tuttoteK https://www.tuttotek.it blog su tecnologia e videogiochi Thu, 02 Jul 2020 13:08:34 +0000 it-IT hourly 1 https://www.tuttotek.it/wp-content/uploads/2015/12/cropped-nuovo_logo_quadro-1-32x32.png tuttoteK https://www.tuttotek.it 32 32 Xbox Summer Game Fest: annunciata la data dell’evento Microsoft https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/xbox-summer-game-fest-data https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/xbox-summer-game-fest-data#respond Thu, 02 Jul 2020 13:01:03 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111728

Le software house, in questa singolare estate, sono corse ai ripari per rimpiazzare l’E3. Xbox Summer Game Fest è solo l’ultimo di una lunga serie di eventi e finalmente ha una data ufficiale

Questo è ufficialmente l’anno della grande assenza dell’E3 (le date del prossimo sono già disponibili). Le software house sono corse ai ripari in fretta e già molti eventi videoludici si sono tenuti negli scorsi giorni, il grande reveal di PS5, l’EA Play Live, il PC Gaming Show, solo per citarne alcuni. In questo momento però, gli occhi del mondo videoludico sono puntati su Microsoft e sul suo Xbox Summer Game Fest che finalmente ha una data ufficiale che vi riveleremo nelle prossime righe. 

Tanti i giochi disponibili al Xbox Summer Game Fest che si terrà in data prossima

Xbox Summer Game Fest sarà di fatto l’etichetta che racchiuderà una fitta schiera di eventi che si terranno in data prossima, tra il 21 e il 27 luglio. Durante questo periodo, si avrà la possibilità di giocare a ben 60 demo.

Xbox Summer Game Fest: annunciata la data dell'evento Microsoft

Si tratta di giochi destinati ad Xbox One e Xbox Series X. Molte di queste demo propongono giochi ad uno stato embrionale quindi è del tutto verosimile che le versioni definitive saranno migliori sotto tutti i punti di vista. Potrete trovare i vari giochi in anteprima nella Dashboard di Xbox solo per il periodo in questione ma “alcuni” potrebbero essere riproposti in seguito. L’elenco completo sarà disponibile prossimamente. Alcuni dei giochi menzionati sono: Cris Tales, Destroy All Humans, Haven, Hellpoint, Raji: An Ancient Epic, Skatebird, The Vale: Shadow of the Crown e Welcome to Elk. Non è ancora chiaro se le demo saranno disponibili anche su PC. Vi terremo aggiornati sugli ulteriori dettagli.

Cosa ne pensate del prossimo evento in programma? Seguirete l’evento Microsoft? Parlatecene nei commenti. Restate sintonizzati con noi di tuttoteK per tutti gli aggiornamenti e le curiosità dal mondo del gaming e non solo.

]]>

Le software house, in questa singolare estate, sono corse ai ripari per rimpiazzare l’E3. Xbox Summer Game Fest è solo l’ultimo di una lunga serie di eventi e finalmente ha una data ufficiale

Questo è ufficialmente l’anno della grande assenza dell’E3 (le date del prossimo sono già disponibili). Le software house sono corse ai ripari in fretta e già molti eventi videoludici si sono tenuti negli scorsi giorni, il grande reveal di PS5, l’EA Play Live, il PC Gaming Show, solo per citarne alcuni. In questo momento però, gli occhi del mondo videoludico sono puntati su Microsoft e sul suo Xbox Summer Game Fest che finalmente ha una data ufficiale che vi riveleremo nelle prossime righe. 

Tanti i giochi disponibili al Xbox Summer Game Fest che si terrà in data prossima

Xbox Summer Game Fest sarà di fatto l’etichetta che racchiuderà una fitta schiera di eventi che si terranno in data prossima, tra il 21 e il 27 luglio. Durante questo periodo, si avrà la possibilità di giocare a ben 60 demo.

Xbox Summer Game Fest: annunciata la data dell'evento Microsoft

Si tratta di giochi destinati ad Xbox One e Xbox Series X. Molte di queste demo propongono giochi ad uno stato embrionale quindi è del tutto verosimile che le versioni definitive saranno migliori sotto tutti i punti di vista. Potrete trovare i vari giochi in anteprima nella Dashboard di Xbox solo per il periodo in questione ma “alcuni” potrebbero essere riproposti in seguito. L’elenco completo sarà disponibile prossimamente. Alcuni dei giochi menzionati sono: Cris Tales, Destroy All Humans, Haven, Hellpoint, Raji: An Ancient Epic, Skatebird, The Vale: Shadow of the Crown e Welcome to Elk. Non è ancora chiaro se le demo saranno disponibili anche su PC. Vi terremo aggiornati sugli ulteriori dettagli.

Cosa ne pensate del prossimo evento in programma? Seguirete l’evento Microsoft? Parlatecene nei commenti. Restate sintonizzati con noi di tuttoteK per tutti gli aggiornamenti e le curiosità dal mondo del gaming e non solo.

L'articolo Xbox Summer Game Fest: annunciata la data dell’evento Microsoft proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/xbox-summer-game-fest-data/feed 0
Migliori SSD per PC da acquistare | Luglio 2020 https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-ssd-pc-guida-mensile https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-ssd-pc-guida-mensile#comments Thu, 02 Jul 2020 12:50:00 +0000 https://37.60.232.161/~tuttote0/?p=993

Questa guida mensile all’acquisto di un disco SSD per PC Dekstop non sarà divisa per fasce di prezzo ma per categorie, in base all’utilizzo finale. In ogni categoria vi indicheremo i migliori SSD in base al vostro budget

Avere un SSD (disco allo stato solido) è ormai d’obbligo su un PC da gaming e non solo. Con il sistema operativo e le applicazioni installate su un SSD, Windows (o chi per lui) si avvierà in pochi secondi e le applicazioni prima che tu possa batter ciglio. L’intero sistema sarà più rapido e performante e ciò renderà l’utilizzo del PC più rapido e piacevole. Una volta che hai provato l’ebrezza di possedere un SSD non tornerai più indietro, poco ma sicuro.

Gli SSD in gioco contano, ma non sul framerate quanto sui tempi di caricamento e di installazione. Per capirci, in un gioco come Battlefield 1 il disco può ridurre di 80 secondi i tempi di caricamento di una mappa, e il respawn sarà di certo più rapido. L’esperienza generale risulterà più fluida e viziata da meno tempi morti.

Tuttavia esistono due aspetti negativi rispetto rispetto ai classici dischi meccanici, perlopiù trascurabili. Bisogna menzionare i prezzi che sono ancora piuttosto alti a parità di capienza, sebbene in costante discesa. E i limiti di scrittura: gli SSD hanno una sorta di “scadenza” che non consente più di tante scritture su di essi. Ma si tratta di limiti che difficilmente si raggiungono facendone un uso standard.

Prima qualche nozione fondamentale per la scelta e poi via con la lista dei migliori SSD per PC disponibili sul mercato.

Come si sceglie il miglior SSD da acquistare?

Per scegliere la migliore soluzione fra quelle proposte dal mercato dei dischi SSD bisogna acquisire familiarità con alcuni parametri tecnici. Scopriamo insieme quali sono questi parametri e quali sono gli aspetti che più pesano nella scelta dei migliori SSD disponibili.

Formato e tipologia di collegamento

La maggioranza dei dischi SSD per notebook e PC desktop è in formato 2,5″ e si installa nel computer tramite i classici connettori SATA. Prima di acquistare un SSD informati sul tipo di collegamento disponibile nel tuo PC.

  • SATA 2: le prestazioni si fermano a 3 Gbps teorici;
  • SATA 3: la velocità di trasferimento dei dati arriva fino a 6 Gbps teorici;
  • SATA Express: unisce l’infrastruttura SATA con l’interfaccia PCI Express (solo sulle schede madri supportate). Velocità di trasferimento dei dati fino a 10 Gbit/s o 16Gbit/s teorici;
  • mSATA: viene utilizzato su alcuni modelli di ultrabook e mini-PC. Stesse prestazioni dei sistemi SATA 3;
  • M.2: viene usato sopratutto in ultrabook e tablet convertibili, ma oggi è anche il punto di riferimento nei PC desktop ad alte prestazioni. L’M.2 può essere adoperato per gli SSD PCI-Express (i più veloci sul mercato) e per gli SSD SATA. Nel primo caso assicura prestazioni fino a 32 Gbps teorici, nel secondo fino a 16Gbps teorici. 

Prestazioni

Le prestazioni degli SSD si misurano usando principalmente due parametri:

  • le velocità sequenziali in lettura e scrittura, espresse in MB/s o in GB/s. Indicano le velocità teoriche raggiunte nel leggere e nello scrivere i dati in maniera sequenziale.
  • le velocità in lettura e scrittura random 4k, espresse in IOPS. Cioè operazioni di input/output per secondo che, attraverso la lettura e la scrittura casuale di piccoli blocchi di dati, permettono di simulare uno scenario di utilizzo reale. Questo rappresenta il parametro più importante per scegliere un SSD piuttosto che un altro.

Questi sono i parametri più significativi per scegliere un SSD, e ovviamente, più alti saranno questi valori e maggiori saranno le possibili prestazioni. In aggiunta a questi è bene controllare anche:

  • il valore dell’MTBF (cioè del tempo medio fra i guasti), che rappresenta un parametro di affidabilità che viene espresso in milioni di ore;
  • la quantità di memoria cache utilizzata;
  • il supporto alle tecnologie TRIM, S.M.A.R.T. ed NCQ.
Il comando TRIM

Permette a un sistema operativo di indicare i blocchi che non sono più in uso in un’unità a stato solido (o “SSD”), come per esempio i blocchi liberati dopo l’eliminazione di uno o più file. Generalmente nell’operazione di cancellazione eseguita da un Sistema Operativo (OS) i blocchi data vengono contrassegnati come non in uso. Il TRIM permette all’OS di passare questa informazione al controller dell’SSD, che altrimenti non sarebbe in grado di sapere quali blocchi eliminare.

S.M.A.R.T (Self-Monitoring, Analysis and Reporting Technology)

E’ un sistema di monitoraggio per i dischi rigidi del computer. Fornisce diversi indicatori di affidabilità attraverso cui è possibile anticipare eventuali malfunzionamenti. Scopo di questa tecnologia è avvertirci prima che il disco fisso si guasti e danneggi irreparabilmente i nostri dati.

Native Command Queuing (NCQ) e Advanced Host Controller Interface (AHCI)

E’ una tecnologia progettata per aumentare le prestazioni dei dischi rigidi. Consente all’hard disk di individuare l’ordine in cui ha ricevuto i comandi di lettura e ottimizzarne l’esecuzione temporale. Affinché NCQ sia abilitato, deve essere supportato e abilitato nel BIOS della scheda madre. Molti chipset più recenti supportano Advanced Host Controller Interface (AHCI), che consente ad un driver generico fornito dal sistema operativo il controllo del disco e l’attivazione di NCQ (discorso simile per Intel Rapid Technology e soluzioni simili).

Capacità di archiviazione

Come gli hard disk meccanici, anche gli SSD sono disponibili in diverse “taglie”. Per sostituire completamente un hard disk meccanico è consigliato un disco da almeno 256/512GB. Se invece vuoi affiancare un disco meccanico a su SSD su cui tenere solo il sistema operativo, i programmi e i file che usi più frequentemente puoi orientarti anche verso le unità da 120GB.

Durata e garanzia

Altri parametri importanti che vanno ponderati, sono quelli relativi al ciclo di vita dell’SSD e alla durata della garanzia. Come accennato poco sopra, le unità a stato solido hanno una sorta di scadenza relativa al numero di scritture supportate. I produttori indicano questa “scadenza” con un lasso di tempo, espresso in milioni di ore, dopo il quale non è più assicurato il corretto funzionamento del disco. Riguardo la garanzia, generalmente è di 3 o 5 anni ma nei prodotti di fascia alta arriva anche a 10 anni.

La lista dei migliori SSD per PC

Il mercato degli SSD vede una moltitudine di proposte davvero molto simili. In genere i prezzi fluttuano nel giro di pochi giorni o settimane.

Nessuna novità di rilievo nell’ultimo mese, complice anche l’aumento dei prezzi a causa della carenza di memoria NAND.

Scopriamo la lista aggiornata dei migliori SSD per PC disponibili sul mercato.

Migliori SSD da 120 GB

(attualmente in offerta)


Kingston A400 SSD SA400S37/120G Unità a Stato Solido Interne 2.5″ SATA, 120 GB

Un’opzione molto valida ed economica per aggiornare un vecchio PC dotato di disco meccanico senza spendere troppo.

  • Capacità: 120 GB
  • Velocità di lettura: fino a 500 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 450 MB/s

(attualmente in offerta)


SanDisk Plus SSD Unità a Stato Solido 120 GB, Velocità di Lettura fino a 530 MB/s, 2,5″, Sata III

Potete contare su questa unità per avere un’esperienza utente migliore rispetto a un disco meccanico, e godere allo stesso tempo di un’affidabilità superiore.

  • Capacità: 120 GB
  • Velocità di lettura: fino a 535 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 445 MB/s


Samsung Memorie 750 EVO MZ-750120BW SSD da 120GB, Sata3, Nero

Prezzo basso, prestazioni alte nella maggior parte dei carichi di lavoro.

  • Capacità: 120 GB
  • Velocità di lettura: fino a 540 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 128 GB


Intel Unità SSD M.2 128GB 600p

L’Intel 600p porta la tecnologia NVMe nella fascia mainstream, e questo è un bene. Non aspettatevi prestazioni al top del mercato, ma un prodotto capace di fare meglio degli SSD SATA in diversi frangenti.

  • Capacità: 128 GB
  • Velocità di lettura: fino a 770 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 450 MB/s

Migliori SSD da 240 – 256 GB

(attualmente in offerta)


KingDian 240GB-Disco 128 m Cache SATAIII disk SSD Solid State S280 240GB

Kingdian S280 è un prodotto dal nome sconosciuto ma che offre prestazioni pari a quelle dei modelli della stessa fascia costando meno.

  • Capacità: 240 GB
  • Velocità di lettura: fino a 517 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 376 MB/s

(attualmente in offerta)


Samsung Memorie MZ-76E250 860 EVO SSD Interno da 250 GB, SATA, 2.5″

Questa famiglia di prodotti è così buona da essere un serio concorrente per il più costoso 850 PRO.

  • Capacità: 250 GB
  • Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s


Samsung Memorie Mz-76P256 860 Pro Ssd Interno da 256 Gb, SATA, 2.5″, Nero

Possiamo dire che Samsung è riuscita a toccare i limiti dell’interfaccia SATA 6 Gbps. Non c’è margine per andare oltre.

  • Capacità: 256 GB
  • Velocità di lettura: fino a 560 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 530 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 256 GB


Intel ® SSDPEKKW256G7X1 600P HardDisk

L’Intel 600p porta la tecnologia NVMe nella fascia mainstream, e questo è un bene. Non aspettatevi prestazioni al top del mercato, ma un prodotto capace di fare meglio degli SSD SATA in diversi frangenti.

  • Capacità: 256 GB
  • Velocità di lettura: fino a 1570 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 540 MB/s

Migliori SSD da 480 – 525 GB

(attualmente in offerta)


KingDian – Unità a stato solido SSD da 2,5”, con tecnologia di memoria NAND 3D e connettore SATA III, tagli da 60, 120, 240 e 480 GB o 1 TB grigio Grigio. 480 GB

Kingdian S280 è un prodotto dal nome sconosciuto ma che offre prestazioni pari a quelle dei modelli della stessa fascia costando meno.

  • Capacità: 480 GB
  • Velocità di lettura: fino a 519 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 421 MB/s

(attualmente in offerta)


Samsung Memorie MZ-76E500 860 EVO SSD Interno da 500 GB, SATA, 2.5″

Samsung cerca di aumentare il valore della sua offerta usando NAND di alta densità su fascia media, offrendovi maggiore capacità rispetto agli SSD da 512 GB.

  • Capacità: 512 GB
  • Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s


Samsung Memorie Memorie MZ-76P512 860 SSD PRO Interno da 512 GB, SATA, 2.5″

Possiamo dire che Samsung è riuscita a toccare i limiti dell’interfaccia SATA 6 Gbps. Non c’è margine per andare oltre.

  • Capacità: 512 GB
  • Velocità di lettura: fino a 560 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 530 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 512 GB


Samsung Memorie MZ-V7P512 970 PRO SSD Interno da 512 GB, NVMe M.2 (Pcle Gen 3.0 x 4)

È l’SSD migliore sul mercato ma Samsung ha stabilito un prezzo molto elevato.

  • Capacità: 512 GB
  • Velocità di lettura: fino a 3500 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 2300 MB/s

Miglior SSD da 1 TB

(attualmente in offerta)


Samsung MZ-76E1T0B / EU 860 EVO – SSD. Interno da 1 TB, 550 megabyte / s, nero

Samsung cerca di aumentare il valore della sua offerta usando NAND di alta densità su fascia media, offrendovi maggiore capacità rispetto agli SSD da 512 GB.

Capacità: 1 TB
Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s


Samsung Memorie MZ-76P1T0 860 PRO SSD Interno da 1 TB, SATA, 2.5″

Possiamo dire che Samsung è riuscita a toccare i limiti dell’interfaccia SATA 6 Gbps. Non c’è margine per andare oltre.

Capacità: 1 TB
Velocità di lettura: fino a 560 MB/s
Velocità di scrittura: fino a 530 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 1 TB

(attualmente in offerta)


Samsung Memorie MZ-V7P1T0 970 PRO SSD Interno da 1TB, Pcle NVMe M.2

È l’SSD migliore sul mercato ma Samsung ha stabilito un prezzo molto elevato.

  • Capacità: 1 TB
  • Velocità di lettura: fino a 3500 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 2700 MB/s

Migliori SSD da 2 TB


Samsung Memorie MZ-76E2T0 860 EVO SSD Interno da 2 TB, SATA, 2.5″

Questa famiglia di prodotti è così buona da essere un serio concorrente per il più costoso 850 PRO.

  • Capacità: 2 TB
  • Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s


Samsung Memorie Mz-76P2T0 860 Pro Ssd Interno da 2 Tb, SATA, 2.5″, Nero, 10 X 0.7 X 10 Cm

Possiamo dire che Samsung è riuscita a toccare i limiti dell’interfaccia SATA 6 Gbps. Non c’è margine per andare oltre.

  • Capacità: 2 TB
  • Velocità di lettura: fino a 560 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 530 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 2 TB


Samsung Memorie MZ-V7P512 970 PRO SSD Interno da 512 GB, NVMe M.2 (Pcle Gen 3.0 x 4)

È l’SSD migliore sul mercato ma Samsung ha stabilito un prezzo molto elevato.

  • Capacità: 2 TB
  • Velocità di lettura: fino a 3500 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 2500 MB/s

Migliori SSD da 4 TB

(attualmente in offerta)


Samsung Memorie MZ-76E4T0 860 EVO SSD Interno da 4 TB, SATA, 2.5″

Questa famiglia di prodotti è così buona da essere un serio concorrente per il più costoso 850 PRO.

  • Capacità: 4 TB
  • Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s

Migliori SSD per PC da acquistare, appuntamento al prossimo mese!

Spero che questa guida all’acquisto dei migliori SSD vi sia stata d’aiuto e ricordo che sarà aggiornata mensilmente. Per qualsiasi dubbio o suggerimento vi invito ad usare il box dei commenti sottostante.

PS: ricordate di scegliere anche una fra le migliori CPU e una fra le migliori schede video per ottenere il meglio dalla vostra configurazione hardware.

]]>

Questa guida mensile all’acquisto di un disco SSD per PC Dekstop non sarà divisa per fasce di prezzo ma per categorie, in base all’utilizzo finale. In ogni categoria vi indicheremo i migliori SSD in base al vostro budget

Avere un SSD (disco allo stato solido) è ormai d’obbligo su un PC da gaming e non solo. Con il sistema operativo e le applicazioni installate su un SSD, Windows (o chi per lui) si avvierà in pochi secondi e le applicazioni prima che tu possa batter ciglio. L’intero sistema sarà più rapido e performante e ciò renderà l’utilizzo del PC più rapido e piacevole. Una volta che hai provato l’ebrezza di possedere un SSD non tornerai più indietro, poco ma sicuro.

Gli SSD in gioco contano, ma non sul framerate quanto sui tempi di caricamento e di installazione. Per capirci, in un gioco come Battlefield 1 il disco può ridurre di 80 secondi i tempi di caricamento di una mappa, e il respawn sarà di certo più rapido. L’esperienza generale risulterà più fluida e viziata da meno tempi morti.

Tuttavia esistono due aspetti negativi rispetto rispetto ai classici dischi meccanici, perlopiù trascurabili. Bisogna menzionare i prezzi che sono ancora piuttosto alti a parità di capienza, sebbene in costante discesa. E i limiti di scrittura: gli SSD hanno una sorta di “scadenza” che non consente più di tante scritture su di essi. Ma si tratta di limiti che difficilmente si raggiungono facendone un uso standard.

Prima qualche nozione fondamentale per la scelta e poi via con la lista dei migliori SSD per PC disponibili sul mercato.

Come si sceglie il miglior SSD da acquistare?

Per scegliere la migliore soluzione fra quelle proposte dal mercato dei dischi SSD bisogna acquisire familiarità con alcuni parametri tecnici. Scopriamo insieme quali sono questi parametri e quali sono gli aspetti che più pesano nella scelta dei migliori SSD disponibili.

Formato e tipologia di collegamento

La maggioranza dei dischi SSD per notebook e PC desktop è in formato 2,5″ e si installa nel computer tramite i classici connettori SATA. Prima di acquistare un SSD informati sul tipo di collegamento disponibile nel tuo PC.

  • SATA 2: le prestazioni si fermano a 3 Gbps teorici;
  • SATA 3: la velocità di trasferimento dei dati arriva fino a 6 Gbps teorici;
  • SATA Express: unisce l’infrastruttura SATA con l’interfaccia PCI Express (solo sulle schede madri supportate). Velocità di trasferimento dei dati fino a 10 Gbit/s o 16Gbit/s teorici;
  • mSATA: viene utilizzato su alcuni modelli di ultrabook e mini-PC. Stesse prestazioni dei sistemi SATA 3;
  • M.2: viene usato sopratutto in ultrabook e tablet convertibili, ma oggi è anche il punto di riferimento nei PC desktop ad alte prestazioni. L’M.2 può essere adoperato per gli SSD PCI-Express (i più veloci sul mercato) e per gli SSD SATA. Nel primo caso assicura prestazioni fino a 32 Gbps teorici, nel secondo fino a 16Gbps teorici. 

Prestazioni

Le prestazioni degli SSD si misurano usando principalmente due parametri:

  • le velocità sequenziali in lettura e scrittura, espresse in MB/s o in GB/s. Indicano le velocità teoriche raggiunte nel leggere e nello scrivere i dati in maniera sequenziale.
  • le velocità in lettura e scrittura random 4k, espresse in IOPS. Cioè operazioni di input/output per secondo che, attraverso la lettura e la scrittura casuale di piccoli blocchi di dati, permettono di simulare uno scenario di utilizzo reale. Questo rappresenta il parametro più importante per scegliere un SSD piuttosto che un altro.

