supporto nativo per PS5 per il gioco in questione (di cui vi abbiamo parlato approfonditamente in quest’articolo). Vediamo tutti i dettagli al riguardo nelle prossime righe di questo articolo.

Genshin Impact: supporto nativo e molto altro con l’aggiornamento 1.5!

L’aggiornamento 1.5 di Genshin Impact che debutterà in data 28 aprile, oltre al supporto a PS5, porterà anche una serie di nuovi contenuti tra cui un nuovo dungeon, un nuovo boss nemico e due nuovi personaggi. Il piatto forte della portata, tuttavia, rimane il supporto nativo per PS5, quest’ultimo fornirà  texture migliorate e risoluzione 4K.

L’aggiornamento 1.5 continua il viaggio di Zhongli e introduce Eula e Yanfei. Il primo è un personaggio a 5 stelle che usa le claymore e ha la Cryo Vision mentre il secondo è un utente Pyro a 4 stelle specializzato in attacchi caricati. Nuovi eventi Hangout saranno disponibili mentre verranno aggiunti anche un nuovo dominio Trounce e un nuovo capo, Azhdaha.

Grazie al nuovo update potrete anche viaggiare a Teyvat e creare la vostra casa. L’acquisizione di un vaso Serenitea consente di creare un regno da occupare e un edificio in stile Mondstadt o Liyue per la loro casa. Vari progetti di mobili saranno disponibili da scoprire in tutta Teyvat. Potete anche aspettarvi nuove sfide ed eventi stagionali con ulteriori dettagli in arrivo. 

Vi terremo aggiornati sui futuri sviluppi in merito. Restate sintonizzati su tuttoteK per tutte le notizie e le curiosità dal mondo del gaming e non solo. Da ultimo, per i codici di download dei videogiochi a prezzi scontati vi invitiamo a dare un’occhiata allo store di Instant-Gaming.com.

L'articolo Genshin Impact: ecco la data dell’aggiornamento per il supporto a PS5 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/genshin-impact-aggiornamento-data-ps5/feed 0
Moto G20, G60 e G40 Fusion: annuncio in vista https://www.tuttotek.it/dispositivi-mobili/news-dispositivi-mobili/moto-g20-g60-e-g40-fusion-annuncio-in-vista https://www.tuttotek.it/dispositivi-mobili/news-dispositivi-mobili/moto-g20-g60-e-g40-fusion-annuncio-in-vista#respond Fri, 16 Apr 2021 15:47:26 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139568

Un recente leak svela l’intenzione da parte della casa statunitense di rimpinguare la serie G dei suoi smartphone con i nuovi Moto G20, Moto G60 e Moto G40 Fusion. Scopriamone tutti i dettagli

E’ recente la diffusione su Twitter da parte di un leaker dei primi press render ufficiosi inerenti i prossimi prodotti che andranno ad infoltire la gamma G di Motorola, stiamo parlando dei Moto G20, G60 e G40 Fusion. Il Moto G20 andrà a rappresentare il più economico della triade in quanto dotato di display da 6,5″ HD+ (1.600 x 720) e di un SoC UNISOC T700 octa-core supportato da soli 4GB di memoria RAM. Il Moto G60 ed il Moto G40 Fusion rientrerebbero nella categoria di fascia media, ed avranno alcune caratteristiche in comune tra cui un display FHD + da 6,78 pollici con refresh rate fino a 120Hz, una batteria da 6000 mAh con supporto per la ricarica rapida e come SoC uno Snapdragon 732G.

Moto G20: scheda tecnica (ipotetica)

  • Display: 6,5″ HD+ (1.600 x 720);
  • CPU: UNISOC T700 octa-core;
  • GPU: ARM Mali-G52;
  • RAM: 4GB;
  • ROM: 64GB di archiviazione interna;
  • fotocamera posteriore: quadrupla fotocamera con sensore primario da 48MP, ultra grandangolare da 8MP e altri due obbiettivi da 2MP;
  • fotocamera anteriore: 13MP;
  • connettività: 4G, Bluetooth, Wi-Fi, USB-C, NFC;
  • batteria: 5000mAh con supporto alla ricarica 10W;
  • dimensioni: 165,22 x 75,73 x 9,19mm;
  • peso: 200g;

Moto G20, G60 e G40 Fusion: annuncio in vista

Moto G20: analisi

Dalla dotazione hardware è evidente come il Moto G20 sia uno smartphone entry level, dotato di un grande schermo da 6,5″ solo HD+. Il processore ed i 4GB di memoria RAM garantiranno un’esperienza fluida nel caso di un uso “leggero” del device, vale a dire navigazione web e utilizzo di app di messaggistica. Probabilmente qualche videogame sarà possibile eseguirlo senza troppi problemi a patto che vengano impostati i dettagli grafici al minimo. Ciò che risalta è la capienza della batteria da ben 5000mAh, che dovrebbe garantire 1 o 2 giorni di autonomia con un utilizzo moderato del device. La quadrupla fotocamera posteriore, infine, con obbiettivo principale da 48MP dovrebbe consentire scatti sufficienti o comunque soddisfacenti per quel tipo di utenza che non ricerca un cameraphone.

Moto G20, G60 e G40 Fusion: annuncio in vista

Moto G60 e Moto G40 Fusion: scheda tecnica (ipotetica)

  • Display: LCD IPS da 6,78″ con risoluzione di 1080 x 2460 e refresh rate fino a 120Hz, HDR10;
  • CPU: Snapdragon 732G;
  • RAM (Moto G60): 6GB;
  • RAM (Moto G40 Fusion): 4GB;
  • ROM (Moto G60): 128GB per archiviazione interna espandibile tramite slot MicroSD;
  • ROM (Moto G40 Fusion): 64GB per archiviazione interna espandibile tramite slot MicroSD;
  • fotocamera posteriore (Moto G60): sensore principale da 108MP + 8MP ultra grandangolare/ macro + 2MP profondità;
  • Camera posteriore (Moto G40 Fusion): sensore principale da 64MP + 16MP + 2MP;
  • fotocamera anteriore (Moto G60): 32MP;
  • Camera anteriore (Moto G40 Fusion): 16MP;
  • connettività: Bluetooth, Wi-Fi, USB-C, NFC;
  • batteria: 6000 mAh;
  • OS: Android 11

Moto G20, G60 e G40 Fusion: annuncio in vista

Moto G60 e Moto G40 Fusion: analisi

Se le caratteristiche di questi due smartphone dovessero essere confermate, rientrerebbero di diritto nella categoria di fascia media, in quanto grazie al processore più performante consentiranno un multitasking delle applicazioni più solido nonché una maggiore velocità di esecuzione delle stesse. Da sottolineare la presenza su entrambi di un display FHD+ IPS da 6,78″ per una migliore fruizione dei contenuti video e di una enorme batteria da 6000mAh in grado di rendere operativo lo smartphone per almeno 2 giorni (variabile ovviamente dal tipo di utilizzo ed altri fattori quali intensità della retroilluminazione o uso intenso del traffico dati).

Riguardo il comparto fotografico, il sensore principale del Moto G60 è da 108MP e dovrebbe assicurare scatti di qualità soddisfacente per una larga fetta di potenziali acquirenti. Il sensore principale del G40 Fusion è da 64MP invece, ma ciò non toglie che sarà capace di fornire foto di discreta qualità, almeno sulla carta. Si segnala infine su entrambi i dispositivi la presenza di Android 11 come software di sistema e della possibilità di espandere in entrambi la memoria di archiviazione interna tramite l’inserimento di una MicroSD nel relativo slot.

Cosa ne pensate delle caratteristiche hardware ipotetiche dei nuovi smartphone Motorola? Fateci sapere la vostra opinione qui sotto nei commenti. Non dimenticate infine di seguirci sulla nostra pagina Instagram, sul nostro canale YouTube e restate connessi su tuttoteK.it per rimanere costantemente aggiornati su tutte le news dal mondo tech!

]]>

Un recente leak svela l’intenzione da parte della casa statunitense di rimpinguare la serie G dei suoi smartphone con i nuovi Moto G20, Moto G60 e Moto G40 Fusion. Scopriamone tutti i dettagli

E’ recente la diffusione su Twitter da parte di un leaker dei primi press render ufficiosi inerenti i prossimi prodotti che andranno ad infoltire la gamma G di Motorola, stiamo parlando dei Moto G20, G60 e G40 Fusion. Il Moto G20 andrà a rappresentare il più economico della triade in quanto dotato di display da 6,5″ HD+ (1.600 x 720) e di un SoC UNISOC T700 octa-core supportato da soli 4GB di memoria RAM. Il Moto G60 ed il Moto G40 Fusion rientrerebbero nella categoria di fascia media, ed avranno alcune caratteristiche in comune tra cui un display FHD + da 6,78 pollici con refresh rate fino a 120Hz, una batteria da 6000 mAh con supporto per la ricarica rapida e come SoC uno Snapdragon 732G.

Moto G20: scheda tecnica (ipotetica)

  • Display: 6,5″ HD+ (1.600 x 720);
  • CPU: UNISOC T700 octa-core;
  • GPU: ARM Mali-G52;
  • RAM: 4GB;
  • ROM: 64GB di archiviazione interna;
  • fotocamera posteriore: quadrupla fotocamera con sensore primario da 48MP, ultra grandangolare da 8MP e altri due obbiettivi da 2MP;
  • fotocamera anteriore: 13MP;
  • connettività: 4G, Bluetooth, Wi-Fi, USB-C, NFC;
  • batteria: 5000mAh con supporto alla ricarica 10W;
  • dimensioni: 165,22 x 75,73 x 9,19mm;
  • peso: 200g;

Moto G20, G60 e G40 Fusion: annuncio in vista

Moto G20: analisi

Dalla dotazione hardware è evidente come il Moto G20 sia uno smartphone entry level, dotato di un grande schermo da 6,5″ solo HD+. Il processore ed i 4GB di memoria RAM garantiranno un’esperienza fluida nel caso di un uso “leggero” del device, vale a dire navigazione web e utilizzo di app di messaggistica. Probabilmente qualche videogame sarà possibile eseguirlo senza troppi problemi a patto che vengano impostati i dettagli grafici al minimo. Ciò che risalta è la capienza della batteria da ben 5000mAh, che dovrebbe garantire 1 o 2 giorni di autonomia con un utilizzo moderato del device. La quadrupla fotocamera posteriore, infine, con obbiettivo principale da 48MP dovrebbe consentire scatti sufficienti o comunque soddisfacenti per quel tipo di utenza che non ricerca un cameraphone.

Moto G20, G60 e G40 Fusion: annuncio in vista

Moto G60 e Moto G40 Fusion: scheda tecnica (ipotetica)

  • Display: LCD IPS da 6,78″ con risoluzione di 1080 x 2460 e refresh rate fino a 120Hz, HDR10;
  • CPU: Snapdragon 732G;
  • RAM (Moto G60): 6GB;
  • RAM (Moto G40 Fusion): 4GB;
  • ROM (Moto G60): 128GB per archiviazione interna espandibile tramite slot MicroSD;
  • ROM (Moto G40 Fusion): 64GB per archiviazione interna espandibile tramite slot MicroSD;
  • fotocamera posteriore (Moto G60): sensore principale da 108MP + 8MP ultra grandangolare/ macro + 2MP profondità;
  • Camera posteriore (Moto G40 Fusion): sensore principale da 64MP + 16MP + 2MP;
  • fotocamera anteriore (Moto G60): 32MP;
  • Camera anteriore (Moto G40 Fusion): 16MP;
  • connettività: Bluetooth, Wi-Fi, USB-C, NFC;
  • batteria: 6000 mAh;
  • OS: Android 11

Moto G20, G60 e G40 Fusion: annuncio in vista

Moto G60 e Moto G40 Fusion: analisi

Se le caratteristiche di questi due smartphone dovessero essere confermate, rientrerebbero di diritto nella categoria di fascia media, in quanto grazie al processore più performante consentiranno un multitasking delle applicazioni più solido nonché una maggiore velocità di esecuzione delle stesse. Da sottolineare la presenza su entrambi di un display FHD+ IPS da 6,78″ per una migliore fruizione dei contenuti video e di una enorme batteria da 6000mAh in grado di rendere operativo lo smartphone per almeno 2 giorni (variabile ovviamente dal tipo di utilizzo ed altri fattori quali intensità della retroilluminazione o uso intenso del traffico dati).

Riguardo il comparto fotografico, il sensore principale del Moto G60 è da 108MP e dovrebbe assicurare scatti di qualità soddisfacente per una larga fetta di potenziali acquirenti. Il sensore principale del G40 Fusion è da 64MP invece, ma ciò non toglie che sarà capace di fornire foto di discreta qualità, almeno sulla carta. Si segnala infine su entrambi i dispositivi la presenza di Android 11 come software di sistema e della possibilità di espandere in entrambi la memoria di archiviazione interna tramite l’inserimento di una MicroSD nel relativo slot.

Cosa ne pensate delle caratteristiche hardware ipotetiche dei nuovi smartphone Motorola? Fateci sapere la vostra opinione qui sotto nei commenti. Non dimenticate infine di seguirci sulla nostra pagina Instagram, sul nostro canale YouTube e restate connessi su tuttoteK.it per rimanere costantemente aggiornati su tutte le news dal mondo tech!

L'articolo Moto G20, G60 e G40 Fusion: annuncio in vista proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/dispositivi-mobili/news-dispositivi-mobili/moto-g20-g60-e-g40-fusion-annuncio-in-vista/feed 0
Outriders: pronto l’aggiornamento anti-bug https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/outriders-aggiornamento https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/outriders-aggiornamento#respond Fri, 16 Apr 2021 15:40:22 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139551

Per Outriders è arrivato il nuovo aggiornamento che dovrebbe risolvere il bug di cancellazione dell’inventario

A poco meno di un giorno di distanza dalla pubblicazione di un grosso aggiornamento, Outriders continua a perdere colpi. Dopo essere stato afflitto da un grave bug che ha letteralmente disintegrato gli inventari di moltissimi giocatori, Outriders ha ricevuto una nuova patch. Essa, avrebbe dovuto impedire il ripetersi del problema ma, a quanto pare, al momento non è ancora così. Il gioco era partito bene al lancio grazie alla sua varietà di classi giocabili e il suo grande numero di armi utilizzabili ma, purtroppo, sta incontrando diversi ostacoli.

Basterà, questo aggiornamento, per risolvere il fastidioso bug in Outriders?

Oltre al wipe dell’inventario persistono, inoltre, anche i problemi di connettività in modalità multiplayer e la presenza di elementi invisibili. Questi ultimi, che possono essere temporaneamente risolti riavviando il gioco, sono però stati momentaneamente messi da parte e verranno risolti in un’altra futura patch separata. Al momento, la priorità dei ragazzi di People Can Fly, è di ripristinare mediante un altro aggiornamento gli inventari dei giocatori di Outriders. Alla luce di quanto detto si consiglia, a tutti coloro che scoprono la cancellazione dei propri inventari, di segnalare il tutto agli sviluppatori.

Outriders: pronto l'aggiornamento anti-bug

People Can Fly ha comunicato che “monitorerà la situazione” durante il fine settimana, in maniera tale da assicurarsi l’effettiva risoluzione del problema. Da lì, si passerà poi al ripristino di eventuali oggetti smarriti, utilizzando il database del server senza la necessità di un’altra patch. Outriders, rilasciato ad inizio Aprile per Xbox Series X/S, Xbox One, PS4, PS5, Stadia e PC, è attualmente disponibile anche su Instant Gaming. Riusciranno i giocatori a recuperare i propri oggetti integralmente? Rimanete sintonizzati su tuttoteK per scoprirlo.

]]>

Per Outriders è arrivato il nuovo aggiornamento che dovrebbe risolvere il bug di cancellazione dell’inventario

A poco meno di un giorno di distanza dalla pubblicazione di un grosso aggiornamento, Outriders continua a perdere colpi. Dopo essere stato afflitto da un grave bug che ha letteralmente disintegrato gli inventari di moltissimi giocatori, Outriders ha ricevuto una nuova patch. Essa, avrebbe dovuto impedire il ripetersi del problema ma, a quanto pare, al momento non è ancora così. Il gioco era partito bene al lancio grazie alla sua varietà di classi giocabili e il suo grande numero di armi utilizzabili ma, purtroppo, sta incontrando diversi ostacoli.

Basterà, questo aggiornamento, per risolvere il fastidioso bug in Outriders?

Oltre al wipe dell’inventario persistono, inoltre, anche i problemi di connettività in modalità multiplayer e la presenza di elementi invisibili. Questi ultimi, che possono essere temporaneamente risolti riavviando il gioco, sono però stati momentaneamente messi da parte e verranno risolti in un’altra futura patch separata. Al momento, la priorità dei ragazzi di People Can Fly, è di ripristinare mediante un altro aggiornamento gli inventari dei giocatori di Outriders. Alla luce di quanto detto si consiglia, a tutti coloro che scoprono la cancellazione dei propri inventari, di segnalare il tutto agli sviluppatori.

Outriders: pronto l'aggiornamento anti-bug

People Can Fly ha comunicato che “monitorerà la situazione” durante il fine settimana, in maniera tale da assicurarsi l’effettiva risoluzione del problema. Da lì, si passerà poi al ripristino di eventuali oggetti smarriti, utilizzando il database del server senza la necessità di un’altra patch. Outriders, rilasciato ad inizio Aprile per Xbox Series X/S, Xbox One, PS4, PS5, Stadia e PC, è attualmente disponibile anche su Instant Gaming. Riusciranno i giocatori a recuperare i propri oggetti integralmente? Rimanete sintonizzati su tuttoteK per scoprirlo.

L'articolo Outriders: pronto l’aggiornamento anti-bug proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/outriders-aggiornamento/feed 0
Battlefield 6: lo shooter non arriverà su PS4 e Xbox One? https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/battlefield-6-ps4-xbox-one https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/battlefield-6-ps4-xbox-one#respond Fri, 16 Apr 2021 15:33:54 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139569

Un leaker ha ipotizzato di recente che Battlefield 6 potrebbe non approdare su PS4 e Xbox One, scopriamo insieme perché

In queste ultime lunghe settimane e interminabili mesi non sono certo mancate le fughe di notizie e le voci su Battlefield 6. Dei tanti, molti presunti dettagli sullo sparatutto che sono emersi, quello che non ha sorpreso nessuno era quello che riportava che il titolo sarebbe stato rilasciato come progetto cross-gen. gioco. In base ai vecchi rumor, le versioni PS4 e Xbox One di Battlefield 6 avrebbero dovuto essere gestite da un team separato e dedicato all’interno di DICE, ma, stando all’ultima voce, sembra che ciò potrebbe non accadere. Vediamo tutti i dettagli al riguardo nelle prossime righe di questo articolo.

Battlefield 6: niente versioni PS4 e Xbox One e annuncio a maggio?

Il noto insider Tom Henderson, che è stato coinvolto nella maggior parte delle fughe di notizie su Battlefield 6, recentemente ha riferito su Twitter che non ci sono prove concrete sul fatto che il prossimo capitolo della saga sparatutto uscirà su PS4 e Xbox One, il che potrebbe, secondo lui, indicare che lo shooter non approderà sulla old-gen.

Recentemente è stato detto che Battlefield 6 potrebbe essere lanciato per Xbox Game Pass dal day one e, secondo Henderson, se ciò dovesse accadere, probabilmente sarà dovuto al fatto che il gioco sarà esclusiva delle console di nuova generazione. 

Ovviamente, si tratta solo di congetture, prendete tutto con il solito bel paio di pinze rinforzate. I rumor, in larga maggioranza, affermano che il prossimo gioco di Battlefield sarà presentato il mese prossimo, quindi è probabile che ne sapremo di più tra non molto. Di recente si è parlato anche di mappe da 164 giocatori e una deriva da battle royale per il titolo in questione.

Vi terremo aggiornati sui futuri sviluppi in merito. Restate sintonizzati su tuttoteK per tutte le notizie e le curiosità dal mondo del gaming e non solo. Da ultimo, per i codici di download dei videogiochi a prezzi scontati vi invitiamo a dare un’occhiata allo store di Instant-Gaming.com.

]]>

Un leaker ha ipotizzato di recente che Battlefield 6 potrebbe non approdare su PS4 e Xbox One, scopriamo insieme perché

In queste ultime lunghe settimane e interminabili mesi non sono certo mancate le fughe di notizie e le voci su Battlefield 6. Dei tanti, molti presunti dettagli sullo sparatutto che sono emersi, quello che non ha sorpreso nessuno era quello che riportava che il titolo sarebbe stato rilasciato come progetto cross-gen. gioco. In base ai vecchi rumor, le versioni PS4 e Xbox One di Battlefield 6 avrebbero dovuto essere gestite da un team separato e dedicato all’interno di DICE, ma, stando all’ultima voce, sembra che ciò potrebbe non accadere. Vediamo tutti i dettagli al riguardo nelle prossime righe di questo articolo.

Battlefield 6: niente versioni PS4 e Xbox One e annuncio a maggio?