Questi sono i parametri più significativi per scegliere un SSD, e ovviamente, più alti saranno questi valori e maggiori saranno le possibili prestazioni. In aggiunta a questi è bene controllare anche:

  • il valore dell’MTBF (cioè del tempo medio fra i guasti), che rappresenta un parametro di affidabilità che viene espresso in milioni di ore;
  • la quantità di memoria cache utilizzata;
  • il supporto alle tecnologie TRIM, S.M.A.R.T. ed NCQ.
Il comando TRIM

Permette a un sistema operativo di indicare i blocchi che non sono più in uso in un’unità a stato solido (o “SSD”), come per esempio i blocchi liberati dopo l’eliminazione di uno o più file. Generalmente nell’operazione di cancellazione eseguita da un Sistema Operativo (OS) i blocchi data vengono contrassegnati come non in uso. Il TRIM permette all’OS di passare questa informazione al controller dell’SSD, che altrimenti non sarebbe in grado di sapere quali blocchi eliminare.

S.M.A.R.T (Self-Monitoring, Analysis and Reporting Technology)

E’ un sistema di monitoraggio per i dischi rigidi del computer. Fornisce diversi indicatori di affidabilità attraverso cui è possibile anticipare eventuali malfunzionamenti. Scopo di questa tecnologia è avvertirci prima che il disco fisso si guasti e danneggi irreparabilmente i nostri dati.

Native Command Queuing (NCQ) e Advanced Host Controller Interface (AHCI)

E’ una tecnologia progettata per aumentare le prestazioni dei dischi rigidi. Consente all’hard disk di individuare l’ordine in cui ha ricevuto i comandi di lettura e ottimizzarne l’esecuzione temporale. Affinché NCQ sia abilitato, deve essere supportato e abilitato nel BIOS della scheda madre. Molti chipset più recenti supportano Advanced Host Controller Interface (AHCI), che consente ad un driver generico fornito dal sistema operativo il controllo del disco e l’attivazione di NCQ (discorso simile per Intel Rapid Technology e soluzioni simili).

Capacità di archiviazione

Come gli hard disk meccanici, anche gli SSD sono disponibili in diverse “taglie”. Per sostituire completamente un hard disk meccanico è consigliato un disco da almeno 256/512GB. Se invece vuoi affiancare un disco meccanico a su SSD su cui tenere solo il sistema operativo, i programmi e i file che usi più frequentemente puoi orientarti anche verso le unità da 120GB.

Durata e garanzia

Altri parametri importanti che vanno ponderati, sono quelli relativi al ciclo di vita dell’SSD e alla durata della garanzia. Come accennato poco sopra, le unità a stato solido hanno una sorta di scadenza relativa al numero di scritture supportate. I produttori indicano questa “scadenza” con un lasso di tempo, espresso in milioni di ore, dopo il quale non è più assicurato il corretto funzionamento del disco. Riguardo la garanzia, generalmente è di 3 o 5 anni ma nei prodotti di fascia alta arriva anche a 10 anni.

La lista dei migliori SSD per PC

Il mercato degli SSD vede una moltitudine di proposte davvero molto simili. In genere i prezzi fluttuano nel giro di pochi giorni o settimane.

Nessuna novità di rilievo nell’ultimo mese, complice anche l’aumento dei prezzi a causa della carenza di memoria NAND.

Scopriamo la lista aggiornata dei migliori SSD per PC disponibili sul mercato.

Migliori SSD da 120 GB

(attualmente in offerta)
Kingston A400 SSD SA400S37/120G Unità a Stato Solido Interne 2.5" SATA, 120 GB

Un’opzione molto valida ed economica per aggiornare un vecchio PC dotato di disco meccanico senza spendere troppo.

  • Capacità: 120 GB
  • Velocità di lettura: fino a 500 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 450 MB/s

(attualmente in offerta)
SanDisk Plus SSD Unità a Stato Solido 120 GB, Velocità di Lettura fino a 530 MB/s, 2,5", Sata III

Potete contare su questa unità per avere un’esperienza utente migliore rispetto a un disco meccanico, e godere allo stesso tempo di un’affidabilità superiore.

  • Capacità: 120 GB
  • Velocità di lettura: fino a 535 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 445 MB/s

Samsung Memorie 750 EVO MZ-750120BW SSD da 120GB, Sata3, Nero

Prezzo basso, prestazioni alte nella maggior parte dei carichi di lavoro.

  • Capacità: 120 GB
  • Velocità di lettura: fino a 540 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 128 GB

Intel Unità SSD M.2 128GB 600p

L’Intel 600p porta la tecnologia NVMe nella fascia mainstream, e questo è un bene. Non aspettatevi prestazioni al top del mercato, ma un prodotto capace di fare meglio degli SSD SATA in diversi frangenti.

  • Capacità: 128 GB
  • Velocità di lettura: fino a 770 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 450 MB/s

Migliori SSD da 240 – 256 GB

(attualmente in offerta)
KingDian 240GB-Disco 128 m Cache SATAIII disk SSD Solid State S280 240GB

Kingdian S280 è un prodotto dal nome sconosciuto ma che offre prestazioni pari a quelle dei modelli della stessa fascia costando meno.

  • Capacità: 240 GB
  • Velocità di lettura: fino a 517 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 376 MB/s

(attualmente in offerta)
Samsung Memorie MZ-76E250 860 EVO SSD Interno da 250 GB, SATA, 2.5"

Questa famiglia di prodotti è così buona da essere un serio concorrente per il più costoso 850 PRO.

  • Capacità: 250 GB
  • Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s

Samsung Memorie Mz-76P256 860 Pro Ssd Interno da 256 Gb, SATA, 2.5", Nero

Possiamo dire che Samsung è riuscita a toccare i limiti dell’interfaccia SATA 6 Gbps. Non c’è margine per andare oltre.

  • Capacità: 256 GB
  • Velocità di lettura: fino a 560 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 530 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 256 GB

Intel ® SSDPEKKW256G7X1 600P HardDisk

L’Intel 600p porta la tecnologia NVMe nella fascia mainstream, e questo è un bene. Non aspettatevi prestazioni al top del mercato, ma un prodotto capace di fare meglio degli SSD SATA in diversi frangenti.

  • Capacità: 256 GB
  • Velocità di lettura: fino a 1570 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 540 MB/s

Migliori SSD da 480 – 525 GB

(attualmente in offerta)
KingDian - Unità a stato solido SSD da 2,5”, con tecnologia di memoria NAND 3D e connettore SATA III, tagli da 60, 120, 240 e 480 GB o 1 TB grigio Grigio. 480 GB

Kingdian S280 è un prodotto dal nome sconosciuto ma che offre prestazioni pari a quelle dei modelli della stessa fascia costando meno.

  • Capacità: 480 GB
  • Velocità di lettura: fino a 519 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 421 MB/s

(attualmente in offerta)
Samsung Memorie MZ-76E500 860 EVO SSD Interno da 500 GB, SATA, 2.5"

Samsung cerca di aumentare il valore della sua offerta usando NAND di alta densità su fascia media, offrendovi maggiore capacità rispetto agli SSD da 512 GB.

  • Capacità: 512 GB
  • Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s

Samsung Memorie Memorie MZ-76P512 860 SSD PRO Interno da 512 GB, SATA, 2.5"

Possiamo dire che Samsung è riuscita a toccare i limiti dell’interfaccia SATA 6 Gbps. Non c’è margine per andare oltre.

  • Capacità: 512 GB
  • Velocità di lettura: fino a 560 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 530 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 512 GB

Samsung Memorie MZ-V7P512 970 PRO SSD Interno da 512 GB, NVMe M.2 (Pcle Gen 3.0 x 4)

È l’SSD migliore sul mercato ma Samsung ha stabilito un prezzo molto elevato.

  • Capacità: 512 GB
  • Velocità di lettura: fino a 3500 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 2300 MB/s

Miglior SSD da 1 TB

(attualmente in offerta)
Samsung MZ-76E1T0B / EU 860 EVO - SSD. Interno da 1 TB, 550 megabyte / s, nero

Samsung cerca di aumentare il valore della sua offerta usando NAND di alta densità su fascia media, offrendovi maggiore capacità rispetto agli SSD da 512 GB.

Capacità: 1 TB
Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s

Samsung Memorie MZ-76P1T0 860 PRO SSD Interno da 1 TB, SATA, 2.5"

Possiamo dire che Samsung è riuscita a toccare i limiti dell’interfaccia SATA 6 Gbps. Non c’è margine per andare oltre.

Capacità: 1 TB
Velocità di lettura: fino a 560 MB/s
Velocità di scrittura: fino a 530 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 1 TB

(attualmente in offerta)
Samsung Memorie MZ-V7P1T0 970 PRO SSD Interno da 1TB, Pcle NVMe M.2

È l’SSD migliore sul mercato ma Samsung ha stabilito un prezzo molto elevato.

  • Capacità: 1 TB
  • Velocità di lettura: fino a 3500 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 2700 MB/s

Migliori SSD da 2 TB

Samsung Memorie MZ-76E2T0 860 EVO SSD Interno da 2 TB, SATA, 2.5"

Questa famiglia di prodotti è così buona da essere un serio concorrente per il più costoso 850 PRO.

  • Capacità: 2 TB
  • Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s

Samsung Memorie Mz-76P2T0 860 Pro Ssd Interno da 2 Tb, SATA, 2.5", Nero, 10 X 0.7 X 10 Cm

Possiamo dire che Samsung è riuscita a toccare i limiti dell’interfaccia SATA 6 Gbps. Non c’è margine per andare oltre.

  • Capacità: 2 TB
  • Velocità di lettura: fino a 560 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 530 MB/s

Miglior SSD M. 2 PCI Express 2 TB

Samsung Memorie MZ-V7P512 970 PRO SSD Interno da 512 GB, NVMe M.2 (Pcle Gen 3.0 x 4)

È l’SSD migliore sul mercato ma Samsung ha stabilito un prezzo molto elevato.

  • Capacità: 2 TB
  • Velocità di lettura: fino a 3500 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 2500 MB/s

Migliori SSD da 4 TB

(attualmente in offerta)
Samsung Memorie MZ-76E4T0 860 EVO SSD Interno da 4 TB, SATA, 2.5"

Questa famiglia di prodotti è così buona da essere un serio concorrente per il più costoso 850 PRO.

  • Capacità: 4 TB
  • Velocità di lettura: fino a 550 MB/s
  • Velocità di scrittura: fino a 520 MB/s

Migliori SSD per PC da acquistare, appuntamento al prossimo mese!

Spero che questa guida all’acquisto dei migliori SSD vi sia stata d’aiuto e ricordo che sarà aggiornata mensilmente. Per qualsiasi dubbio o suggerimento vi invito ad usare il box dei commenti sottostante.

PS: ricordate di scegliere anche una fra le migliori CPU e una fra le migliori schede video per ottenere il meglio dalla vostra configurazione hardware.

L'articolo Migliori SSD per PC da acquistare | Luglio 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-ssd-pc-guida-mensile/feed 2
Nikon Z5: la mirrorless low cost potrebbe arrivare entro luglio https://www.tuttotek.it/fotografia/news-fotografia/nikon-z5-mirrorless-low-uscita https://www.tuttotek.it/fotografia/news-fotografia/nikon-z5-mirrorless-low-uscita#respond Thu, 02 Jul 2020 12:04:02 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111725

La nuova mirrorless Full Frame low cost Nikon Z5 potrebbe arrivare entro la fine del mese di luglio. Si tratta di modello entry level, pensato probabilmente per rispondere a prodotti come Canon EOS RP e dedicata ai neofiti o appassionati senza troppo pretese

Dopo lo stop e i ritardi causati della crisi sanitaria e dai vari lockdown in diversi paese, numerosi produttori cominciano a riprendere le loro normali attività, sperando in una ripresa del mercato. Di certo la fotografia è un settore molto colpito (come se non bastasse la concorrenza degli smartphone) a causa di numerosi eventi e feste annullati e alla vacanze rimandate in pochi di certo avranno voglia di cambiare fotocamera… O no? La scimmia di noi appassionati è sempre sulla spalla, inutile nasconderlo. Che cosa ci riserva il futuro in casa Nikon? Dopo la buona accoglienza di Canon EOS RP, un prodotto unico nel suo genere, potrebbe arrivare in risposta la nuova Nikon Z5 nella stessa fascia di mercato. Vediamo qualche dettaglio in più, anche se già da tempo qualche sospetto era emerso.

Nikon Z5: la mirrorless low cost potrebbe arrivare entro luglio

Il sistema Nikon Z

Nikon Z5: sarà la nuova mirrorless Full Frame entry level?

Nikon ha presentato ormai da qualche tempo il suo sistema mirrorless basato sulla nuova ed enorme baionetta Z-Mount che ha subito tirato fuori i muscoli accogliendo nel sistema due ottime mirrorless come Z6 e Z7 e tante ottiche davvero strabilianti come il Nikon 58mm f/0.95. Ma parliamo ovviamente di prodotti costosi e per chi è ancora titubante sul passaggio da reflex a mirrorless questo rappresenta uno scoglio in più. Ecco perché Nikon Z5 potrebbe essere una mossa giusta: una mirrorless di fascia medio-bassa, poco costosa ma tutto sommato buona che può invogliare molti a “provare l’ebrezza” di abbandonare lo specchio. Grazie al sito mirrorless rumor sono state diffuse numerose indiscrezioni sulle specifiche della nuova fotocamera.

Specifiche trapelate:

  • Nikon Z5 utilizzerà lo stesso mirino EVF  di Z6
  • Non sarà presente il pannello LCD sulla spalla
  • Presente uno doppio slot per le schede SD UHS-II
  • Sensore Full Frame da 24 MP (non è chiaro se sarà retroilluminato o meno)
  • Sistema di stabilizzazione integrato nel sensore (IBIS)
  • Corpo realizzato in lega di magnesio
  • Schermo LCD posteriore con risoluzione di 1 milione di punti
  • Nuova batteria Nikon EN-EL15c
  • Porta USB-C in grado di alimentare e ricaricare la fotocamere
  • Nikon Z5 utilizzerà lo stesso modulo AF di Z6
  • Video 4K con crop 1.7x del sensore, assenza di slow motion
  • Raffica fino a 6 fps

Da queste indiscrezioni sembra che Nikon Z5 sarà più che altro un prodotto di fascia media, molto simile alla Z6 sotto diversi punti di vista e sicuramente molto più evoluto rispetto a Canon EOS RP. Tuttavia ancora è prematuro un confronto, bisognerà attendere anche i prezzi per capire meglio in che fascia di posizionerà la nuova fotocamera.

Alla luce di ciò che sappiamo tuttavia possiamo dire che Nikon Z5 sarà semplicemente castrata in velocità e/o potenza di calcolo: video 4K in crop, assenza di slow motion e raffica fino a 6 fps ne sono la prova. Si tratterà di un prodotto dedicato principalmente alla fotografia e non ai video, una fotocamera pensata per fotoamatori evoluti tentati dal mondo delle mirrorless. La specifiche fotografiche non sono così male in effetti (a parte per ambiti come la fotografia sportiva ovviamente), la parte video invece potrebbe essere un’arma a doppio taglio dato che ormai il video è un settore trainante per le vendite e molti produttori (Nikon compresa) stanno investendo in questo ambito. Ovviamente si tratta di speculazione per adesso, ma da qualche parte Nikon Z5 dovrà essere castrata e forse il video è la zona più appetibile tenendo conto della tradizioni in casa Nikon.

Nikon Z5: la mirrorless low cost potrebbe arrivare entro luglio

Le specifiche delle attuali Nikon Z6 e Nikon Z7

Nikon Z5: uscita entro l’estate

Le indiscrezioni riportano anche che la nuova fotocamera verrà annunciata nella seconda parte del mese di luglio per poi venire commercializzata entro la fine dell’anno. Sicuramente si tratterà di una estate molto calda perché anche Sony e Canon con la sua EOS R5 ed EOS R6 stanno tramando qualcosa. Ma la risposta sarà solo Nikon Z5? Forse un potrà sembrare un po’ fiacca, infatti potrebbero arrivare anche 3 nuove lenti per il sistema Z:

  • Obiettivo Nikkor Z 24-50mm f / 4-6.3: questo sarà probabilmente la nuova lente kit per la futura fotocamera Nikon Z5: sarà un obiettivo piccolo, leggero, compatto (quasi come un pancake) ed economico, realizzato in plastica con un design pieghevole simile al Nikkor Z DX 16-50mm. Il nuovo obiettivo potrebbe anche essere dotato una baionetta in plastica.
  • Obiettivo Nikkor Z 50mm f / 1.2 S: un obiettivo massiccio e solido con molti elementi in vetro all’interno, di dimensioni simili all’obiettivo Nikkor Z 24-70mm f / 2.8 S. L’obiettivo 50mm f / 1.2 potrebbe anche entrare a far parte della serie con nomenclatura Noct (ovvero Nikkor Z 50mm f / 1.2 S Noct).
  • Obiettivo Nikkor Z 14-24mm f / 2.8 S: più piccolo e leggero della versione con innesto a F, l’obiettivo potrà contenere filtri obliqui.
Nikon Z5: la mirrorless low cost potrebbe arrivare entro luglio

Le nuove lenti Nikkor Z 50mm f / 1.2 S e Nikkor Z 14-24mm f / 2.8 S

Sicuramente un paio di queste sono davvero interessanti. Quindi continuate a seguirci per tante altre indiscrezioni, news ed approfondimenti dal mondo della fotografia! Nelle prossime settimane sicuramente ne sapremo di più su Nikon Z5 e concorrenti!

]]>

La nuova mirrorless Full Frame low cost Nikon Z5 potrebbe arrivare entro la fine del mese di luglio. Si tratta di modello entry level, pensato probabilmente per rispondere a prodotti come Canon EOS RP e dedicata ai neofiti o appassionati senza troppo pretese

Dopo lo stop e i ritardi causati della crisi sanitaria e dai vari lockdown in diversi paese, numerosi produttori cominciano a riprendere le loro normali attività, sperando in una ripresa del mercato. Di certo la fotografia è un settore molto colpito (come se non bastasse la concorrenza degli smartphone) a causa di numerosi eventi e feste annullati e alla vacanze rimandate in pochi di certo avranno voglia di cambiare fotocamera… O no? La scimmia di noi appassionati è sempre sulla spalla, inutile nasconderlo. Che cosa ci riserva il futuro in casa Nikon? Dopo la buona accoglienza di Canon EOS RP, un prodotto unico nel suo genere, potrebbe arrivare in risposta la nuova Nikon Z5 nella stessa fascia di mercato. Vediamo qualche dettaglio in più, anche se già da tempo qualche sospetto era emerso.

Nikon Z5: la mirrorless low cost potrebbe arrivare entro luglio

Il sistema Nikon Z

Nikon Z5: sarà la nuova mirrorless Full Frame entry level?

Nikon ha presentato ormai da qualche tempo il suo sistema mirrorless basato sulla nuova ed enorme baionetta Z-Mount che ha subito tirato fuori i muscoli accogliendo nel sistema due ottime mirrorless come Z6 e Z7 e tante ottiche davvero strabilianti come il Nikon 58mm f/0.95. Ma parliamo ovviamente di prodotti costosi e per chi è ancora titubante sul passaggio da reflex a mirrorless questo rappresenta uno scoglio in più. Ecco perché Nikon Z5 potrebbe essere una mossa giusta: una mirrorless di fascia medio-bassa, poco costosa ma tutto sommato buona che può invogliare molti a “provare l’ebrezza” di abbandonare lo specchio. Grazie al sito mirrorless rumor sono state diffuse numerose indiscrezioni sulle specifiche della nuova fotocamera.

Specifiche trapelate:

  • Nikon Z5 utilizzerà lo stesso mirino EVF  di Z6
  • Non sarà presente il pannello LCD sulla spalla
  • Presente uno doppio slot per le schede SD UHS-II
  • Sensore Full Frame da 24 MP (non è chiaro se sarà retroilluminato o meno)
  • Sistema di stabilizzazione integrato nel sensore (IBIS)
  • Corpo realizzato in lega di magnesio
  • Schermo LCD posteriore con risoluzione di 1 milione di punti
  • Nuova batteria Nikon EN-EL15c
  • Porta USB-C in grado di alimentare e ricaricare la fotocamere
  • Nikon Z5 utilizzerà lo stesso modulo AF di Z6
  • Video 4K con crop 1.7x del sensore, assenza di slow motion
  • Raffica fino a 6 fps

Da queste indiscrezioni sembra che Nikon Z5 sarà più che altro un prodotto di fascia media, molto simile alla Z6 sotto diversi punti di vista e sicuramente molto più evoluto rispetto a Canon EOS RP. Tuttavia ancora è prematuro un confronto, bisognerà attendere anche i prezzi per capire meglio in che fascia di posizionerà la nuova fotocamera.

Alla luce di ciò che sappiamo tuttavia possiamo dire che Nikon Z5 sarà semplicemente castrata in velocità e/o potenza di calcolo: video 4K in crop, assenza di slow motion e raffica fino a 6 fps ne sono la prova. Si tratterà di un prodotto dedicato principalmente alla fotografia e non ai video, una fotocamera pensata per fotoamatori evoluti tentati dal mondo delle mirrorless. La specifiche fotografiche non sono così male in effetti (a parte per ambiti come la fotografia sportiva ovviamente), la parte video invece potrebbe essere un’arma a doppio taglio dato che ormai il video è un settore trainante per le vendite e molti produttori (Nikon compresa) stanno investendo in questo ambito. Ovviamente si tratta di speculazione per adesso, ma da qualche parte Nikon Z5 dovrà essere castrata e forse il video è la zona più appetibile tenendo conto della tradizioni in casa Nikon.

Nikon Z5: la mirrorless low cost potrebbe arrivare entro luglio

Le specifiche delle attuali Nikon Z6 e Nikon Z7

Nikon Z5: uscita entro l’estate

Le indiscrezioni riportano anche che la nuova fotocamera verrà annunciata nella seconda parte del mese di luglio per poi venire commercializzata entro la fine dell’anno. Sicuramente si tratterà di una estate molto calda perché anche Sony e Canon con la sua EOS R5 ed EOS R6 stanno tramando qualcosa. Ma la risposta sarà solo Nikon Z5? Forse un potrà sembrare un po’ fiacca, infatti potrebbero arrivare anche 3 nuove lenti per il sistema Z:

  • Obiettivo Nikkor Z 24-50mm f / 4-6.3: questo sarà probabilmente la nuova lente kit per la futura fotocamera Nikon Z5: sarà un obiettivo piccolo, leggero, compatto (quasi come un pancake) ed economico, realizzato in plastica con un design pieghevole simile al Nikkor Z DX 16-50mm. Il nuovo obiettivo potrebbe anche essere dotato una baionetta in plastica.
  • Obiettivo Nikkor Z 50mm f / 1.2 S: un obiettivo massiccio e solido con molti elementi in vetro all’interno, di dimensioni simili all’obiettivo Nikkor Z 24-70mm f / 2.8 S. L’obiettivo 50mm f / 1.2 potrebbe anche entrare a far parte della serie con nomenclatura Noct (ovvero Nikkor Z 50mm f / 1.2 S Noct).
  • Obiettivo Nikkor Z 14-24mm f / 2.8 S: più piccolo e leggero della versione con innesto a F, l’obiettivo potrà contenere filtri obliqui.
Nikon Z5: la mirrorless low cost potrebbe arrivare entro luglio

Le nuove lenti Nikkor Z 50mm f / 1.2 S e Nikkor Z 14-24mm f / 2.8 S

Sicuramente un paio di queste sono davvero interessanti. Quindi continuate a seguirci per tante altre indiscrezioni, news ed approfondimenti dal mondo della fotografia! Nelle prossime settimane sicuramente ne sapremo di più su Nikon Z5 e concorrenti!

L'articolo Nikon Z5: la mirrorless low cost potrebbe arrivare entro luglio proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/fotografia/news-fotografia/nikon-z5-mirrorless-low-uscita/feed 0
Migliori alimentatori PC da acquistare | Luglio 2020 https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-alimentatori-pc-guida-mensile https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-alimentatori-pc-guida-mensile#respond Thu, 02 Jul 2020 12:00:00 +0000 https://37.60.232.161/~tuttote0/?p=730

Questa guida mensile all’acquisto di un alimentatore per PC non sarà divisa per fasce di prezzo ma per categorie, in base all’utilizzo finale. In ogni categoria vi indicheremo i migliori alimentatori PC da acquistare in base al vostro budget

Vogliamo fare chiarezza sulla questione più controversa del mondo PC quando si tratta di acquistare hardware: l’alimentatore, chiamato anche PSU (dall’acronimo inglese Power Supply Unit).

Prima qualche nozione fondamentale per la scelta e poi via con la lista dei migliori alimentatori PC disponibili sul mercato.

A cosa serve l’alimentatore e perché non risparmiare sul suo acquisto

Spesso messo in secondo piano rispetto a tutta la configurazione, l’alimentatore è invece il componente più importante del PC. Questi ha, infatti, il fondamentale compito di fornire correttamente energia a tutte le varie componenti presenti all’interno del nostro sistema.

Una sua rottura o malfunzionamento può causare problemi a tutto il resto della componentistica. Un vero peccato buttare 1000€ di hardware PC per aver acquistato un alimentatore cinese da 20€, vero?

Inoltre, l’alimentatore rappresenta l’unica fonte di consumo di corrente del PC, più sarà efficiente l’alimentatore scelto e meno corrente consumerà il sistema. Qui sta il vero risparmio!

Come si misura l’efficienza di un alimentatore?

L’efficienza di un alimentatore, misurata in percentuale, è semplicemente il rapporto tra la quantità di energia assorbita dalla presa di corrente e la quantità di energia che viene usata dalle componenti presenti all’interno del PC.

Un alimentatore da 500W dotato di un’efficienza dell’80%, non significa che disporrà di 400W (l’80% di 500W) ma, alquanto, che verranno prima assorbiti 625W dalla presa di corrente (500W diviso l’80% di efficienza) e successivamente erogati 500W. Durante questo processo, ben 125W (la differenza tra 625We 500W) verranno trasformati in calore e, di conseguenza, persi.

L’efficienza rappresenta dunque un fattore di un certo peso durante la scelta di un buon alimentatore. Un alimentatore economico ti farà sicuramente consumare maggiormente rispetto ad un alimentatore efficiente, quindi i soldi risparmiati nell’acquistare l’alimentatore economico verranno presto spesi con il maggior consumo di corrente da parte dell’intero sistema.

Energy Star 5.0 e standard 80 Plus

Uno degli indicatori più importanti dell’efficienza di un alimentatore è la conformità alle linee guida Energy Star 5.0 e allo standard 80 Plus. Nella tabella potete vedere a quali livelli di efficienza corrispondono le varie certificazioni.

Standard PLUS Efficienza al 20% di carico Efficienza al 50% di carico Efficienza al 100% di carico
80 PLUS 80% 80% 80%
80 PLUS Bronze 82% 85% 82%
80 PLUS Silver 85% 88% 85%
80 PLUS Gold 87% 90% 87%
80 PLUS Platinum 90% 92% 89%

Alimentatore modulare e non modulare

In commercio è possibile trovare alimentatori per PC (in formato ATX) modulari o non modulari. Ma che cosa significa modulare o non modulare?

Un alimentatore modulare è un tipo di alimentatore per PC sul quale è possibile collegare soltanto i cavi di cui hai realmente bisogno. Riducendo quindi il numero e l’ingombro dei cavi utilizzati, con un conseguente vantaggio in termini di circolazione dell’aria ed estetica.

Un alimentatore non modulare è il classico alimentatore per PC dove tutti i cavi necessari sono già stati attaccati all’alimentatore stesso. Questo può essere un serio problema, soprattutto per i case meno spaziosi.

Osservazione: volendo puntare al risparmio la sola opzione è preferire un alimentatore non modulare. Ma acquistare, in ogni caso, un prodotto di qualità discreta.

La lista dei migliori alimentatori PC da acquistare

Nessuna novità questo mese. Stesse scelte e prezzi stazionari rispetto al mese precedente. 

Vediamo insieme quale soluzione scegliere e quale budget minimo proporsi. Fate attenzione alle offerte: a volte alimentatori con maggior wattaggio si trovano paradossalmente ad un prezzo inferiore.

Migliori alimentatori PC non modulari

Un alimentatore non modulare è il classico alimentatore per PC dove tutti i cavi necessari sono già stati attaccati all’alimentatore stesso. Questo può essere un serio problema, soprattutto per i case meno spaziosi. Li consigliamo solo fino a 750w. Tenete in conto che i modelli consigliati non offrono due eps, per tale ragione restate su alimentatori non modulari solo per soluzioni di fascia bassa o media che non richiedono i due eps.

– Migliori alimentatori PC da 430W-500W: adatti per PC di fascia bassa senza una GPU discreta


Corsair VS450 Alimentatore da 450 W, PFC Attivo, Certificazione 80 PLUS, 150mm x 86mm x 125mm, Nero

Corsair VS450 è oramai un alimentatore sul mercato da tantissimi anni. Eppure nella sua fascia di prezzo offre una discreta affidabilità ed un wattaggio più che sufficiente per PC senza una scheda video dedicata. Molto indicato se il carico massimo della vostra configurazione è circa il 50% (220w) del wattaggio massimo: si ha una migliore efficienza.

(attualmente in offerta)


EVGA 500 W1, 80+ WHITE 500W, garanzia 3 anni, alimentatore 100-W1-0500-K2 (UE)

EVGA 500 W1 è un ottimo prodotto di fascia bassa adatto a tutte quelle configurazioni senza scheda video. Ottima la sua resa e la sua efficienza, molto buona la qualità dei componenti interni. Grazie ai suoi 500W è in grado di gestire anche le APU più esose e carichi di lavoro consistenti su sistemi con più hard disk. La massima efficienza si ha a circa 250W di potenza.
– Migliori alimentatori PC da 650W: adatti per PC con una GPU discreta anche molto prestante


XFX P1-650S-NLB9 Core Ed PSU, 650W, Nero

XFX 650w Core Edition è un ottimo prodotto che si pone in una fascia di prezzo non troppo elevato garantendo comunque la possibilità di usare GPU anche molto prestati. La sua efficienza si mantiene buona dal 50% sino al 80% del carico massimo.

Migliori alimentatori PC modulari

Un alimentatore modulare è un tipo di alimentatore per PC sul quale è possibile collegare soltanto i cavi di cui hai realmente bisogno. Riducendo quindi il numero e l’ingombro dei cavi utilizzati, con un conseguente vantaggio in termini di circolazione dell’aria ed estetica.

– Migliori alimentatori PC da 750W: adatti per PC su cui si intende fare OC

(attualmente in offerta)


EVGA SuperNOVA GQ PSU 750W, Nero

EVGA 750 GQ con certificato 80+ Gold è un ottimo alimentatore modulare. Si presta bene a tante situazioni di utilizzo e offre un’efficienza molto alta rispettando perfettamente la certificazione di cui si fregia.


Migliori alimentatori PC da acquistare | Luglio 2020

2.519 Recensioni

Corsair RM750x Alimentatore PC, Completamente Modulare, Fattore Forma ATX, 80 Plus Gold, 750 Watt, EU, Serie RMX, 16 x 15 x 8,6 cm, Nero

Corsair RM750x è una valida soluzione di fascia media. Offre prestazioni a volte migliori della serie HX ad un prezzo decisamente più abbordabile.


Corsair HX750i Alimentatore PC, Completamente Modulare, 80 Plus Platinum, 750 W, Digital EU

Corsair HX750i è un alimentatore che sta una spanna sopra la concorrenza. Questo grazie alle funzionalità di controllo aggiuntive che Corsair ha aggiunto a questo piccolo grande gioiellino che consente di gestire perfettamente configurazioni con overclock.
– Migliori alimentatori PC da 850W: adatti per PC su cui si intende fare OC con un buon margine di sicurezza, o su configurazioni Multi-GPU senza OC


EVGA SuperNOVA GQ PSU 850W, Nero

EVGA 850 GQ con certificato 80+ Gold è un ottimo alimentatore modulare. Si presta bene a tante situazioni di utilizzo e offre un efficienza molto alta rispettando perfettamente la certificazione di cui si fregia. Con 850W sarà possibile utilizzare anche due GPU senza problemi. Si potrebbe anche OC su queste configurazione ma l’operazione ha poco margine di potenza di alimentazione residua.


Corsair HX850i alimentatore per computer 850 W ATX Nero

Corsair HX850i è un alimentatore che sta una spanna sopra la concorrenza. Questo grazie alle funzionalità di controllo aggiuntive che Corsair ha aggiunto a questo piccolo (grande) gioiellino, che consente di gestire perfettamente configurazioni dotate w di due GPU. Anche in situazioni ad alto carico riesce a garantire una buona efficienza.
– Migliori alimentatori PC da 1000-1050W: adatti per configurazioni con Multi (Dual) GPU e OC (Core i9 e AMD TR)


Corsair HX1000i Alimentatore PC, Completamente Modulare, 80 Plus Platinum, 1000 W, Digital, EU

Corsair HX1000i è un alimentatore che sta una spanna sopra la concorrenza. Questo grazie alle funzionalità di controllo aggiuntive che Corsair ha aggiunto a questo piccolo (grande) gioiellino, che consente di gestire perfettamente configurazioni con due GPU persino in OC.


Seasonic PRIME Ultra 1000 Titanium ATX 12V V2.31 & EPS 12V / Output 83A / 80 PLUS Titanium / 13.5 cm fan/Hybrid Silent Fan Control

Seasonic PRIME Ultra 1000 Titanium è un alimentatore di alta qualità prodotto da uno dei leader del mercato. Infatti Seasonic produce componenti che rivende anche a terze parti. In questa versione riesce a gestire senza problemi configurazioni con due GPU in OC.
– Migliori alimentatori PC da 1200W: adatti per configurazioni con Multi (Dual e Tri) GPU e OC (Core i9 e AMD TR)


Corsair Psu Hx1200I Platinum

Corsair HX1200i è un alimentatore che sta una spanna sopra la concorrenza. Questo grazie alle funzionalità di controllo aggiuntive che Corsair ha aggiunto a questo piccolo (grande) gioiellino, che consente di gestire perfettamente configurazioni con tre GPU persino in OC.


Corsair AX1200i Alimentatore PC, Completamente Modulare, 80 Plus Platinum, 1200 W, Digital, EU

Corsair AX1200i è un alimentatore che si fregia della certificazione Titanium. Un’efficienza inarrivabile per la concorrenza e persino per gli altri, ottimi modelli, di casa Corsair. Grande selezione dei componenti: solo il meglio viene scelto per questa serie, con un controllo qualità molto accurato. Insomma praticamente il top, in una versione con possibilità di reggere benissimo fino a tre GPU persino in OC.
– Migliori alimentatori PC da 1500W – 1600w: adatti per configurazioni con Multi (Tri e Quad) GPU e OC anche molto spinti (Core i9 e AMD TR)


Corsair AX1500i Alimentatore PC, Completamente Modulare, 80 Plus Platinum, 1500 W, Digital, EU

Corsair AX1500i è un alimentatore che si fregia della certificazione Titanium. Un’efficienza inarrivabile per la concorrenza e persino per gli altri, ottimi modelli, di casa Corsair. Grande selezione dei componenti: solo il meglio viene scelto per questa serie, con un controllo qualità molto accurato. Insomma praticamente il top, in una versione con possibilità di reggere benissimo fino a quattro GPU persino in OC. Indicato anche per chi vuole fare del mining con il suo PC.

(attualmente in offerta)


EVGA SuperNOVA 1600 T2 alimentatore per computer 1600 W Nero

EVGA SuperNOVA 1600 T2 è il top di EVGA. Molto elevato il controllo di qualità e quindi l’efficienza del prodotto. Prezzo molto buono, per un alimentatore davvero molto accattivante come rapporto qualità/prezzo. Riesce a sostenere tranquillamente fino a 4 GPU in sistemi con OC.

Migliori alimentatori PC da acquistare, appuntamento al prossimo mese!

Spero che questa guida all’acquisto dei migliori alimentatori PC vi sia stata d’aiuto e ricordo che sarà aggiornata mensilmente. Per qualsiasi dubbio o suggerimento vi invito ad usare il box dei commenti sottostante.

PS: ricordate di scegliere anche una fra le migliori schede madri!

]]>

Questa guida mensile all’acquisto di un alimentatore per PC non sarà divisa per fasce di prezzo ma per categorie, in base all’utilizzo finale. In ogni categoria vi indicheremo i migliori alimentatori PC da acquistare in base al vostro budget

Vogliamo fare chiarezza sulla questione più controversa del mondo PC quando si tratta di acquistare hardware: l’alimentatore, chiamato anche PSU (dall’acronimo inglese Power Supply Unit).

Prima qualche nozione fondamentale per la scelta e poi via con la lista dei migliori alimentatori PC disponibili sul mercato.

A cosa serve l’alimentatore e perché non risparmiare sul suo acquisto

Spesso messo in secondo piano rispetto a tutta la configurazione, l’alimentatore è invece il componente più importante del PC. Questi ha, infatti, il fondamentale compito di fornire correttamente energia a tutte le varie componenti presenti all’interno del nostro sistema.

Una sua rottura o malfunzionamento può causare problemi a tutto il resto della componentistica. Un vero peccato buttare 1000€ di hardware PC per aver acquistato un alimentatore cinese da 20€, vero?

Inoltre, l’alimentatore rappresenta l’unica fonte di consumo di corrente del PC, più sarà efficiente l’alimentatore scelto e meno corrente consumerà il sistema. Qui sta il vero risparmio!

Come si misura l’efficienza di un alimentatore?

L’efficienza di un alimentatore, misurata in percentuale, è semplicemente il rapporto tra la quantità di energia assorbita dalla presa di corrente e la quantità di energia che viene usata dalle componenti presenti all’interno del PC.

Un alimentatore da 500W dotato di un’efficienza dell’80%, non significa che disporrà di 400W (l’80% di 500W) ma, alquanto, che verranno prima assorbiti 625W dalla presa di corrente (500W diviso l’80% di efficienza) e successivamente erogati 500W. Durante questo processo, ben 125W (la differenza tra 625We 500W) verranno trasformati in calore e, di conseguenza, persi.

L’efficienza rappresenta dunque un fattore di un certo peso durante la scelta di un buon alimentatore. Un alimentatore economico ti farà sicuramente consumare maggiormente rispetto ad un alimentatore efficiente, quindi i soldi risparmiati nell’acquistare l’alimentatore economico verranno presto spesi con il maggior consumo di corrente da parte dell’intero sistema.

Energy Star 5.0 e standard 80 Plus

Uno degli indicatori più importanti dell’efficienza di un alimentatore è la conformità alle linee guida Energy Star 5.0 e allo standard 80 Plus. Nella tabella potete vedere a quali livelli di efficienza corrispondono le varie certificazioni.

Standard PLUS Efficienza al 20% di carico Efficienza al 50% di carico Efficienza al 100% di carico
80 PLUS 80% 80% 80%
80 PLUS Bronze 82% 85% 82%
80 PLUS Silver 85% 88% 85%
80 PLUS Gold 87% 90% 87%
80 PLUS Platinum 90% 92% 89%

Alimentatore modulare e non modulare

In commercio è possibile trovare alimentatori per PC (in formato ATX) modulari o non modulari. Ma che cosa significa modulare o non modulare?

Un alimentatore modulare è un tipo di alimentatore per PC sul quale è possibile collegare soltanto i cavi di cui hai realmente bisogno. Riducendo quindi il numero e l’ingombro dei cavi utilizzati, con un conseguente vantaggio in termini di circolazione dell’aria ed estetica.

Un alimentatore non modulare è il classico alimentatore per PC dove tutti i cavi necessari sono già stati attaccati all’alimentatore stesso. Questo può essere un serio problema, soprattutto per i case meno spaziosi.

Osservazione: volendo puntare al risparmio la sola opzione è preferire un alimentatore non modulare. Ma acquistare, in ogni caso, un prodotto di qualità discreta.

La lista dei migliori alimentatori PC da acquistare

Nessuna novità questo mese. Stesse scelte e prezzi stazionari rispetto al mese precedente. 

Vediamo insieme quale soluzione scegliere e quale budget minimo proporsi. Fate attenzione alle offerte: a volte alimentatori con maggior wattaggio si trovano paradossalmente ad un prezzo inferiore.

Migliori alimentatori PC non modulari

Un alimentatore non modulare è il classico alimentatore per PC dove tutti i cavi necessari sono già stati attaccati all’alimentatore stesso. Questo può essere un serio problema, soprattutto per i case meno spaziosi. Li consigliamo solo fino a 750w. Tenete in conto che i modelli consigliati non offrono due eps, per tale ragione restate su alimentatori non modulari solo per soluzioni di fascia bassa o media che non richiedono i due eps.

– Migliori alimentatori PC da 430W-500W: adatti per PC di fascia bassa senza una GPU discreta

Corsair VS450 Alimentatore da 450 W, PFC Attivo, Certificazione 80 PLUS, 150mm x 86mm x 125mm, Nero
Corsair VS450 è oramai un alimentatore sul mercato da tantissimi anni. Eppure nella sua fascia di prezzo offre una discreta affidabilità ed un wattaggio più che sufficiente per PC senza una scheda video dedicata. Molto indicato se il carico massimo della vostra configurazione è circa il 50% (220w) del wattaggio massimo: si ha una migliore efficienza.

(attualmente in offerta)
EVGA 500 W1, 80+ WHITE 500W, garanzia 3 anni, alimentatore 100-W1-0500-K2 (UE)
EVGA 500 W1 è un ottimo prodotto di fascia bassa adatto a tutte quelle configurazioni senza scheda video. Ottima la sua resa e la sua efficienza, molto buona la qualità dei componenti interni. Grazie ai suoi 500W è in grado di gestire anche le APU più esose e carichi di lavoro consistenti su sistemi con più hard disk. La massima efficienza si ha a circa 250W di potenza.
– Migliori alimentatori PC da 650W: adatti per PC con una GPU discreta anche molto prestante

XFX P1-650S-NLB9 Core Ed PSU, 650W, Nero
XFX 650w Core Edition è un ottimo prodotto che si pone in una fascia di prezzo non troppo elevato garantendo comunque la possibilità di usare GPU anche molto prestati. La sua efficienza si mantiene buona dal 50% sino al 80% del carico massimo.

Migliori alimentatori PC modulari

Un alimentatore modulare è un tipo di alimentatore per PC sul quale è possibile collegare soltanto i cavi di cui hai realmente bisogno. Riducendo quindi il numero e l’ingombro dei cavi utilizzati, con un conseguente vantaggio in termini di circolazione dell’aria ed estetica.

– Migliori alimentatori PC da 750W: adatti per PC su cui si intende fare OC

(attualmente in offerta)
EVGA SuperNOVA GQ PSU 750W, Nero
EVGA 750 GQ con certificato 80+ Gold è un ottimo alimentatore modulare. Si presta bene a tante situazioni di utilizzo e offre un’efficienza molto alta rispettando perfettamente la certificazione di cui si fregia.

Migliori alimentatori PC da acquistare | Luglio 2020
2.519 Recensioni
Corsair RM750x Alimentatore PC, Completamente Modulare, Fattore Forma ATX, 80 Plus Gold, 750 Watt, EU, Serie RMX, 16 x 15 x 8,6 cm, Nero
Corsair RM750x è una valida soluzione di fascia media. Offre prestazioni a volte migliori della serie HX ad un prezzo decisamente più abbordabile.

Corsair HX750i Alimentatore PC, Completamente Modulare, 80 Plus Platinum, 750 W, Digital EU
Corsair HX750i è un alimentatore che sta una spanna sopra la concorrenza. Questo grazie alle funzionalità di controllo aggiuntive che Corsair ha aggiunto a questo piccolo grande gioiellino che consente di gestire perfettamente configurazioni con overclock.
– Migliori alimentatori PC da 850W: adatti per PC su cui si intende fare OC con un buon margine di sicurezza, o su configurazioni Multi-GPU senza OC

EVGA SuperNOVA GQ PSU 850W, Nero
EVGA 850 GQ con certificato 80+ Gold è un ottimo alimentatore modulare. Si presta bene a tante situazioni di utilizzo e offre un efficienza molto alta rispettando perfettamente la certificazione di cui si fregia. Con 850W sarà possibile utilizzare anche due GPU senza problemi. Si potrebbe anche OC su queste configurazione ma l’operazione ha poco margine di potenza di alimentazione residua.

Corsair HX850i alimentatore per computer 850 W ATX Nero
Corsair HX850i è un alimentatore che sta una spanna sopra la concorrenza. Questo grazie alle funzionalità di controllo aggiuntive che Corsair ha aggiunto a questo piccolo (grande) gioiellino, che consente di gestire perfettamente configurazioni dotate w di due GPU. Anche in situazioni ad alto carico riesce a garantire una buona efficienza.
– Migliori alimentatori PC da 1000-1050W: adatti per configurazioni con Multi (Dual) GPU e OC (Core i9 e AMD TR)

Corsair HX1000i Alimentatore PC, Completamente Modulare, 80 Plus Platinum, 1000 W, Digital, EU
Corsair HX1000i è un alimentatore che sta una spanna sopra la concorrenza. Questo grazie alle funzionalità di controllo aggiuntive che Corsair ha aggiunto a questo piccolo (grande) gioiellino, che consente di gestire perfettamente configurazioni con due GPU persino in OC.

Seasonic PRIME Ultra 1000 Titanium ATX 12V V2.31 & EPS 12V / Output 83A / 80 PLUS Titanium / 13.5 cm fan/Hybrid Silent Fan Control
Seasonic PRIME Ultra 1000 Titanium è un alimentatore di alta qualità prodotto da uno dei leader del mercato. Infatti Seasonic produce componenti che rivende anche a terze parti. In questa versione riesce a gestire senza problemi configurazioni con due GPU in OC.
– Migliori alimentatori PC da 1200W: adatti per configurazioni con Multi (Dual e Tri) GPU e OC (Core i9 e AMD TR)

Corsair Psu Hx1200I Platinum
Corsair HX1200i è un alimentatore che sta una spanna sopra la concorrenza. Questo grazie alle funzionalità di controllo aggiuntive che Corsair ha aggiunto a questo piccolo (grande) gioiellino, che consente di gestire perfettamente configurazioni con tre GPU persino in OC.