Il noto insider Tom Henderson, che è stato coinvolto nella maggior parte delle fughe di notizie su Battlefield 6, recentemente ha riferito su Twitter che non ci sono prove concrete sul fatto che il prossimo capitolo della saga sparatutto uscirà su PS4 e Xbox One, il che potrebbe, secondo lui, indicare che lo shooter non approderà sulla old-gen.

Recentemente è stato detto che Battlefield 6 potrebbe essere lanciato per Xbox Game Pass dal day one e, secondo Henderson, se ciò dovesse accadere, probabilmente sarà dovuto al fatto che il gioco sarà esclusiva delle console di nuova generazione. 

Ovviamente, si tratta solo di congetture, prendete tutto con il solito bel paio di pinze rinforzate. I rumor, in larga maggioranza, affermano che il prossimo gioco di Battlefield sarà presentato il mese prossimo, quindi è probabile che ne sapremo di più tra non molto. Di recente si è parlato anche di mappe da 164 giocatori e una deriva da battle royale per il titolo in questione.

Vi terremo aggiornati sui futuri sviluppi in merito. Restate sintonizzati su tuttoteK per tutte le notizie e le curiosità dal mondo del gaming e non solo. Da ultimo, per i codici di download dei videogiochi a prezzi scontati vi invitiamo a dare un’occhiata allo store di Instant-Gaming.com.

L'articolo Battlefield 6: lo shooter non arriverà su PS4 e Xbox One? proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/battlefield-6-ps4-xbox-one/feed 0
Annunciata la data del prossimo Ubisoft Forward https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/data-ubisoft-forward https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/data-ubisoft-forward#respond Fri, 16 Apr 2021 15:22:47 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139567

Annunciata la data del prossimo Ubisoft Forward, scopriamo insieme tutti i dettagli in questa news dedicata all’azienda francese 

Gli eventi targati Ubisoft, soprattutto negli ultimi anni, hanno sempre regalato belle soddisfazioni a tutti i fan della software house francese. Tra annunci, trailer, gameplay e dettagli vari, gli ultimi eventi sono sempre stati molto interessanti. Tra i giochi annunciati nelle ultime svariate show-conferenze abbiamo avuto giochi del calibro di: Far Cry 6, Immortals Fenyx Rising e Assassin’s Creed Valhalla. Anche in questo 2021 si terrà un Ubisfot Forward, di cui, poche ore fa, è stata presentata la data.

Ubisoft Forward: ecco la data!

Bando alle ciance, la data del prossimo Ubisoft Forward è fissata al 12 Giugno 2021. Si tratta di una data chiaramente estiva e che preannuncia quella che sarà la calda stagione in termini di annunci e presentazioni varie, oltre che di eventi veri e propri. Ci si aspetta molto da questa estate, la prima dopo il lancio della next gen ed Ubisoft non vorrà essere da meno con uno show tutto suo. Inoltre ci teniamo a sottolineare che sono state presentate, di recente, anche le date dell’E3, il complesso di eventi che si terrà sempre a Giugno 2021.

Annunciata la data del prossimo Ubisoft Forward

Tra i titoli maggiormente attesi, e di cui si ci aspettano tante notizie sullo stato dello sviluppo e novità varie, ci sono sicuramente Beyond Good & Evil 2, Rainbow Six Quarantine e Far Cry 6. Non ci sentiamo, inoltre, di escludere a priori la possibilità di ricevere novità relative ad un prossimo capitolo della saga di Assassin’s Creed. La carne al fuoco è dunque davvero tanta e non vediamo l’ora che arrivi il 12 Giugno per assistere a questo Ubisoft Forward. Fateci sapere voi cosa ne pensate e quale titolo attendete maggiormente.

Per rimanere aggiornati sulle novità dal mondo videoludico e non solo continuate a sintonizzarvi su tuttoteK. Date un’occhiata, invece, al catalogo di Instant Gaming per acquistare qualche videogame in sconto!

]]>

Annunciata la data del prossimo Ubisoft Forward, scopriamo insieme tutti i dettagli in questa news dedicata all’azienda francese 

Gli eventi targati Ubisoft, soprattutto negli ultimi anni, hanno sempre regalato belle soddisfazioni a tutti i fan della software house francese. Tra annunci, trailer, gameplay e dettagli vari, gli ultimi eventi sono sempre stati molto interessanti. Tra i giochi annunciati nelle ultime svariate show-conferenze abbiamo avuto giochi del calibro di: Far Cry 6, Immortals Fenyx Rising e Assassin’s Creed Valhalla. Anche in questo 2021 si terrà un Ubisfot Forward, di cui, poche ore fa, è stata presentata la data.

Ubisoft Forward: ecco la data!

Bando alle ciance, la data del prossimo Ubisoft Forward è fissata al 12 Giugno 2021. Si tratta di una data chiaramente estiva e che preannuncia quella che sarà la calda stagione in termini di annunci e presentazioni varie, oltre che di eventi veri e propri. Ci si aspetta molto da questa estate, la prima dopo il lancio della next gen ed Ubisoft non vorrà essere da meno con uno show tutto suo. Inoltre ci teniamo a sottolineare che sono state presentate, di recente, anche le date dell’E3, il complesso di eventi che si terrà sempre a Giugno 2021.

Annunciata la data del prossimo Ubisoft Forward

Tra i titoli maggiormente attesi, e di cui si ci aspettano tante notizie sullo stato dello sviluppo e novità varie, ci sono sicuramente Beyond Good & Evil 2, Rainbow Six Quarantine e Far Cry 6. Non ci sentiamo, inoltre, di escludere a priori la possibilità di ricevere novità relative ad un prossimo capitolo della saga di Assassin’s Creed. La carne al fuoco è dunque davvero tanta e non vediamo l’ora che arrivi il 12 Giugno per assistere a questo Ubisoft Forward. Fateci sapere voi cosa ne pensate e quale titolo attendete maggiormente.

Per rimanere aggiornati sulle novità dal mondo videoludico e non solo continuate a sintonizzarvi su tuttoteK. Date un’occhiata, invece, al catalogo di Instant Gaming per acquistare qualche videogame in sconto!

L'articolo Annunciata la data del prossimo Ubisoft Forward proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/data-ubisoft-forward/feed 0
CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 https://www.tuttotek.it/hardware/news-hardware/coolermaster-nuovi-case-masterbox https://www.tuttotek.it/hardware/news-hardware/coolermaster-nuovi-case-masterbox#respond Fri, 16 Apr 2021 14:57:44 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139559

CoolerMaster aggiunge due nuovi case al suo vasto portafoglio: il MasterBox 540 per gli amanti dell’RBG e il MasterBox MB600L V2 per coloro che preferiscono un design minimalista

Il CoolerMaster MasterBox 540 ha un pannello frontale in etere ARGB unico per creare una buona illuminazione con tanti colori personalizzabili. Gli utenti possono scegliere di personalizzare l’illuminazione RGB tramite il controller incluso o sincronizzarla con la scheda madre e altri componenti. Il pannello frontale è dotato di una porta USB-C 3.2 (Gen 2), 2 porte USB-A 3.2 (Gen 1) e un jack per cuffie da 3,5 mm.

CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2

Il pannello superiore può essere rimosso per migliorare l’accesso al sistema, cosa particolarmente utile quando è necessario installare un dispositivo di raffreddamento AIO. Il pannello laterale in vetro temperato può anche essere facilmente rimosso grazie al suo design senza viti e senza attrezzi. All’interno, gli utenti possono installare GPU lunghe fino a 410 mm, dissipatori per CPU alti fino a 165 mm, due radiatori da massimo 360 mm e fino a 7 ventole da circa 120 mm.

Caratterizzato da un design più sottile, il MasterBox MB600L V2 presenta un pannello frontale spazzolato con prese laterali in rete e il logo esagonale di CoolerMaster. Se installate una ventola RGB sul pannello frontale dietro l’esagono, i colori risplendono. Ci sarà una versione con supporto ODD e un’altra senza, dove la prima è leggermente più profonda. Inoltre, ci sarà un modello di pannello laterale in vetro temperato e pannello laterale in acciaio.

CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2

Il MasterBox MB600L V2 offre un ampio supporto per i componenti di raffreddamento, consentendo agli utenti di installare fino a 6 ventole e radiatori anteriori e superiori, sebbene le dimensioni del radiatore differiscano a seconda che si scelga la versione ODD o la versione standard. All’interno del case, c’è anche il supporto per GPU lunghe fino a 400 mm e dispositivi di raffreddamento alti fino a 161 mm. Gli utenti possono anche rimuovere la griglia HDD inclusa per aumentare la compatibilità con alimentatori più lunghi.

Prezzi e disponibilità

Entrambi i casi sono ora disponibili. Il MasterBox 540 ha un prezzo di circa 109,99 dollari e il MasterBox MB600L V2 a circa 49,99 dollari con un pannello in acciaio e a circa 59,99 dollari con un pannello in vetro temperato. Al momento non abbiamo informazioni sui relativi prezzi in Italia.

Voi cosa ne pensate? Fateci sapere nei commenti e continuate a seguirci sulle pagine di tuttoteK dove potrete trovare le ultime novità e non solo.

]]>

CoolerMaster aggiunge due nuovi case al suo vasto portafoglio: il MasterBox 540 per gli amanti dell’RBG e il MasterBox MB600L V2 per coloro che preferiscono un design minimalista

Il CoolerMaster MasterBox 540 ha un pannello frontale in etere ARGB unico per creare una buona illuminazione con tanti colori personalizzabili. Gli utenti possono scegliere di personalizzare l’illuminazione RGB tramite il controller incluso o sincronizzarla con la scheda madre e altri componenti. Il pannello frontale è dotato di una porta USB-C 3.2 (Gen 2), 2 porte USB-A 3.2 (Gen 1) e un jack per cuffie da 3,5 mm.

CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2

Il pannello superiore può essere rimosso per migliorare l’accesso al sistema, cosa particolarmente utile quando è necessario installare un dispositivo di raffreddamento AIO. Il pannello laterale in vetro temperato può anche essere facilmente rimosso grazie al suo design senza viti e senza attrezzi. All’interno, gli utenti possono installare GPU lunghe fino a 410 mm, dissipatori per CPU alti fino a 165 mm, due radiatori da massimo 360 mm e fino a 7 ventole da circa 120 mm.

Caratterizzato da un design più sottile, il MasterBox MB600L V2 presenta un pannello frontale spazzolato con prese laterali in rete e il logo esagonale di CoolerMaster. Se installate una ventola RGB sul pannello frontale dietro l’esagono, i colori risplendono. Ci sarà una versione con supporto ODD e un’altra senza, dove la prima è leggermente più profonda. Inoltre, ci sarà un modello di pannello laterale in vetro temperato e pannello laterale in acciaio.

CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2

Il MasterBox MB600L V2 offre un ampio supporto per i componenti di raffreddamento, consentendo agli utenti di installare fino a 6 ventole e radiatori anteriori e superiori, sebbene le dimensioni del radiatore differiscano a seconda che si scelga la versione ODD o la versione standard. All’interno del case, c’è anche il supporto per GPU lunghe fino a 400 mm e dispositivi di raffreddamento alti fino a 161 mm. Gli utenti possono anche rimuovere la griglia HDD inclusa per aumentare la compatibilità con alimentatori più lunghi.

Prezzi e disponibilità

Entrambi i casi sono ora disponibili. Il MasterBox 540 ha un prezzo di circa 109,99 dollari e il MasterBox MB600L V2 a circa 49,99 dollari con un pannello in acciaio e a circa 59,99 dollari con un pannello in vetro temperato. Al momento non abbiamo informazioni sui relativi prezzi in Italia.

Voi cosa ne pensate? Fateci sapere nei commenti e continuate a seguirci sulle pagine di tuttoteK dove potrete trovare le ultime novità e non solo.

L'articolo CoolerMaster: ecco i nuovi case MasterBox 540 e MasterBox MB600L V2 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/hardware/news-hardware/coolermaster-nuovi-case-masterbox/feed 0
Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale https://www.tuttotek.it/elettronica/robo-consumi-elettrici-studio https://www.tuttotek.it/elettronica/robo-consumi-elettrici-studio#respond Fri, 16 Apr 2021 14:41:10 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139552

La startup EnerTech del Gruppo A2A è la prima in Italia a integrare la tecnologia IoT nella gestione della fornitura di elettricità. Grazie a “Robo” (e ai suoi dati) sarà possibile controllare dallo smartphone i consumi degli elettrodomestici, sapere in anticipo se la luce sta per saltare e ricevere consigli personalizzati per gestire meglio i propri consumi

Si inserisce nel quadro elettrico, raccoglie i dati di consumo di energia elettrica di ogni elettrodomestico e, in base a quest’ultimi, fornisce all’utente suggerimenti personalizzati sia sugli elettrodomestici che su come consumare meglio. Robo è l’ultimo prodotto dell’innovazione che NeN e A2A stanno portando nel mondo delle forniture domestiche: il primo dispositivo IoT in Italia che permette di monitorare dallo smartphone, in tempo reale, i consumi energetici dei diversi elettrodomestici collegati alla rete elettrica. E di trasformare questi dati in azioni che aiutino l’ambiente e il portafogli.

Robo: funzionamento e caratteristiche principali

Basato sulla tecnologia NILM – una particolare tecnologia non intrusiva che permette di analizzare e monitorare i cambiamenti di tensione – il Robo si aggancia al cavo che, letteralmente, trasporta l’energia, diventando così un tutt’uno con il quadro elettrico. Il resto lo fanno gli algoritmi: dopo un breve periodo di apprendimento, il dispositivo inizia a interpretare i dati, aggregarli e classificarli come provenienti da uno o dall’altro elettrodomestico, riconoscendo i consumi di frigorifero, forno elettrico, lavastoviglie, lavatrice, condizionatore e asciugatrice, oltre a quelli “macro” derivanti da illuminazione e standby.

Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale

Ogni elettrodomestico, infatti, consuma elettricità in modo particolare, con picchi di corrente più o meno alti e più o meno costanti, tali da definire, per ciascuno, una “impronta elettrica” univoca. La tecnologia del Robo analizza questi picchi e, di conseguenza, identifica gli elettrodomestici, mostrandone i consumi sulla app di NeN. L’analisi abilita quindi l’azione e, sempre tramite l’app, si passa dal monitoraggio in tempo reale fino alle notifiche con consigli di ottimizzazione e alert per i carichi di energia.

Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale

Con il Robo – e con l’app ad esso collegata – NeN rende accessibili a chiunque i propri dati di consumo, non solo da un punto di vista operativo e tecnologico, ma anche e soprattutto da un punto di vista di visualizzazione, comprensione e utilizzo dell’informazione. Portando i vantaggi dei Big Data a livello di singola fornitura, NeN riesce – per prima in Italia nel mondo dell’utility – nell’innovazione di (ri)mettere nelle mani di ciascun “NeNner” i propri dati di consumo. In linea con l’approccio 100% digital e 100% green che la EnerTech ha avuto sin dalla sua fondazione, il “Robo” riempie la parola “sostenibilità” di significato, mettendo gli utenti in condizione di agire in prima persona sui dati, modificare le proprie abitudini per ridurre gli sprechi ed assumere comportamenti più sostenibili.

Disponibilità e altri progetti

Il Robo, che sarà disponibile in abbonamento per tutti i clienti NeN a partire da oggi, oltre a segnalare i consumi in tempo reale sul “tachimetro della potenza” dell’app, è in grado di avvertire l’utente quando sta per saltare la corrente, o fornire consigli su come ottimizzare i consumi. Ad oggi disponibile solo per la fornitura luce, è allo studio anche nella sua versione “gas”, con l’obiettivo di rendere smart e sostenibile l’intero universo delle forniture domestiche.

Voi cosa ne pensate? Fateci sapere nei commenti e continuate a seguirci sulle pagine di tuttoteK dove potrete trovare le ultime novità e non solo.

]]>

La startup EnerTech del Gruppo A2A è la prima in Italia a integrare la tecnologia IoT nella gestione della fornitura di elettricità. Grazie a “Robo” (e ai suoi dati) sarà possibile controllare dallo smartphone i consumi degli elettrodomestici, sapere in anticipo se la luce sta per saltare e ricevere consigli personalizzati per gestire meglio i propri consumi

Si inserisce nel quadro elettrico, raccoglie i dati di consumo di energia elettrica di ogni elettrodomestico e, in base a quest’ultimi, fornisce all’utente suggerimenti personalizzati sia sugli elettrodomestici che su come consumare meglio. Robo è l’ultimo prodotto dell’innovazione che NeN e A2A stanno portando nel mondo delle forniture domestiche: il primo dispositivo IoT in Italia che permette di monitorare dallo smartphone, in tempo reale, i consumi energetici dei diversi elettrodomestici collegati alla rete elettrica. E di trasformare questi dati in azioni che aiutino l’ambiente e il portafogli.

Robo: funzionamento e caratteristiche principali

Basato sulla tecnologia NILM – una particolare tecnologia non intrusiva che permette di analizzare e monitorare i cambiamenti di tensione – il Robo si aggancia al cavo che, letteralmente, trasporta l’energia, diventando così un tutt’uno con il quadro elettrico. Il resto lo fanno gli algoritmi: dopo un breve periodo di apprendimento, il dispositivo inizia a interpretare i dati, aggregarli e classificarli come provenienti da uno o dall’altro elettrodomestico, riconoscendo i consumi di frigorifero, forno elettrico, lavastoviglie, lavatrice, condizionatore e asciugatrice, oltre a quelli “macro” derivanti da illuminazione e standby.

Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale

Ogni elettrodomestico, infatti, consuma elettricità in modo particolare, con picchi di corrente più o meno alti e più o meno costanti, tali da definire, per ciascuno, una “impronta elettrica” univoca. La tecnologia del Robo analizza questi picchi e, di conseguenza, identifica gli elettrodomestici, mostrandone i consumi sulla app di NeN. L’analisi abilita quindi l’azione e, sempre tramite l’app, si passa dal monitoraggio in tempo reale fino alle notifiche con consigli di ottimizzazione e alert per i carichi di energia.

Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale

Con il Robo – e con l’app ad esso collegata – NeN rende accessibili a chiunque i propri dati di consumo, non solo da un punto di vista operativo e tecnologico, ma anche e soprattutto da un punto di vista di visualizzazione, comprensione e utilizzo dell’informazione. Portando i vantaggi dei Big Data a livello di singola fornitura, NeN riesce – per prima in Italia nel mondo dell’utility – nell’innovazione di (ri)mettere nelle mani di ciascun “NeNner” i propri dati di consumo. In linea con l’approccio 100% digital e 100% green che la EnerTech ha avuto sin dalla sua fondazione, il “Robo” riempie la parola “sostenibilità” di significato, mettendo gli utenti in condizione di agire in prima persona sui dati, modificare le proprie abitudini per ridurre gli sprechi ed assumere comportamenti più sostenibili.

Disponibilità e altri progetti

Il Robo, che sarà disponibile in abbonamento per tutti i clienti NeN a partire da oggi, oltre a segnalare i consumi in tempo reale sul “tachimetro della potenza” dell’app, è in grado di avvertire l’utente quando sta per saltare la corrente, o fornire consigli su come ottimizzare i consumi. Ad oggi disponibile solo per la fornitura luce, è allo studio anche nella sua versione “gas”, con l’obiettivo di rendere smart e sostenibile l’intero universo delle forniture domestiche.

Voi cosa ne pensate? Fateci sapere nei commenti e continuate a seguirci sulle pagine di tuttoteK dove potrete trovare le ultime novità e non solo.

L'articolo Robo: ecco il dispositivo che analizza i consumi elettrici in tempo reale proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/elettronica/robo-consumi-elettrici-studio/feed 0
Recensione The Falcon and The Winter Soldier 1×5: eredità https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/recensioni-film-e-serie-tv/recensione-the-falcon-and-the-winter-soldier-1x5-la-eredita https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/recensioni-film-e-serie-tv/recensione-the-falcon-and-the-winter-soldier-1x5-la-eredita#respond Fri, 16 Apr 2021 14:25:26 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139546

Un quinto episodio molto politico e poco risolutivo, che apre le porte al finale di stagione. Ecco a voi la recensione di The Falcon and The Winter Soldier

TITOLO ORIGINALE: The Falcon and The Winter Soldier. GENERE: Supereroi. NAZIONE: Stati Uniti. REGISTA: Kari Skogland. CAST: Sebastian Stan, Anthony Mackie, Wyatt Russell, Emily VanCamp, Don Cheadle, Daniel Brühl. DURATA: 6 episodi, 45/55 min ca. DISTRIBUTORE: Disney+. USCITA: 19 marzo 2021.