Corsair AX1200i Alimentatore PC, Completamente Modulare, 80 Plus Platinum, 1200 W, Digital, EU
Corsair AX1200i è un alimentatore che si fregia della certificazione Titanium. Un’efficienza inarrivabile per la concorrenza e persino per gli altri, ottimi modelli, di casa Corsair. Grande selezione dei componenti: solo il meglio viene scelto per questa serie, con un controllo qualità molto accurato. Insomma praticamente il top, in una versione con possibilità di reggere benissimo fino a tre GPU persino in OC.
– Migliori alimentatori PC da 1500W – 1600w: adatti per configurazioni con Multi (Tri e Quad) GPU e OC anche molto spinti (Core i9 e AMD TR)

Corsair AX1500i Alimentatore PC, Completamente Modulare, 80 Plus Platinum, 1500 W, Digital, EU
Corsair AX1500i è un alimentatore che si fregia della certificazione Titanium. Un’efficienza inarrivabile per la concorrenza e persino per gli altri, ottimi modelli, di casa Corsair. Grande selezione dei componenti: solo il meglio viene scelto per questa serie, con un controllo qualità molto accurato. Insomma praticamente il top, in una versione con possibilità di reggere benissimo fino a quattro GPU persino in OC. Indicato anche per chi vuole fare del mining con il suo PC.

(attualmente in offerta)
EVGA SuperNOVA 1600 T2 alimentatore per computer 1600 W Nero
EVGA SuperNOVA 1600 T2 è il top di EVGA. Molto elevato il controllo di qualità e quindi l’efficienza del prodotto. Prezzo molto buono, per un alimentatore davvero molto accattivante come rapporto qualità/prezzo. Riesce a sostenere tranquillamente fino a 4 GPU in sistemi con OC.

Migliori alimentatori PC da acquistare, appuntamento al prossimo mese!

Spero che questa guida all’acquisto dei migliori alimentatori PC vi sia stata d’aiuto e ricordo che sarà aggiornata mensilmente. Per qualsiasi dubbio o suggerimento vi invito ad usare il box dei commenti sottostante.

PS: ricordate di scegliere anche una fra le migliori schede madri!

L'articolo Migliori alimentatori PC da acquistare | Luglio 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-alimentatori-pc-guida-mensile/feed 0
Resident Evil Village: nuovi dettagli ufficiali per il titolo in arrivo su PS5, Xbox Series X e PC https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/resident-evil-village-ps5-xbox-series-x https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/resident-evil-village-ps5-xbox-series-x#respond Thu, 02 Jul 2020 11:51:42 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111724

Resident Evil Village tra rumor e annunci ha già calamitato l’attenzione del pubblico, in una recente intervista Capcom si sofferma su alcuni dettagli del nuovo titolo horror previsto per PS5, Xbox Series X e PC

Non solo rumor per Resident Evil Village. Vi avevamo riportato recentemente alcune voci di corridoio (diffuse dal solito Dusk Golem) sull’esplorazione nel nuovo attesissimo horror di Capcom. Adesso, finalmente, arrivano parole ufficiali dagli sviluppatori del gioco. In una recente intervista il team ha parlato brevemente dei puzzle, del gameplay e, in generale, dei benefici di sviluppare un titolo su PS5 ed Xbox Series X.

Resident Evil Village è già in sviluppo da diverso tempo, e lo sarà ancora per un anno prima di vedere la luce su PS5, Xbox Series X e PC

Annunciato il mese scorso all’evento Sony, Resident Evil Village uscirà nel 2021 su PS5, Xbox Series X e PC. Molti rumor avevano anticipato con sorprendente precisione le caratteristiche del gioco. Capcom recentemente ha dichiarato in un’intervista che, al momento, lo sviluppo del gioco è arrivato a circa il 60% del totale. Durante la stessa intervista, gli sviluppatori hanno dichiarato che il titolo è in sviluppo da 3 anni e mezzo. Il gioco, inoltre, pare che sia stato in pre-produzione per un lungo ulteriore periodo.

All’inizio il titolo della produzione sarebbe dovuto essere Resident Evil Revelations 3. Tuttavia, in un secondo momento, il team ha deciso di modificarne fortemente la natura per renderlo un gioco della mainline narrativa principale a tutti gli effetti.

Nell’intervista, gli sviluppatori hanno anche parlato brevemente di alcune meccaniche di gioco, affermando che la gestione dell’inventario sarà decisamente importante (come del resto ci si aspetterebbe da un gioco di Resident Evil) e che saranno presenti anche diversi enigmi ed esplorazioni. In quest’ultimo punto quindi pare proprio che Dusk Golem ci abbia visto giusto. Il team, inoltre, ha anche parlato dei vantaggi dello sviluppo su hardware next-gen e dei miglioramenti apportati a immagini, suonitempi di caricamento. Questi ultimi, a detta degli sviluppatori sono impercettibili. Capcom ha dichiarato, in definitiva, che le nuove console permettono un’esperienza di gioco decisamente immersiva

Cosa ne pensate di queste news? Parlatecene nei commenti. Restate sintonizzati con noi di tuttoteK per tutti gli aggiornamenti e le curiosità dal mondo del gaming e non solo.

]]>

Resident Evil Village tra rumor e annunci ha già calamitato l’attenzione del pubblico, in una recente intervista Capcom si sofferma su alcuni dettagli del nuovo titolo horror previsto per PS5, Xbox Series X e PC

Non solo rumor per Resident Evil Village. Vi avevamo riportato recentemente alcune voci di corridoio (diffuse dal solito Dusk Golem) sull’esplorazione nel nuovo attesissimo horror di Capcom. Adesso, finalmente, arrivano parole ufficiali dagli sviluppatori del gioco. In una recente intervista il team ha parlato brevemente dei puzzle, del gameplay e, in generale, dei benefici di sviluppare un titolo su PS5 ed Xbox Series X.

Resident Evil Village è già in sviluppo da diverso tempo, e lo sarà ancora per un anno prima di vedere la luce su PS5, Xbox Series X e PC

Annunciato il mese scorso all’evento Sony, Resident Evil Village uscirà nel 2021 su PS5, Xbox Series X e PC. Molti rumor avevano anticipato con sorprendente precisione le caratteristiche del gioco. Capcom recentemente ha dichiarato in un’intervista che, al momento, lo sviluppo del gioco è arrivato a circa il 60% del totale. Durante la stessa intervista, gli sviluppatori hanno dichiarato che il titolo è in sviluppo da 3 anni e mezzo. Il gioco, inoltre, pare che sia stato in pre-produzione per un lungo ulteriore periodo.

All’inizio il titolo della produzione sarebbe dovuto essere Resident Evil Revelations 3. Tuttavia, in un secondo momento, il team ha deciso di modificarne fortemente la natura per renderlo un gioco della mainline narrativa principale a tutti gli effetti.

Nell’intervista, gli sviluppatori hanno anche parlato brevemente di alcune meccaniche di gioco, affermando che la gestione dell’inventario sarà decisamente importante (come del resto ci si aspetterebbe da un gioco di Resident Evil) e che saranno presenti anche diversi enigmi ed esplorazioni. In quest’ultimo punto quindi pare proprio che Dusk Golem ci abbia visto giusto. Il team, inoltre, ha anche parlato dei vantaggi dello sviluppo su hardware next-gen e dei miglioramenti apportati a immagini, suonitempi di caricamento. Questi ultimi, a detta degli sviluppatori sono impercettibili. Capcom ha dichiarato, in definitiva, che le nuove console permettono un’esperienza di gioco decisamente immersiva

Cosa ne pensate di queste news? Parlatecene nei commenti. Restate sintonizzati con noi di tuttoteK per tutti gli aggiornamenti e le curiosità dal mondo del gaming e non solo.

L'articolo Resident Evil Village: nuovi dettagli ufficiali per il titolo in arrivo su PS5, Xbox Series X e PC proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/resident-evil-village-ps5-xbox-series-x/feed 0
PS5: presentati Maquette, Haven e Recompile https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/maquette-haven-recompile-ps5 https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/maquette-haven-recompile-ps5#respond Thu, 02 Jul 2020 10:51:06 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111721

Sony ha appena presentato alcuni nuovi titoli indie che debutteranno su PS5: il puzzle-game Maquette, il battle a turni Haven e l’action-adventure Recompile

Le cose si muovono rapidamente in casa Sony. Proprio ieri è stata lanciata con un post sul blog ufficiale l’iniziativa PlayStation Indies, un programma orientato a dare risalto alle migliori produzioni indipendenti sulle console Sony. Si è tenuta anche una breve presentazione in cui sono stati mostrati diversi titoli indie in arrivo su PS5 e PS4: il puzzle game Maquette di Annapurna Interactive, Haven di The Game Bakers e Recompile di Phigames (quest’ultimo arriverà anche su Xbox Series X). 

Potrete giocare i nuovi indie, Maquette, Haven e Recompile, non solo su PS5

Maquette è un gioco puzzle “ricorsivo” in cui il giocatore può modificare le dimensioni di diversi edifici e strutture. Spostarsi verso il centro del mondo di gioco renderà le cose più grandi, mentre arretrando le dimensioni si ridurranno.  La background story del titolo consiste in una “storia d’amore moderna“. Maquette sarà dispobile quest’anno per PS4, PS5 e PC.

Haven si era già mostrato in varie occasioni. Uscirà anche per PS5, Xbox One, Nintendo Switch, PC e PS4. Il gioco ruota attorno le vicende di una coppia, Yu e Kay. I due, fuggiti dalle loro rispettive case, si sono stabiliti su un pianeta alieno pieno di insidie. Oltre a planare lungo la superficie del pianeta, i giocatori useranno attacchi e tecniche di gruppo in battaglie a turni. Da ultimo, Recompile, uno titolo in pieno stile Metroidvania in cui i giocatori controllano un software personificato che lotta per sopravvivere contro la cancellazione. I giocatori si avventureranno attraverso il Mainframe, combattendo e compiendo azioni da platform mentre hackereranno l’ambiente. Recompile rilascia anche quest’anno per PS5, Xbox Series X e PC.

Cosa ne pensate di queste new entries, ovvero Maquette, Haven e Recompile nella lineup PS5? Vi piacciono gli indie? Parlatecene nei commenti. Restate sintonizzati con noi di tuttoteK per tutti gli aggiornamenti e le curiosità dal mondo del gaming e non solo.

]]>

Sony ha appena presentato alcuni nuovi titoli indie che debutteranno su PS5: il puzzle-game Maquette, il battle a turni Haven e l’action-adventure Recompile

Le cose si muovono rapidamente in casa Sony. Proprio ieri è stata lanciata con un post sul blog ufficiale l’iniziativa PlayStation Indies, un programma orientato a dare risalto alle migliori produzioni indipendenti sulle console Sony. Si è tenuta anche una breve presentazione in cui sono stati mostrati diversi titoli indie in arrivo su PS5 e PS4: il puzzle game Maquette di Annapurna Interactive, Haven di The Game Bakers e Recompile di Phigames (quest’ultimo arriverà anche su Xbox Series X). 

Potrete giocare i nuovi indie, Maquette, Haven e Recompile, non solo su PS5

Maquette è un gioco puzzle “ricorsivo” in cui il giocatore può modificare le dimensioni di diversi edifici e strutture. Spostarsi verso il centro del mondo di gioco renderà le cose più grandi, mentre arretrando le dimensioni si ridurranno.  La background story del titolo consiste in una “storia d’amore moderna“. Maquette sarà dispobile quest’anno per PS4, PS5 e PC.

Haven si era già mostrato in varie occasioni. Uscirà anche per PS5, Xbox One, Nintendo Switch, PC e PS4. Il gioco ruota attorno le vicende di una coppia, Yu e Kay. I due, fuggiti dalle loro rispettive case, si sono stabiliti su un pianeta alieno pieno di insidie. Oltre a planare lungo la superficie del pianeta, i giocatori useranno attacchi e tecniche di gruppo in battaglie a turni. Da ultimo, Recompile, uno titolo in pieno stile Metroidvania in cui i giocatori controllano un software personificato che lotta per sopravvivere contro la cancellazione. I giocatori si avventureranno attraverso il Mainframe, combattendo e compiendo azioni da platform mentre hackereranno l’ambiente. Recompile rilascia anche quest’anno per PS5, Xbox Series X e PC.

Cosa ne pensate di queste new entries, ovvero Maquette, Haven e Recompile nella lineup PS5? Vi piacciono gli indie? Parlatecene nei commenti. Restate sintonizzati con noi di tuttoteK per tutti gli aggiornamenti e le curiosità dal mondo del gaming e non solo.

L'articolo PS5: presentati Maquette, Haven e Recompile proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/maquette-haven-recompile-ps5/feed 0
Tenet: un nuovo poster suggerisce la data d’uscita del film https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/tenet-nuovo-poster-data-uscita-film https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/tenet-nuovo-poster-data-uscita-film#respond Thu, 02 Jul 2020 10:50:05 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111723

Un nuovo poster di Tenet suggerisce la data d’uscita del film di Christopher Nolan con protagonista John David Washington: 12 agosto 2020

La Warner Bros non ha ancora confermato nulla, ma un nuovo poster di Tenet, appena rilasciato, suggerisce che la data d’uscita americana del film di Christopher Nolan sia fissata per il 12 agosto 2020. Il poster italiano, invece, reca la data del 26 agosto. Possiamo quindi confermare che il film arriverà in Italia solo un paio di settimane dopo il rilascio statunitense.

La nuova foto promozionale del film mostra il protagonista, interpretato da John David Washington, insieme al suo “gemello”, la cui bocca è coperta da una maschera d’ossigeno.

Da quanto riportato dallo studio di produzione Warner Bros, sappiamo che la trama del film seguirà il protagonista che, armato di una singola parola – Tenet, per l’appunto – dovrà cercare di lottare per la sopravvivenza di tutto il mondo attraverso una missione che si svolgerà al di là del tempo, ma attenzione! Non si tratterà di un vero e proprio viaggio nel tempo, ma di un’inversione.

Tenet: il poster promozionale anticipa la data di rilascio del film

Il nuovo poster di Tenet, progetto che lo stesso regista ha definito un colossal,  suggerisce, quindi, che il film verrà rilasciato ad Agosto di quest’anno, precisamente il 12 agosto. La nuova data è stata rivelata solamente la scorsa settimana dalla Warner Bros. Inizialmente l’uscita del film era prevista per il 17 luglio, mentre qualche tempo dopo è stata rimandata al 21 luglio.

Possiamo solo sperare che il rilascio nei cinema della pellicola, girata in sette paesi differenti, non venga rimandato ancora e che, nel giro di poco più di un mese, potremo vedere finalmente il tanto atteso film di Christopher Nolan sul grande schermo.

Ruicordiamo infine che, oltre alla star John David Washington, in Tenet reciteranno anche gli attori Robert Pattinson, Elizabeth Debicki, Kenneth Branagh, Michael Caine, Himesh Patel e Aaron Taylor-Johnson.

]]>

Un nuovo poster di Tenet suggerisce la data d’uscita del film di Christopher Nolan con protagonista John David Washington: 12 agosto 2020

La Warner Bros non ha ancora confermato nulla, ma un nuovo poster di Tenet, appena rilasciato, suggerisce che la data d’uscita americana del film di Christopher Nolan sia fissata per il 12 agosto 2020. Il poster italiano, invece, reca la data del 26 agosto. Possiamo quindi confermare che il film arriverà in Italia solo un paio di settimane dopo il rilascio statunitense.

La nuova foto promozionale del film mostra il protagonista, interpretato da John David Washington, insieme al suo “gemello”, la cui bocca è coperta da una maschera d’ossigeno.

Da quanto riportato dallo studio di produzione Warner Bros, sappiamo che la trama del film seguirà il protagonista che, armato di una singola parola – Tenet, per l’appunto – dovrà cercare di lottare per la sopravvivenza di tutto il mondo attraverso una missione che si svolgerà al di là del tempo, ma attenzione! Non si tratterà di un vero e proprio viaggio nel tempo, ma di un’inversione.

Tenet: il poster promozionale anticipa la data di rilascio del film

Il nuovo poster di Tenet, progetto che lo stesso regista ha definito un colossal,  suggerisce, quindi, che il film verrà rilasciato ad Agosto di quest’anno, precisamente il 12 agosto. La nuova data è stata rivelata solamente la scorsa settimana dalla Warner Bros. Inizialmente l’uscita del film era prevista per il 17 luglio, mentre qualche tempo dopo è stata rimandata al 21 luglio.

Possiamo solo sperare che il rilascio nei cinema della pellicola, girata in sette paesi differenti, non venga rimandato ancora e che, nel giro di poco più di un mese, potremo vedere finalmente il tanto atteso film di Christopher Nolan sul grande schermo.

Ruicordiamo infine che, oltre alla star John David Washington, in Tenet reciteranno anche gli attori Robert Pattinson, Elizabeth Debicki, Kenneth Branagh, Michael Caine, Himesh Patel e Aaron Taylor-Johnson.

L'articolo Tenet: un nuovo poster suggerisce la data d’uscita del film proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/tenet-nuovo-poster-data-uscita-film/feed 0
Libro Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi | Novità https://www.tuttotek.it/libreria/il-signore-di-notte-caccia-allassassino-nella-venezia-dei-dogi-novita https://www.tuttotek.it/libreria/il-signore-di-notte-caccia-allassassino-nella-venezia-dei-dogi-novita#respond Thu, 02 Jul 2020 10:15:26 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111706

Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi è l’opera prima di Gustavo Vitali. Ambientato nel 1605, il giallo si snoda in una Venezia alle soglie del Barocco

Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi | Trama

Siamo nella Venezia del 1605 quando, nella sua modesta dimora, viene rinvenuto il cadavere di un nobile caduto in miseria. Sul luogo si precipita il protagonista del racconto il magistrato Francesco Barbarigo,Il Signore di Notte”. E’ un eroe mediocre, un uomo contorto che affronta le indagini con superficialità e spocchia. E proprio nelle indagini, come nella vita, finisce col collezionare una serie di disfatte clamorose fino a quando in suo aiuto accorre un capitano delle guardie che ha tutta l’esperienza e l’astuzia che mancano al magistrato. I due dovranno faticare ancora per risolvere il giallo, nel frattempo infittito di colpi di scena, agguati e delitti, alcuni riemersi dal passato.

(attualmente in offerta)

Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi | Venezia protagonista

La vicenda, che ha sullo sfondo Venezia, è arricchita dalla presenza di aristocratici benestanti o caduti in disgrazia, mercanti, usurai, bari, prostitute. Tutti recitano i rispettivi ruoli e si contestualizzano in quella società che si era appena lasciata alle spalle un secolo di splendore per iniziare un lento declino.

Usando le parole di Irene Lodrini, autrice della prefazione,

È Venezia la vera protagonista del romanzo Il Signore di Notte, e il lettore vive e impara a conoscere luci e ombre di questa città attraverso l’abile narrazione che lo trasporta nell’esistenza frenetica della Serenissima.

Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi | Storia e Ricerca

L’ambientazione del romanzo è più che mai realistica, tanto che “Il Signore di Notte”, che dà il titolo al racconto, è una persona realmente vissuta.

… sono i verbali di un processo celebrato nell’agosto del 1605 e intitolati “Illustrissimi Signori di Notte al Criminal”. In calce a una carta c’è la firma di un magistrato facilmente interpretabile nonostante si sia messo di mezzo un bello strappo: Francesco Barbarigo, Signore di Notte al Criminal. Ho trovato il protagonista del giallo.

Recandosi prima alla Biblioteca Marciana, poi all’Archivio di Stato, Gustavo Vitali, ha eseguito una vera propria ricerca storica e bibliografica.

Proprio rovistando nel mare magnum della rete e in quello non da meno del Dizionario Biografico degli Italiani nel sito della Treccani, un certo giorno mi è capitato di leggere la biografia di un nobile veneziano caduto in miseria e deceduto il 16 aprile 1605. Il poveraccio era con tutta probabilità morto di vecchiaia, ma nell’incipit del libro lo troverete assassinato, prima vittima del giallo la cui trama avevo in mente sebbene ancora con contorni confusi.

Il giallo diventa allora, senza interrompere la narrazione, uno specchio di vita e storia della Serenissima: curiosità, usi e costumi, aneddoti, fatti e fatterelli.

L’autore | Gustavo Vitali

Gustavo Vitali è originario di Milano, città con la quale ha conservato alcuni legami. Da oltre trent’anni anni vive nella bergamasca dove si è appassionato di volo libero in parapendio. Nella FIVL (Associazione Nazionale Italiana Volo Libero – parapendio e deltaplano) ricopre da tempo il ruolo di addetto stampa. Ha fondato ed edito per una dozzina di anni una rivista di settore e lavorato come grafico. Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi è la sua prima opera.

In cerca di altro?

Vi piacciono gialli e thriller? Ecco qualche consiglio.

Buona lettura!

]]>

Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi è l’opera prima di Gustavo Vitali. Ambientato nel 1605, il giallo si snoda in una Venezia alle soglie del Barocco

Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi | Trama

Siamo nella Venezia del 1605 quando, nella sua modesta dimora, viene rinvenuto il cadavere di un nobile caduto in miseria. Sul luogo si precipita il protagonista del racconto il magistrato Francesco Barbarigo,Il Signore di Notte”. E’ un eroe mediocre, un uomo contorto che affronta le indagini con superficialità e spocchia. E proprio nelle indagini, come nella vita, finisce col collezionare una serie di disfatte clamorose fino a quando in suo aiuto accorre un capitano delle guardie che ha tutta l’esperienza e l’astuzia che mancano al magistrato. I due dovranno faticare ancora per risolvere il giallo, nel frattempo infittito di colpi di scena, agguati e delitti, alcuni riemersi dal passato.

(attualmente in offerta)

Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi | Venezia protagonista

La vicenda, che ha sullo sfondo Venezia, è arricchita dalla presenza di aristocratici benestanti o caduti in disgrazia, mercanti, usurai, bari, prostitute. Tutti recitano i rispettivi ruoli e si contestualizzano in quella società che si era appena lasciata alle spalle un secolo di splendore per iniziare un lento declino.

Usando le parole di Irene Lodrini, autrice della prefazione,

È Venezia la vera protagonista del romanzo Il Signore di Notte, e il lettore vive e impara a conoscere luci e ombre di questa città attraverso l’abile narrazione che lo trasporta nell’esistenza frenetica della Serenissima.

Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi | Storia e Ricerca

L’ambientazione del romanzo è più che mai realistica, tanto che “Il Signore di Notte”, che dà il titolo al racconto, è una persona realmente vissuta.

… sono i verbali di un processo celebrato nell’agosto del 1605 e intitolati “Illustrissimi Signori di Notte al Criminal”. In calce a una carta c’è la firma di un magistrato facilmente interpretabile nonostante si sia messo di mezzo un bello strappo: Francesco Barbarigo, Signore di Notte al Criminal. Ho trovato il protagonista del giallo.

Recandosi prima alla Biblioteca Marciana, poi all’Archivio di Stato, Gustavo Vitali, ha eseguito una vera propria ricerca storica e bibliografica.

Proprio rovistando nel mare magnum della rete e in quello non da meno del Dizionario Biografico degli Italiani nel sito della Treccani, un certo giorno mi è capitato di leggere la biografia di un nobile veneziano caduto in miseria e deceduto il 16 aprile 1605. Il poveraccio era con tutta probabilità morto di vecchiaia, ma nell’incipit del libro lo troverete assassinato, prima vittima del giallo la cui trama avevo in mente sebbene ancora con contorni confusi.

Il giallo diventa allora, senza interrompere la narrazione, uno specchio di vita e storia della Serenissima: curiosità, usi e costumi, aneddoti, fatti e fatterelli.

L’autore | Gustavo Vitali

Gustavo Vitali è originario di Milano, città con la quale ha conservato alcuni legami. Da oltre trent’anni anni vive nella bergamasca dove si è appassionato di volo libero in parapendio. Nella FIVL (Associazione Nazionale Italiana Volo Libero – parapendio e deltaplano) ricopre da tempo il ruolo di addetto stampa. Ha fondato ed edito per una dozzina di anni una rivista di settore e lavorato come grafico. Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi è la sua prima opera.