Abbiamo ormai capito che The Falcon and The Winter Soldier non è il solito prodotto Marvel. Con la quarta fase, gli studios hanno riorganizzato il loro modo di raccontare storie, puntato molto più sull’introspezione e meno sull’azione

Un cambiamento che, per chi segue le vicende dei supereroi fin dall’inizio, si nota e anche molto, ma non stona. Non rende meno interessante il racconto, o meno privo di forte emozioni laddove prima le innumerevoli scene di combattimento facevano da sole la maggior parte del lavoro. L’approfondimento di tutte quelle dinamiche che compongono la figura dell’eroe sono risultate molto più interessanti di quanto pensassimo, regalandoci la possibilità di vivere i nostri beniamini sotto una prospettiva diversa, più umana

Questo ulteriore passaggio, porta sulla scena un quotidiano ricco di elementi interessanti, verosimili, capaci ci importare nella narrazione tutta una serie di tematiche affrontata anche precedentemente, ma con meno coraggio di quanto stiano facendo ora nella serie

Il periodo storico che stiamo vivendo ha sicuramente contribuito a rendere più semplice un’impostazione narrativa così precisa; rimane comunque incredibile il grande lavoro di sensibilizzazione svolto per far approcciare lo spettatore a questioni enormi, di risonante importanza mediatica. 

Una note di merito, senza dubbio, agli attori protagonisti; in grado di offrire performance talmente profonde e toccanti da screditare le critiche volte alla superficialità dei film sui supereroi

Analizziamo insieme il quinto episodio.

Recensione The Falcon and The Winter Soldier 1x5: eredità

La resa dei conti | Recensione The Falcon and The Winter Soldier

Il quinto episodio ha una durata maggiore rispetto ai precedenti quattro, tutti minuti in più utili all’approfondimento dei singoli personaggi introdotti fino ad ora. 

Per alcuni di questi, l’episodio rappresenta il capitolo conclusivo (Zemo), per altri un nuovo punto di partenza (Captain America); finalmente, però, torniamo a focalizzarci su Sam e Bucky. Lasciati un po’ in disparte nei precedenti episodi, in quest’ultimo si tirano le somme dell’operato svolto fino ad ora, portando i due, a seguito di un grande processo di maturazione, a confrontarsi con sincerità, mettere da parte le diffidenze rimaste, e collaborare senza remore in vista dell’obiettivo finale. 

Deludente, forse, è l’addio a Zemo (se di addio dobbiamo parlare). Fin dalle primissime indiscrezioni sulla serie, il suo ritorno all’interno del mondo Marvel ha incuriosito molti, se non tutti. Un personaggio così prezioso e ben caratterizzato poteva finalmente avere la sua rivalsa cinematografia; anche questa volta, però, credo che non sia stato sfruttato a dovere. Il suo è stato il ruolo meno capito, ad ora, o forse solo poco approfondito. Interessante invece, la scena con Bucky; anche in questo caso ( che è un po’ il filo conduttore dell’intera puntata) abbiamo una resa dei conti eccezionale, girata magistralmente e in grado di dire con i gesti molto di più di quanto avrebbero fatto le parole.

Anche Captain America, alias John Walker, ha a modo suo un personale esito della vicenda. Dopo lo sconvolgente finale della corsa puntata, è emersa chiaramente la fragilità che si cela dentro un ruolo così pieno di responsabilità; una fragilità che un uomo non può permettersi, soprattutto se ha giurato di proteggere il mondo intero. Questo eccessivo carico di stress, misto a un forte delirio di onnipotenza, lo ha portato a vedersi diverso da quello che è sempre stato, accentuando un lato negativo delirante, spingendolo verso una pazzia cieca dalla quale, a quanto sembra, non riesce proprio ad uscirne. 

Sam e Bucky

I due Avengers sono forse quelli a dover sostenere l’eredità maggiore. Sensi di colpa verso il passato, impotenza per il presente e preoccupazione per il futuro: niente è sicuro, nulla è certo. Ma sarà proprio la capacità di coesistere insieme nei momenti di difficoltà a dare loro la capacità di vedere oltre il problema per giungere alla soluzione. Protagonisti di un grande processo di formazione, hanno finalmente trovato la maturità di affrontare i loro demoni e sconfiggerli. 

Recensione The Falcon and The Winter Soldier 1x5: eredità

Eredità | Recensione The Falcon and The Winter Soldier

Il movimento Black Lives Matter ha segnato la storia, ma anche la narrazione dei sei episodi di The Falcon and The Winter Soldier. 

L’influenza della politica si percepisce, e si vede. Il rapporto delle forze dell’ordine con la comunità afroamericana, e della società tutta, senza entrare nel dettaglio delle questioni più spinose. Anni e anni si supremazia bianca e razzismo, sono racchiuse benissimo in scene di breve ma intensa durata. 

Colpisce in questo senso la figura di Isaia e dei soprusi vissuti, della prigionia e dell’isolamento; colpisce il valore morale, etico e soprattutto politico di donare lo scudo ad un eroe nero all’interno di una società, quella bianca, che ancora non percepisce in questo la normalità. 

In questo senso Sam è il portatore di una grande eredità: l’iniziatore di una storia nuova, migliore, che vede finalmente dare ad una comunità il riconoscimento che gli aspetta dopo secoli di schiavitù.

Recensione The Falcon and The Winter Soldier 1x5: eredità

Conclusioni

Questo episodio rallenta i tempi: meno dinamico, meno risolutivo. Presenta delle soluzioni, ma lascia aperti tanti argomenti; il che rende complesso dare un giudizio vero e proprio, non avendo a disposizione abbastanza materiale per capire quale sia la direzione in cui voglia andare. Ad un solo episodio dalla fine non possiamo tirare le somme, ma non possiamo non considerare che ci sia del contenuto prezioso nella sceneggiatura di questa serie.

Nella lentezza dell’episodio, troviamo anche molti punti a favore; uno di questi è l’introduzione di un nuovo personaggio

Questo, che prende vita direttamente dalle pagine dei fumetti Marvel, è probabilmente la comparsa che gli autori della serie avevano preannunciato. Niente di troppo eclatante, vero, ma dobbiamo tenere conto anche di un altro fattore interessante; per chi non è proprio appassionato di fumetti, probabilmente il nuovo personaggio non dirà molto, ma c’è comunque da ammettere che la sua breve apparizione lascia presagire sviluppi interessanti per una storyline specifica. Staremo a vedere. 

7

L’eredità di Steve Rogers

Punti a favore

  • Personaggi principali
  • Finale
  • Discorso Politico

Punti a sfavore

  • Poco risolutivo

]]>

Un quinto episodio molto politico e poco risolutivo, che apre le porte al finale di stagione. Ecco a voi la recensione di The Falcon and The Winter Soldier

TITOLO ORIGINALE: The Falcon and The Winter Soldier. GENERE: Supereroi. NAZIONE: Stati Uniti. REGISTA: Kari Skogland. CAST: Sebastian Stan, Anthony Mackie, Wyatt Russell, Emily VanCamp, Don Cheadle, Daniel Brühl. DURATA: 6 episodi, 45/55 min ca. DISTRIBUTORE: Disney+. USCITA: 19 marzo 2021.

Abbiamo ormai capito che The Falcon and The Winter Soldier non è il solito prodotto Marvel. Con la quarta fase, gli studios hanno riorganizzato il loro modo di raccontare storie, puntato molto più sull’introspezione e meno sull’azione

Un cambiamento che, per chi segue le vicende dei supereroi fin dall’inizio, si nota e anche molto, ma non stona. Non rende meno interessante il racconto, o meno privo di forte emozioni laddove prima le innumerevoli scene di combattimento facevano da sole la maggior parte del lavoro. L’approfondimento di tutte quelle dinamiche che compongono la figura dell’eroe sono risultate molto più interessanti di quanto pensassimo, regalandoci la possibilità di vivere i nostri beniamini sotto una prospettiva diversa, più umana

Questo ulteriore passaggio, porta sulla scena un quotidiano ricco di elementi interessanti, verosimili, capaci ci importare nella narrazione tutta una serie di tematiche affrontata anche precedentemente, ma con meno coraggio di quanto stiano facendo ora nella serie

Il periodo storico che stiamo vivendo ha sicuramente contribuito a rendere più semplice un’impostazione narrativa così precisa; rimane comunque incredibile il grande lavoro di sensibilizzazione svolto per far approcciare lo spettatore a questioni enormi, di risonante importanza mediatica. 

Una note di merito, senza dubbio, agli attori protagonisti; in grado di offrire performance talmente profonde e toccanti da screditare le critiche volte alla superficialità dei film sui supereroi

Analizziamo insieme il quinto episodio.

Recensione The Falcon and The Winter Soldier 1x5: eredità

La resa dei conti | Recensione The Falcon and The Winter Soldier

Il quinto episodio ha una durata maggiore rispetto ai precedenti quattro, tutti minuti in più utili all’approfondimento dei singoli personaggi introdotti fino ad ora. 

Per alcuni di questi, l’episodio rappresenta il capitolo conclusivo (Zemo), per altri un nuovo punto di partenza (Captain America); finalmente, però, torniamo a focalizzarci su Sam e Bucky. Lasciati un po’ in disparte nei precedenti episodi, in quest’ultimo si tirano le somme dell’operato svolto fino ad ora, portando i due, a seguito di un grande processo di maturazione, a confrontarsi con sincerità, mettere da parte le diffidenze rimaste, e collaborare senza remore in vista dell’obiettivo finale. 

Deludente, forse, è l’addio a Zemo (se di addio dobbiamo parlare). Fin dalle primissime indiscrezioni sulla serie, il suo ritorno all’interno del mondo Marvel ha incuriosito molti, se non tutti. Un personaggio così prezioso e ben caratterizzato poteva finalmente avere la sua rivalsa cinematografia; anche questa volta, però, credo che non sia stato sfruttato a dovere. Il suo è stato il ruolo meno capito, ad ora, o forse solo poco approfondito. Interessante invece, la scena con Bucky; anche in questo caso ( che è un po’ il filo conduttore dell’intera puntata) abbiamo una resa dei conti eccezionale, girata magistralmente e in grado di dire con i gesti molto di più di quanto avrebbero fatto le parole.

Anche Captain America, alias John Walker, ha a modo suo un personale esito della vicenda. Dopo lo sconvolgente finale della corsa puntata, è emersa chiaramente la fragilità che si cela dentro un ruolo così pieno di responsabilità; una fragilità che un uomo non può permettersi, soprattutto se ha giurato di proteggere il mondo intero. Questo eccessivo carico di stress, misto a un forte delirio di onnipotenza, lo ha portato a vedersi diverso da quello che è sempre stato, accentuando un lato negativo delirante, spingendolo verso una pazzia cieca dalla quale, a quanto sembra, non riesce proprio ad uscirne. 

Sam e Bucky

I due Avengers sono forse quelli a dover sostenere l’eredità maggiore. Sensi di colpa verso il passato, impotenza per il presente e preoccupazione per il futuro: niente è sicuro, nulla è certo. Ma sarà proprio la capacità di coesistere insieme nei momenti di difficoltà a dare loro la capacità di vedere oltre il problema per giungere alla soluzione. Protagonisti di un grande processo di formazione, hanno finalmente trovato la maturità di affrontare i loro demoni e sconfiggerli. 

Recensione The Falcon and The Winter Soldier 1x5: eredità

Eredità | Recensione The Falcon and The Winter Soldier

Il movimento Black Lives Matter ha segnato la storia, ma anche la narrazione dei sei episodi di The Falcon and The Winter Soldier. 

L’influenza della politica si percepisce, e si vede. Il rapporto delle forze dell’ordine con la comunità afroamericana, e della società tutta, senza entrare nel dettaglio delle questioni più spinose. Anni e anni si supremazia bianca e razzismo, sono racchiuse benissimo in scene di breve ma intensa durata. 

Colpisce in questo senso la figura di Isaia e dei soprusi vissuti, della prigionia e dell’isolamento; colpisce il valore morale, etico e soprattutto politico di donare lo scudo ad un eroe nero all’interno di una società, quella bianca, che ancora non percepisce in questo la normalità. 

In questo senso Sam è il portatore di una grande eredità: l’iniziatore di una storia nuova, migliore, che vede finalmente dare ad una comunità il riconoscimento che gli aspetta dopo secoli di schiavitù.

Recensione The Falcon and The Winter Soldier 1x5: eredità

Conclusioni

Questo episodio rallenta i tempi: meno dinamico, meno risolutivo. Presenta delle soluzioni, ma lascia aperti tanti argomenti; il che rende complesso dare un giudizio vero e proprio, non avendo a disposizione abbastanza materiale per capire quale sia la direzione in cui voglia andare. Ad un solo episodio dalla fine non possiamo tirare le somme, ma non possiamo non considerare che ci sia del contenuto prezioso nella sceneggiatura di questa serie.

Nella lentezza dell’episodio, troviamo anche molti punti a favore; uno di questi è l’introduzione di un nuovo personaggio

Questo, che prende vita direttamente dalle pagine dei fumetti Marvel, è probabilmente la comparsa che gli autori della serie avevano preannunciato. Niente di troppo eclatante, vero, ma dobbiamo tenere conto anche di un altro fattore interessante; per chi non è proprio appassionato di fumetti, probabilmente il nuovo personaggio non dirà molto, ma c’è comunque da ammettere che la sua breve apparizione lascia presagire sviluppi interessanti per una storyline specifica. Staremo a vedere. 

7
L'eredità di Steve Rogers

Punti a favore

  • Personaggi principali
  • Finale
  • Discorso Politico

Punti a sfavore

  • Poco risolutivo

L'articolo Recensione The Falcon and The Winter Soldier 1×5: eredità proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/recensioni-film-e-serie-tv/recensione-the-falcon-and-the-winter-soldier-1x5-la-eredita/feed 0
Days Gone: ufficiale la data d’uscita su PC https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/days-gone-ufficiale-la-data-duscita-su-pc https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/days-gone-ufficiale-la-data-duscita-su-pc#respond Fri, 16 Apr 2021 14:15:21 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139550

La data d’uscita di Days Gone su PC è stata finalmente svelata. Vediamo insieme quando arriverà su Steam e su Epic Games Store

Uno fra le esclusive survival horror open world di PlayStation finalmente sta per arrivare anche su PC. Per chi ancora non conoscesse il titolo, vi invito a leggere la nostra avventura fra zombie e motociclisti impazziti. Per farlo dovrete solamente cliccare qui. Vediamo adesso quando è prevista la data d’uscita di Days Gone su PC e quali migliorie hanno apportato gli sviluppatori in occasione di questo lancio.

Ecco la data d’uscita di Days Gone su PC

Prima di vedere quando il titolo approderà sui nostri client di Steam ed Epic Games Store, andiamo a vedere quali sono le migliorie apportate dagli sviluppatori. Il primo e forse anche uno dei più importanti aggiornamenti riguarda il supporto per monitor 21:9 ultra-wide. Ciò porta anche a un framerate sbloccato che ci permetterà di vivere un’avventura ancora più immersiva. Importante anche sotto il livello grafico è la personalizzazione visiva che va dall’aumento del livello di dettaglio, alla profondità visiva.

Di notevole importanza è anche la possibilità di giocare tramite controller originale o di terze parti. Tuttavia, essendo questa versione su PC, non può mancare ovviamente il supporto a mouse e tastiera che sicuramente renderà la nostra avventura ancora più pittoresca. Dal lato social invece vi è un’implementazione della modalità foto. Per questa versione infatti sarà rilasciata una modalità foto ad altissima risoluzione, che ci permetterà di catturare ogni piccolo dettaglio durante la nostra avventura.

Ma quando arriverà questa fantastica esclusiva sui nostri monitor? La data d’uscita di Days Gone su PC è prevista per il prossimo 18 maggio 2021 al prezzo consigliato di 49,99 €, ma potete trovarla già in sconto su Instant Gaming. Per i dettagli relativi ai requisiti di sistema, vi invito a leggere il nostro articolo cliccando qui. Vi ricordo inoltre che sempre sul sito troverete delle guide inerenti al gioco. Per non perdervi ulteriori news, continuate a seguire le pagine di tuttoteK!

]]>

La data d’uscita di Days Gone su PC è stata finalmente svelata. Vediamo insieme quando arriverà su Steam e su Epic Games Store

Uno fra le esclusive survival horror open world di PlayStation finalmente sta per arrivare anche su PC. Per chi ancora non conoscesse il titolo, vi invito a leggere la nostra avventura fra zombie e motociclisti impazziti. Per farlo dovrete solamente cliccare qui. Vediamo adesso quando è prevista la data d’uscita di Days Gone su PC e quali migliorie hanno apportato gli sviluppatori in occasione di questo lancio.

Ecco la data d’uscita di Days Gone su PC

Prima di vedere quando il titolo approderà sui nostri client di Steam ed Epic Games Store, andiamo a vedere quali sono le migliorie apportate dagli sviluppatori. Il primo e forse anche uno dei più importanti aggiornamenti riguarda il supporto per monitor 21:9 ultra-wide. Ciò porta anche a un framerate sbloccato che ci permetterà di vivere un’avventura ancora più immersiva. Importante anche sotto il livello grafico è la personalizzazione visiva che va dall’aumento del livello di dettaglio, alla profondità visiva.

Di notevole importanza è anche la possibilità di giocare tramite controller originale o di terze parti. Tuttavia, essendo questa versione su PC, non può mancare ovviamente il supporto a mouse e tastiera che sicuramente renderà la nostra avventura ancora più pittoresca. Dal lato social invece vi è un’implementazione della modalità foto. Per questa versione infatti sarà rilasciata una modalità foto ad altissima risoluzione, che ci permetterà di catturare ogni piccolo dettaglio durante la nostra avventura.

Ma quando arriverà questa fantastica esclusiva sui nostri monitor? La data d’uscita di Days Gone su PC è prevista per il prossimo 18 maggio 2021 al prezzo consigliato di 49,99 €, ma potete trovarla già in sconto su Instant Gaming. Per i dettagli relativi ai requisiti di sistema, vi invito a leggere il nostro articolo cliccando qui. Vi ricordo inoltre che sempre sul sito troverete delle guide inerenti al gioco. Per non perdervi ulteriori news, continuate a seguire le pagine di tuttoteK!

L'articolo Days Gone: ufficiale la data d’uscita su PC proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/days-gone-ufficiale-la-data-duscita-su-pc/feed 0
Star Fox 64: il gioco di tutta una vita per l’ex-Nintendo Takaya Imamura https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/star-fox-takaya-imamura https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/star-fox-takaya-imamura#respond Fri, 16 Apr 2021 13:41:53 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139548

Takaya Imamura si racconta alla stampa straniera: Star Fox 64 per lui è stato un gioco emblematico del suo ruolo trentennale presso Nintendo

In un’ottima intervista della stampa di settore straniera, Takaya Imamura si è raccontato in seguito al suo pensionamento che ha concluso una carriera trentennale presso Nintendo sotto l’ala di Shigeru Miyamoto, ponendo particolarmente l’accento sulla serie Star Fox. Dopo un esordio come artista privo di rudimenti tecnici, ha comunque saputo dare un volto al primo rail shooter su Super Nintendo superando la barriera linguistica tra lui e gli sviluppatori britannici Dylan Cuthbert e Giles Goddard. Questi ultimi, per conto di Argonaut Software, hanno infatti prodotto la tecnologia di base necessaria.

L’importanza di Star Fox 64 per Takaya Imamura

Star Fox 64, il seguito per la console dall’omonima numerazione, è “il gioco della [mia] vita” secondo Takaya Imamura. Si trattava di una sorta di reboot comprensivo di idee scartate su Super Nintendo, con cui alzare il tiro a livello di ambizione. Imamura si è occupato di trama, meccaniche, grafica e, in minima parte, persino della musica. Nonostante il successivo coinvolgimento di sempre più persone, però, al tempo era “la norma” spingersi anche oltre la propria area di competenza, al punto tale da rendere veramente riduttiva la definizione di “art director” che contraddistingue l’ex dipendente.

Star Fox 64: il gioco di tutta una vita per l’ex-Nintendo Takaya Imamura

La collaborazione con Shigeru Miyamoto si è conclusa con Star Fox Zero, in particolar modo la produzione anime “The Battle Begins” mirata a promuoverlo. I meriti artistici di Imamura sono soprattutto emersi qui, in qualità di supervisore per il progetto. Miyamoto ci teneva al punto tale da dare istruzioni dettagliate persino in fase di doppiaggio. In seguito, i “professionisti” di Production I.G e Wit Studio ne hanno tratto “davvero un grande anime”, ma per Imamura la mancata possibilità di salutare un’ultima volta il suo mentore è stata una fonte di amarezza.

Ora sta a voi dirci la vostra: cosa pensate del contributo di questo eclettico artista? Fatecelo sapere qui sotto, e come sempre non dimenticate di restare su tuttoteK per tutte le notizie più importanti per i gamer e non solo. Per i vostri bisogni puramente videoludici, potete invece trovare i migliori sconti in formato digitale su Instant Gaming.

]]>
Star Fox 64: il gioco di tutta una vita per l’ex-Nintendo Takaya Imamura

Takaya Imamura si racconta alla stampa straniera: Star Fox 64 per lui è stato un gioco emblematico del suo ruolo trentennale presso Nintendo

In un’ottima intervista della stampa di settore straniera, Takaya Imamura si è raccontato in seguito al suo pensionamento che ha concluso una carriera trentennale presso Nintendo sotto l’ala di Shigeru Miyamoto, ponendo particolarmente l’accento sulla serie Star Fox. Dopo un esordio come artista privo di rudimenti tecnici, ha comunque saputo dare un volto al primo rail shooter su Super Nintendo superando la barriera linguistica tra lui e gli sviluppatori britannici Dylan Cuthbert e Giles Goddard. Questi ultimi, per conto di Argonaut Software, hanno infatti prodotto la tecnologia di base necessaria.

L’importanza di Star Fox 64 per Takaya Imamura

Star Fox 64, il seguito per la console dall’omonima numerazione, è “il gioco della [mia] vita” secondo Takaya Imamura. Si trattava di una sorta di reboot comprensivo di idee scartate su Super Nintendo, con cui alzare il tiro a livello di ambizione. Imamura si è occupato di trama, meccaniche, grafica e, in minima parte, persino della musica. Nonostante il successivo coinvolgimento di sempre più persone, però, al tempo era “la norma” spingersi anche oltre la propria area di competenza, al punto tale da rendere veramente riduttiva la definizione di “art director” che contraddistingue l’ex dipendente.

Star Fox 64: il gioco di tutta una vita per l’ex-Nintendo Takaya Imamura

La collaborazione con Shigeru Miyamoto si è conclusa con Star Fox Zero, in particolar modo la produzione anime “The Battle Begins” mirata a promuoverlo. I meriti artistici di Imamura sono soprattutto emersi qui, in qualità di supervisore per il progetto. Miyamoto ci teneva al punto tale da dare istruzioni dettagliate persino in fase di doppiaggio. In seguito, i “professionisti” di Production I.G e Wit Studio ne hanno tratto “davvero un grande anime”, ma per Imamura la mancata possibilità di salutare un’ultima volta il suo mentore è stata una fonte di amarezza.

Ora sta a voi dirci la vostra: cosa pensate del contributo di questo eclettico artista? Fatecelo sapere qui sotto, e come sempre non dimenticate di restare su tuttoteK per tutte le notizie più importanti per i gamer e non solo. Per i vostri bisogni puramente videoludici, potete invece trovare i migliori sconti in formato digitale su Instant Gaming.

L'articolo Star Fox 64: il gioco di tutta una vita per l’ex-Nintendo Takaya Imamura proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/star-fox-takaya-imamura/feed 0
La scheda 2000x di Lexar è stata nominata Best Memory Card https://www.tuttotek.it/elettronica/la-scheda-2000x-di-lexar-e-stata-nominata-best-memory-card https://www.tuttotek.it/elettronica/la-scheda-2000x-di-lexar-e-stata-nominata-best-memory-card#respond Fri, 16 Apr 2021 13:17:30 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139536

La scheda Lexar Professional 2000x è stata ritenuta Best Memory Card 2020 dalla prestigiosa rivista inglese Photography News. I dettagli

Si chiama Lexar Professional 2000x ed è secondo Photography News la miglior scheda SD nel 2020, è di tipo SDHC/SDXC UHS-II, ed è ampiamente utilizzata dal settore professionale a cui si rivolge.

Si tratta infatti di una card altamente affidabile che offre prestazioni di livello professionale, scopriamo tutti i dettagli.

La scheda 2000x di Lexar è stata nominata Best Memory Card

La scheda 2000x di Lexar è stata nominata Best Memory Card

Il produttore americano Lexar è stato premiato per la sua famosa scheda SD, con capacità tecniche che la rendono capace di poter acquisire e trasferire rapidamente foto e video 1080p Full-HD, 3D e 4K di alta qualità con una velocità in lettura fino a 300MB/s e in scrittura di 260 MB/s, permettendo quindi di sfruttare appieno le più recenti funzioni per foto e video di reflex, fotocamere di qualità cinematografica e 3D. Sempre parlando di prestazioni, Per aumentarne la versatilità, poi, le schede sono anche retrocompatibili con i dispositivi UHS-I, eseguendo fino alle soglie massime di velocità UHS-I. Dunque, le schede funzionano anche con dispositivi non UHS-I più vecchi, con prestazioni a velocità di Classe 10.

Le schede della serie Professional di Lexar sono adatte ad ogni tipo di utilizzo, resistenti, impermeabili e costruite per resistere a urti, vibrazioni, sbalzi di temperatura e persino ai raggi X. Per quanto riguarda le temperature, Lexar assicura uno sbalzo termico che compreso nel range 0° e 70° C. Le schede Lexar Professional 2000x SDHC/SDXC UHS-II, disponibili nelle capacità di 32GB, 64GB e 128GB, sono corredate da un lettore SD UHS-II che permette di trasferire rapidamente i file dalla scheda al computer. L’alta velocità della scheda accelera notevolmente l’intero workflow e permette di tornare subito all’opera.

Se volete continuare a conoscere le ultime novità dal mondo hardware continuate a seguirci. Un saluto da tuttoteK.

]]>

La scheda Lexar Professional 2000x è stata ritenuta Best Memory Card 2020 dalla prestigiosa rivista inglese Photography News. I dettagli

Si chiama Lexar Professional 2000x ed è secondo Photography News la miglior scheda SD nel 2020, è di tipo SDHC/SDXC UHS-II, ed è ampiamente utilizzata dal settore professionale a cui si rivolge.

Si tratta infatti di una card altamente affidabile che offre prestazioni di livello professionale, scopriamo tutti i dettagli.

La scheda 2000x di Lexar è stata nominata Best Memory Card

La scheda 2000x di Lexar è stata nominata Best Memory Card

Il produttore americano Lexar è stato premiato per la sua famosa scheda SD, con capacità tecniche che la rendono capace di poter acquisire e trasferire rapidamente foto e video 1080p Full-HD, 3D e 4K di alta qualità con una velocità in lettura fino a 300MB/s e in scrittura di 260 MB/s, permettendo quindi di sfruttare appieno le più recenti funzioni per foto e video di reflex, fotocamere di qualità cinematografica e 3D. Sempre parlando di prestazioni, Per aumentarne la versatilità, poi, le schede sono anche retrocompatibili con i dispositivi UHS-I, eseguendo fino alle soglie massime di velocità UHS-I. Dunque, le schede funzionano anche con dispositivi non UHS-I più vecchi, con prestazioni a velocità di Classe 10.

Le schede della serie Professional di Lexar sono adatte ad ogni tipo di utilizzo, resistenti, impermeabili e costruite per resistere a urti, vibrazioni, sbalzi di temperatura e persino ai raggi X. Per quanto riguarda le temperature, Lexar assicura uno sbalzo termico che compreso nel range 0° e 70° C. Le schede Lexar Professional 2000x SDHC/SDXC UHS-II, disponibili nelle capacità di 32GB, 64GB e 128GB, sono corredate da un lettore SD UHS-II che permette di trasferire rapidamente i file dalla scheda al computer. L’alta velocità della scheda accelera notevolmente l’intero workflow e permette di tornare subito all’opera.

Se volete continuare a conoscere le ultime novità dal mondo hardware continuate a seguirci. Un saluto da tuttoteK.

L'articolo La scheda 2000x di Lexar è stata nominata Best Memory Card proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/elettronica/la-scheda-2000x-di-lexar-e-stata-nominata-best-memory-card/feed 0
Intel Alder Lake: la prima CPU nel Q3 del 2021 https://www.tuttotek.it/hardware/news-hardware/intel-alder-lake-la-prima-cpu-nel-q3-del-2021 https://www.tuttotek.it/hardware/news-hardware/intel-alder-lake-la-prima-cpu-nel-q3-del-2021#respond Fri, 16 Apr 2021 12:28:52 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139544

Sembra avremo un assaggio di Intel Alder Lake già nel Q3 del 2021 ovvero questa estate. La nuova architettura infatti sarà utilizzata nei nuovi processori entry level per workstation della serie Xeon

Intel Alder Lake è il nome in codice che identifica le CPU di 12° generazione  e che dovrebbe portare con sè numerose novità. Mentre le appena uscite CPU Rocket Lake utilizzano ancora il processo produttivo a 14 nm, le CPU di nuova generazione passeranno al processo a 10 nm Enhanced SuperFin sviluppato da Intel in tempi recenti e finalmente pronto per l’ingresso nel mondo dei PC desktop. Ma non si tratta solo di processo produttivo, Intel Alder Lake porterà anche una novità sostanziale nell’architettura. Sembra infatti che per la prima volta vedremo un’architettura ibrida in un sistema desktop che prevede l’utilizzo di diversi tipi di core come già succede nei processori ARM con big.LITTLE. Le CPU di nuova generazione dovrebbero integrare due diversi cluster: uno ad alte prestazioni basato su Golden Cove, l’altro invece basato su architettura Gracemont utilizzata nei processori Atom di fascia bassa con elevata efficienza. Inoltre verrà introdotto il supporto a nuove tecnologie come le memorie DDR5 e PCIe 5.0. Ma il primo processore basato su Intel Alder Lake potrebbe essere dedicato al segmento delle workstation e arriverà già questa estate.

Intel Alder Lake: la prima CPU nel Q3 del 2021

Intel Alder Lake: un assaggio prima dell’autunno?

Grazie ai colleghi di wccftech, abbiamo potuto visionare l’ultima roadmap della CPU Intel Xeon dedicate alle workstation , la quale conferma in via ufficiosa l’impegno di Intel di presentare la prima CPU Alder Lake-S di nuova generazione terzo trimestre del 2021. La roadmap delle CPU Xeon trapelata è stata individuata da HXL su Twitter e mostra chiaramente come i chip Xeon basati su Rocket Lake  (W-1300) saranno presto sostituiti dalle CPU Xeon W-1400 basate invece sull’architettura Intel Alder Lake.

Un assaggio dal mondo delle workstation

Le CPU Intel Alder Lake-S Xeon per la workstation saranno molto simili alle CPU per i nostri PC desktop. La differenza principale è che saranno caratterizzati da tecnologie per workstation chiave come vPro per aziende e workstation entry-level. Venendo ai dettagli, sembra che le CPU Xeon W-1400 Alder Lake-S saranno supportate dalla nuovissima piattaforma W680 che utilizzerà il socket LGA 1700, il nuovo socket che arriverà con le CPU di nuova generazione. W680 sarà uno dei tanti chipset della serie Intel 600 che lancerà insieme alle CPU Alder Lake-S, con l’ammiraglia Z690 per i PC desktop. Veniamo alle specifiche. I chip Intel Xeon W-1400 presenteranno fino a 16 core fisici. Sono elencate due configurazioni che includono 8 + 8 e 6 + 0. Gli SKU 8 + 8 che presentano 8 core Golden Cove e 8 core Gracemont andranno in produzione dalla 35a settimana del 2021, mentre lo SKU 6 + 0 comprenderà solo 6 core Golden Cove e nessun core Gracemont e sarà prodotto in serie nel 44a settimana del 2021. Le CPU Intel Alder Lake Xeon W-1400 presenteranno varie configurazioni TDP a partire da 125 W sulle parti della serie “K” principali e seguite dalle varianti standard da 65 W e serie “T” da 35 W. Ogni CPU verrà fornita con 20 linee PCIe Gen 4.

Intel Alder Lake: la prima CPU nel Q3 del 2021

La nuova architettura porterà interessanti miglioramenti nelle prestazioni. Si parlava di 20% di aumento delle prestazioni in single-thread (anche se non è ben chiaro rispetto a cosa, forse a Rocket Lake) grazie alla nuova architettura Golden Cove che andrà ad equipaggiare i core al elevate prestazioni. Per avere un’idea di che cosa significa, facciamo un confronto con gli attuali processori. I core Cypress Cove delle CPU Rocket Lake offrono guadagni IPC di circa il 18% rispetto a Skylake, mentre Willow Cove è leggermente migliore. Quindi globalmente, i core Golden Cove fornirebbero un aumento dell’IPC del 40-50% su Skylake, la prima architettura realizzata a 14 nm circa 6 anni fa. I nuovi processori saranno due volte più veloci nei carichi di lavoro multi-thread. Qui potrebbero entrare in gioco i core Gracemont ad alta efficienza e assieme ad un Hardware-Guided Scheduling. Possiamo quindi immagine che lo scheduling verrà gestito tenendo conto delle caratteristiche hardware, in modo da destinare i processi più pesanti ai core ad elevate prestazioni per evitare di sprecare potenza inutilmente, mentre i processi cosiddetti I/O bound potrebbero venir assegnati ai core a maggiore efficienza.

Intel Alder Lake: la prima CPU nel Q3 del 2021

Quando si tratta di I / O, la gamma di CPU Intel Alder Lake di 12a generazione includerà sia il supporto PCIe Gen 5 che PCIe Gen 4, Intel WiFi 6E (Gig +) e supporto Thunderbolt 4. Per la memoria probabilmente saranno supportare RAM DDR5 e DDR4 insieme per la piattaforma desktop e LPDDR5 / LPDDR4 per la piattaforma mobili. Insomma un piccolo assaggio delle 12° generazione potrebbe arrivare già in estate, in attesa della presentazione ufficiale dei prodotti desktop che dovrebbe avvenire in settembre con disponibilità sul mercato verso fine 2021 o inizi del 2022. Dalla sezione hardware è tutto, continuate a seguirci!

]]>

Sembra avremo un assaggio di Intel Alder Lake già nel Q3 del 2021 ovvero questa estate. La nuova architettura infatti sarà utilizzata nei nuovi processori entry level per workstation della serie Xeon

Intel Alder Lake è il nome in codice che identifica le CPU di 12° generazione  e che dovrebbe portare con sè numerose novità. Mentre le appena uscite CPU Rocket Lake utilizzano ancora il processo produttivo a 14 nm, le CPU di nuova generazione passeranno al processo a 10 nm Enhanced SuperFin sviluppato da Intel in tempi recenti e finalmente pronto per l’ingresso nel mondo dei PC desktop. Ma non si tratta solo di processo produttivo, Intel Alder Lake porterà anche una novità sostanziale nell’architettura. Sembra infatti che per la prima volta vedremo un’architettura ibrida in un sistema desktop che prevede l’utilizzo di diversi tipi di core come già succede nei processori ARM con big.LITTLE. Le CPU di nuova generazione dovrebbero integrare due diversi cluster: uno ad alte prestazioni basato su Golden Cove, l’altro invece basato su architettura Gracemont utilizzata nei processori Atom di fascia bassa con elevata efficienza. Inoltre verrà introdotto il supporto a nuove tecnologie come le memorie DDR5 e PCIe 5.0. Ma il primo processore basato su Intel Alder Lake potrebbe essere dedicato al segmento delle workstation e arriverà già questa estate.

Intel Alder Lake: la prima CPU nel Q3 del 2021

Intel Alder Lake: un assaggio prima dell’autunno?

Grazie ai colleghi di wccftech, abbiamo potuto visionare l’ultima roadmap della CPU Intel Xeon dedicate alle workstation , la quale conferma in via ufficiosa l’impegno di Intel di presentare la prima CPU Alder Lake-S di nuova generazione terzo trimestre del 2021. La roadmap delle CPU Xeon trapelata è stata individuata da HXL su Twitter e mostra chiaramente come i chip Xeon basati su Rocket Lake  (W-1300) saranno presto sostituiti dalle CPU Xeon W-1400 basate invece sull’architettura Intel Alder Lake.

Un assaggio dal mondo delle workstation

Le CPU Intel Alder Lake-S Xeon per la workstation saranno molto simili alle CPU per i nostri PC desktop. La differenza principale è che saranno caratterizzati da tecnologie per workstation chiave come vPro per aziende e workstation entry-level. Venendo ai dettagli, sembra che le CPU Xeon W-1400 Alder Lake-S saranno supportate dalla nuovissima piattaforma W680 che utilizzerà il socket LGA 1700, il nuovo socket che arriverà con le CPU di nuova generazione. W680 sarà uno dei tanti chipset della serie Intel 600 che lancerà insieme alle CPU Alder Lake-S, con l’ammiraglia Z690 per i PC desktop. Veniamo alle specifiche. I chip Intel Xeon W-1400 presenteranno fino a 16 core fisici. Sono elencate due configurazioni che includono 8 + 8 e 6 + 0. Gli SKU 8 + 8 che presentano 8 core Golden Cove e 8 core Gracemont andranno in produzione dalla 35a settimana del 2021, mentre lo SKU 6 + 0 comprenderà solo 6 core Golden Cove e nessun core Gracemont e sarà prodotto in serie nel 44a settimana del 2021. Le CPU Intel Alder Lake Xeon W-1400 presenteranno varie configurazioni TDP a partire da 125 W sulle parti della serie “K” principali e seguite dalle varianti standard da 65 W e serie “T” da 35 W. Ogni CPU verrà fornita con 20 linee PCIe Gen 4.

Intel Alder Lake: la prima CPU nel Q3 del 2021

La nuova architettura porterà interessanti miglioramenti nelle prestazioni. Si parlava di 20% di aumento delle prestazioni in single-thread (anche se non è ben chiaro rispetto a cosa, forse a Rocket Lake) grazie alla nuova architettura Golden Cove che andrà ad equipaggiare i core al elevate prestazioni. Per avere un’idea di che cosa significa, facciamo un confronto con gli attuali processori. I core Cypress Cove delle CPU Rocket Lake offrono guadagni IPC di circa il 18% rispetto a Skylake, mentre Willow Cove è leggermente migliore. Quindi globalmente, i core Golden Cove fornirebbero un aumento dell’IPC del 40-50% su Skylake, la prima architettura realizzata a 14 nm circa 6 anni fa. I nuovi processori saranno due volte più veloci nei carichi di lavoro multi-thread. Qui potrebbero entrare in gioco i core Gracemont ad alta efficienza e assieme ad un Hardware-Guided Scheduling. Possiamo quindi immagine che lo scheduling verrà gestito tenendo conto delle caratteristiche hardware, in modo da destinare i processi più pesanti ai core ad elevate prestazioni per evitare di sprecare potenza inutilmente, mentre i processi cosiddetti I/O bound potrebbero venir assegnati ai core a maggiore efficienza.

Intel Alder Lake: la prima CPU nel Q3 del 2021

Quando si tratta di I / O, la gamma di CPU Intel Alder Lake di 12a generazione includerà sia il supporto PCIe Gen 5 che PCIe Gen 4, Intel WiFi 6E (Gig +) e supporto Thunderbolt 4. Per la memoria probabilmente saranno supportare RAM DDR5 e DDR4 insieme per la piattaforma desktop e LPDDR5 / LPDDR4 per la piattaforma mobili. Insomma un piccolo assaggio delle 12° generazione potrebbe arrivare già in estate, in attesa della presentazione ufficiale dei prodotti desktop che dovrebbe avvenire in settembre con disponibilità sul mercato verso fine 2021 o inizi del 2022. Dalla sezione hardware è tutto, continuate a seguirci!

L'articolo Intel Alder Lake: la prima CPU nel Q3 del 2021 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/hardware/news-hardware/intel-alder-lake-la-prima-cpu-nel-q3-del-2021/feed 0
Square-Enix: smentito il rumor, niente acquisizione in vista https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/square-enix-rumor-smentito-acquisizione-2021 https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/square-enix-rumor-smentito-acquisizione-2021#respond Fri, 16 Apr 2021 11:36:48 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139541

Il rumor che vedeva Square-Enix nel mirino dei potenziali acquirenti si è ritrovato smentito dalla stessa compagnia poche ore dopo

Ci aspettavamo un po’ di tranquillità avviandoci verso il weekend, ma la giostra dell’informazione videoludica ci ha gettato tra le mani un rumor così sconvolgente da venire smentito al volo dalla diretta interessata, in questo caso Square-Enix. Nelle scorse ore, infatti, diversi possibili acquirenti hanno messo gli occhi sul publisher storico dei giochi di ruolo, stando a due “esperti” che CTFN ha citato menzionando il recente rapporto di Bloomberg Japan. La risposta, da parte di analisti ed insider dell’industria videoludica, è stata tanto tempestiva quanto scettica, e a ragion veduta.

Il rumor su Square-Enix e sui potenziali acquirenti

Mat Piscatella e l’insider Daniel Ahmad sono solo due dei tanti nomi che si sono cimentati nell’impresa di capire quale conclusione trarre dal rumor sul potenziale assorbimento di Square-Enix. La fiducia, sia nella veridicità delle voci che nei lati positivi di un’acquisizione, è però venuta meno quasi subito. La smentita è giunta tra i successivi post di uno degli analisti in questione, Shaun Musgrave, che è stato tra i primi a riportare l’e-mail ricevuta in risposta dallo storico publisher: per il momento, non ci sono grandi acquisti in vista, nonostante i sogni di esclusività delle tre principali community su console.

Guardarsi in giro, come ci hanno ricordato i tanti partecipanti al tam tam che ha impazzato sul web nelle scorse ore, è abitudine legittima per qualunque publisher voglia salvaguardare i propri interessi. Il colosso dei giochi di ruolo non fa eccezione, e il già citato Piscatella ha ricordato che “raramente” i castelli in aria di stampo finanziario si traducono in qualcosa di concreto nel settore videoludico. Il caso di Zenimax e Microsoft rappresenta dunque più un’eccezione che la regola, ma gli improvvisi fulmini a ciel sereno come questo sono un promemoria per noi di tenere sempre gli occhi bene aperti.