In cerca di altro?

Vi piacciono gialli e thriller? Ecco qualche consiglio.

Buona lettura!

L'articolo Libro Il Signore di Notte: caccia all’assassino nella Venezia dei dogi | Novità proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/libreria/il-signore-di-notte-caccia-allassassino-nella-venezia-dei-dogi-novita/feed 0
Jason Momoa sarà Frosty The Snowman nel nuovo live-action https://www.tuttotek.it/non-assegnato/jason-momoa-sara-frosty-the-snowman-nel-nuovo-live-action https://www.tuttotek.it/non-assegnato/jason-momoa-sara-frosty-the-snowman-nel-nuovo-live-action#respond Thu, 02 Jul 2020 09:52:51 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111716

Jason Momoa sarà la voce del pupazzo di neve Frosty nel nuovo live-action della Warner Bros. intitolato Frosty The Snowman

Il bellissimo Jason Momoa, l’indimenticabile Khal Drogo de Il Trono di Spade, sveste i panni del bello e tenebroso per vestire quelli di un personaggio amato dai bambini. Il protagonista di Aquaman sarà infatti la voce del pupazzo di neve Frosty nel live-action di Warner Bros. e Stampede intitolato Frosty The Snowman. Momoa sarà anche produttore insieme a Jon Berg, Greg Silverman e Geoff Johns, mentre la sceneggiatura è di David Berenbaum, che ha scritto il copione di Elf e La casa dei fantasmi.

Dal suo ruolo di condottiero senza paura in una terra di ghiaccio e fuoco fino al suo oceanico successo in Aquaman, ci è parsa la scelta giusta quella di ricoprire di neve Jason Momoa. Sappiamo che Jason è un essere umano pieno d’amore, compassione e una profonda connessione con l’Ohana [“famiglia” nella cultura hawaiana]… E tutto ciò rappresenta lo spirito del Natale e di Frosty.

Ha spiegato Greg Silverman in un comunicato.

La storia di Frosty The Snowman

Jason Momoa sarà Frosty The Snowman nel nuovo live-actionFrosty è un pupazzo di neve che, grazie a un cappello prodigioso, improvvisamente prende vita e si mette a ballare e a correre. La sua storia è stata raccontata anche in una celebre canzone intitolata proprio “Frosty The Snowman”, scritta da Steve Nelson e da Jack Rollins e incisa nel 1950 da Gene Autry e The Cass County Boys. Il brano ha ispirato l’omonimo cortometraggio del 1969 destinato alla tv, non molto popolare però in Italia.

Il film sarà un ibrido CG / live action ed è attualmente in fase di progettazione. Nulla si sa sulla data di uscita, su un eventuale regista e sul restante cast.

E voi, cosa ne pensate? Ce lo vedete Jason Momoa a interpretare l’allegro pupazzo di neve? Ditecelo nei commenti e non dimenticate di seguire la nostra pagina dedicata a film e serie tv per restare sempre aggiornati!

]]>

Jason Momoa sarà la voce del pupazzo di neve Frosty nel nuovo live-action della Warner Bros. intitolato Frosty The Snowman

Il bellissimo Jason Momoa, l’indimenticabile Khal Drogo de Il Trono di Spade, sveste i panni del bello e tenebroso per vestire quelli di un personaggio amato dai bambini. Il protagonista di Aquaman sarà infatti la voce del pupazzo di neve Frosty nel live-action di Warner Bros. e Stampede intitolato Frosty The Snowman. Momoa sarà anche produttore insieme a Jon Berg, Greg Silverman e Geoff Johns, mentre la sceneggiatura è di David Berenbaum, che ha scritto il copione di Elf e La casa dei fantasmi.

Dal suo ruolo di condottiero senza paura in una terra di ghiaccio e fuoco fino al suo oceanico successo in Aquaman, ci è parsa la scelta giusta quella di ricoprire di neve Jason Momoa. Sappiamo che Jason è un essere umano pieno d’amore, compassione e una profonda connessione con l’Ohana [“famiglia” nella cultura hawaiana]… E tutto ciò rappresenta lo spirito del Natale e di Frosty.

Ha spiegato Greg Silverman in un comunicato.

La storia di Frosty The Snowman

Jason Momoa sarà Frosty The Snowman nel nuovo live-actionFrosty è un pupazzo di neve che, grazie a un cappello prodigioso, improvvisamente prende vita e si mette a ballare e a correre. La sua storia è stata raccontata anche in una celebre canzone intitolata proprio “Frosty The Snowman”, scritta da Steve Nelson e da Jack Rollins e incisa nel 1950 da Gene Autry e The Cass County Boys. Il brano ha ispirato l’omonimo cortometraggio del 1969 destinato alla tv, non molto popolare però in Italia.

Il film sarà un ibrido CG / live action ed è attualmente in fase di progettazione. Nulla si sa sulla data di uscita, su un eventuale regista e sul restante cast.

E voi, cosa ne pensate? Ce lo vedete Jason Momoa a interpretare l’allegro pupazzo di neve? Ditecelo nei commenti e non dimenticate di seguire la nostra pagina dedicata a film e serie tv per restare sempre aggiornati!

L'articolo Jason Momoa sarà Frosty The Snowman nel nuovo live-action proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/non-assegnato/jason-momoa-sara-frosty-the-snowman-nel-nuovo-live-action/feed 0
The Tax Collector: ecco il trailer del film con Shia LaBeouf https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/the-tax-collector-ecco-il-trailer-del-film-con-shia-labeouf https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/the-tax-collector-ecco-il-trailer-del-film-con-shia-labeouf#respond Thu, 02 Jul 2020 09:47:17 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111715

Shia LaBeouf sarà il protagonista di The Tax Collector, thriller d’azione diretto da David Ayer, di cui è disponibile fin da oggi il trailer

The Tax Collector si propone di essere uno dei film da vedere per gli appassionati del genere thriller e crime, con un cast sicuramente interessante in cui spiccano i protagonisti Shia LaBeouf e Bobby Soto. Il film è diretto dalle capaci mani di David Ayer, regista che ha già lavorato su pellicole che affrontavano temi crime, come Harsh Times – I giorni dell’odio e End of Watch – Tolleranza zero con grandi star come Christian Bale e Jake Gyllenhaal. David ha inoltre già lavorato anche con Shia LaBeouf nel film Fury, che racconta la Seconda Guerra Mondiale sotto gli occhi di un gruppo di militari americani a cui viene affidata una missione alquanto rischiosa.

The Tax Collector è ambientato a Los Angeles, città in cui governa il crimine e la malavita. Shia LaBeouf e Bobby Soto interpretano due esattori  che lavorano per il boss locale, chiamato Wizard. Una guerra con il boss rivale scatenerà un alto livello di violenza nel quale i due ragazzi dovranno riuscire ad uscirne vincitori. Il trailer ufficiale (in lingua inglese) è uscito da meno di un giorno ed è ora disponibile per chiunque ne volesse sapere di più sul film:

Shia LaBeouf in una nuova veste in The Tax Collector

Il trailer di The Tax Collector ci mostra come azione e violenza siano gli elementi essenziali del nuovo film di David Ayer. Ciò che colpisce è vedere Shia LaBeouf sotto una veste nuova rispetto a come siamo abituati a vederlo. Certamente l’attore ha fornito varie differenti prestazioni lungo la sua carriera ed è molto versatile. Già in Lawless lo abbiamo potuto apprezzare nei panni di un criminale contrabbandiere di alcol. I ruoli che lo hanno condotto al successo sono certamente stati quelli da protagonista nella saga dei Transformers.

Recentemente ha lavorato su Honey Boy, un’opera biografica incentrata proprio sulla sua infanzia, di cui vi lasciamo qui la nostra recensione. Dal trailer sembra essersi adattato molto bene al nuovo ruolo del criminale violento, impulsivo e poco propenso alle soluzioni pacifiche. Potremo scoprirne di più il 7 agosto, data in cui The Tax Collector uscirà on demand e nelle sale americane. Non è ancora stata ufficializzata alcuna data italiana.

 

]]>

Shia LaBeouf sarà il protagonista di The Tax Collector, thriller d’azione diretto da David Ayer, di cui è disponibile fin da oggi il trailer

The Tax Collector si propone di essere uno dei film da vedere per gli appassionati del genere thriller e crime, con un cast sicuramente interessante in cui spiccano i protagonisti Shia LaBeouf e Bobby Soto. Il film è diretto dalle capaci mani di David Ayer, regista che ha già lavorato su pellicole che affrontavano temi crime, come Harsh Times – I giorni dell’odio e End of Watch – Tolleranza zero con grandi star come Christian Bale e Jake Gyllenhaal. David ha inoltre già lavorato anche con Shia LaBeouf nel film Fury, che racconta la Seconda Guerra Mondiale sotto gli occhi di un gruppo di militari americani a cui viene affidata una missione alquanto rischiosa.

The Tax Collector è ambientato a Los Angeles, città in cui governa il crimine e la malavita. Shia LaBeouf e Bobby Soto interpretano due esattori  che lavorano per il boss locale, chiamato Wizard. Una guerra con il boss rivale scatenerà un alto livello di violenza nel quale i due ragazzi dovranno riuscire ad uscirne vincitori. Il trailer ufficiale (in lingua inglese) è uscito da meno di un giorno ed è ora disponibile per chiunque ne volesse sapere di più sul film:

Shia LaBeouf in una nuova veste in The Tax Collector

Il trailer di The Tax Collector ci mostra come azione e violenza siano gli elementi essenziali del nuovo film di David Ayer. Ciò che colpisce è vedere Shia LaBeouf sotto una veste nuova rispetto a come siamo abituati a vederlo. Certamente l’attore ha fornito varie differenti prestazioni lungo la sua carriera ed è molto versatile. Già in Lawless lo abbiamo potuto apprezzare nei panni di un criminale contrabbandiere di alcol. I ruoli che lo hanno condotto al successo sono certamente stati quelli da protagonista nella saga dei Transformers.

Recentemente ha lavorato su Honey Boy, un’opera biografica incentrata proprio sulla sua infanzia, di cui vi lasciamo qui la nostra recensione. Dal trailer sembra essersi adattato molto bene al nuovo ruolo del criminale violento, impulsivo e poco propenso alle soluzioni pacifiche. Potremo scoprirne di più il 7 agosto, data in cui The Tax Collector uscirà on demand e nelle sale americane. Non è ancora stata ufficializzata alcuna data italiana.

 

L'articolo The Tax Collector: ecco il trailer del film con Shia LaBeouf proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/film-serie-tv/news-film-e-serie-tv/the-tax-collector-ecco-il-trailer-del-film-con-shia-labeouf/feed 0
Morbo di Parkinson: la svolta della telemedicina durante la pandemia https://www.tuttotek.it/scienze/morbo-di-parkinson-telemedicina https://www.tuttotek.it/scienze/morbo-di-parkinson-telemedicina#respond Thu, 02 Jul 2020 09:41:34 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111696

Oltre 4.000 chiamate e 3.200 interventi di teleassistenza infermieristica e telemedicina per persone con Morbo di Parkinson: sono questi i risultati dei primi 3 mesi di attività di ParkinsonCare – il servizio di teleassistenza infermieristica specializzata reso gratuito fino al 30 settembre per garantire continuità assistenziale alle persone con Morbo di Parkinson

Sebbene l’avvio della fase 2 abbia determinato la ripresa delle attività ambulatoriali ed ospedaliere non urgenti, con il progressivo allentamento delle misure di sicurezza, le oltre 260.000 persone con Morbo di Parkinson in Italia rappresentano, per età e condizioni di salute, una delle categorie di pazienti fragili da proteggere. Per continuare a proteggerle senza privarle dell’accesso ai servizi sanitari, una risposta concreta arriva dalla telemedicina e, in particolare, dalla teleassistenza infermieristica specializzata fornita da ParkinsonCare. Il servizio, ideato da Careapt – start up del gruppo Zambon – e reso gratuito fin dalle primissime fasi dell’emergenza grazie alla collaborazione con Confederazione Parkinson Italia Onlus, vede estesa la gratuità fino al 30 settembre.

Morbo di Parkinson: la svolta della telemedicina durante la pandemia

Morbo di Parkinson e telemedicina: un modo per veicolare meglio le cure?

Con oltre 4mila interventi di supporto a persone con Malattia di Parkinson e ai loro familiari in soli 3 mesi, di cui 3.197 in teleassistenza infermieristica, 230 video-consulti con neurologi e altri professionisti del team multidisciplinare, 7 accessi al MMG e 2 soli accessi al Pronto Soccorso, i numeri di ParkinsonCare offrono un importante contributo al dibattito sul ruolo della telemedicina come fattore abilitante per introdurre nuovi modelli di cura della cronicità. A sottolineare la rilevanza di questi numeri, arrivano anche due pubblicazioni scientifiche sul Journal of Parkinsonisms and Related Disorders e sul British Journal of Neuroscience Nursing che descrivono sotto diverse angolature il carattere innovativo dell’esperienza italiana, mettendo in evidenza la necessità di adottare per le malattie croniche un modello di assistenza non più reattiva, ma quotidiana, proattiva e personalizzata. Orientina Di Giovanni, General Manager di Careapt, spiega:

L’esperienza fatta in questi mesi ha suscitato l’attenzione della comunità scientifica internazionale. Si tratta, di fatto, del primo esempio di rete multidisciplinare nel Parkinson in Europa. La telemedicina, infatti, non ci ha solo permesso di visitare pazienti che non avevano accesso ad ambulatori ed ospedali. Ne abbiamo fatto un modo diverso di fare medicina della cronicità, affiancando ai pazienti un ‘personal care manager’ e orchestrando l’intervento di tutti gli attori sanitari del PDTA, tenendoli sempre aggiornati e partecipi. Si chiama ‘continuità terapeutica’, ‘integrated care’, ‘medicina collaborativa’. È il futuro della cronicità e solo la tecnologia può renderlo possibile e sostenibile. È urgente che questo sia riconosciuto e governato.

La telemedicina sarà il futuro?

Secondo recenti articoli pubblicati su The Lancet e JAMA, la telemedicina non rappresenta più soltanto una risposta all’emergenza sanitaria causata dal Covid-19, ma può diventare la forma elettiva di medicina, soprattutto nella presa in carico delle persone con malattie neurodegenerative, che possono essere costantemente monitorate da una rete di figure altamente specializzate all’interno del proprio ambiente domestico, in grado di restituire una prospettiva più realistica delle loro condizioni. Si tratta del cosiddetto modello “home-hub-and-spoke”, che mette insieme tre componenti fondamentali: primo fra tutti l’ambiente domestico, che è di cruciale importanza, perché permette di prendere in carico il paziente nel suo contesto di vita quotidiano, adattando strategie terapeutiche e assistenziali agli obiettivi di salute e qualità della vita del singolo paziente; un hub di figure multidisciplinari specializzate, tempestivamente a disposizione del paziente e quindi in grado di abbattere i tempi di attesa; e infine un “personal care manager” che affianca i pazienti nella vita di ogni giorno, orchestrando l’intervento di tutti gli attori sanitari coinvolti nel percorso diagnostico terapeutico assistenziale.

Morbo di Parkinson: la svolta della telemedicina durante la pandemia

Secondo il presidente della Confederazione Parkinson Italia Onlus, Giangi Milesi, il primo bilancio dell’alleanza con Careapt, Istituto Neurologico C. Besta e Villa Margherita – S. Stefano Riabilitazione, ha solo segni positivi:

La terribile emergenza non ci ha cancellati: siamo rimasti attivi e vicini alle persone con Morbo di Parkinson e ne abbiamo avuto cura; abbiamo dimostrato che si può infrangere il tabù dell’autoreferenzialità per lavorare in rete. Insieme a una spallata all’immobilismo, abbiamo dato un impulso eccezionale ai più moderni approcci alla cura come la teleassistenza, la telemedicina e il case-management; abbiamo gestito l’emergenza ricavandone esperienze apprezzate nel mondo e utili per la sanità del futuro. Ancora una volta grazie a Careapt e alla Zambon per aver condiviso con noi tutto questo.

Per continuare a proteggere le persone più fragili anche nella Fase 2 della pandemia – oltre che per evitare che le lunghe liste di attesa accumulate durante i mesi di lockdown sottopongano ambulatori ed ospedali a nuova pressione – è fondamentale che i pazienti con patologie neurologiche croniche limitino le visite ambulatoriali ai soli casi strettamente necessari, preferendo l’erogazione dei servizi di assistenza specialistica da remoto, attraverso équipe multidisciplinari di esperti in grado di rispondere in tempo reale alle esigenze del paziente. Un nuovo modo di fare medicina della cronicità che fatica a decollare nel nostro Paese e che ancora non è stato equiparato, ai fini della rimborsabilità, alle prestazioni erogate in modo convenzionale, ma che ha ricevuto una grande spinta proprio dall’emergenza Coronavirus, alleggerendo di fatto il carico assistenziale del nostro SSN.  Una partita tutta da giocare, che potrebbe avere inizio in quelle Regioni più virtuose che hanno già compreso quanto l’innovazione tecnologica sia importante per il futuro della sanità.

Morbo di Parkinson: la svolta della telemedicina durante la pandemia

Il dott. Roberto Eleopra, Direttore UOC Morbo di Parkinson e Disturbi del movimento, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico ‘Carlo Besta’, afferma:

La pandemia ha impresso un’importante accelerazione all’adozione di tecnologie innovative in sanità. Ma queste non vanno viste come un ripiego o un surrogato dei modelli tradizionali basati sulle visite ambulatoriali di persona. I numerosi teleconsulti effettuati durante i mesi del lockdown ci hanno permesso di capire che per i pazienti affetti da patologie croniche come il Parkinson – spesso anziani, con difficoltà di movimento e comorbilità – evitare, ogni volta che sia possibile, viaggi e spostamenti per andare a visita è un vantaggio. Mentre per noi medici, l’osservazione del paziente nel suo ambiente domestico rivela particolari clinici indispensabili per personalizzare le strategie terapeutiche ed assistenziali, oltre che per integrare tutti gli interventi necessari ad una presa in carico del paziente. Nel follow-up cronico dei pazienti, la telemedicina viene ora considerata una opzione integrata nel percorso di cura, necessaria per selezionare chi realmente necessita di una rivalutazione ambulatoriale e con quali tempistiche. Il modello di rete integrata e centrata sul paziente realizzato insieme a ParkinsonCare durante l’emergenza Covid-19 ha riscosso l’interesse della comunità scientifica internazionale e merita di essere corroborato anche attraverso formule sperimentali che ne permettano l’estensione a tutti i pazienti che potrebbero trarne un vantaggio clinico dimostrabile.

Dalla sezione scienze è tutto! Potrà le telemedicina sopperire alle crescenti necessità dei malati e ad un sistema sanitario sotto stress? Sicuramente ne sapremo di più nei prossimi anni!

]]>

Oltre 4.000 chiamate e 3.200 interventi di teleassistenza infermieristica e telemedicina per persone con Morbo di Parkinson: sono questi i risultati dei primi 3 mesi di attività di ParkinsonCare – il servizio di teleassistenza infermieristica specializzata reso gratuito fino al 30 settembre per garantire continuità assistenziale alle persone con Morbo di Parkinson

Sebbene l’avvio della fase 2 abbia determinato la ripresa delle attività ambulatoriali ed ospedaliere non urgenti, con il progressivo allentamento delle misure di sicurezza, le oltre 260.000 persone con Morbo di Parkinson in Italia rappresentano, per età e condizioni di salute, una delle categorie di pazienti fragili da proteggere. Per continuare a proteggerle senza privarle dell’accesso ai servizi sanitari, una risposta concreta arriva dalla telemedicina e, in particolare, dalla teleassistenza infermieristica specializzata fornita da ParkinsonCare. Il servizio, ideato da Careapt – start up del gruppo Zambon – e reso gratuito fin dalle primissime fasi dell’emergenza grazie alla collaborazione con Confederazione Parkinson Italia Onlus, vede estesa la gratuità fino al 30 settembre.

Morbo di Parkinson: la svolta della telemedicina durante la pandemia

Morbo di Parkinson e telemedicina: un modo per veicolare meglio le cure?

Con oltre 4mila interventi di supporto a persone con Malattia di Parkinson e ai loro familiari in soli 3 mesi, di cui 3.197 in teleassistenza infermieristica, 230 video-consulti con neurologi e altri professionisti del team multidisciplinare, 7 accessi al MMG e 2 soli accessi al Pronto Soccorso, i numeri di ParkinsonCare offrono un importante contributo al dibattito sul ruolo della telemedicina come fattore abilitante per introdurre nuovi modelli di cura della cronicità. A sottolineare la rilevanza di questi numeri, arrivano anche due pubblicazioni scientifiche sul Journal of Parkinsonisms and Related Disorders e sul British Journal of Neuroscience Nursing che descrivono sotto diverse angolature il carattere innovativo dell’esperienza italiana, mettendo in evidenza la necessità di adottare per le malattie croniche un modello di assistenza non più reattiva, ma quotidiana, proattiva e personalizzata. Orientina Di Giovanni, General Manager di Careapt, spiega:

L’esperienza fatta in questi mesi ha suscitato l’attenzione della comunità scientifica internazionale. Si tratta, di fatto, del primo esempio di rete multidisciplinare nel Parkinson in Europa. La telemedicina, infatti, non ci ha solo permesso di visitare pazienti che non avevano accesso ad ambulatori ed ospedali. Ne abbiamo fatto un modo diverso di fare medicina della cronicità, affiancando ai pazienti un ‘personal care manager’ e orchestrando l’intervento di tutti gli attori sanitari del PDTA, tenendoli sempre aggiornati e partecipi. Si chiama ‘continuità terapeutica’, ‘integrated care’, ‘medicina collaborativa’. È il futuro della cronicità e solo la tecnologia può renderlo possibile e sostenibile. È urgente che questo sia riconosciuto e governato.

La telemedicina sarà il futuro?

Secondo recenti articoli pubblicati su The Lancet e JAMA, la telemedicina non rappresenta più soltanto una risposta all’emergenza sanitaria causata dal Covid-19, ma può diventare la forma elettiva di medicina, soprattutto nella presa in carico delle persone con malattie neurodegenerative, che possono essere costantemente monitorate da una rete di figure altamente specializzate all’interno del proprio ambiente domestico, in grado di restituire una prospettiva più realistica delle loro condizioni. Si tratta del cosiddetto modello “home-hub-and-spoke”, che mette insieme tre componenti fondamentali: primo fra tutti l’ambiente domestico, che è di cruciale importanza, perché permette di prendere in carico il paziente nel suo contesto di vita quotidiano, adattando strategie terapeutiche e assistenziali agli obiettivi di salute e qualità della vita del singolo paziente; un hub di figure multidisciplinari specializzate, tempestivamente a disposizione del paziente e quindi in grado di abbattere i tempi di attesa; e infine un “personal care manager” che affianca i pazienti nella vita di ogni giorno, orchestrando l’intervento di tutti gli attori sanitari coinvolti nel percorso diagnostico terapeutico assistenziale.