Ora sta a voi dirci la vostra: cosa pensate dell’ormai ex-rumor? Fatecelo sapere qui sotto, e come sempre non dimenticate di restare su tuttoteK per tutte le notizie più importanti per i gamer e non solo. Per i vostri bisogni puramente videoludici, potete invece trovare i migliori sconti in formato digitale su Instant Gaming.

]]>
Square-Enix: smentito il rumor, niente acquisizione in vista

Il rumor che vedeva Square-Enix nel mirino dei potenziali acquirenti si è ritrovato smentito dalla stessa compagnia poche ore dopo

Ci aspettavamo un po’ di tranquillità avviandoci verso il weekend, ma la giostra dell’informazione videoludica ci ha gettato tra le mani un rumor così sconvolgente da venire smentito al volo dalla diretta interessata, in questo caso Square-Enix. Nelle scorse ore, infatti, diversi possibili acquirenti hanno messo gli occhi sul publisher storico dei giochi di ruolo, stando a due “esperti” che CTFN ha citato menzionando il recente rapporto di Bloomberg Japan. La risposta, da parte di analisti ed insider dell’industria videoludica, è stata tanto tempestiva quanto scettica, e a ragion veduta.

Il rumor su Square-Enix e sui potenziali acquirenti

Mat Piscatella e l’insider Daniel Ahmad sono solo due dei tanti nomi che si sono cimentati nell’impresa di capire quale conclusione trarre dal rumor sul potenziale assorbimento di Square-Enix. La fiducia, sia nella veridicità delle voci che nei lati positivi di un’acquisizione, è però venuta meno quasi subito. La smentita è giunta tra i successivi post di uno degli analisti in questione, Shaun Musgrave, che è stato tra i primi a riportare l’e-mail ricevuta in risposta dallo storico publisher: per il momento, non ci sono grandi acquisti in vista, nonostante i sogni di esclusività delle tre principali community su console.

Guardarsi in giro, come ci hanno ricordato i tanti partecipanti al tam tam che ha impazzato sul web nelle scorse ore, è abitudine legittima per qualunque publisher voglia salvaguardare i propri interessi. Il colosso dei giochi di ruolo non fa eccezione, e il già citato Piscatella ha ricordato che “raramente” i castelli in aria di stampo finanziario si traducono in qualcosa di concreto nel settore videoludico. Il caso di Zenimax e Microsoft rappresenta dunque più un’eccezione che la regola, ma gli improvvisi fulmini a ciel sereno come questo sono un promemoria per noi di tenere sempre gli occhi bene aperti.

Ora sta a voi dirci la vostra: cosa pensate dell’ormai ex-rumor? Fatecelo sapere qui sotto, e come sempre non dimenticate di restare su tuttoteK per tutte le notizie più importanti per i gamer e non solo. Per i vostri bisogni puramente videoludici, potete invece trovare i migliori sconti in formato digitale su Instant Gaming.

L'articolo Square-Enix: smentito il rumor, niente acquisizione in vista proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/square-enix-rumor-smentito-acquisizione-2021/feed 0
House of the Dragon: Fabien Frankel si unisce al cast https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/house-of-the-dragon-fabien-frankel-si-unisce-al-cast https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/house-of-the-dragon-fabien-frankel-si-unisce-al-cast#respond Fri, 16 Apr 2021 11:13:39 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139533

L‘attore Fabien Frankel è entrato a far parte del cast di House of the Dragon, spinoff prequel di Game of Thrones

House of the Dragon è lo spinoff  prequel di prossima uscita di Game of Thrones. Sarà ambientato 300 anni prima degli eventi narrati nella serie madre e basato sul libro Fuoco e Sangue, di George R.R. Martin.

La trama seguirà la storia della Casa Targaryen dal regno di Aegon I il Conquistatore a quello di Aegon III il Flagello dei Draghi.

Lo scorso Dicembre è arrivata la notizia che Olivia Cooke, Matt Smith ed Emma D’Arcy sarebbero stati i protagonisti della serie nelle rispettive parti di Alicent Hightower, Daemon Targaryen e Rhaenyra Targaryen. A Febbraio, invece, si sono aggiunti al cast Steve Toussaint, Eve Best, Rhys Ifans e Sonoya Mizuno.

House of the Dragon: Fabien Frankel avrà un ruolo chiave

L’ultima aggiunta al cast è quella di Fabien Frankel, che in Last Christmas ha recitato al fianco di Emilia ‘Daenerys’ Targaryen. In House of the Dragon interpreterà Ser Criston Cole, un membro della Guardia Reale di King Viserys I Targaryen, un cavaliere le cui audaci azioni hanno contribuito a spianare la strada alla guerra civile.

House of the Dragon: Fabien Frankel si unisce al cast

Sul sul blog, George R.R. Martin ha parlato approfonditamente del personaggio:

Non ha diritto a terre o titoli, tutto ciò che ha è il suo onore e la sua abilità con la spada e la lancia. È uno sfidante, un campione, acclamato dalla gente comune, amato dalle donne.

L’ha descritto come un amante, un seduttore, un traditore, un latin lover e un leader.

Infine, gli ha dato il benvenuto nell’universo de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco: “Benvenuto a Westeros, Fabien. E tieni quella spada affilata“.

]]>

L‘attore Fabien Frankel è entrato a far parte del cast di House of the Dragon, spinoff prequel di Game of Thrones

House of the Dragon è lo spinoff  prequel di prossima uscita di Game of Thrones. Sarà ambientato 300 anni prima degli eventi narrati nella serie madre e basato sul libro Fuoco e Sangue, di George R.R. Martin.

La trama seguirà la storia della Casa Targaryen dal regno di Aegon I il Conquistatore a quello di Aegon III il Flagello dei Draghi.

Lo scorso Dicembre è arrivata la notizia che Olivia Cooke, Matt Smith ed Emma D’Arcy sarebbero stati i protagonisti della serie nelle rispettive parti di Alicent Hightower, Daemon Targaryen e Rhaenyra Targaryen. A Febbraio, invece, si sono aggiunti al cast Steve Toussaint, Eve Best, Rhys Ifans e Sonoya Mizuno.

House of the Dragon: Fabien Frankel avrà un ruolo chiave

L’ultima aggiunta al cast è quella di Fabien Frankel, che in Last Christmas ha recitato al fianco di Emilia ‘Daenerys’ Targaryen. In House of the Dragon interpreterà Ser Criston Cole, un membro della Guardia Reale di King Viserys I Targaryen, un cavaliere le cui audaci azioni hanno contribuito a spianare la strada alla guerra civile.

House of the Dragon: Fabien Frankel si unisce al cast

Sul sul blog, George R.R. Martin ha parlato approfonditamente del personaggio:

Non ha diritto a terre o titoli, tutto ciò che ha è il suo onore e la sua abilità con la spada e la lancia. È uno sfidante, un campione, acclamato dalla gente comune, amato dalle donne.

L’ha descritto come un amante, un seduttore, un traditore, un latin lover e un leader.

Infine, gli ha dato il benvenuto nell’universo de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco: “Benvenuto a Westeros, Fabien. E tieni quella spada affilata“.

L'articolo House of the Dragon: Fabien Frankel si unisce al cast proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/house-of-the-dragon-fabien-frankel-si-unisce-al-cast/feed 0
Amazon propone i suoi 10 gadget must have per la primavera https://www.tuttotek.it/elettronica/amazon-propone-i-suoi-10-gadget-must-have-per-la-primavera https://www.tuttotek.it/elettronica/amazon-propone-i-suoi-10-gadget-must-have-per-la-primavera#respond Fri, 16 Apr 2021 10:42:48 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139531

Con l’arrivo della primavera Amazon propone sconti e prodotti selezionati, 10 per la precisione, per affrontare il cambio stagione

“Prendersi cura del proprio corpo e della propria casa, preparandosi a godere della bella stagione nel migliore dei modi”, lo slogan di Amazon.it che presenta 10 gadget immancabili per affrontare l’arrivo della Primavera e partire col “piede giusto”.

Tutti coloro per i quali cambio di stagione è sinonimo di cambio armadio, saranno felici di considerare questo momento come un’ottima occasione per fare decluttering, liberandosi del superfluo, e contemporaneamente razionalizzando e organizzando lo spazio all’interno con l’aiuto di preziosi organizer da armadio. Vediamo i prodotti.

Amazon propone i suoi 10 gadget must have per la primavera Amazon propone i suoi 10 gadget must have per la primavera

Amazon propone i suoi 10 gadget must have per la primavera

Per gli amanti della natura e delle grigliate in famiglia, certamente potranno tornare utili accessori come il termometro per le grigliate o un BBQ portatile, saranno fondamentali per godere del terrazzo o del giardino nei primi tepori di stagione. Inoltre, per un tocco di classe e relax, saranno imprescindibili un’amaca matrimoniale e delle lanterne solari, da collocare in posti strategici per quello che diventerà un vero angolo di paradiso.

Amazon continua la sua selezione prodotti poi con una crema antirughe alla bava di lumaca e una spazzola scrub per contrastare gli inestetismi della cellulite costituiranno un rituale di bellezza gradevole e rigenerante, invece, per coloro che hanno voglia di regalarsi un supporto per le sessioni di fitness, una pistola massaggiante per la muscolatura diventerà decisamente un gadget must have. Infine, quando il cambio di temperatura mette un po’ in crisi la fase del riposo, il metronomo luminoso in grado di conciliare il sonno è proprio l’alleato da tenere sul comodino in questo momento dell’anno.

  • Organizer per cassettiera, per biancheria intima, Set da 4 di AmazonBasics
  • Contenitori portaoggetti pieghevoli con ampia finestrella trasparente e manici per il trasporto, di AmazonBasics
  • Termometro Bluetooth Fino a 50 Metri a Sonda Senza Fili Per Forno, Grigliate, Barbecue. di Meater
  • BBQ– Thai Grill & Hot Pot, barbecue elettrico, per cibo thailandese e Hot Pot! di TomYang
  • Pistola massaggiatore portatile per massaggi muscolari con 4 livelli di velocità e 4 teste di massaggio di FeiyuTech
  • Metronomo Luminoso progettato per aiutare ad addormentarsi più velocemente di Dodow
  • Spazzola scrub con setole naturali in tampico, ottima per inestetismi, cellulite e ritenzione idrica di Boreal
  • Crema viso alla Bava Di Lumaca per trattamento antiage rigenerante e idratante di Pharma Complex
  • Amaca di Stoffa Portatile da Campeggio e Giardino Telo con barre trasversali 300 x 150 di Songmics
  • Lanterna solare da giardino appendibile e impermeabile di OxyLed

Se volete continuare a conoscere le ultime novità dal mondo hardware continuate a seguirci. Un saluto da tuttoteK.

]]>

Con l’arrivo della primavera Amazon propone sconti e prodotti selezionati, 10 per la precisione, per affrontare il cambio stagione

“Prendersi cura del proprio corpo e della propria casa, preparandosi a godere della bella stagione nel migliore dei modi”, lo slogan di Amazon.it che presenta 10 gadget immancabili per affrontare l’arrivo della Primavera e partire col “piede giusto”.

Tutti coloro per i quali cambio di stagione è sinonimo di cambio armadio, saranno felici di considerare questo momento come un’ottima occasione per fare decluttering, liberandosi del superfluo, e contemporaneamente razionalizzando e organizzando lo spazio all’interno con l’aiuto di preziosi organizer da armadio. Vediamo i prodotti.

Amazon propone i suoi 10 gadget must have per la primavera Amazon propone i suoi 10 gadget must have per la primavera

Amazon propone i suoi 10 gadget must have per la primavera

Per gli amanti della natura e delle grigliate in famiglia, certamente potranno tornare utili accessori come il termometro per le grigliate o un BBQ portatile, saranno fondamentali per godere del terrazzo o del giardino nei primi tepori di stagione. Inoltre, per un tocco di classe e relax, saranno imprescindibili un’amaca matrimoniale e delle lanterne solari, da collocare in posti strategici per quello che diventerà un vero angolo di paradiso.

Amazon continua la sua selezione prodotti poi con una crema antirughe alla bava di lumaca e una spazzola scrub per contrastare gli inestetismi della cellulite costituiranno un rituale di bellezza gradevole e rigenerante, invece, per coloro che hanno voglia di regalarsi un supporto per le sessioni di fitness, una pistola massaggiante per la muscolatura diventerà decisamente un gadget must have. Infine, quando il cambio di temperatura mette un po’ in crisi la fase del riposo, il metronomo luminoso in grado di conciliare il sonno è proprio l’alleato da tenere sul comodino in questo momento dell’anno.

  • Organizer per cassettiera, per biancheria intima, Set da 4 di AmazonBasics
  • Contenitori portaoggetti pieghevoli con ampia finestrella trasparente e manici per il trasporto, di AmazonBasics
  • Termometro Bluetooth Fino a 50 Metri a Sonda Senza Fili Per Forno, Grigliate, Barbecue. di Meater
  • BBQ– Thai Grill & Hot Pot, barbecue elettrico, per cibo thailandese e Hot Pot! di TomYang
  • Pistola massaggiatore portatile per massaggi muscolari con 4 livelli di velocità e 4 teste di massaggio di FeiyuTech
  • Metronomo Luminoso progettato per aiutare ad addormentarsi più velocemente di Dodow
  • Spazzola scrub con setole naturali in tampico, ottima per inestetismi, cellulite e ritenzione idrica di Boreal
  • Crema viso alla Bava Di Lumaca per trattamento antiage rigenerante e idratante di Pharma Complex
  • Amaca di Stoffa Portatile da Campeggio e Giardino Telo con barre trasversali 300 x 150 di Songmics
  • Lanterna solare da giardino appendibile e impermeabile di OxyLed

Se volete continuare a conoscere le ultime novità dal mondo hardware continuate a seguirci. Un saluto da tuttoteK.

L'articolo Amazon propone i suoi 10 gadget must have per la primavera proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/elettronica/amazon-propone-i-suoi-10-gadget-must-have-per-la-primavera/feed 0
Annunciato Resident Evil 4 VR per Oculus Quest 2! https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/annunciato-resident-evil-4-vr-per-oculus-quest-2 https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/annunciato-resident-evil-4-vr-per-oculus-quest-2#respond Fri, 16 Apr 2021 10:18:04 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139529

Durante il Resident Evil Showcase di ieri sera Capcom ha annunciato a sorpresa una versione VR di Resident Evil 4 per Oculus Quest 2

Ormai è da un po’ che online circola la voce che Capcom sia al lavoro su una nuova versione di Resident Evil 4. Questo rumor ha emozionato molto i fan storici della saga, che subito hanno pensato a un possibile remake in stile RE2 e RE3. A quanto pare però la realtà sembra essere ben diversa, dato che durante il Resident Evil Showcase di ieri sera Capcom ha annunciato una versione VR di Resident Evil 4 per Oculus Quest 2.

Resident Evil 4 VR vi permetterà di vivere in prima persona l’avventura di Leon

Durante il Resident Evil Showcase tutti gli spettatori sono rimasti a bocca aperta quando hanno visto il trailer di Resident Evil 4 VR. Di certo non era quello che si aspettavano, ma i fan saranno comunque felici di poter rivivere in l’avventura spagnola di Leon. A quanto pare il gioco sarà esclusiva Oculus Quest 2 e permetterà ai giocatori di affrontare gli abitanti del villaggio di El Pueblo in prima persona.

Annunciato Resident Evil 4 VR per Oculus Quest 2!

Per il momento non sappiamo molto di questo nuovo progetto, ma sembra che fra non molto ci saranno delle novità. Il 21 aprile infatti si terrà l’Oculus Gaming Showcase e durante l’evento si parlerà di sicuro del gioco in modo più approfondito. A quanto pare potrebbero mostrare un nuovo trailer per l’occasione oppure addirittura una nuova sequenza di gameplay.

Per il momento non sappiamo quando sarà rilasciato Resident Evil 4, ma probabilmente ne sapremo di più dal 21 aprile. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sull’evento e tanto altro, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK. Inoltre, in caso vogliate acquistare qualche gioco ad un prezzo vantaggioso, vi suggeriamo di dare un’occhiata alle tante offerte presenti su Instant Gaming.

]]>

Durante il Resident Evil Showcase di ieri sera Capcom ha annunciato a sorpresa una versione VR di Resident Evil 4 per Oculus Quest 2

Ormai è da un po’ che online circola la voce che Capcom sia al lavoro su una nuova versione di Resident Evil 4. Questo rumor ha emozionato molto i fan storici della saga, che subito hanno pensato a un possibile remake in stile RE2 e RE3. A quanto pare però la realtà sembra essere ben diversa, dato che durante il Resident Evil Showcase di ieri sera Capcom ha annunciato una versione VR di Resident Evil 4 per Oculus Quest 2.

Resident Evil 4 VR vi permetterà di vivere in prima persona l’avventura di Leon

Durante il Resident Evil Showcase tutti gli spettatori sono rimasti a bocca aperta quando hanno visto il trailer di Resident Evil 4 VR. Di certo non era quello che si aspettavano, ma i fan saranno comunque felici di poter rivivere in l’avventura spagnola di Leon. A quanto pare il gioco sarà esclusiva Oculus Quest 2 e permetterà ai giocatori di affrontare gli abitanti del villaggio di El Pueblo in prima persona.

Annunciato Resident Evil 4 VR per Oculus Quest 2!

Per il momento non sappiamo molto di questo nuovo progetto, ma sembra che fra non molto ci saranno delle novità. Il 21 aprile infatti si terrà l’Oculus Gaming Showcase e durante l’evento si parlerà di sicuro del gioco in modo più approfondito. A quanto pare potrebbero mostrare un nuovo trailer per l’occasione oppure addirittura una nuova sequenza di gameplay.

Per il momento non sappiamo quando sarà rilasciato Resident Evil 4, ma probabilmente ne sapremo di più dal 21 aprile. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sull’evento e tanto altro, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK. Inoltre, in caso vogliate acquistare qualche gioco ad un prezzo vantaggioso, vi suggeriamo di dare un’occhiata alle tante offerte presenti su Instant Gaming.

L'articolo Annunciato Resident Evil 4 VR per Oculus Quest 2! proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/annunciato-resident-evil-4-vr-per-oculus-quest-2/feed 0
Resident Evil Village: svelati frame rate e risoluzione per le console next-gen https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/resident-evil-village-frame-rate-risoluzione https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/resident-evil-village-frame-rate-risoluzione#respond Fri, 16 Apr 2021 09:54:22 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139525

Capcom ha recentemente svelato il frame rate e la risoluzione a cui andrà Resident Evil Village sulle nuove console next-gen di Sony e Microsoft

Ieri sera si è tenuto il nuovo Resident Evil Showcase e durante l’evento Capcom ha parlato molto di Resident Evil Village. Il titolo arriverà su tutte le piattaforme fra poco meno di tre settimane e di conseguenza questo è il momento in cui online fioccano sempre tante informazioni.

Dopo l’evento di ieri sera infatti Capcom ha rilasciato sul suo sito ufficiale delle dichiarazioni molto interessanti relative alle performance del gioco. La compagnia infatti ha finalmente svelato il frame rate e la risoluzione a cui andrà Resident Evil Village sulle nuove console next-gen di Sony e Microsoft.

Sia il frame rate che la risoluzione di Village saranno eccezionali su next-gen

Da pochissimo sono comparse tante informazioni relative alle performance di Resident Evil Village e sembra proprio che i fan siano contenti di ciò che hanno letto. Stando al sito ufficiale del gioco, il titolo riuscirà a reggere i 4K/60 FPS con HDR attivo sia su PS5 che Xbox Series X. Inoltre riuscirà addirittura ad andare a 4K/45 FPS con ray tracing attivo. Questi risultati sono davvero impressionanti, ma dovremo comunque vedere quanto sarà stabile il frame rate in questa modalità.

Resident Evil Village: svelati frame rate e risoluzione per le console next-gen

Per quanto riguarda Xbox Series S invece il titolo potrà reggere i 1440p/45 FPS con HDR, mentre solamente i 1440p/30 FPS con ray tracing attivo. Capcom ha inoltre parlato anche delle prestazioni sulle vecchie console. A quanto pare su Xbox One X e PS4 Pro il titolo raggiungerà i 1080p/60 FPS o i 4K/30 FPS con HDR, delle performance davvero niente male.

La situazione invece inizia a peggiorare su PS4 e Xbox One, dato che il gioco riesce a raggiungere rispettivamente i 900p/45 FPS e i 900p/30 FPS. In questo caso forse potreste essere interessati a provare la versione Stadia di Resident Evil Village, dato che è in grado di raggiungere i 1080p/60 FPS oppure i 4K dinamici a 60 FPS.

Resident Evil Village sarà disponibile dal 7 maggio per PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X | S e Google Stadia. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sull’evento e tanto altro, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK. Inoltre, in caso vogliate acquistare qualche gioco ad un prezzo vantaggioso, vi suggeriamo di dare un’occhiata alle tante offerte presenti su Instant Gaming.