Morbo di Parkinson: la svolta della telemedicina durante la pandemia

Secondo il presidente della Confederazione Parkinson Italia Onlus, Giangi Milesi, il primo bilancio dell’alleanza con Careapt, Istituto Neurologico C. Besta e Villa Margherita – S. Stefano Riabilitazione, ha solo segni positivi:

La terribile emergenza non ci ha cancellati: siamo rimasti attivi e vicini alle persone con Morbo di Parkinson e ne abbiamo avuto cura; abbiamo dimostrato che si può infrangere il tabù dell’autoreferenzialità per lavorare in rete. Insieme a una spallata all’immobilismo, abbiamo dato un impulso eccezionale ai più moderni approcci alla cura come la teleassistenza, la telemedicina e il case-management; abbiamo gestito l’emergenza ricavandone esperienze apprezzate nel mondo e utili per la sanità del futuro. Ancora una volta grazie a Careapt e alla Zambon per aver condiviso con noi tutto questo.

Per continuare a proteggere le persone più fragili anche nella Fase 2 della pandemia – oltre che per evitare che le lunghe liste di attesa accumulate durante i mesi di lockdown sottopongano ambulatori ed ospedali a nuova pressione – è fondamentale che i pazienti con patologie neurologiche croniche limitino le visite ambulatoriali ai soli casi strettamente necessari, preferendo l’erogazione dei servizi di assistenza specialistica da remoto, attraverso équipe multidisciplinari di esperti in grado di rispondere in tempo reale alle esigenze del paziente. Un nuovo modo di fare medicina della cronicità che fatica a decollare nel nostro Paese e che ancora non è stato equiparato, ai fini della rimborsabilità, alle prestazioni erogate in modo convenzionale, ma che ha ricevuto una grande spinta proprio dall’emergenza Coronavirus, alleggerendo di fatto il carico assistenziale del nostro SSN.  Una partita tutta da giocare, che potrebbe avere inizio in quelle Regioni più virtuose che hanno già compreso quanto l’innovazione tecnologica sia importante per il futuro della sanità.

Morbo di Parkinson: la svolta della telemedicina durante la pandemia

Il dott. Roberto Eleopra, Direttore UOC Morbo di Parkinson e Disturbi del movimento, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico ‘Carlo Besta’, afferma:

La pandemia ha impresso un’importante accelerazione all’adozione di tecnologie innovative in sanità. Ma queste non vanno viste come un ripiego o un surrogato dei modelli tradizionali basati sulle visite ambulatoriali di persona. I numerosi teleconsulti effettuati durante i mesi del lockdown ci hanno permesso di capire che per i pazienti affetti da patologie croniche come il Parkinson – spesso anziani, con difficoltà di movimento e comorbilità – evitare, ogni volta che sia possibile, viaggi e spostamenti per andare a visita è un vantaggio. Mentre per noi medici, l’osservazione del paziente nel suo ambiente domestico rivela particolari clinici indispensabili per personalizzare le strategie terapeutiche ed assistenziali, oltre che per integrare tutti gli interventi necessari ad una presa in carico del paziente. Nel follow-up cronico dei pazienti, la telemedicina viene ora considerata una opzione integrata nel percorso di cura, necessaria per selezionare chi realmente necessita di una rivalutazione ambulatoriale e con quali tempistiche. Il modello di rete integrata e centrata sul paziente realizzato insieme a ParkinsonCare durante l’emergenza Covid-19 ha riscosso l’interesse della comunità scientifica internazionale e merita di essere corroborato anche attraverso formule sperimentali che ne permettano l’estensione a tutti i pazienti che potrebbero trarne un vantaggio clinico dimostrabile.

Dalla sezione scienze è tutto! Potrà le telemedicina sopperire alle crescenti necessità dei malati e ad un sistema sanitario sotto stress? Sicuramente ne sapremo di più nei prossimi anni!

L'articolo Morbo di Parkinson: la svolta della telemedicina durante la pandemia proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/scienze/morbo-di-parkinson-telemedicina/feed 0
Crysis Remastered: posticipata la data d’uscita https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/crysis-remastered-posticipata-data-duscita https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/crysis-remastered-posticipata-data-duscita#respond Thu, 02 Jul 2020 08:57:35 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111708

Crytek ha annunciato da pochissimo che la data d’uscita di Crysis Remastered è stata posticipata di qualche settimana

Crysis è un FPS che conta tantissimi fan in tutto il mondo e di conseguenza la sua remasterd è davvero attesissima. Crytek ieri avrebbe dovuto mostrare finalmente un gameplay di questa nuova edizione, ma a quanto pare ci sono state delle complicazioni.

Poche ore prima del reveal ufficiale di Crysis Remastered è leakato online il trailer della versione Nintendo Switch del gioco e molti utenti sono rimasti insoddisfatti della qualità mostrata. Per questo motivo Crytek ha annunciato che la data d’uscita di Crysis Remastered sarà posticipata di qualche settimana.

La data d’uscita della remastered di Crysis si allontana

Visto il responso negativo del pubblico, Crytek ha deciso di posticipare la data d’uscita della remastered di Crysis di qualche settimana. Durante questo periodo gli sviluppatori si impegneranno a migliorare il gioco, in modo da fargli raggiungere gli standard dei PC e delle console moderne. Inoltre, per fare questo annuncio, la compagnia ha anche pubblicato un lungo tweet dove spiega le sue motivazioni.

A causa di questa improvvisa decisione anche i preorder del titolo verranno influenzati. Già da un po’ di tempo era possibile ordinare la versione per Switch del gioco e in questo caso la data di consegna verrà posticipata di conseguenza. Per quanto riguarda le altre piattaforme invece i preorder resteranno bloccati fino a quando non verrà rivelata una nuova data d’uscita ufficiale. Di sicuro i fan non saranno contenti di questo improvviso ritardo, ma per fortuna non sarà necessario aspettare molto tempo in più.

Crysis Remastered sarà presumibilmente disponibile per PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch durante il mese di agosto. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK.

]]>

Crytek ha annunciato da pochissimo che la data d’uscita di Crysis Remastered è stata posticipata di qualche settimana

Crysis è un FPS che conta tantissimi fan in tutto il mondo e di conseguenza la sua remasterd è davvero attesissima. Crytek ieri avrebbe dovuto mostrare finalmente un gameplay di questa nuova edizione, ma a quanto pare ci sono state delle complicazioni.

Poche ore prima del reveal ufficiale di Crysis Remastered è leakato online il trailer della versione Nintendo Switch del gioco e molti utenti sono rimasti insoddisfatti della qualità mostrata. Per questo motivo Crytek ha annunciato che la data d’uscita di Crysis Remastered sarà posticipata di qualche settimana.

La data d’uscita della remastered di Crysis si allontana

Visto il responso negativo del pubblico, Crytek ha deciso di posticipare la data d’uscita della remastered di Crysis di qualche settimana. Durante questo periodo gli sviluppatori si impegneranno a migliorare il gioco, in modo da fargli raggiungere gli standard dei PC e delle console moderne. Inoltre, per fare questo annuncio, la compagnia ha anche pubblicato un lungo tweet dove spiega le sue motivazioni.

A causa di questa improvvisa decisione anche i preorder del titolo verranno influenzati. Già da un po’ di tempo era possibile ordinare la versione per Switch del gioco e in questo caso la data di consegna verrà posticipata di conseguenza. Per quanto riguarda le altre piattaforme invece i preorder resteranno bloccati fino a quando non verrà rivelata una nuova data d’uscita ufficiale. Di sicuro i fan non saranno contenti di questo improvviso ritardo, ma per fortuna non sarà necessario aspettare molto tempo in più.

Crysis Remastered sarà presumibilmente disponibile per PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch durante il mese di agosto. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK.

L'articolo Crysis Remastered: posticipata la data d’uscita proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/crysis-remastered-posticipata-data-duscita/feed 0
Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/animal-crossing-new-horizons-pesci-insetti-luglio https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/animal-crossing-new-horizons-pesci-insetti-luglio#respond Thu, 02 Jul 2020 08:41:51 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111707

Terminato il mese di giugno, anche la fauna di Animal Crossing: New Horizons cambia con il nuovo aggiornamento, scopriamo insieme tutti i pesci e gli insetti che potete catturare a Luglio

Il grande update del mese di Luglio sta per arrivare e abbiamo già preparato i nostri costumi da bagno per gettarci a capofitto nelle acque di Animal Crossing: New Horizons. Come vi abbiamo già detto nell’articolo dedicato, le grosse novità arriveranno da giorno 3. Prima, però, possiamo goderci l’aggiornamento mensile della fauna del titolo di Nintendo. Siamo anche in attesa di scoprire che cosa sostituirà l’evento della Stagione dei Matrimoni, che non sembra essere stato particolarmente apprezzato dalla community, perlomeno quella italiana. Vi ricordiamo inoltre che ogni quarto sabato dei mesi estivi si terrà l’Insettomania. I premi rimarranno sempre gli stessi, ma potrete approfittare per ottenere quelli che vi siete lasciati scappare. Detto questo, scopriamo insieme quali sono le nuove creature che ci aspettano in Animal Crossing: New Horizons a luglio! Una sola premessa: tratteremo solo l’emisfero settentrionale, perché per questo mese non sono previste novità per quello meridionale. 

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

Luglio col bene che ti voglio…

Prima di iniziare con la nostra guida ai pesci e gli insetti di Luglio in Animal Crossing: New Horizons, vi ricordiamo che qui su tuttoteK potete trovare la recensione dell’ultima fatica di Nintendo. Potete inoltre trovare una lunga serie di guide sul titolo, ad esempio come costruire le scale per salire in alto, come saltare e viaggiare nel tempo, come piantare gli alberi di stelline, come fare un mucchio di stelline con le rape, la nostra guida ai colori dei vari palloncini, come utilizzare le stelle cadenti e molto, molto altro. Trovate anche le guide per quel che vendono Florindo e Volpolo, soprattutto, come fare la cacca. Potete anche vedere quali sono stati i pesci e gli insetti dello scorso mese, Giugno, a questo link! Procediamo, spediti, via! 

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

Le novità fra i pesci! – Animal Crossing: New Horizons i pesci e gli insetti di Luglio

Qui sotto trovate la lista dei nuovi pesci che potrete catturare nel mese di luglio nell’emisfero settentrionale: 

  • Ayu: potete pescarlo sia di giorno sia di notte nei fiumi; 
  • Pesce Napoleone: potete pescarlo dalle 4 alle 21;
  • Pesce Palla: potete pescarlo dalle 21 alle 4 nel mare; 
  • Marlin Blu: potete pescarlo sia di giorno sia di notte dal molo; 
  • Pesce Luna: potete pescarlo dalle 4 alle 21 nel mare; 

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

Più novità fra gli insetti: fra cicale… – Animal Crossing: New Horizons i pesci e gli insetti di Luglio

Qui sotto trovate la prima parte della lista dei nuovi insetti che potrete catturare nel mese di luglio nell’emisfero settentrionale: 

  • Cavalletta: potete catturarla dalle 8 alle 17 da terra; 
  • Cicala Marrone: potete catturarla dalle 8 alle 17 sugli alberi; 
  • Cicala Robusta: potete catturarla dalle 8 alle 17 sugli alberi; 
  • Cicala Gigante: potete catturarla dalle 8 alle 17 sugli alberi; 
  • Cicala Notturna: potete catturarla dalle 4 alle 19 sugli alberi; 
  • Esuvio di Cicala: potete catturarla sia di giorno sia di notte sugli alberi; 
  • Scarabeo Tonchio Blu: potete catturarlo sia di giorno sia di notte sugli alberi; 
  • Scarabeo Stercorario: potete catturarlo sia di giorno sia notte da terra; 
  • Dorifera: potete catturarlo dalle 23 alle 20 sugli alberi; 

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

… e coleotteri! – Animal Crossing: New Horizons i pesci e gli insetti di Luglio

Qui sotto trovate la seconda parte della lista dei nuovi insetti che potrete catturare nel mese di luglio nell’emisfero settentrionale: 

  • Coleottero Cervo: potete catturarlo sia di giorno sia di notte sugli alberi; 
  • Coleottero Lucanide: potete catturarlo sia di giorno sia di notte sugli alberi; 
  • Coleottero Gigante: potete catturarlo dalle 23 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Cyclommatus: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Dorato: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Giraffa: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Kabutomushi: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Atlas: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Elefante: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Ercole: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Insetto Stecco: potete catturarlo dalle 4 alle 8 e dalle 17 alle 19 sugli alberi; 
  • Insetto Foglia: potete catturarlo sia di giorno sia di notte sotto gli alberi, questi insetti imitano le “foglie”.

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

Buona caccia! 

E anche questo mese termina qui la nostra guida ai pesci e agli insetti di Luglio di Animal Crossing: New Horizons. Come avete potuto notare, le grandi novità di questo mese sono soprattutto fra gli insetti. Peccato per chi gioca nell’emisfero meridionale, speriamo che il prossimo mese apporti grandi novità anche per voi. Preparate comunque il costume da bagno: è quasi ora di tuffarsi. Rimanete sintonizzati con noi di tuttoteK per tutti gli aggiornamenti, le news e le guide a tema videoludico e tech! 

]]>

Terminato il mese di giugno, anche la fauna di Animal Crossing: New Horizons cambia con il nuovo aggiornamento, scopriamo insieme tutti i pesci e gli insetti che potete catturare a Luglio

Il grande update del mese di Luglio sta per arrivare e abbiamo già preparato i nostri costumi da bagno per gettarci a capofitto nelle acque di Animal Crossing: New Horizons. Come vi abbiamo già detto nell’articolo dedicato, le grosse novità arriveranno da giorno 3. Prima, però, possiamo goderci l’aggiornamento mensile della fauna del titolo di Nintendo. Siamo anche in attesa di scoprire che cosa sostituirà l’evento della Stagione dei Matrimoni, che non sembra essere stato particolarmente apprezzato dalla community, perlomeno quella italiana. Vi ricordiamo inoltre che ogni quarto sabato dei mesi estivi si terrà l’Insettomania. I premi rimarranno sempre gli stessi, ma potrete approfittare per ottenere quelli che vi siete lasciati scappare. Detto questo, scopriamo insieme quali sono le nuove creature che ci aspettano in Animal Crossing: New Horizons a luglio! Una sola premessa: tratteremo solo l’emisfero settentrionale, perché per questo mese non sono previste novità per quello meridionale. 

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

Luglio col bene che ti voglio…

Prima di iniziare con la nostra guida ai pesci e gli insetti di Luglio in Animal Crossing: New Horizons, vi ricordiamo che qui su tuttoteK potete trovare la recensione dell’ultima fatica di Nintendo. Potete inoltre trovare una lunga serie di guide sul titolo, ad esempio come costruire le scale per salire in alto, come saltare e viaggiare nel tempo, come piantare gli alberi di stelline, come fare un mucchio di stelline con le rape, la nostra guida ai colori dei vari palloncini, come utilizzare le stelle cadenti e molto, molto altro. Trovate anche le guide per quel che vendono Florindo e Volpolo, soprattutto, come fare la cacca. Potete anche vedere quali sono stati i pesci e gli insetti dello scorso mese, Giugno, a questo link! Procediamo, spediti, via! 

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

Le novità fra i pesci! – Animal Crossing: New Horizons i pesci e gli insetti di Luglio

Qui sotto trovate la lista dei nuovi pesci che potrete catturare nel mese di luglio nell’emisfero settentrionale: 

  • Ayu: potete pescarlo sia di giorno sia di notte nei fiumi; 
  • Pesce Napoleone: potete pescarlo dalle 4 alle 21;
  • Pesce Palla: potete pescarlo dalle 21 alle 4 nel mare; 
  • Marlin Blu: potete pescarlo sia di giorno sia di notte dal molo; 
  • Pesce Luna: potete pescarlo dalle 4 alle 21 nel mare; 

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

Più novità fra gli insetti: fra cicale… – Animal Crossing: New Horizons i pesci e gli insetti di Luglio

Qui sotto trovate la prima parte della lista dei nuovi insetti che potrete catturare nel mese di luglio nell’emisfero settentrionale: 

  • Cavalletta: potete catturarla dalle 8 alle 17 da terra; 
  • Cicala Marrone: potete catturarla dalle 8 alle 17 sugli alberi; 
  • Cicala Robusta: potete catturarla dalle 8 alle 17 sugli alberi; 
  • Cicala Gigante: potete catturarla dalle 8 alle 17 sugli alberi; 
  • Cicala Notturna: potete catturarla dalle 4 alle 19 sugli alberi; 
  • Esuvio di Cicala: potete catturarla sia di giorno sia di notte sugli alberi; 
  • Scarabeo Tonchio Blu: potete catturarlo sia di giorno sia di notte sugli alberi; 
  • Scarabeo Stercorario: potete catturarlo sia di giorno sia notte da terra; 
  • Dorifera: potete catturarlo dalle 23 alle 20 sugli alberi; 

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

… e coleotteri! – Animal Crossing: New Horizons i pesci e gli insetti di Luglio

Qui sotto trovate la seconda parte della lista dei nuovi insetti che potrete catturare nel mese di luglio nell’emisfero settentrionale: 

  • Coleottero Cervo: potete catturarlo sia di giorno sia di notte sugli alberi; 
  • Coleottero Lucanide: potete catturarlo sia di giorno sia di notte sugli alberi; 
  • Coleottero Gigante: potete catturarlo dalle 23 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Cyclommatus: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Dorato: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Giraffa: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Kabutomushi: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Atlas: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Elefante: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Coleottero Ercole: potete catturarlo dalle 17 alle 8 sugli alberi; 
  • Insetto Stecco: potete catturarlo dalle 4 alle 8 e dalle 17 alle 19 sugli alberi; 
  • Insetto Foglia: potete catturarlo sia di giorno sia di notte sotto gli alberi, questi insetti imitano le “foglie”.

Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio

Buona caccia! 

E anche questo mese termina qui la nostra guida ai pesci e agli insetti di Luglio di Animal Crossing: New Horizons. Come avete potuto notare, le grandi novità di questo mese sono soprattutto fra gli insetti. Peccato per chi gioca nell’emisfero meridionale, speriamo che il prossimo mese apporti grandi novità anche per voi. Preparate comunque il costume da bagno: è quasi ora di tuffarsi. Rimanete sintonizzati con noi di tuttoteK per tutti gli aggiornamenti, le news e le guide a tema videoludico e tech! 

L'articolo Animal Crossing: New Horizons, i pesci e gli insetti di Luglio proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/animal-crossing-new-horizons-pesci-insetti-luglio/feed 0
Perché i casinò mobili sono così popolari? https://www.tuttotek.it/web-social/speciali-web-social/perche-casino-mobili-sono-cosi-popolari https://www.tuttotek.it/web-social/speciali-web-social/perche-casino-mobili-sono-cosi-popolari#respond Thu, 02 Jul 2020 08:00:30 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=110231

I progressi proposti dalle nuove tecnologie e dal digitale hanno radicalmente cambiato il mondo del betting e quello del gioco d’azzardo. Vi siete mai chiesti perché i casinò mobili sono così popolari?

Oggi proveremo a chiedercelo anche noi, portando il fenomeno dell’evoluzione del gioco d’azzardo sotto la lente d’ingrandimento.

Come mai il gioco d’azzardo online ha subito un incremento simile e quale sarà il futuro di questo tipo di intrattenimento?

Proviamo a scoprirlo insieme.

L’evoluzione del gioco d’azzardo

Negli ultimi anni abbiamo avuto modo di assistere ad un rapido e progressivo cambiamento del gioco, che sembra essere in fretta migrato dalle sale slot verso le piattaforme digitali: se ne cercate una affidabile e sicura, vi segnaliamo il casinò mobile di SNAI.

Chiedersi il perché di questa migrazione può avere un’unica risposta. L’universo del gioco d’azzardo si è adeguato, come ogni altra cosa, allo sviluppo tecnologico dei nostri tempi.

Ogni cosa, se ci pensiamo, presenta due diverse versioni di sé: dai negozi agli uffici istituzionali, è sempre possibile effettuare una distinzione tra online e offline. Lo stesso vale per i casinò, che se nell’immaginario collettivo vengono ricordati come sale sfarzose al limite del kitsch, attualmente invece esistono anche in versione web.

Quello che però bisognerebbe chiedersi è come mai i casinò online abbiano riscoperto un successo tale da spingere la telefonia mobile a progettare modelli in grado di garantire grafiche curate e tempi di risposta minimi a chi ama giocare.

Cos’è c’è dietro il successo dei casinò online?

Le ultime statistiche rivelano un’improvvisa crescita tra gli utenti registrati alle piattaforme di gioco online. Volendo contestualizzare questo cambio di direzione potremmo pensare alla cosa come ad una conseguenza del social distancing: l’emergenza Covid ha costretto tantissime attività alla chiusura forzata, tra cui le sale slot. Ne consegue quindi che moltissime persone, orfane di un intrattenimento simile, abbiano deciso di registrarsi ai portali digitali e di sperimentare la modalità di gioco online.

Chiaramente questo è solo un tassello di un quadro più ampio: la migrazione dei giocatori verso i casinò online, così come a noi piace chiamarla, era in atto già da tempo.

Vediamo dunque quali sono i fattori che maggiormente hanno influito sull’aumento di popolarità dei giochi online.

Casinò online: come sono diventati popolari?

Diversi sono i fattori che si celano dietro la popolarità dei casinò online. Per prima cosa la partecipazione dei giovanissimi al gioco: se le generazioni più anziane di scommettitori hanno ancora qualche difficoltà ad approcciarsi alle nuove tecnologie, diverso accade per i giovani, che guardano il mondo in versione digitale.

Sempre più, inoltre, sono i ragazzi che utilizzano il gioco per vivacizzare gli incontri tra amici o rendere divertente una serata. Questa però non è l’unica ragione dietro all’incremento di popolarità dei siti di gioco.

La nascita delle app mobili dedicate a questo genere di attività, infatti, ha sicuramente favorito la loro diffusione. Giocare online, utilizzando un dispositivo mobile, vuol dire del resto poterlo fare in qualsiasi posto, ovunque ci si trovi e in qualsiasi occasione.

Come abbiamo detto prima, inoltre, la telefonia mobile ha investito nella progettazione di smartphone e tablet sempre più attenti alle esigenze dei giocatori. Il miglioramento delle prestazioni del gioco online ha quindi sicuramente influito sulla scelta di chi gioca, che oggi può avere l’occasione di rendere l’esperienza sul web immergente e piacevole.

Quali saranno gli sviluppi futuri del casinò?

Per rispondere alla domanda che ci eravamo posti all’inizio di quest’articolo, quindi, possiamo dire in conclusione che i casinò online sono diventati la realtà solida di oggi perché capaci di adeguarsi alle esigenze del tempo. I siti dedicati al gioco rendono questo genere di attività molto più accessibile e soprattutto indicate per tutti: fatta eccezione per chi non ha ancora grande dimestichezza con i sistemi tecnologici del momento, infatti, tutti attualmente sono in possesso di uno smartphone o di un tablet.

A questo punto, però, c’è chi si chiede se sia possibile vedere, in un prossimo futuro, i casinò tradizionali soppiantati dallo loro versione in digitale. Tale possibilità ci appare molto remota: per molte persone il casinò resta un luogo di incontro e di divertimento, un concetto a cui nessuno ha intenzione di dire addio.

]]>

I progressi proposti dalle nuove tecnologie e dal digitale hanno radicalmente cambiato il mondo del betting e quello del gioco d’azzardo. Vi siete mai chiesti perché i casinò mobili sono così popolari?