]]>

Capcom ha recentemente svelato il frame rate e la risoluzione a cui andrà Resident Evil Village sulle nuove console next-gen di Sony e Microsoft

Ieri sera si è tenuto il nuovo Resident Evil Showcase e durante l’evento Capcom ha parlato molto di Resident Evil Village. Il titolo arriverà su tutte le piattaforme fra poco meno di tre settimane e di conseguenza questo è il momento in cui online fioccano sempre tante informazioni.

Dopo l’evento di ieri sera infatti Capcom ha rilasciato sul suo sito ufficiale delle dichiarazioni molto interessanti relative alle performance del gioco. La compagnia infatti ha finalmente svelato il frame rate e la risoluzione a cui andrà Resident Evil Village sulle nuove console next-gen di Sony e Microsoft.

Sia il frame rate che la risoluzione di Village saranno eccezionali su next-gen

Da pochissimo sono comparse tante informazioni relative alle performance di Resident Evil Village e sembra proprio che i fan siano contenti di ciò che hanno letto. Stando al sito ufficiale del gioco, il titolo riuscirà a reggere i 4K/60 FPS con HDR attivo sia su PS5 che Xbox Series X. Inoltre riuscirà addirittura ad andare a 4K/45 FPS con ray tracing attivo. Questi risultati sono davvero impressionanti, ma dovremo comunque vedere quanto sarà stabile il frame rate in questa modalità.

Resident Evil Village: svelati frame rate e risoluzione per le console next-gen

Per quanto riguarda Xbox Series S invece il titolo potrà reggere i 1440p/45 FPS con HDR, mentre solamente i 1440p/30 FPS con ray tracing attivo. Capcom ha inoltre parlato anche delle prestazioni sulle vecchie console. A quanto pare su Xbox One X e PS4 Pro il titolo raggiungerà i 1080p/60 FPS o i 4K/30 FPS con HDR, delle performance davvero niente male.

La situazione invece inizia a peggiorare su PS4 e Xbox One, dato che il gioco riesce a raggiungere rispettivamente i 900p/45 FPS e i 900p/30 FPS. In questo caso forse potreste essere interessati a provare la versione Stadia di Resident Evil Village, dato che è in grado di raggiungere i 1080p/60 FPS oppure i 4K dinamici a 60 FPS.

Resident Evil Village sarà disponibile dal 7 maggio per PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X | S e Google Stadia. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sull’evento e tanto altro, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK. Inoltre, in caso vogliate acquistare qualche gioco ad un prezzo vantaggioso, vi suggeriamo di dare un’occhiata alle tante offerte presenti su Instant Gaming.

L'articolo Resident Evil Village: svelati frame rate e risoluzione per le console next-gen proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/resident-evil-village-frame-rate-risoluzione/feed 0
Carey Mulligan: l’attrice è nel cast di Spaceman https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/carey-mulligan-lattrice-e-nel-cast-di-spaceman https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/carey-mulligan-lattrice-e-nel-cast-di-spaceman#respond Fri, 16 Apr 2021 09:30:49 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139526

Stando a quanto recentemente confermato, la giovane attrice londinese Carey Mulligan sarà nel cast di Spaceman, film girato da Adam Sandler per la piattaforma Netflix

Spaceman è dunque il nuovissimo progetto dell’attore comico Adam Sandler, reduce dalll’ultimo film Hubie Halloween, che vede coinvolta anche l’attrice inglese Carey Mulligan. Ma vediamo di capire un po’ meglio di cosa tratta la pellicola e quale sarà il suo ruolo.

Carey Mulligan: l'attrice è nel cast di Spaceman

Spaceman: Carey Mulligan sarà la moglie di un astronauta

In Spaceman, Carey Mulligan dunque, interpreterà la moglie del protagonista (Adam Sandler). Lui è un astronauta, come facilmente intuibile dal titolo, che viene mandato in missione nello spazio profondo per recuperare una strana polvere ancestrale.

Ma se una cosa è certa, è che un viaggio nello spazio può davvero essere un’esperienza mistica e rivelatrice capace di far intuire ai viaggiatori del cosmo verità strabilianti. Lo dimostrano perfettamente pellicole come 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, Interstellar di Cristopher Nolan oppure Moon di Duncan Jones (figlio del compianto David Bowie).

La vita sul pianeta Terra sta per giungere al termine e c’è solo una creatura misteriosa ed ancestrale, persa tra i profondi spazi siderali, che può fare qualcosa per impedirlo. Ce la farà a salvare la moglie oltre che a tutta la Terra e cavoli?

Il film è dunque un adattamento del libro di Jaroslav Kalfar e verrà affidato alla macchina da presa di Colby Day, già passato agli onori di cronaca per la miniserie Chernobyl, mentre, alla produzione, ci sarà anche l’attore Channing Tatum.

Ovviamente, il “contatto”, avverrà su Netflix perciò non rimane che sedersi belli comodi ed aspettare l’arrivo dell’astronave sgranocchiando qualcosa. Comunque sia, per ingannare l’attesa, vi suggeriamo di rimanere su tuttoteK se volete essere sempre aggiornati su tutti i film, dai classici a quelli più recenti, le perle dell’animazione e le serie TV del momento.

]]>

Stando a quanto recentemente confermato, la giovane attrice londinese Carey Mulligan sarà nel cast di Spaceman, film girato da Adam Sandler per la piattaforma Netflix

Spaceman è dunque il nuovissimo progetto dell’attore comico Adam Sandler, reduce dalll’ultimo film Hubie Halloween, che vede coinvolta anche l’attrice inglese Carey Mulligan. Ma vediamo di capire un po’ meglio di cosa tratta la pellicola e quale sarà il suo ruolo.

Carey Mulligan: l'attrice è nel cast di Spaceman

Spaceman: Carey Mulligan sarà la moglie di un astronauta

In Spaceman, Carey Mulligan dunque, interpreterà la moglie del protagonista (Adam Sandler). Lui è un astronauta, come facilmente intuibile dal titolo, che viene mandato in missione nello spazio profondo per recuperare una strana polvere ancestrale.

Ma se una cosa è certa, è che un viaggio nello spazio può davvero essere un’esperienza mistica e rivelatrice capace di far intuire ai viaggiatori del cosmo verità strabilianti. Lo dimostrano perfettamente pellicole come 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, Interstellar di Cristopher Nolan oppure Moon di Duncan Jones (figlio del compianto David Bowie).

La vita sul pianeta Terra sta per giungere al termine e c’è solo una creatura misteriosa ed ancestrale, persa tra i profondi spazi siderali, che può fare qualcosa per impedirlo. Ce la farà a salvare la moglie oltre che a tutta la Terra e cavoli?

Il film è dunque un adattamento del libro di Jaroslav Kalfar e verrà affidato alla macchina da presa di Colby Day, già passato agli onori di cronaca per la miniserie Chernobyl, mentre, alla produzione, ci sarà anche l’attore Channing Tatum.

Ovviamente, il “contatto”, avverrà su Netflix perciò non rimane che sedersi belli comodi ed aspettare l’arrivo dell’astronave sgranocchiando qualcosa. Comunque sia, per ingannare l’attesa, vi suggeriamo di rimanere su tuttoteK se volete essere sempre aggiornati su tutti i film, dai classici a quelli più recenti, le perle dell’animazione e le serie TV del momento.

L'articolo Carey Mulligan: l’attrice è nel cast di Spaceman proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/carey-mulligan-lattrice-e-nel-cast-di-spaceman/feed 0
Recensione Disco Elysium: The Final Cut, perfezionare l’eccellenza https://www.tuttotek.it/videogiochi/recensioni-videogiochi/recensione-disco-elysium-the-final-cut https://www.tuttotek.it/videogiochi/recensioni-videogiochi/recensione-disco-elysium-the-final-cut#respond Fri, 16 Apr 2021 09:12:45 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139510

In questa recensione vi parleremo di Disco Elysium: The Final Cut, una versione ampliata e migliorata del fenomenale RPG di ZA/UM

Se siete degli amanti degli RPG old school di sicuro conoscerete Disco Elysium, l’opera di debutto della piccola software house indie ZA/UM. Nel 2019 abbiamo recensito il titolo in un articolo molto dettagliato e ora stiamo per fare lo stesso in onore della nuova re-release. Recentemente infatti ZA/UM ha pubblicato Disco Elysium: The Final Cut, una versione ampliata e migliorata del loro eccezionale RPG, e in questa recensione vi parleremo di tutte le principali novità che ha introdotto.

Esplorazione, politica e difficoltà

Disco Elysium vantava un numero enorme di contenuti già quando venne lanciato per la prima volta e adesso ne presenta ancora di più. Fra le novità più grandi abbiamo l’aggiunta di una nuova area esplorabile, ma non solo. Anche le zone presenti nella release originale si sono arricchite grazie all’aggiunta di nuovi oggetti da raccogliere, nuovi vestiti, nuovi personaggi e tante nuove interazioni. Infatti ora il gioco conta più di 150.000 parole che si vanno ad aggiungere alla smodata quantità di dialoghi e descrizioni già presenti dal 2019.

Un’altra grande novità è rappresentata dalla presenza delle nuove missioni legate alla visione politica del vostro detective. Nel corso dell’avventura il protagonista potrebbe tendere verso una di quattro grandi ideologie e, in caso decidiate di assecondare i suoi pensieri, avrete la possibilità di avviare una questline completamente nuova. Queste missioni sono slegate dalla storia principale, ma vi permetteranno di definire ancora meglio il vostro personaggio.

Infine un’altra novità interessante è rappresentata dalla modalità Hardcore. Questo nuovo livello di difficoltà vi permetterà di rendere l’esperienza di gioco molto più faticosa e punitiva rispetto al solito. In modalità Hardcore infatti aumenterà la difficoltà di tutti i tiri, troverete meno soldi in giro e le medicine costeranno molto di più. Per fortuna però ci sarà almeno un lato positivo a compensare tutti questi ostacoli aggiuntivi, dato che a questo grado di difficoltà il vostro protagonista guadagnerà più punti esperienza. Questa modalità è pensata per far ragionare di più i giocatori prima di agire ed aumentare l’impatto dei fallimenti, ed è quindi perfetta per i giocatori esperti che cercano un’esperienza più cruda e realistica.

Recensione Disco Elysium: The Final Cut, perfezionare l'eccellenza

Voce al popolo – Recensione Disco Elysium: The Final Cut

Nel precedente paragrafo della recensione vi abbiamo parlato delle tante aggiunte apportate dalla The Final Cut edition di Disco Elysium, ma abbiamo omesso quella che secondo noi è la più importante: il doppiaggio. Nella prima versione del gioco erano presenti delle piccole sezioni parlate, ma ora ogni singolo personaggio che incontrerete avrà un proprio doppiaggio. Addirittura anche le tantissime sfaccettature della personalità del protagonista avranno una voce con cui comunicare!

Per alcune persone il doppiaggio potrebbe sembrare un’aggiunta poco influente, ma in realtà è in grado di aumentare davvero molto la qualità del titolo. In un RPG come questo l’immersività è importantissima e sentir parlare gli NPC che circondano il protagonista riesce a rendere molto più vivo e realistico il mondo di gioco. Inoltre la qualità generale del doppiaggio è davvero eccellente e riesce a dare estremo risalto alla personalità e allo stato d’animo di ogni personaggio.

Recensione Disco Elysium: The Final Cut, perfezionare l'eccellenza

Miglioramenti tecnici – Recensione Disco Elysium: The Final Cut

Oltre alle tante aggiunte di cui vi abbiamo parlato nel corso della recensione, Disco Elysium: The Final Cut presenta anche un gran numero di miglioramenti tecnici. Ad esempio sono stati apportati diversi miglioramenti grafici che permettono al gioco di supportare la risoluzione 4K. Inoltre ora è stato aggiunto anche il pieno supporto per i controller e la possibilità di personalizzare i comandi a piacimento, in modo da permettere a tutti di sentirsi a proprio agio giocando.

In più sono stati aggiunti anche alcuni elementi volti a migliorare l’immersività del titolo. Ad esempio ora sono presenti molte più animazioni sia per il protagonista che per alcuni personaggi secondari. Come se non bastasse poi sono state introdotte addirittura delle cutscenes completamente nuove in alcuni punti salienti del gioco.

La Final Cut ha arricchito il gioco con tante aggiunte davvero gradite, ma continua a mancare un feature molto richiesta dai giocatori del nostro paese. Infatti sfortunatamente Disco Elysium continua a non avere una traduzione in italiano. Certo, questa mancanza non va a danneggiare il gioco in se, ma è un peccato che tante persone non possano godere di questo eccezionale titolo a causa della barriera linguistica.

Recensione Disco Elysium: The Final Cut, perfezionare l'eccellenza

Conclusioni

Adesso è finalmente arrivato il momento della recensione in cui tiriamo le somme su Disco Elysium: The Final Cut. L’opera di debutto di ZA/UM riusciva a raggiungere delle vette molto alte già nel 2019 con la sua prima release, ma ora la qualità del titolo è aumentata ulteriormente. Grazie a tutti i nuovi contenuti ora i giocatori avranno la possibilità di approfondire il passato di Martinaise, trovare nuove piste per il caso e rafforzare le convinzioni politiche del protagonista. Inoltre, grazie all’introduzione del doppiaggio, immergersi nell’affascinante mondo del gioco sarà ancora più facile. Insomma, Disco Elysium è sempre stato un titolo eccellente ma ora grazie a questa nuova versione è riuscito a migliorare ancora di più. 

Disco Elysium: The Final Cut è disponibile ora per PC, PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X | S. Inoltre successivamente il gioco arriverà anche su Nintendo Switch, ma per il momento non si sa molto a riguardo. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK. In più, in caso vogliate acquistare il gioco ad un prezzo vantaggioso, vi suggeriamo di dare un’occhiata al catalogo di Instant Gaming.

9

Migliora l’eccellenza

Punti a favore

  • Nuova area
  • Tanti nuovi contenuti
  • Doppiaggio eccezionale
  • Diverse migliorie tecniche

Punti a sfavore

  • Ancora niente traduzione italiana

]]>

In questa recensione vi parleremo di Disco Elysium: The Final Cut, una versione ampliata e migliorata del fenomenale RPG di ZA/UM

Se siete degli amanti degli RPG old school di sicuro conoscerete Disco Elysium, l’opera di debutto della piccola software house indie ZA/UM. Nel 2019 abbiamo recensito il titolo in un articolo molto dettagliato e ora stiamo per fare lo stesso in onore della nuova re-release. Recentemente infatti ZA/UM ha pubblicato Disco Elysium: The Final Cut, una versione ampliata e migliorata del loro eccezionale RPG, e in questa recensione vi parleremo di tutte le principali novità che ha introdotto.

Esplorazione, politica e difficoltà

Disco Elysium vantava un numero enorme di contenuti già quando venne lanciato per la prima volta e adesso ne presenta ancora di più. Fra le novità più grandi abbiamo l’aggiunta di una nuova area esplorabile, ma non solo. Anche le zone presenti nella release originale si sono arricchite grazie all’aggiunta di nuovi oggetti da raccogliere, nuovi vestiti, nuovi personaggi e tante nuove interazioni. Infatti ora il gioco conta più di 150.000 parole che si vanno ad aggiungere alla smodata quantità di dialoghi e descrizioni già presenti dal 2019.

Un’altra grande novità è rappresentata dalla presenza delle nuove missioni legate alla visione politica del vostro detective. Nel corso dell’avventura il protagonista potrebbe tendere verso una di quattro grandi ideologie e, in caso decidiate di assecondare i suoi pensieri, avrete la possibilità di avviare una questline completamente nuova. Queste missioni sono slegate dalla storia principale, ma vi permetteranno di definire ancora meglio il vostro personaggio.

Infine un’altra novità interessante è rappresentata dalla modalità Hardcore. Questo nuovo livello di difficoltà vi permetterà di rendere l’esperienza di gioco molto più faticosa e punitiva rispetto al solito. In modalità Hardcore infatti aumenterà la difficoltà di tutti i tiri, troverete meno soldi in giro e le medicine costeranno molto di più. Per fortuna però ci sarà almeno un lato positivo a compensare tutti questi ostacoli aggiuntivi, dato che a questo grado di difficoltà il vostro protagonista guadagnerà più punti esperienza. Questa modalità è pensata per far ragionare di più i giocatori prima di agire ed aumentare l’impatto dei fallimenti, ed è quindi perfetta per i giocatori esperti che cercano un’esperienza più cruda e realistica.

Recensione Disco Elysium: The Final Cut, perfezionare l'eccellenza

Voce al popolo – Recensione Disco Elysium: The Final Cut

Nel precedente paragrafo della recensione vi abbiamo parlato delle tante aggiunte apportate dalla The Final Cut edition di Disco Elysium, ma abbiamo omesso quella che secondo noi è la più importante: il doppiaggio. Nella prima versione del gioco erano presenti delle piccole sezioni parlate, ma ora ogni singolo personaggio che incontrerete avrà un proprio doppiaggio. Addirittura anche le tantissime sfaccettature della personalità del protagonista avranno una voce con cui comunicare!

Per alcune persone il doppiaggio potrebbe sembrare un’aggiunta poco influente, ma in realtà è in grado di aumentare davvero molto la qualità del titolo. In un RPG come questo l’immersività è importantissima e sentir parlare gli NPC che circondano il protagonista riesce a rendere molto più vivo e realistico il mondo di gioco. Inoltre la qualità generale del doppiaggio è davvero eccellente e riesce a dare estremo risalto alla personalità e allo stato d’animo di ogni personaggio.

Recensione Disco Elysium: The Final Cut, perfezionare l'eccellenza

Miglioramenti tecnici – Recensione Disco Elysium: The Final Cut

Oltre alle tante aggiunte di cui vi abbiamo parlato nel corso della recensione, Disco Elysium: The Final Cut presenta anche un gran numero di miglioramenti tecnici. Ad esempio sono stati apportati diversi miglioramenti grafici che permettono al gioco di supportare la risoluzione 4K. Inoltre ora è stato aggiunto anche il pieno supporto per i controller e la possibilità di personalizzare i comandi a piacimento, in modo da permettere a tutti di sentirsi a proprio agio giocando.

In più sono stati aggiunti anche alcuni elementi volti a migliorare l’immersività del titolo. Ad esempio ora sono presenti molte più animazioni sia per il protagonista che per alcuni personaggi secondari. Come se non bastasse poi sono state introdotte addirittura delle cutscenes completamente nuove in alcuni punti salienti del gioco.

La Final Cut ha arricchito il gioco con tante aggiunte davvero gradite, ma continua a mancare un feature molto richiesta dai giocatori del nostro paese. Infatti sfortunatamente Disco Elysium continua a non avere una traduzione in italiano. Certo, questa mancanza non va a danneggiare il gioco in se, ma è un peccato che tante persone non possano godere di questo eccezionale titolo a causa della barriera linguistica.

Recensione Disco Elysium: The Final Cut, perfezionare l'eccellenza

Conclusioni

Adesso è finalmente arrivato il momento della recensione in cui tiriamo le somme su Disco Elysium: The Final Cut. L’opera di debutto di ZA/UM riusciva a raggiungere delle vette molto alte già nel 2019 con la sua prima release, ma ora la qualità del titolo è aumentata ulteriormente. Grazie a tutti i nuovi contenuti ora i giocatori avranno la possibilità di approfondire il passato di Martinaise, trovare nuove piste per il caso e rafforzare le convinzioni politiche del protagonista. Inoltre, grazie all’introduzione del doppiaggio, immergersi nell’affascinante mondo del gioco sarà ancora più facile. Insomma, Disco Elysium è sempre stato un titolo eccellente ma ora grazie a questa nuova versione è riuscito a migliorare ancora di più. 

Disco Elysium: The Final Cut è disponibile ora per PC, PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X | S. Inoltre successivamente il gioco arriverà anche su Nintendo Switch, ma per il momento non si sa molto a riguardo. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK. In più, in caso vogliate acquistare il gioco ad un prezzo vantaggioso, vi suggeriamo di dare un’occhiata al catalogo di Instant Gaming.

9
Migliora l'eccellenza

Punti a favore

  • Nuova area
  • Tanti nuovi contenuti
  • Doppiaggio eccezionale
  • Diverse migliorie tecniche

Punti a sfavore

  • Ancora niente traduzione italiana

L'articolo Recensione Disco Elysium: The Final Cut, perfezionare l’eccellenza proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/recensioni-videogiochi/recensione-disco-elysium-the-final-cut/feed 0
Immortals Fenyx Rising: data per il DLC The Lost Gods https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/immortals-fenyx-rising-data-the-lost-gods https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/immortals-fenyx-rising-data-the-lost-gods#respond Fri, 16 Apr 2021 08:55:14 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139519

Ubisoft ha confermato la data di lancio di The Lost Gods, il nuovo DLC diretto al fortunato Immortals Fenyx Rising

Lanciato solo pochi mesi fa, Immortals Fenyx Rising (qua la nostra recensione per Switch) è stato in grado di introdurre una boccata d’aria fresca all’interno degli open world firmati Ubisoft, grazie alle atmosfere ed allo stile sicuramente peculiare della produzione. Dato il successo riscontrato, abbinato al consueto modus operandi del publisher, non stupisce che la produzione abbia abbracciato numerosi update, culminati in due DLC a cui, molto presto, andrà ad inserirsi una terza (ed ultima) espansione, The Lost Gods, della quale è stata da poco confermata la data di uscita.