Oggi proveremo a chiedercelo anche noi, portando il fenomeno dell’evoluzione del gioco d’azzardo sotto la lente d’ingrandimento.

Come mai il gioco d’azzardo online ha subito un incremento simile e quale sarà il futuro di questo tipo di intrattenimento?

Proviamo a scoprirlo insieme.

L’evoluzione del gioco d’azzardo

Negli ultimi anni abbiamo avuto modo di assistere ad un rapido e progressivo cambiamento del gioco, che sembra essere in fretta migrato dalle sale slot verso le piattaforme digitali: se ne cercate una affidabile e sicura, vi segnaliamo il casinò mobile di SNAI.

Chiedersi il perché di questa migrazione può avere un’unica risposta. L’universo del gioco d’azzardo si è adeguato, come ogni altra cosa, allo sviluppo tecnologico dei nostri tempi.

Ogni cosa, se ci pensiamo, presenta due diverse versioni di sé: dai negozi agli uffici istituzionali, è sempre possibile effettuare una distinzione tra online e offline. Lo stesso vale per i casinò, che se nell’immaginario collettivo vengono ricordati come sale sfarzose al limite del kitsch, attualmente invece esistono anche in versione web.

Quello che però bisognerebbe chiedersi è come mai i casinò online abbiano riscoperto un successo tale da spingere la telefonia mobile a progettare modelli in grado di garantire grafiche curate e tempi di risposta minimi a chi ama giocare.

Cos’è c’è dietro il successo dei casinò online?

Le ultime statistiche rivelano un’improvvisa crescita tra gli utenti registrati alle piattaforme di gioco online. Volendo contestualizzare questo cambio di direzione potremmo pensare alla cosa come ad una conseguenza del social distancing: l’emergenza Covid ha costretto tantissime attività alla chiusura forzata, tra cui le sale slot. Ne consegue quindi che moltissime persone, orfane di un intrattenimento simile, abbiano deciso di registrarsi ai portali digitali e di sperimentare la modalità di gioco online.

Chiaramente questo è solo un tassello di un quadro più ampio: la migrazione dei giocatori verso i casinò online, così come a noi piace chiamarla, era in atto già da tempo.

Vediamo dunque quali sono i fattori che maggiormente hanno influito sull’aumento di popolarità dei giochi online.

Casinò online: come sono diventati popolari?

Diversi sono i fattori che si celano dietro la popolarità dei casinò online. Per prima cosa la partecipazione dei giovanissimi al gioco: se le generazioni più anziane di scommettitori hanno ancora qualche difficoltà ad approcciarsi alle nuove tecnologie, diverso accade per i giovani, che guardano il mondo in versione digitale.

Sempre più, inoltre, sono i ragazzi che utilizzano il gioco per vivacizzare gli incontri tra amici o rendere divertente una serata. Questa però non è l’unica ragione dietro all’incremento di popolarità dei siti di gioco.

La nascita delle app mobili dedicate a questo genere di attività, infatti, ha sicuramente favorito la loro diffusione. Giocare online, utilizzando un dispositivo mobile, vuol dire del resto poterlo fare in qualsiasi posto, ovunque ci si trovi e in qualsiasi occasione.

Come abbiamo detto prima, inoltre, la telefonia mobile ha investito nella progettazione di smartphone e tablet sempre più attenti alle esigenze dei giocatori. Il miglioramento delle prestazioni del gioco online ha quindi sicuramente influito sulla scelta di chi gioca, che oggi può avere l’occasione di rendere l’esperienza sul web immergente e piacevole.

Quali saranno gli sviluppi futuri del casinò?

Per rispondere alla domanda che ci eravamo posti all’inizio di quest’articolo, quindi, possiamo dire in conclusione che i casinò online sono diventati la realtà solida di oggi perché capaci di adeguarsi alle esigenze del tempo. I siti dedicati al gioco rendono questo genere di attività molto più accessibile e soprattutto indicate per tutti: fatta eccezione per chi non ha ancora grande dimestichezza con i sistemi tecnologici del momento, infatti, tutti attualmente sono in possesso di uno smartphone o di un tablet.

A questo punto, però, c’è chi si chiede se sia possibile vedere, in un prossimo futuro, i casinò tradizionali soppiantati dallo loro versione in digitale. Tale possibilità ci appare molto remota: per molte persone il casinò resta un luogo di incontro e di divertimento, un concetto a cui nessuno ha intenzione di dire addio.

L'articolo Perché i casinò mobili sono così popolari? proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/web-social/speciali-web-social/perche-casino-mobili-sono-cosi-popolari/feed 0
Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/legends-of-runeterra-come-farmare https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/legends-of-runeterra-come-farmare#respond Thu, 02 Jul 2020 07:59:28 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111705

In un 2020 dove Riot Games ha conquistato il pubblico coi suoi giochi, Legends of Runeterra continua a raccogliere numeri. Per questo motivo, oggi vogliamo mostrarvi come farmare ricompense in poco tempo

Il CCG di Riot sta lentamente distruggendo la concorrenza, raccogliendo utenti anch dagli altri giochi di carte collezionabili online. Dal suo lancio, Legends of Runeterra ha riscosso un gran successo sia tra i fan dei giochi di carte che tra i fan di League of Legends, anche e soprattutto grazie alla sua impostazione non pay-to-win. Per questo motivo, oggi vogliamo mostrarvi come farmare velocemente ricompense in Legends of Runeterra per costruire il vostro mazzo vincente in fretta!

Never pay to win

Come già saprete,  l’aspetto più interessante di Legends of Runeterra è legato all’economia del gioco ed alla possibilità di mettere da parte quante più ricompense possibili. Grazie alla sua impostazione (e alla politica free to play di Riot), in questo CCG non esistono microtransazioni e le carte sono ottenibili solo tramite forzieri e ricompense. Questi forizeri sono ottenibili grazie ai punti exp. ottenibili completando le missioni o semplicemente giocando contro altri giocatori.

Per questo motivo, tantissimi giocatori si sono cimentati nella ricerca di guide e consigli utili per ottenere le ricompense il più velocemente possibile fin dal day one. A tal proposito, oggi vogliamo spiegarvi come farmare in poco tempo forzieri e ricompense in Legends of Runeterra. Siete pronti, evocatori?

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Il tutorial – Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Come in ogni gioco che si rispetti, anche in Legends of Runeterra è presente il tutorial all’inizio del gioco. Questo è già un buon punto di partenza, poichè durante il tutorial è possibile guadagnare punti esperienza per sbloccare i primi contenuti. In particolare, arrivando al livello 10 vi sarà concesso un Gettone Spedizioni bonus, che vi servirà ancora una volta per ottenere ricompense. Completando tutti i tutorial proposti dal gioco arriverete al livello 8, quindi vi consigliamo di giocare almeno le 3 partite con i 3 mazzi standard che il gioco vi propone.

Una volta giocati questi 3 match non solo sarete saliti al livello 10, ma avrete anche una panoramica un po’ più chiara sia sulle meccaniche del gioco che sulla composizione dei mazzi. Una volta saliti al livello quindi, andate nelle menu delle ricompense e riscattate ciò che avete guadagnato. Una volta fatto ciò, possiamo procedere con le spedizioni.

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Le Spedizioni – Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Le Spedizioni sono una modalità molto simile all’arena di Heartstone, in cui ai giocatori viene chiesto di completare un mazzo con carte random. A differenza dell’Arena, però, in questo caso è possibile prendere un tris di carte alla volta scegliendo tra le diverse regioni del gioco. Inoltre, nelle spedizioni non si viene eliminati alla prima sonfitta, ma perdendone 2 partite di fila, concedendo quindi ai giocatori una seconda chance. L’obbiettivo è quello di raggiungere il massimo di 7 vittorie per sbloccare le ricche ricompense di questa modalità. Dopo ogni round, inoltre, è possibile cambiare o guadagnare alcune carte per arricchire il mazzo che state utilizzando.

Detto ciò siete pronti per affrontare la vostra prima spedizione. Utilizzate il gettone spedizioni bonus che avete ottenuto in precedenza e lanciatevi nella battaglia. Ovviamente, più si raggiunge un grado alto nelle spedizioni, migliori saranno le ricompense. Inoltre fate attenzione: in caso di sconfitta viene offerta una seconda chance, ma soltanto fino al sesto round. Il settimo (e ultimo) sarà secco, quindi date il meglio di voi per portare a casa il bottino!

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Cambio regione – Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Un’altra ottima strategia per farmare in fretta su Legends of Runeterra è quella di cambiare regione di interesse ad un certo punto. In Legends of Runeterra infatti è possibile scegliere una regione di interesse, impostate come dei piccoli “Pass Battaglia” indipendenti. I punti esperienza che otterremo andranno a sbloccare le ricompense relative a quella regione, che potrà essere cambiata a nostro piacimento. Il trucco, qui, sta nel raggiungere il forziere d’oro tra le ricompense della regione che abbiamo scelto, per poi passare ad un’altra regione. Una volta raggiunto il forziere d’oro dell’altra regione cambiamo ancora e così via.

Lo scopo di questa tattica è quello di ottenere il maggior numero di ricompense nel minor tempo possibile. Progredendo nelle ricompense delle regioni, diventa sempre più lento e difficile ottenere i forzieri e le ricompense, quindi questa tecnica è fondamentale per ottimizzare i tempi e guadagnare carte e cristalli in fretta.

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Forziere settimanale – Legends of Runeterra: come farmare le ricompense

L’ultimo metodo che vogliamo mostrarvi in questa guida su come farmare le ricompense in fretta in Legends of Runeterra, riguarda il “Forziere Settimanale”. Il forziere settimanale è una ricompensa fissa che si sbloccca ogni martedì. Grazie a questa ricompensa, è possibile ottenere tre forzieri ricchi di carte, frammenti e jolly. Il forziere settimanale sale di livello grazie ai punti esperienza guadagnati giocando, quindi non dovrete fare altro che giocare tanto e in maniera intelligente! Arrivando al livello più alto dei forzieri settimanali, si otterranno le seguenti ricompense:

  • 66 Carte Comuni
  • 22 Carte Rare
  • 4 Carte Epiche
  • 2 Campioni
  • 3,400 Frammenti

Il nostro consiglio, inoltre, è quello di aspettare il martedì per fare qualsiasi “operazione” riguardante le vostre carte o i vostri mazzi. In questo modo vi renderete conto delle ricompense ottenute, e sarete in grado di costruire in fretta e al meglio il mazzo che più vi interessa craftando le carte che vi mancano. Ricordate che è possibile craftare carte grazie anche ai “jolly” in base al colore corrispondente, quindi teneteveli cari e non sprecateli casualmente.

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Buona missione!

Bene amici, anche oggi siamo giunti alla fine di questa guida! Questi erano i nostri consigli su come farmare in fretta le ricompense in Legends of Runeterra. Speriamo di esservi stati d’aiuto e come sempre vi invitiamo a restare connessi su tuttoteKper ulteriori guide, news, recensioni e tanto altro ancora dal mondo dei videogiochi. Ciao e in bocca al lupo, evocatori!

]]>

In un 2020 dove Riot Games ha conquistato il pubblico coi suoi giochi, Legends of Runeterra continua a raccogliere numeri. Per questo motivo, oggi vogliamo mostrarvi come farmare ricompense in poco tempo

Il CCG di Riot sta lentamente distruggendo la concorrenza, raccogliendo utenti anch dagli altri giochi di carte collezionabili online. Dal suo lancio, Legends of Runeterra ha riscosso un gran successo sia tra i fan dei giochi di carte che tra i fan di League of Legends, anche e soprattutto grazie alla sua impostazione non pay-to-win. Per questo motivo, oggi vogliamo mostrarvi come farmare velocemente ricompense in Legends of Runeterra per costruire il vostro mazzo vincente in fretta!

Never pay to win

Come già saprete,  l’aspetto più interessante di Legends of Runeterra è legato all’economia del gioco ed alla possibilità di mettere da parte quante più ricompense possibili. Grazie alla sua impostazione (e alla politica free to play di Riot), in questo CCG non esistono microtransazioni e le carte sono ottenibili solo tramite forzieri e ricompense. Questi forizeri sono ottenibili grazie ai punti exp. ottenibili completando le missioni o semplicemente giocando contro altri giocatori.

Per questo motivo, tantissimi giocatori si sono cimentati nella ricerca di guide e consigli utili per ottenere le ricompense il più velocemente possibile fin dal day one. A tal proposito, oggi vogliamo spiegarvi come farmare in poco tempo forzieri e ricompense in Legends of Runeterra. Siete pronti, evocatori?

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Il tutorial – Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Come in ogni gioco che si rispetti, anche in Legends of Runeterra è presente il tutorial all’inizio del gioco. Questo è già un buon punto di partenza, poichè durante il tutorial è possibile guadagnare punti esperienza per sbloccare i primi contenuti. In particolare, arrivando al livello 10 vi sarà concesso un Gettone Spedizioni bonus, che vi servirà ancora una volta per ottenere ricompense. Completando tutti i tutorial proposti dal gioco arriverete al livello 8, quindi vi consigliamo di giocare almeno le 3 partite con i 3 mazzi standard che il gioco vi propone.

Una volta giocati questi 3 match non solo sarete saliti al livello 10, ma avrete anche una panoramica un po’ più chiara sia sulle meccaniche del gioco che sulla composizione dei mazzi. Una volta saliti al livello quindi, andate nelle menu delle ricompense e riscattate ciò che avete guadagnato. Una volta fatto ciò, possiamo procedere con le spedizioni.

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Le Spedizioni – Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Le Spedizioni sono una modalità molto simile all’arena di Heartstone, in cui ai giocatori viene chiesto di completare un mazzo con carte random. A differenza dell’Arena, però, in questo caso è possibile prendere un tris di carte alla volta scegliendo tra le diverse regioni del gioco. Inoltre, nelle spedizioni non si viene eliminati alla prima sonfitta, ma perdendone 2 partite di fila, concedendo quindi ai giocatori una seconda chance. L’obbiettivo è quello di raggiungere il massimo di 7 vittorie per sbloccare le ricche ricompense di questa modalità. Dopo ogni round, inoltre, è possibile cambiare o guadagnare alcune carte per arricchire il mazzo che state utilizzando.

Detto ciò siete pronti per affrontare la vostra prima spedizione. Utilizzate il gettone spedizioni bonus che avete ottenuto in precedenza e lanciatevi nella battaglia. Ovviamente, più si raggiunge un grado alto nelle spedizioni, migliori saranno le ricompense. Inoltre fate attenzione: in caso di sconfitta viene offerta una seconda chance, ma soltanto fino al sesto round. Il settimo (e ultimo) sarà secco, quindi date il meglio di voi per portare a casa il bottino!

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Cambio regione – Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Un’altra ottima strategia per farmare in fretta su Legends of Runeterra è quella di cambiare regione di interesse ad un certo punto. In Legends of Runeterra infatti è possibile scegliere una regione di interesse, impostate come dei piccoli “Pass Battaglia” indipendenti. I punti esperienza che otterremo andranno a sbloccare le ricompense relative a quella regione, che potrà essere cambiata a nostro piacimento. Il trucco, qui, sta nel raggiungere il forziere d’oro tra le ricompense della regione che abbiamo scelto, per poi passare ad un’altra regione. Una volta raggiunto il forziere d’oro dell’altra regione cambiamo ancora e così via.

Lo scopo di questa tattica è quello di ottenere il maggior numero di ricompense nel minor tempo possibile. Progredendo nelle ricompense delle regioni, diventa sempre più lento e difficile ottenere i forzieri e le ricompense, quindi questa tecnica è fondamentale per ottimizzare i tempi e guadagnare carte e cristalli in fretta.

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Forziere settimanale – Legends of Runeterra: come farmare le ricompense

L’ultimo metodo che vogliamo mostrarvi in questa guida su come farmare le ricompense in fretta in Legends of Runeterra, riguarda il “Forziere Settimanale”. Il forziere settimanale è una ricompensa fissa che si sbloccca ogni martedì. Grazie a questa ricompensa, è possibile ottenere tre forzieri ricchi di carte, frammenti e jolly. Il forziere settimanale sale di livello grazie ai punti esperienza guadagnati giocando, quindi non dovrete fare altro che giocare tanto e in maniera intelligente! Arrivando al livello più alto dei forzieri settimanali, si otterranno le seguenti ricompense:

  • 66 Carte Comuni
  • 22 Carte Rare
  • 4 Carte Epiche
  • 2 Campioni
  • 3,400 Frammenti

Il nostro consiglio, inoltre, è quello di aspettare il martedì per fare qualsiasi “operazione” riguardante le vostre carte o i vostri mazzi. In questo modo vi renderete conto delle ricompense ottenute, e sarete in grado di costruire in fretta e al meglio il mazzo che più vi interessa craftando le carte che vi mancano. Ricordate che è possibile craftare carte grazie anche ai “jolly” in base al colore corrispondente, quindi teneteveli cari e non sprecateli casualmente.

Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta

Buona missione!

Bene amici, anche oggi siamo giunti alla fine di questa guida! Questi erano i nostri consigli su come farmare in fretta le ricompense in Legends of Runeterra. Speriamo di esservi stati d’aiuto e come sempre vi invitiamo a restare connessi su tuttoteKper ulteriori guide, news, recensioni e tanto altro ancora dal mondo dei videogiochi. Ciao e in bocca al lupo, evocatori!

L'articolo Legends of Runeterra: come farmare le ricompense in fretta proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/legends-of-runeterra-come-farmare/feed 0
Migliori tastiere da gaming | Luglio 2020 https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-tastiere-gaming https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-tastiere-gaming#respond Thu, 02 Jul 2020 07:00:50 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=102812

In questa guida vedremo quali sono le migliori tastiere da gaming attualmente sul mercato, e quale acquistare in base a prezzo e funzionalità

Con l’enorme varietà di prodotti disponibile, scegliere una tastiera da gaming non è sempre facile. In questa guida vedremo quindi quali sono i fattori da considerare per la scelta della propria tastiera, e quali sono le migliori tastiere per varie fasce di prezzo.

Quali fattori considerare per la scelta della tastiera

Nel considerare una tastiera, che sia da gaming o meno, la distinzione più importante da fare è tra tastiere a membrana, e meccaniche. Nelle prime la pressione su un circuito dello strato di membrana sottostante ai tasti ne registra la pressione. Questo significa che le tastiere a membrana daranno un feedback alla pressione poco definito, che bisognerà premere a fondo il tasto perché venga riconosciuto, e che potrebbero consumarsi col tempo. Il fatto che si usi una singola membrana per tutti i tasti fa sì però che il costo sia notevolmente ridotto rispetto alle controparti meccaniche. 

Nelle tastiere meccaniche invece ogni tasto chiude singolarmente il circuito (facendo registrare la pressione) con il movimento di uno switch caricato a molla. Questo significa che il feedback dei tasti di una tastiera a meccanica sarà in base al tipo di switch molto più definito, e potenzialmente anche più rumoroso. Un altro vantaggio importantissimo delle tastiere meccaniche è infatti la possibilità di scegliere il proprio switch, oltre che il keycap (il tasto vero e proprio).

Se personalizzare i keycap significa solamente modificare l’estetica o il feeling al tatto della tastiera, le differenze tra gli switch sono molto più importanti.  Uno switch lineare ad esempio renderà più fluida la pressione del tasto, mentre altri daranno feedback più o meno definiti durante o alla fine della pressione. Un’altra differenza tra gli switch è nel peso, e quindi nella forza stessa necessaria per registrare la pressione. 

Gli altri aspetti da considerare per la scelta della tastiera sono l’illuminazione, eventuali tasti aggiuntivi, presenza del tastierino numerico, e dimensioni. Per quanto riguarda l’illuminazione ad esempio, possono essere disponibili solo un paio di colori, o l’intera gamma RGB, e l’illuminazione può essere diversa per ogni singolo tasto o unica per tutta la tastiera.

Migliori tastiere da gaming | Luglio 2020

Corsair K95 RGB Platinum – Migliori tastiere da gaming

Anche se il prezzo non è basso, la K95 RGB Platinum di Corsair è senza dubbio la miglior tastiera da gaming in circolazione. La tastiera è abbastanza grande, ma sfrutta bene lo spazio includendo controlli media dedicati, ruota del volume in metallo, illuminazione RGB, e persino una porta USB aggiuntiva. Non mancano poi keycap aggiuntivi per i tasti WASD, e il poggiapolsi removibile. Gli switch sono gli ottimi Cherry MX Speed, o in alternativa i Cherry MX Brown.


Corsair K95 RGB Platinum Tastiera Meccanica Gaming, Cherry MX Speed, Retroilluminato RGB, Italiano QWERTY, Nero

  • Switch meccanici 100% Cherry MX Speed RGB: Spingi al massimo con la risposta rapida da 1.2 mm e la durata degli switch meccanici CHERRY MX con contatti dorati

Asus ROG Strix Scope – Migliori tastiere da gaming

Ad un prezzo simile alla K95, la ROG Strix Scope di Asus è particolarmente indicata a chi gioca soprattutto a sparatutto in prima persona. La tastiera presenta infatti personalizzazione macro completa, e un tasto CTRL ingrandito, per renderne più comoda la pressione. Non manca l’illuminazione RGB completa, e si possono scegliere gli switch Cherry MX Blue, Brown, Red, Black, Silent Red, o Speed Silver.


Asus ROG Strix Scope Tastiera Meccanica RGB Gaming, Multimediale, ideale per giochi FPS, Switch Cherry MX RED [Layout Italiano]

  • Ottima per i giochi FPS: il tasto Xccurate Ctrl due volte più ampio e ergonomico significa meno clic mancati per una maggiore precisione FPS

Logitech G413 – Migliori tastiere da gaming

La G413 di Logitech è una delle migliori tastiere da gaming economiche che potete acquistare. La tastiera monta gli switch proprietari Romer-G Tactile, precisi e silenziosi. Assolutamente non scontato per il prezzo, la G413 include anche una porta USB aggiuntiva, a cui collegare il mouse ad esempio.

(attualmente in offerta)


Logitech G413 Tastiera Gaming Meccanica, Tasti Retroilluminati, Switch Meccanici Romer-G ‎Tactile, Telaio Lega Alluminio, Funzioni Personalizzate, Passthrough USB, Layout Italiano ‎QWERTY, Nero

  • Ottimo per e-Atleti: Tastiera gaming meccanica professionale con switch meccanico ‎RomerG Tactile, veloce rispetto alle tastiere gaming della concorrenza; Velocità, precisione e silenziosità

Razer Cynosa Chroma – Migliori tastiere da gaming

Per chi preferisce le tastiere a membrana, una delle migliori sul mercato è la Cynosa Chroma di Razer. Vi è il supporto all’illuminazione RGB completa e alla personalizzazione macro, e la tastiera è anche resistente all’acqua.

Conclusioni

La scelta della tastiera dipende soprattutto dal gusto personale, e per quanto ci siano tastiere oggettivamente migliori di altre, vi consigliamo sempre di provare con mano quante più tastiere possibili in un negozio. Per altre guide, news, recensioni e speciali sul mondo hardware, passate per la sezione dedicata sul nostro sito!

]]>

In questa guida vedremo quali sono le migliori tastiere da gaming attualmente sul mercato, e quale acquistare in base a prezzo e funzionalità

Con l’enorme varietà di prodotti disponibile, scegliere una tastiera da gaming non è sempre facile. In questa guida vedremo quindi quali sono i fattori da considerare per la scelta della propria tastiera, e quali sono le migliori tastiere per varie fasce di prezzo.