Immortals Fenyx Rising: data per The Lost Gods

The Lost Gods, terzo ed ultimo DLC narrativo diretto a Immortals Fenyx Rising, debutterà per tutte le piattaforme tra meno di una settimana: a partire dal prossimo 22 Aprile, come confermato dalla stessa Ubisoft, l’espansione sarà disponibile all’interno dei vari store digitali. Ancora una volta, come accaduto negli altri add-on, il giocatore non sarà al controllo di Fenyx, ma sarà calato nei panni di un nuovo protagonista, chiamato Ash, chiamato a divenire il nuovo campione dei mortali dopo una serie di disastri.

Immortals Fenyx Rising: data per il DLC The Lost Gods

Ash si ritroverà a viaggiare in direzione di Pyrite Island, dove dovrà ritrovare e riunire gli dei fuggiti dall’Olimpo, in seguito ad un litigio avuto con Zeus. L’espansione sarà affrontata attraverso una interessante prospettiva divina, e presenterà anche un rinnovato combat system ispirato ai brawler più celebri. Al momento non sono stati diffusi ulteriori dettagli, ma Ubisoft ha promesso di sbottonarsi maggiormente in procinto del rilascio del DLC. E dato che, come detto, manca meno di una settimana, non ci sarà da attendere molto.

Immortals Fenyx Rising è disponibile su PS5, Xbox Series X/S, PS4, Xbox One, Nintendo Switch, PC, e Stadia, e se lo cercate a prezzo scontato potete controllare le pagine di Instant Gaming. Per tutte le news sul mondo dei videogiochi, invece, l’invito è quello di continuare a seguirci su tuttoteK.

]]>
immortals fenyx rising the lost gods

Ubisoft ha confermato la data di lancio di The Lost Gods, il nuovo DLC diretto al fortunato Immortals Fenyx Rising

Lanciato solo pochi mesi fa, Immortals Fenyx Rising (qua la nostra recensione per Switch) è stato in grado di introdurre una boccata d’aria fresca all’interno degli open world firmati Ubisoft, grazie alle atmosfere ed allo stile sicuramente peculiare della produzione. Dato il successo riscontrato, abbinato al consueto modus operandi del publisher, non stupisce che la produzione abbia abbracciato numerosi update, culminati in due DLC a cui, molto presto, andrà ad inserirsi una terza (ed ultima) espansione, The Lost Gods, della quale è stata da poco confermata la data di uscita.

Immortals Fenyx Rising: data per The Lost Gods

The Lost Gods, terzo ed ultimo DLC narrativo diretto a Immortals Fenyx Rising, debutterà per tutte le piattaforme tra meno di una settimana: a partire dal prossimo 22 Aprile, come confermato dalla stessa Ubisoft, l’espansione sarà disponibile all’interno dei vari store digitali. Ancora una volta, come accaduto negli altri add-on, il giocatore non sarà al controllo di Fenyx, ma sarà calato nei panni di un nuovo protagonista, chiamato Ash, chiamato a divenire il nuovo campione dei mortali dopo una serie di disastri.

Immortals Fenyx Rising: data per il DLC The Lost Gods

Ash si ritroverà a viaggiare in direzione di Pyrite Island, dove dovrà ritrovare e riunire gli dei fuggiti dall’Olimpo, in seguito ad un litigio avuto con Zeus. L’espansione sarà affrontata attraverso una interessante prospettiva divina, e presenterà anche un rinnovato combat system ispirato ai brawler più celebri. Al momento non sono stati diffusi ulteriori dettagli, ma Ubisoft ha promesso di sbottonarsi maggiormente in procinto del rilascio del DLC. E dato che, come detto, manca meno di una settimana, non ci sarà da attendere molto.

Immortals Fenyx Rising è disponibile su PS5, Xbox Series X/S, PS4, Xbox One, Nintendo Switch, PC, e Stadia, e se lo cercate a prezzo scontato potete controllare le pagine di Instant Gaming. Per tutte le news sul mondo dei videogiochi, invece, l’invito è quello di continuare a seguirci su tuttoteK.

L'articolo Immortals Fenyx Rising: data per il DLC The Lost Gods proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/immortals-fenyx-rising-data-the-lost-gods/feed 0
Marvel’s Avengers: l’evento Tachyon Anomaly al via in data 22 Aprile https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/marvels-avengers-tachyon-anomaly-data https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/marvels-avengers-tachyon-anomaly-data#respond Fri, 16 Apr 2021 08:16:31 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139517

Crystal Dynamics ha confermato la data di inizio di Tachyon Anomaly, l’evento che andrà a rimpolpare le attività ludiche di Marvel’s Avengers

Siete stanchi di combattere ad oltranza le forze dell’AIM in Marvel’s Avengers? Se la risposta è affermativa, allora, la notizia che state per leggere non potrà che rendervi estremamente felici, dato che il titolo firmato Crystal Dynamics si appresta ad accogliere, a breve, un nuovo evento, chiamato Tachyon Anomaly. La nuova serie di missioni prenderà ufficialmente il via in data 22 Aprile, per concludersi il 3 di Maggio, e permetterà di formare squadre composte interamente da eroi identici: largo, quindi, a gruppi di Iron Man, Black Widow o Captain America!

Marvel’s Avengers: svelata la data di inizio di Tachyon Anomaly

Assieme alla nuova Tachyon Mission, intitolata “And We’re Back”, l’evento includerà una serie di missioni settimanali, più alcune giornaliere, che serviranno per ottenere Hivemind Set Gear e Priority Set Gear. Ovviamente non mancheranno anche numerose Tachyon Rift Missions, così come sortite dedicate agli eroi il cui Power Level è compreso tra 1 e 100. Queste ultime ruoteranno durante la giornata, garantendo una serie di ricompense sempre differenti.

Marvel's Avengers: l'evento Tachyon Anomaly al via in data 22 Aprile

Sarà inoltre possibile guadagnare dei Temporal Assault Nameplates, compreso un set animato che sarà ottenibile completando per la prima volta la serie di missioni settimanali. Gli oggetti in questione, disponibili per ciascuno degli eroi, saranno presenti anche nel Marketplace contenuto all’interno di Marvel’s Avengers. Dalla data del 22 Aprile sino al 29 dello stesso mese, troverete quelle di Thor, Hulk, Black Widow e Hawkeye, mentre le personalizzazioni dedicate ad Iron Man, Ms. Marvel, Kate Bishop e Captain America saranno disponibili dal 29 Aprile sino al 6 di Maggio.

Vi ricordiamo che il gioco (qua la nostra recensione) è attualmente disponibile Xbox One, PS4, PC e Google Stadia, con l’update next gen rivolto a Xbox Series X/S e PS5 che è stato da poco reso disponibile. Se ancora non lo avete e siete interessati all’acquisto, vi consigliamo di dare un’occhiata su Instant Gaming.

Per tutte le news sul mondo dei videogiochi, invece, l’appuntamento rimane fissato qua, su tuttoteK.

]]>

Crystal Dynamics ha confermato la data di inizio di Tachyon Anomaly, l’evento che andrà a rimpolpare le attività ludiche di Marvel’s Avengers

Siete stanchi di combattere ad oltranza le forze dell’AIM in Marvel’s Avengers? Se la risposta è affermativa, allora, la notizia che state per leggere non potrà che rendervi estremamente felici, dato che il titolo firmato Crystal Dynamics si appresta ad accogliere, a breve, un nuovo evento, chiamato Tachyon Anomaly. La nuova serie di missioni prenderà ufficialmente il via in data 22 Aprile, per concludersi il 3 di Maggio, e permetterà di formare squadre composte interamente da eroi identici: largo, quindi, a gruppi di Iron Man, Black Widow o Captain America!

Marvel’s Avengers: svelata la data di inizio di Tachyon Anomaly

Assieme alla nuova Tachyon Mission, intitolata “And We’re Back”, l’evento includerà una serie di missioni settimanali, più alcune giornaliere, che serviranno per ottenere Hivemind Set Gear e Priority Set Gear. Ovviamente non mancheranno anche numerose Tachyon Rift Missions, così come sortite dedicate agli eroi il cui Power Level è compreso tra 1 e 100. Queste ultime ruoteranno durante la giornata, garantendo una serie di ricompense sempre differenti.

Marvel's Avengers: l'evento Tachyon Anomaly al via in data 22 Aprile

Sarà inoltre possibile guadagnare dei Temporal Assault Nameplates, compreso un set animato che sarà ottenibile completando per la prima volta la serie di missioni settimanali. Gli oggetti in questione, disponibili per ciascuno degli eroi, saranno presenti anche nel Marketplace contenuto all’interno di Marvel’s Avengers. Dalla data del 22 Aprile sino al 29 dello stesso mese, troverete quelle di Thor, Hulk, Black Widow e Hawkeye, mentre le personalizzazioni dedicate ad Iron Man, Ms. Marvel, Kate Bishop e Captain America saranno disponibili dal 29 Aprile sino al 6 di Maggio.

Vi ricordiamo che il gioco (qua la nostra recensione) è attualmente disponibile Xbox One, PS4, PC e Google Stadia, con l’update next gen rivolto a Xbox Series X/S e PS5 che è stato da poco reso disponibile. Se ancora non lo avete e siete interessati all’acquisto, vi consigliamo di dare un’occhiata su Instant Gaming.

Per tutte le news sul mondo dei videogiochi, invece, l’appuntamento rimane fissato qua, su tuttoteK.

L'articolo Marvel’s Avengers: l’evento Tachyon Anomaly al via in data 22 Aprile proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/marvels-avengers-tachyon-anomaly-data/feed 0
Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/speciali-film-e-serie-tv/kamisama-kiss-di-julietta-suzuki-anime-e-inchiostro https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/speciali-film-e-serie-tv/kamisama-kiss-di-julietta-suzuki-anime-e-inchiostro#respond Fri, 16 Apr 2021 08:00:52 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139120

Bentornati all’appuntamento dedicato agli anime, e al loro raffronto con i manga: oggi vi presentiamo Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki

Abbiamo parlato nei precedenti appuntamenti di quanto la cultura giapponese sia intrinseca di elementi magici e mistici. Un insieme di sacro e profano che appare, ai nostri occhi, ben equilibrato e completamente verosimile. Le storie dei fantasmi, dei demoni e degli eroi scelti per sconfiggerli hanno quel qualcosa di malinconico e suggestivo, che la tradizione occidentale non conosce. Le guerre sono combattute, soprattutto, tra mostri e demoni, e anche quando fa capolino qualche umano, riesce a integrarsi perfettamente dentro questa aurea di magia che permea la terra. 

Se avrete mai la possibilità di girovagare per le strada di una qualsiasi città giapponese, noterete una grandissima presenza di santuari; ognuno con la propria storia, tradizione e magia. Molte di queste tradizioni sono celebrate anche oggi, grazie a sacerdoti e sacerdotesse impegnate nel tramandare al prossimo i segreti di una storia millenaria. 

L’anime di oggi è ambientato proprio dentro uno di questi santuari “cittadini”. Tra magia e realtà, si incrociano le vite della giovane Nanami e del demone volpe Tomoe

Kamisama Kiss, scritto e disegnato da Julietta Suzuki, è un manga shōjo serializzato sulla rivista Hana to Yume dal 2008 al 2016. Dal fumetto, è tratta una serie anime; prodotta dallo studio TMS Entertainment sotto la regia di Akitaro Daichi, andò in onda nel 2012 (mentre è del 2015 una seconda stagione).

Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro

Trama | Kamisama Kiss di Julietta Suzuki

Il padre di Nanami, assiduo giocatore d’azzardo, un giorno scompare dalla vita della figlia.  Dopo aver accumulato una quantità enorme di debiti, scappa lasciando la figlia in balia dei creditori. Nanami rimane, così, senza una casa.

Una sera, però, salva un misterioso viaggiatore di nome Mikage da un cane rabbioso. Dopo avergli raccontato la sua vicenda, come segno di ringraziamento, il ragazzo le cede il suo alloggio. Incredula, si reca nel posto indicato, scoprendo che si tratta di un santuario; qui viene subito accolta dai custodi del tempio, Onikiri e Kotetsu, e da Tomoe, un demone volpe. Questi, scoprono che Mikage ha scelto Nanami come divinità della Terra del santuario, e le ha conferito il suo marchio nominandola nuova divinità. All’inizio Nanami è riluttante, ma vivendo al santuario con Onikiri, Kotetsu e Tomoe, si rende conto di quanto sia dura e difficile la sua posizione come nuova divinità della Terra.

Col proseguire della storia, Nanami finisce per innamorarsi di Tomoe, ma lui la respinge poiché l’amore tra un umano e uno yōkai è vietato. Nonostante ciò, anche Tomoe finirà col ricambiare i suoi sentimenti.

Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro

Yōkai | Kamisama Kiss di Julietta Suzuki

Sono tantissime le storie legate agli Yōkai, i fondatori indiscussi della stessa mitologia giapponese; i racconti a loro dedicati possiedono la stessa rilevanza narrativa che noi, in occidente, diamo alle parabole cristiane e ai santi.
L’importanza di queste figure sovrannaturali si evince soprattutto dalle molte tipologie con le quali si presentano nella narrativa folcloristica. Si va dal malvagio oni, alle ingannatrici kitsune, alla signora della neve yuki-onna; alcuni posseggono parti animali e parti umane, ad esempio il kappa, il tengu o la nure-onna. Tutti, comunque sia, sono quasi sempre considerati pericolosi per gli esseri umani, e le loro azioni hanno ragioni oscure. Alcune storie, soprattutto le più recenti, narrano anche di demoni così tanto inglobati dalla società, da giacere con un’umana e concepire un mezzo demone. Altri yōkai, invece, semplicemente evitano gli esseri umani e abitano aree selvagge molto lontano dai centri abitati. Le varietà di demoni nella mitologia giapponese sono quindi molteplici; lo stesso termine “yōkai” può arrivare a comprendere praticamente tutti i mostri e gli esseri sovrannaturali, perfino creature della mitologia occidentale.

In Kamisama Kiss sono molti gli yōkai presentati, uno in ogni episodio, le cui vicende ruotano intorno ai protagonisti e alla loro storia personale. Demoni che ritornano dal passato, con i quali Tomoe deve fare i conti; demoni pronti ad impossessarsi del santuario o innamoratisi della giovane Nanami. Tra gag comiche e sketch esilaranti, il folclore giapponese prende vita a 360 gradi. 

Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro

Famigli e divinità protettrici | Kamisama Kiss di Julietta Suzuki

Famigli e Divinità Protettrici hanno compiti ben precisi: i primi devono rendere il tempio abitabile e occuparsi delle faccende domestiche, come pure della protezione del proprio padrone; i secondi, invece, esaudire le preghiere delle persone che vengono in visita al tempio (in base ai proprio poteri).

Nanami, però, è una semplice umana. La storia ruota tutta intorno a questa sua semplicità, in contrasto con un mondo, quello magico, che di semplice ha ben poco. Colpisce la sua caparbietà e la sua indole testarda, così come l’incredibile capacità di mettersi sempre al servizio del luogo che ha scelto (o le è stato imposto) di proteggere. Tutti questi elementi, e molto altro, spingono Tomoe ad accettarla e vederla finalmente per quello che è: una vera sacerdotessa

Nonostante i rimandi al folclore e ai bestiari, la trama pone al centro i sentimenti di Nanami e le assurde situazioni in cui riesce a infilarsi. La psicologia dei personaggi risulta, ovviamente, semplice da intuire (ma non per questo brutta). Nanami impersona in pieno la morale dell’opera in sé: sebbene la vita spesso non sorrida alle persone, un po’ di ottimismo e di positività possono ribaltare radicalmente la propria situazione.

Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro

Manga e anime

I disegni dell’anime si rifanno in toto a quelli del manga; curati fin nei minimi dettagli, stonano solo per un elemento: l’uso eccessivo del super deformed per sottolineare l’aspetto comico della storia. 

La psicologia dei personaggi è abbastanza approfondita, principalmente nel manga; anche l’anime, tuttavia, riesce a rendere le atmosfere del manga grazie ad un buon comparto musicale (adatto per alcune scene, soprattutto quelle legate al mondo magico).

Una storia che non ha nulla di originale in sé, sebbene attinga molto approfonditamente dal folclore giapponese. Chi si trova a scoprire questo mondo per la prima volta, troverà in Kamisama Kiss un ottimo punto di partenza. 

]]>

Bentornati all’appuntamento dedicato agli anime, e al loro raffronto con i manga: oggi vi presentiamo Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki

Abbiamo parlato nei precedenti appuntamenti di quanto la cultura giapponese sia intrinseca di elementi magici e mistici. Un insieme di sacro e profano che appare, ai nostri occhi, ben equilibrato e completamente verosimile. Le storie dei fantasmi, dei demoni e degli eroi scelti per sconfiggerli hanno quel qualcosa di malinconico e suggestivo, che la tradizione occidentale non conosce. Le guerre sono combattute, soprattutto, tra mostri e demoni, e anche quando fa capolino qualche umano, riesce a integrarsi perfettamente dentro questa aurea di magia che permea la terra. 

Se avrete mai la possibilità di girovagare per le strada di una qualsiasi città giapponese, noterete una grandissima presenza di santuari; ognuno con la propria storia, tradizione e magia. Molte di queste tradizioni sono celebrate anche oggi, grazie a sacerdoti e sacerdotesse impegnate nel tramandare al prossimo i segreti di una storia millenaria. 

L’anime di oggi è ambientato proprio dentro uno di questi santuari “cittadini”. Tra magia e realtà, si incrociano le vite della giovane Nanami e del demone volpe Tomoe

Kamisama Kiss, scritto e disegnato da Julietta Suzuki, è un manga shōjo serializzato sulla rivista Hana to Yume dal 2008 al 2016. Dal fumetto, è tratta una serie anime; prodotta dallo studio TMS Entertainment sotto la regia di Akitaro Daichi, andò in onda nel 2012 (mentre è del 2015 una seconda stagione).

Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro

Trama | Kamisama Kiss di Julietta Suzuki

Il padre di Nanami, assiduo giocatore d’azzardo, un giorno scompare dalla vita della figlia.  Dopo aver accumulato una quantità enorme di debiti, scappa lasciando la figlia in balia dei creditori. Nanami rimane, così, senza una casa.

Una sera, però, salva un misterioso viaggiatore di nome Mikage da un cane rabbioso. Dopo avergli raccontato la sua vicenda, come segno di ringraziamento, il ragazzo le cede il suo alloggio. Incredula, si reca nel posto indicato, scoprendo che si tratta di un santuario; qui viene subito accolta dai custodi del tempio, Onikiri e Kotetsu, e da Tomoe, un demone volpe. Questi, scoprono che Mikage ha scelto Nanami come divinità della Terra del santuario, e le ha conferito il suo marchio nominandola nuova divinità. All’inizio Nanami è riluttante, ma vivendo al santuario con Onikiri, Kotetsu e Tomoe, si rende conto di quanto sia dura e difficile la sua posizione come nuova divinità della Terra.

Col proseguire della storia, Nanami finisce per innamorarsi di Tomoe, ma lui la respinge poiché l’amore tra un umano e uno yōkai è vietato. Nonostante ciò, anche Tomoe finirà col ricambiare i suoi sentimenti.

Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro

Yōkai | Kamisama Kiss di Julietta Suzuki

Sono tantissime le storie legate agli Yōkai, i fondatori indiscussi della stessa mitologia giapponese; i racconti a loro dedicati possiedono la stessa rilevanza narrativa che noi, in occidente, diamo alle parabole cristiane e ai santi.
L’importanza di queste figure sovrannaturali si evince soprattutto dalle molte tipologie con le quali si presentano nella narrativa folcloristica. Si va dal malvagio oni, alle ingannatrici kitsune, alla signora della neve yuki-onna; alcuni posseggono parti animali e parti umane, ad esempio il kappa, il tengu o la nure-onna. Tutti, comunque sia, sono quasi sempre considerati pericolosi per gli esseri umani, e le loro azioni hanno ragioni oscure. Alcune storie, soprattutto le più recenti, narrano anche di demoni così tanto inglobati dalla società, da giacere con un’umana e concepire un mezzo demone. Altri yōkai, invece, semplicemente evitano gli esseri umani e abitano aree selvagge molto lontano dai centri abitati. Le varietà di demoni nella mitologia giapponese sono quindi molteplici; lo stesso termine “yōkai” può arrivare a comprendere praticamente tutti i mostri e gli esseri sovrannaturali, perfino creature della mitologia occidentale.

In Kamisama Kiss sono molti gli yōkai presentati, uno in ogni episodio, le cui vicende ruotano intorno ai protagonisti e alla loro storia personale. Demoni che ritornano dal passato, con i quali Tomoe deve fare i conti; demoni pronti ad impossessarsi del santuario o innamoratisi della giovane Nanami. Tra gag comiche e sketch esilaranti, il folclore giapponese prende vita a 360 gradi. 

Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro

Famigli e divinità protettrici | Kamisama Kiss di Julietta Suzuki

Famigli e Divinità Protettrici hanno compiti ben precisi: i primi devono rendere il tempio abitabile e occuparsi delle faccende domestiche, come pure della protezione del proprio padrone; i secondi, invece, esaudire le preghiere delle persone che vengono in visita al tempio (in base ai proprio poteri).

Nanami, però, è una semplice umana. La storia ruota tutta intorno a questa sua semplicità, in contrasto con un mondo, quello magico, che di semplice ha ben poco. Colpisce la sua caparbietà e la sua indole testarda, così come l’incredibile capacità di mettersi sempre al servizio del luogo che ha scelto (o le è stato imposto) di proteggere. Tutti questi elementi, e molto altro, spingono Tomoe ad accettarla e vederla finalmente per quello che è: una vera sacerdotessa

Nonostante i rimandi al folclore e ai bestiari, la trama pone al centro i sentimenti di Nanami e le assurde situazioni in cui riesce a infilarsi. La psicologia dei personaggi risulta, ovviamente, semplice da intuire (ma non per questo brutta). Nanami impersona in pieno la morale dell’opera in sé: sebbene la vita spesso non sorrida alle persone, un po’ di ottimismo e di positività possono ribaltare radicalmente la propria situazione.

Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro

Manga e anime

I disegni dell’anime si rifanno in toto a quelli del manga; curati fin nei minimi dettagli, stonano solo per un elemento: l’uso eccessivo del super deformed per sottolineare l’aspetto comico della storia. 

La psicologia dei personaggi è abbastanza approfondita, principalmente nel manga; anche l’anime, tuttavia, riesce a rendere le atmosfere del manga grazie ad un buon comparto musicale (adatto per alcune scene, soprattutto quelle legate al mondo magico).

Una storia che non ha nulla di originale in sé, sebbene attinga molto approfonditamente dal folclore giapponese. Chi si trova a scoprire questo mondo per la prima volta, troverà in Kamisama Kiss un ottimo punto di partenza. 

L'articolo Kamisama Kiss, di Julietta Suzuki | Anime e inchiostro proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/speciali-film-e-serie-tv/kamisama-kiss-di-julietta-suzuki-anime-e-inchiostro/feed 0
Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/funko-pop-infinity-warps https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/funko-pop-infinity-warps#respond Fri, 16 Apr 2021 07:30:42 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139478

Funko allarga ancora ulteriormente la propria sterminata selezione di figure con i nuovi POP ispirati alla saga Infinity Warps di Marvel

Marvel è una fucina inarrestabile di nuove storie e personaggi, la casa americana vanta all’attivo un’infinità di licenze e serie cinematografiche, fumettistiche e televisive senza precedenti. Ormai in molte di queste saghe è normale viaggiare in avanti e in dietro nel tempo (come successo già in Infinity Wars) e all’immaginario della celebre casa statunitense ci si riferisce, ormai, con l’eloquente termine multiverso. Il “campionario” di personaggi Marvel è sempre più affollato con nuovi personaggi che si aggiungono a quest’ultimo su base regolare.

Funko, lo stra-popolare produttore di gadget americano, ha cercato di rimescolare ulteriormente le carte sulla tavola del variegato multiverso di cui sopra. Ecco quindi che sono state di recente presentate ben sei nuovi Funko POP che mostrano i design di vari celebri personaggi Marvel fusi insieme tra di loro, il tutto è ispirato alla serie fumettistica Infinity Warps. Vediamo tutti i dettagli al riguardo nelle prossime righe di questo articolo.

Funko POP: la serie Infinity Warps vi regala Black Panther fuso a Ghost Rider e Ironman con il martello di Thor!

Nuovi Funko POP si aggiungono alla sterminata collezione della casa americana per celebrare la saga Marvel Infinity Warps. Se desideravate vedere Ironman con il brutale martello di Thor o Black Panther con il teschio di Ghost Rider siete stati appena accontentati.

Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel!

Qui in alto potete osservare i primi scatti ufficiali delle figure in questione (come sempre l’altezza è stimata a circa 9 cm). Potrete comprarle a breve sulle maggiori catene specializzate al prezzo di listino di 12 euro. A proposito, avete visto i nuovi POP esclusivi del WonderCon 2021? E quelli di Game of Thrones?

Che ne pensate di questi nuovi buffi personaggi? Li acquisterete? Fatecelo sapere qui in basso nella sezione commenti. Restate sintonizzati su tuttoteK per tutte le notizie e le curiosità dall’ammaliante mondo delle figures e non solo. Da ultimo, per i Funko POP!, i prodotti LEGO, Star Wars, Disney, Marvel, Nintendo, Banpresto e gadget di ogni sorta a prezzi scontati vi invitiamo a dare un’occhiata allo store di Zavvi.it. Qui, invece, potete trovare lo store di POP in A BOX con migliaia di offerte su tutti i prodotti di Funko, dategli un’occhiata!

]]>

Funko allarga ancora ulteriormente la propria sterminata selezione di figure con i nuovi POP ispirati alla saga Infinity Warps di Marvel

Marvel è una fucina inarrestabile di nuove storie e personaggi, la casa americana vanta all’attivo un’infinità di licenze e serie cinematografiche, fumettistiche e televisive senza precedenti. Ormai in molte di queste saghe è normale viaggiare in avanti e in dietro nel tempo (come successo già in Infinity Wars) e all’immaginario della celebre casa statunitense ci si riferisce, ormai, con l’eloquente termine multiverso. Il “campionario” di personaggi Marvel è sempre più affollato con nuovi personaggi che si aggiungono a quest’ultimo su base regolare.

Funko, lo stra-popolare produttore di gadget americano, ha cercato di rimescolare ulteriormente le carte sulla tavola del variegato multiverso di cui sopra. Ecco quindi che sono state di recente presentate ben sei nuovi Funko POP che mostrano i design di vari celebri personaggi Marvel fusi insieme tra di loro, il tutto è ispirato alla serie fumettistica Infinity Warps. Vediamo tutti i dettagli al riguardo nelle prossime righe di questo articolo.

Funko POP: la serie Infinity Warps vi regala Black Panther fuso a Ghost Rider e Ironman con il martello di Thor!

Nuovi Funko POP si aggiungono alla sterminata collezione della casa americana per celebrare la saga Marvel Infinity Warps. Se desideravate vedere Ironman con il brutale martello di Thor o Black Panther con il teschio di Ghost Rider siete stati appena accontentati.

Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel!

Qui in alto potete osservare i primi scatti ufficiali delle figure in questione (come sempre l’altezza è stimata a circa 9 cm). Potrete comprarle a breve sulle maggiori catene specializzate al prezzo di listino di 12 euro. A proposito, avete visto i nuovi POP esclusivi del WonderCon 2021? E quelli di Game of Thrones?

Che ne pensate di questi nuovi buffi personaggi? Li acquisterete? Fatecelo sapere qui in basso nella sezione commenti. Restate sintonizzati su tuttoteK per tutte le notizie e le curiosità dall’ammaliante mondo delle figures e non solo. Da ultimo, per i Funko POP!, i prodotti LEGO, Star Wars, Disney, Marvel, Nintendo, Banpresto e gadget di ogni sorta a prezzi scontati vi invitiamo a dare un’occhiata allo store di Zavvi.it. Qui, invece, potete trovare lo store di POP in A BOX con migliaia di offerte su tutti i prodotti di Funko, dategli un’occhiata!

L'articolo Funko POP: ecco le nuove figure Infinity Warps a tema Marvel! proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/funko-pop-infinity-warps/feed 0
Indiana Jones 5: Mads Mikkelsen entra a far parte del cast https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/indiana-jones-5-mads-mikkelsen-entra-far-parte-cast https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/indiana-jones-5-mads-mikkelsen-entra-far-parte-cast#respond Fri, 16 Apr 2021 07:21:23 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139509

Oltre a Harrison Ford e Phoebe Waller-Bridge, al cast di Indiana Jones 5 si aggiunge anche l’attore danese Mads Mikkelsen

Il nuovo capitolo della famosissima saga di Indiana Jones sta per diventare realtà. La notizia è arrivata a dicembre, durante il Disney Investor Day, nel quale la Walt Disney Company ha annunciato i suoi nuovi progetti. Tra questi ce n’è uno che ha fatto impazzire i fan, e si tratta proprio di Indiana Jones 5, la cui distribuzione è prevista per luglio 2022.

Il noto archeologo avventuriero sarà ancora una volta interpretato da Harrison Ford, mentre la sua co-protagonista femminile sarà Phoebe Waller-Bridge, star di Fleabag. Il progetto è ancora avvolto nel mistero, ma uno dopo l’altro si stanno aggiungendo dei nuovi tasselli. L’ultima notizia è quella di una new entry nel cast.

Mads Mikkelsen nel cast di Indiana Jones 5

Parliamo di Mads Mikkelsen, che entra ufficialmente a far parte del cast di Indiana Jones 5. L’attore danese è noto in particolare per la serie TV Hannibal (2013-2015) e per film come Casino Royale (2006) di Martin Campbell e Doctor Strange (2016) di Scott Derrickson. Ultimamente l’abbiamo ammirato in Un altro giro, di Thomas Vinterberg, che parteciperà ai Premi Oscar 2021 nelle categorie Miglior film straniero e Miglior regista.

Quello di Indiana Jones sarà il secondo franchise a cui Mikkelsen parteciperà: l’attore è stato di recente scritturato per interpretare Grindelwald in Animali Fantastici 3, sostituendo così Johnny Depp, che ha dovuto abbandonare il progetto a causa dei suoi recenti problemi legali.

Ancora non sappiamo che personaggio interpreterà Mikkelsen, ma il suo profondo sguardo potrebbe ben adattarsi a un ruolo da antagonista.

Indiana Jones 5: Mads Mikkelsen entra a far parte del cast

Indiana Jones 5, prodotto dalla Lucasfilm, ha visto un passaggio di testimone per quanto riguarda la regia. Da Steven Spielberg si passa infatti a James Mangold, regista di Ragazze interrotte (1999), Quando l’amore brucia l’anima – Walk the line (2005) e Le Mans ’66 – La grande sfida (2019). Ma non vi preoccupate, perché Spielberg farà comunque parte del progetto come produttore, e avrà sicuramente un peso importante nella realizzazione del lungometraggio. Assieme a lui, producono Kathleen Kennedy, Frank Marshall e Simon Emanuel. Un grande ritorno anche per John Williams, già compositore delle colonne sonore dei precedenti capitoli di Indiana Jones.

La produzione di Indiana Jones 5 dovrebbe cominciare in estate, perciò rimaniamo in attesa di altre notizie. Nel frattempo, continuate a seguirci su questa pagina per non perdervi tutte le news su cinema e serie TV!

]]>
indiana jones mads mikkelsen

Oltre a Harrison Ford e Phoebe Waller-Bridge, al cast di Indiana Jones 5 si aggiunge anche l’attore danese Mads Mikkelsen

Il nuovo capitolo della famosissima saga di Indiana Jones sta per diventare realtà. La notizia è arrivata a dicembre, durante il Disney Investor Day, nel quale la Walt Disney Company ha annunciato i suoi nuovi progetti. Tra questi ce n’è uno che ha fatto impazzire i fan, e si tratta proprio di Indiana Jones 5, la cui distribuzione è prevista per luglio 2022.

Il noto archeologo avventuriero sarà ancora una volta interpretato da Harrison Ford, mentre la sua co-protagonista femminile sarà Phoebe Waller-Bridge, star di Fleabag. Il progetto è ancora avvolto nel mistero, ma uno dopo l’altro si stanno aggiungendo dei nuovi tasselli. L’ultima notizia è quella di una new entry nel cast.

Mads Mikkelsen nel cast di Indiana Jones 5

Parliamo di Mads Mikkelsen, che entra ufficialmente a far parte del cast di Indiana Jones 5. L’attore danese è noto in particolare per la serie TV Hannibal (2013-2015) e per film come Casino Royale (2006) di Martin Campbell e Doctor Strange (2016) di Scott Derrickson. Ultimamente l’abbiamo ammirato in Un altro giro, di Thomas Vinterberg, che parteciperà ai Premi Oscar 2021 nelle categorie Miglior film straniero e Miglior regista.

Quello di Indiana Jones sarà il secondo franchise a cui Mikkelsen parteciperà: l’attore è stato di recente scritturato per interpretare Grindelwald in Animali Fantastici 3, sostituendo così Johnny Depp, che ha dovuto abbandonare il progetto a causa dei suoi recenti problemi legali.

Ancora non sappiamo che personaggio interpreterà Mikkelsen, ma il suo profondo sguardo potrebbe ben adattarsi a un ruolo da antagonista.

Indiana Jones 5: Mads Mikkelsen entra a far parte del cast

Indiana Jones 5, prodotto dalla Lucasfilm, ha visto un passaggio di testimone per quanto riguarda la regia. Da Steven Spielberg si passa infatti a James Mangold, regista di Ragazze interrotte (1999), Quando l’amore brucia l’anima – Walk the line (2005) e Le Mans ’66 – La grande sfida (2019). Ma non vi preoccupate, perché Spielberg farà comunque parte del progetto come produttore, e avrà sicuramente un peso importante nella realizzazione del lungometraggio. Assieme a lui, producono Kathleen Kennedy, Frank Marshall e Simon Emanuel. Un grande ritorno anche per John Williams, già compositore delle colonne sonore dei precedenti capitoli di Indiana Jones.

La produzione di Indiana Jones 5 dovrebbe cominciare in estate, perciò rimaniamo in attesa di altre notizie. Nel frattempo, continuate a seguirci su questa pagina per non perdervi tutte le news su cinema e serie TV!

L'articolo Indiana Jones 5: Mads Mikkelsen entra a far parte del cast proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/indiana-jones-5-mads-mikkelsen-entra-far-parte-cast/feed 0
Matchbox: arriva il primo die-cast realizzato con materiali riciclati https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/mattel-matchbox-tesla-roadster https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/mattel-matchbox-tesla-roadster#respond Fri, 16 Apr 2021 07:15:27 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=139468

Mattel presenta Matchbox Tesla Roadster, il primo veicolo die-cast unico nel suo genere realizzato con il 99% di materiali riciclati, un primo approccio al futuro del brand

Mattel ha annunciato il progetto “Verso un futuro migliore”, il suo impegno per realizzare tutti i veicoli die-cast, i playsets e i packaging di Matchbox con il 100% di materiali riciclati, riciclabili o in plastica a base biologica. Grazie ad innovativi veicoli elettrici e ambientazioni che rispecchiano il mondo reale, i giocattoli Matchbox sono disegnati per coinvolgere i bambini in un futuro più ecologico L’impegno supporta l’obiettivo di Mattel di raggiungere il 100% di materiali riciclati, riciclabili o plastiche a base biologica all’interno sia dei prodotti che del packaging entro il 2030.

Per illustrare questi principi, il brand presenta Matchbox Tesla Roadster, il suo primo die-cast realizzato con il 99% di materiali riciclati e con certificazione Carbon Neutral*. Realizzato per il 62,1% in zinco riciclato, per l’1% in acciaio inox e per il 36,9% in plastica riciclata, Matchbox Tesla Roadster sarà disponibile dal 2022.

Matchbox: ecco il primo die-cast realizzato con materiali riciclati

Il brand Matchbox include nuove linee di prodotti e imballaggi che presentano:

  • Materiali più ecocompatibili e innovativi per i veicoli, i playset e gli imballaggi
  • Migliore possibilità di riciclo da parte dei consumatori grazie allo speciale design del prodotto e all’etichettatura degli imballaggi
  • Un approccio globale al gioco a tema ecologico, con una maggiore offerta di veicoli elettrici e caricabatterie per veicoli elettrici all’interno dei giocatoli.

Fin dall’esordio delle moderne macchinine die-cast circa 70 anni fa, Matchbox ha utilizzato il design e l’innovazione per connettere i bambini con il mondo che li circonda attraverso il gioco. Matchbox si impegna nell’ utilizzare materiali al 100% riciclcati, riciclabili e plastiche a base biologica per fare la sua parte nell’affrontare le crescenti problematiche ambientali che ci troviamo a dover fronteggiare, e motivare la prossima generazione di fan di Matchbox ad aiutarci e guidarci verso un futuro sostenibile.

Ad affermare ciò è stato Roberto Stanichi, Global Head of Vehicles di Mattel. I fan vedranno realizzarsi l’impegno del brand attraverso la realizzazione di prodotti con imballaggi senza plastica, utilizzando contenuti certificati Forest Stewardship Council (FSC) nei materiali in carta e fibra di legno.

Matchbox: arriva il primo die-cast realizzato con materiali riciclati Matchbox: arriva il primo die-cast realizzato con materiali riciclati

 

Il brand inoltre si sta concentrando per promuovere un corretto riciclo e ridurre gli sprechi. Progetta playset con parti riciclabili ed elettronica consolidabile in un unico modulo facilmente rimovibile per contribuire a rendere più facile il processo di riciclo dei rifiuti elettronici. L’utilizzo del marchio How 2 Recycle guida i consumatori al corretto smaltimento dei materiali di imballaggio. Il brand inoltre sta cercando alternative per ridurre il consumo di energia, di emissioni di carbonio e degli sprechi nelle produzioni, perseguendo al contempo gli stessi standard di eccellenza del prodotto finito che Matchbox crea.

Vi ricordiamo di continuare a seguire le pagine di tuttoteK per restare sempre aggiornati sul mondo del collezionismo, quello videoludico e tanto altro ancora!

]]>

Mattel presenta Matchbox Tesla Roadster, il primo veicolo die-cast unico nel suo genere realizzato con il 99% di materiali riciclati, un primo approccio al futuro del brand

Mattel ha annunciato il progetto “Verso un futuro migliore”, il suo impegno per realizzare tutti i veicoli die-cast, i playsets e i packaging di Matchbox con il 100% di materiali riciclati, riciclabili o in plastica a base biologica. Grazie ad innovativi veicoli elettrici e ambientazioni che rispecchiano il mondo reale, i giocattoli Matchbox sono disegnati per coinvolgere i bambini in un futuro più ecologico L’impegno supporta l’obiettivo di Mattel di raggiungere il 100% di materiali riciclati, riciclabili o plastiche a base biologica all’interno sia dei prodotti che del packaging entro il 2030.

Per illustrare questi principi, il brand presenta Matchbox Tesla Roadster, il suo primo die-cast realizzato con il 99% di materiali riciclati e con certificazione Carbon Neutral*. Realizzato per il 62,1% in zinco riciclato, per l’1% in acciaio inox e per il 36,9% in plastica riciclata, Matchbox Tesla Roadster sarà disponibile dal 2022.

Matchbox: ecco il primo die-cast realizzato con materiali riciclati

Il brand Matchbox include nuove linee di prodotti e imballaggi che presentano:

  • Materiali più ecocompatibili e innovativi per i veicoli, i playset e gli imballaggi
  • Migliore possibilità di riciclo da parte dei consumatori grazie allo speciale design del prodotto e all’etichettatura degli imballaggi
  • Un approccio globale al gioco a tema ecologico, con una maggiore offerta di veicoli elettrici e caricabatterie per veicoli elettrici all’interno dei giocatoli.

Fin dall’esordio delle moderne macchinine die-cast circa 70 anni fa, Matchbox ha utilizzato il design e l’innovazione per connettere i bambini con il mondo che li circonda attraverso il gioco. Matchbox si impegna nell’ utilizzare materiali al 100% riciclcati, riciclabili e plastiche a base biologica per fare la sua parte nell’affrontare le crescenti problematiche ambientali che ci troviamo a dover fronteggiare, e motivare la prossima generazione di fan di Matchbox ad aiutarci e guidarci verso un futuro sostenibile.

Ad affermare ciò è stato Roberto Stanichi, Global Head of Vehicles di Mattel. I fan vedranno realizzarsi l’impegno del brand attraverso la realizzazione di prodotti con imballaggi senza plastica, utilizzando contenuti certificati Forest Stewardship Council (FSC) nei materiali in carta e fibra di legno.

Matchbox: arriva il primo die-cast realizzato con materiali riciclati Matchbox: arriva il primo die-cast realizzato con materiali riciclati

 

Il brand inoltre si sta concentrando per promuovere un corretto riciclo e ridurre gli sprechi. Progetta playset con parti riciclabili ed elettronica consolidabile in un unico modulo facilmente rimovibile per contribuire a rendere più facile il processo di riciclo dei rifiuti elettronici. L’utilizzo del marchio How 2 Recycle guida i consumatori al corretto smaltimento dei materiali di imballaggio. Il brand inoltre sta cercando alternative per ridurre il consumo di energia, di emissioni di carbonio e degli sprechi nelle produzioni, perseguendo al contempo gli stessi standard di eccellenza del prodotto finito che Matchbox crea.

Vi ricordiamo di continuare a seguire le pagine di tuttoteK per restare sempre aggiornati sul mondo del collezionismo, quello videoludico e tanto altro ancora!

L'articolo Matchbox: arriva il primo die-cast realizzato con materiali riciclati proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/nerd-stuff/mattel-matchbox-tesla-roadster/feed 0