Quali fattori considerare per la scelta della tastiera

Nel considerare una tastiera, che sia da gaming o meno, la distinzione più importante da fare è tra tastiere a membrana, e meccaniche. Nelle prime la pressione su un circuito dello strato di membrana sottostante ai tasti ne registra la pressione. Questo significa che le tastiere a membrana daranno un feedback alla pressione poco definito, che bisognerà premere a fondo il tasto perché venga riconosciuto, e che potrebbero consumarsi col tempo. Il fatto che si usi una singola membrana per tutti i tasti fa sì però che il costo sia notevolmente ridotto rispetto alle controparti meccaniche. 

Nelle tastiere meccaniche invece ogni tasto chiude singolarmente il circuito (facendo registrare la pressione) con il movimento di uno switch caricato a molla. Questo significa che il feedback dei tasti di una tastiera a meccanica sarà in base al tipo di switch molto più definito, e potenzialmente anche più rumoroso. Un altro vantaggio importantissimo delle tastiere meccaniche è infatti la possibilità di scegliere il proprio switch, oltre che il keycap (il tasto vero e proprio).

Se personalizzare i keycap significa solamente modificare l’estetica o il feeling al tatto della tastiera, le differenze tra gli switch sono molto più importanti.  Uno switch lineare ad esempio renderà più fluida la pressione del tasto, mentre altri daranno feedback più o meno definiti durante o alla fine della pressione. Un’altra differenza tra gli switch è nel peso, e quindi nella forza stessa necessaria per registrare la pressione. 

Gli altri aspetti da considerare per la scelta della tastiera sono l’illuminazione, eventuali tasti aggiuntivi, presenza del tastierino numerico, e dimensioni. Per quanto riguarda l’illuminazione ad esempio, possono essere disponibili solo un paio di colori, o l’intera gamma RGB, e l’illuminazione può essere diversa per ogni singolo tasto o unica per tutta la tastiera.

Migliori tastiere da gaming | Luglio 2020

Corsair K95 RGB Platinum – Migliori tastiere da gaming

Anche se il prezzo non è basso, la K95 RGB Platinum di Corsair è senza dubbio la miglior tastiera da gaming in circolazione. La tastiera è abbastanza grande, ma sfrutta bene lo spazio includendo controlli media dedicati, ruota del volume in metallo, illuminazione RGB, e persino una porta USB aggiuntiva. Non mancano poi keycap aggiuntivi per i tasti WASD, e il poggiapolsi removibile. Gli switch sono gli ottimi Cherry MX Speed, o in alternativa i Cherry MX Brown.

Corsair K95 RGB Platinum Tastiera Meccanica Gaming, Cherry MX Speed, Retroilluminato RGB, Italiano QWERTY, Nero
  • Switch meccanici 100% Cherry MX Speed RGB: Spingi al massimo con la risposta rapida da 1.2 mm e la durata degli switch meccanici CHERRY MX con contatti dorati

Asus ROG Strix Scope – Migliori tastiere da gaming

Ad un prezzo simile alla K95, la ROG Strix Scope di Asus è particolarmente indicata a chi gioca soprattutto a sparatutto in prima persona. La tastiera presenta infatti personalizzazione macro completa, e un tasto CTRL ingrandito, per renderne più comoda la pressione. Non manca l’illuminazione RGB completa, e si possono scegliere gli switch Cherry MX Blue, Brown, Red, Black, Silent Red, o Speed Silver.

Asus ROG Strix Scope Tastiera Meccanica RGB Gaming, Multimediale, ideale per giochi FPS, Switch Cherry MX RED [Layout Italiano]
  • Ottima per i giochi FPS: il tasto Xccurate Ctrl due volte più ampio e ergonomico significa meno clic mancati per una maggiore precisione FPS

Logitech G413 – Migliori tastiere da gaming

La G413 di Logitech è una delle migliori tastiere da gaming economiche che potete acquistare. La tastiera monta gli switch proprietari Romer-G Tactile, precisi e silenziosi. Assolutamente non scontato per il prezzo, la G413 include anche una porta USB aggiuntiva, a cui collegare il mouse ad esempio.

(attualmente in offerta)
Logitech G413 Tastiera Gaming Meccanica, Tasti Retroilluminati, Switch Meccanici Romer-G ‎Tactile, Telaio Lega Alluminio, Funzioni Personalizzate, Passthrough USB, Layout Italiano ‎QWERTY, Nero
  • Ottimo per e-Atleti: Tastiera gaming meccanica professionale con switch meccanico ‎RomerG Tactile, veloce rispetto alle tastiere gaming della concorrenza; Velocità, precisione e silenziosità

Razer Cynosa Chroma – Migliori tastiere da gaming

Per chi preferisce le tastiere a membrana, una delle migliori sul mercato è la Cynosa Chroma di Razer. Vi è il supporto all’illuminazione RGB completa e alla personalizzazione macro, e la tastiera è anche resistente all’acqua.

Conclusioni

La scelta della tastiera dipende soprattutto dal gusto personale, e per quanto ci siano tastiere oggettivamente migliori di altre, vi consigliamo sempre di provare con mano quante più tastiere possibili in un negozio. Per altre guide, news, recensioni e speciali sul mondo hardware, passate per la sezione dedicata sul nostro sito!

L'articolo Migliori tastiere da gaming | Luglio 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-tastiere-gaming/feed 0
Migliori visori VR per PC | Luglio 2020 https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-visori-vr-pc https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-visori-vr-pc#respond Thu, 02 Jul 2020 07:00:48 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=98204

Scopriamo in questa guida quali sono i migliori visori VR per PC attualmente sul mercato, e chi dovrebbe acquistarli in base a prezzo e funzionalità

Il mercato della realtà virtuale è in continua espansione, e in particolare su PC l’annuncio e il rilascio di Half Life: Alyx hanno dato una spinta enorme alle vendite dei visori VR. Come accade per ogni nuova tecnologia, i prezzi dei visori si stanno abbassando sempre di più, e anche se quelli più performanti hanno un prezzo ancora troppo elevato per la maggior parte delle persone, si possono comprare visori di qualità eccellente anche spendendo relativamente poco. Vediamo in questa guida quindi quali sono i migliori visori VR per PC attualmente sul mercato e quale scegliere in base alle vostre esigenze!

Quali caratteristiche considerare per la scelta del visore

Oltre ovviamente al prezzo, la caratteristica più importante da considerare per la scelta di un visore VR per PC è lo spazio a vostra disposizione. Dovrete considerare quindi se potete usare il visore solo da seduti, se avete un minimo di spazio per muovervi, o se invece avete una stanza intera da dedicare alla vostra postazione da gioco. Sempre riguardante lo spazio è importante sapere se avete un posto per posizionare eventuali basi per il tracking dei movimenti e dei controller o se dovrete puntare su visori che non ne hanno bisogno. Per ogni visore è poi fondamentale controllare che il vostro PC rientri nei requisiti consigliati o almeno minimi indicati dal produttore.

Purtroppo la scelta dei visori PC nel nostro mercato è abbastanza ristretta, dato che molti non sono ancora ufficialmente in vendita in Italia o Europa, e non si sa se lo saranno mai. Per questo mancheranno in questa guida visori come l’ottimo Samsung Odyssey Plus, il cui costo importandolo dall’estero aumenterebbe moltissimo. Questo ne annullerebbe ovviamente quindi la convenienza rispetto agli altri visori più costosi presenti in questa guida.

Oculus Rift S | Migliori visori VR per PC

Attuale ammiraglia di Oculus, una delle compagnie più importanti nel mercato VR, il Rift S è a mani basse il miglior visore per PC nella sua fascia di prezzo. Il visore ha infatti un’altissima risoluzione di 2560 x 1600 e refresh rate di 80 Hz, e non richiede alcuna base esterna per il tracking dei controller e dei movimenti. Costando praticamente lo stesso prezzo, a circa 450 € il Rift S rende totalmente insensato l’acquisto dell’originale Rift. 

Migliori visori VR per PC | Luglio 2020

Valve Index | Migliori visori VR per PC

Per chi non ha limiti di budget, a poco oltre 1000 € l’Index di Valve è attualmente il miglior visore VR sul mercato. La risoluzione degli schermi è di 2880 x 1600, con in più un refresh rate di ben 120 Hz, il tutto con un FOV (Field of View) di 130°. L’effetto “Screen Door” è praticamente impercettibile, e l’ottima distribuzione del peso e la qualità dei materiali contribuiscono a renderlo ancora superiore alla concorrenza. Gli ottimi controller permettono inoltre il tracciamento dei movimenti di ogni singolo dito, ma per il tracciamento dei movimenti del giocatore sono necessarie delle basi esterne.

Acquistando il visore avrete anche in regalo Half Life: Alyx, titolo che riesce a sfruttare al meglio tutti i punti di forza del visore. Ricordiamo però che il gioco sarà comunque compatibile con tutti i visori per PC, anche se la qualità dell’esperienza potrà variare.

Migliori visori VR per PC | Luglio 2020

Menzione d’onore: Oculus Quest | Migliori visori VR per PC

Il Quest è un visore VR stand alone che per la sua comodità e per il prezzo competitivo (circa 450 €) ha riscosso subito un successo enorme. Pur avendo essenzialmente l’hardware di uno smartphone il visore offre infatti comunque un’ottima qualità visiva e diversi porting di giochi VR completi. Non mancano infatti Superhot VR o il popolarissimo Beat Saber, che sono tra i giochi più venduti nel mercato VR in generale.

Quest non è quindi un vero e proprio visore VR per PC, ma ciò che gli è valso la menzione d’onore in questa guida è una funzionalità recentemente aggiunta: Oculus Link. Grazie a questa funzionalità infatti basterà usare un cavo USB 3 di qualità alta per poter collegare il visore ad un PC da gaming e giocare a qualsiasi titolo VR della libreria del fratello maggiore Rift (Alyx incluso). La differenza con un visore PC tradizionale ovviamente si sente, ma è assolutamente trascurabile considerando la comodità di poter semplicemente scollegare il visore e utilizzarlo senza alcun dispositivo aggiuntivo.

Migliori visori VR per PC | Luglio 2020

Buon viaggio nel mondo della realtà virtuale!

Speriamo che questa guida vi sia stata d’aiuto, e vi auguriamo ovviamente un buon viaggio nel meraviglioso mondo della realtà virtuale! Ricordiamo che potete trovare sul nostro sito anche una guida sui migliori visori VR non solo per PC. Per altre guide, news, recensioni e speciali sul mondo videoludico, passate per la sezione dedicata sul nostro sito!

]]>

Scopriamo in questa guida quali sono i migliori visori VR per PC attualmente sul mercato, e chi dovrebbe acquistarli in base a prezzo e funzionalità

Il mercato della realtà virtuale è in continua espansione, e in particolare su PC l’annuncio e il rilascio di Half Life: Alyx hanno dato una spinta enorme alle vendite dei visori VR. Come accade per ogni nuova tecnologia, i prezzi dei visori si stanno abbassando sempre di più, e anche se quelli più performanti hanno un prezzo ancora troppo elevato per la maggior parte delle persone, si possono comprare visori di qualità eccellente anche spendendo relativamente poco. Vediamo in questa guida quindi quali sono i migliori visori VR per PC attualmente sul mercato e quale scegliere in base alle vostre esigenze!

Quali caratteristiche considerare per la scelta del visore

Oltre ovviamente al prezzo, la caratteristica più importante da considerare per la scelta di un visore VR per PC è lo spazio a vostra disposizione. Dovrete considerare quindi se potete usare il visore solo da seduti, se avete un minimo di spazio per muovervi, o se invece avete una stanza intera da dedicare alla vostra postazione da gioco. Sempre riguardante lo spazio è importante sapere se avete un posto per posizionare eventuali basi per il tracking dei movimenti e dei controller o se dovrete puntare su visori che non ne hanno bisogno. Per ogni visore è poi fondamentale controllare che il vostro PC rientri nei requisiti consigliati o almeno minimi indicati dal produttore.

Purtroppo la scelta dei visori PC nel nostro mercato è abbastanza ristretta, dato che molti non sono ancora ufficialmente in vendita in Italia o Europa, e non si sa se lo saranno mai. Per questo mancheranno in questa guida visori come l’ottimo Samsung Odyssey Plus, il cui costo importandolo dall’estero aumenterebbe moltissimo. Questo ne annullerebbe ovviamente quindi la convenienza rispetto agli altri visori più costosi presenti in questa guida.

Oculus Rift S | Migliori visori VR per PC

Attuale ammiraglia di Oculus, una delle compagnie più importanti nel mercato VR, il Rift S è a mani basse il miglior visore per PC nella sua fascia di prezzo. Il visore ha infatti un’altissima risoluzione di 2560 x 1600 e refresh rate di 80 Hz, e non richiede alcuna base esterna per il tracking dei controller e dei movimenti. Costando praticamente lo stesso prezzo, a circa 450 € il Rift S rende totalmente insensato l’acquisto dell’originale Rift. 

Migliori visori VR per PC | Luglio 2020

Valve Index | Migliori visori VR per PC

Per chi non ha limiti di budget, a poco oltre 1000 € l’Index di Valve è attualmente il miglior visore VR sul mercato. La risoluzione degli schermi è di 2880 x 1600, con in più un refresh rate di ben 120 Hz, il tutto con un FOV (Field of View) di 130°. L’effetto “Screen Door” è praticamente impercettibile, e l’ottima distribuzione del peso e la qualità dei materiali contribuiscono a renderlo ancora superiore alla concorrenza. Gli ottimi controller permettono inoltre il tracciamento dei movimenti di ogni singolo dito, ma per il tracciamento dei movimenti del giocatore sono necessarie delle basi esterne.

Acquistando il visore avrete anche in regalo Half Life: Alyx, titolo che riesce a sfruttare al meglio tutti i punti di forza del visore. Ricordiamo però che il gioco sarà comunque compatibile con tutti i visori per PC, anche se la qualità dell’esperienza potrà variare.

Migliori visori VR per PC | Luglio 2020

Menzione d’onore: Oculus Quest | Migliori visori VR per PC

Il Quest è un visore VR stand alone che per la sua comodità e per il prezzo competitivo (circa 450 €) ha riscosso subito un successo enorme. Pur avendo essenzialmente l’hardware di uno smartphone il visore offre infatti comunque un’ottima qualità visiva e diversi porting di giochi VR completi. Non mancano infatti Superhot VR o il popolarissimo Beat Saber, che sono tra i giochi più venduti nel mercato VR in generale.

Quest non è quindi un vero e proprio visore VR per PC, ma ciò che gli è valso la menzione d’onore in questa guida è una funzionalità recentemente aggiunta: Oculus Link. Grazie a questa funzionalità infatti basterà usare un cavo USB 3 di qualità alta per poter collegare il visore ad un PC da gaming e giocare a qualsiasi titolo VR della libreria del fratello maggiore Rift (Alyx incluso). La differenza con un visore PC tradizionale ovviamente si sente, ma è assolutamente trascurabile considerando la comodità di poter semplicemente scollegare il visore e utilizzarlo senza alcun dispositivo aggiuntivo.

Migliori visori VR per PC | Luglio 2020

Buon viaggio nel mondo della realtà virtuale!

Speriamo che questa guida vi sia stata d’aiuto, e vi auguriamo ovviamente un buon viaggio nel meraviglioso mondo della realtà virtuale! Ricordiamo che potete trovare sul nostro sito anche una guida sui migliori visori VR non solo per PC. Per altre guide, news, recensioni e speciali sul mondo videoludico, passate per la sezione dedicata sul nostro sito!

L'articolo Migliori visori VR per PC | Luglio 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-visori-vr-pc/feed 0
Migliori cuffie bluetooth On-Ear e Over-Ear | Luglio 2020 https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-cuffie-bluetooth https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-cuffie-bluetooth#respond Thu, 02 Jul 2020 07:00:18 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=102792

Vediamo in questa guida quali sono le migliori cuffie bluetooth on-ear e over-ear sul mercato, e quali scegliere in base a prezzo e funzionalità

Con il jack per le cuffie presente in sempre meno smartphone, un buon paio di cuffie bluetooth è ormai un acquisto abbastanza obbligato. Oltre alle cuffiette true wireless (come Airpods o Galaxy Buds), è importante scegliere  quindi anche delle cuffie On-Ear o Over-Ear, decisamente più comode per l’ascolto prolungato e capaci di offrire una qualità audio molto migliore. 

Quali fattori considerare per la scelta della cuffie

Partiamo col definire la differenza tra le cuffie On-Ear e Over-Ear. Le prime, come dice il nome, poggiano sulle orecchie, e forniscono quindi un minore isolamento acustico passivo, oltre a risultare potenzialmente scomode per alcuni. Per chi risultano comode, le On-Ear hanno l’enorme vantaggio di non far scaldare le orecchie, risultando d’estate molto più adatte per l’uso prolungato.

Le Over-Ear sono quelle invece coi padiglioni più larghi, che avvolgono quindi l’intero orecchio. Queste cuffie risultano per molti più comode, e hanno un ottimo isolamento acustico passivo (quello dovuto al solo indossare la cuffia). I driver sono inoltre spesso più grandi, e la qualità del suono, anche se non direttamente correlata, è spesso migliore (anche perché non c’è il bisogno di aumentare i bassi per compensare l’assenza di isolamento). Come già scritto però possono diventare abbastanza fastidiose d’estate, o comunque quando fa caldo, dopo un uso abbastanza prolungato. 

La scelta tra questi due tipi di cuffie è quindi abbastanza soggettiva, e il nostro consiglio è di andare in qualche negozio e provarle con mano. Va detto comunque che essendo senza dubbio migliori per la riduzione del rumore, fattore ormai importantissimo per la maggior parte degli utenti, ci sono molti più modelli di cuffie Over-Ear da cui scegliere. Gli altri fattori da considerare sono: durata della batteria, qualità del suono, e isolamento acustico attivo (o riduzione attiva del rumore). Per chi viaggia molto in treni/bus o aerei investire in un modello con riduzione attiva del rumore migliore varrà assolutamente la pena, mentre per un uso prettamente casalingo basterà anche una riduzione del rumore basica.

Migliori cuffie bluetooth On-Ear e Over-Ear | Luglio 2020

Sony WH-1000XM3 – Migliori cuffie bluetooth Over-Ear

Con un’eccellente qualità del suono, autonomia, design, riduzione attiva del rumore, e set di funzionalità, le WH-1000XM3 sono sicuramente uno dei migliori modelli di cuffie bluetooth Over-Ear che potete acquistare. Queste cuffie presentano anche un jack per l’utilizzo con cavo, una porta USB Type C per la ricarica, e il supporto all’NFC per il pairing rapido. Costando poco meno di 300 euro, competono in quella fascia di prezzo con le Bose Noise Cancelling Headphones 700, che sorpassano però in autonomia, qualità del suono, e riduzione attiva del rumore.

Bose Noise Cancelling Headphones 700 – Migliori cuffie bluetooth Over-Ear

Come già scritto queste cuffie sono nella stessa fascia di prezzo delle WH-1000XM3, migliori in molti aspetti, ma per chi preferisce design, o timbro sonoro di Bose, questo modello rimane un ottimo acquisto.

(attualmente in offerta)


Bose Noise Cancelling Headphones 700, Nero (Black), con Alexa integrata

  • Lascia il telefono in tasca e concentrati su ciò che ti circonda, grazie all’accesso rapido agli assistenti vocali che ti consentono di gestire la tua musica, navigare, ottenere informazioni meteo e molto altro

Bowers & Wilkins PX7 Wireless Headphones – Migliori cuffie bluetooth Over-Ear

Superando il prezzo abbastanza proibitivo, le PX7 di Bowers & Wilkins assicurano l’eccellente qualità audio che ci si aspetta dall’azienda inglese. Oltre ad un’ottima cancellazione attiva del rumore, queste cuffie supportano sia l’aptX Adaptive per stabilità e latenza della connessione migliorate, sia l’aptX HD per lo streaming in alta qualità a 24-bit. 

(attualmente in offerta)


Bowers&Wilkins PX7 – Cuffie wireless con cancellazione attiva del rumore, Grigio (Space Grey)

  • I driver da 43 mm delle px7 sono i più grandi della nostra collezione di cuffie, e sono messi a punto dagli stessi ingegneri progettisti degli altoparlanti in diamante della serie 800 utilizzati negli studi abbey road

Sony WH-CH700N – Migliori cuffie bluetooth Over-Ear

Per chi cerca un paio di cuffie bluetooth a circa 100 euro, le WH-CH700N di Sony sono tra i modelli migliori che potete comprare. Offrono infatti un’eccellente autonomia (circa 35 ore), buona cancellazione attiva del rumore, anche se ovviamente non al livello di quella delle cuffie più costose, e buona qualità audio. Anche il set di funzionalità è ottimo, con NFC per il pairing rapido, supporto al cavo, e le varie ottimizzazioni proprietarie di Sony per migliorare la qualità audio.

Marshall Mid ANC Wireless – Migliori cuffie bluetooth On-Ear

A poco meno di 200 euro, le Mid ANC di Marshall offrono una buona qualità audio, con bassi profondi e potenti, ma al prezzo di un’autonomia non proprio ottima (17 ore). La cancellazione attiva del rumore, che essendo una On-Ear non è assistita da quella passiva dei padiglioni, non è molto buona, ma andrà più che bene per l’ascolto a casa.

(attualmente in offerta)


Marshall Mid ANC 04092138 Cuffie Bluetooth con Cancellazione Attiva del Rumore, Nero

  • Mid A.N.C. è una cuffia con cancellazione attiva del rumore

JBL LIVE 400BT – Migliori cuffie bluetooth On-Ear

Questo modello è più economico delle Marshall, ad un prezzo di poco oltre i 100 euro. La durata della batteria è eccellente (oltre 30 ore), e per una ricarica completa ci vorranno meno di due ore. Queste cuffie non supportano la riduzione attiva del rumore, e sono quindi assolutamente sconsigliate per uso in bus/aereo o altri ambienti rumorosi.

(attualmente in offerta)


JBL LIVE 400BT Cuffie On-Ear Wireless Bluetooth, Con Alexa integrata e Assistente Google, Fino a 24h di Autonomia, Nero

  • Dall’inconfondibile suono JBL e dai potenti bassi, le cuffie on ear Bluetooth senza fili JBL LIVE400BT ti offrono una soluzione wireless di alta qualità ovunque sei: a casa, in viaggio o in ufficio

AKG N60NC Wireless – Migliori cuffie bluetooth On-Ear

Anch’esse a poco oltre 100 euro, le N60NC di AKG hanno una buona qualità audio e un’ottima riduzione attiva del rumore per il prezzo. L’altra qualità distintiva di queste cuffie è la facilità di trasporto, data dalle dimensioni compatte. L’autonomia non è però molto buona, con circa 15 ore di ascolto.

Conclusioni

Speriamo che questa guida vi sia stata d’aiuto nella scelta della vostra cuffia bluetooth, che può risultare abbastanza difficile per la quantità di ottimi prodotti sul mercato. Come già scritto, la cosa migliore da fare è sicuramente provare con mano questi modelli in qualche negozio. Essendo quasi tutti molto diffusi, non dovrebbe essere un problema trovarli in qualunque negozio importante di elettronica. 

Per altre guide, news, recensioni e speciali sul mondo hardware, passate per la sezione dedicata sul nostro sito!

]]>

Vediamo in questa guida quali sono le migliori cuffie bluetooth on-ear e over-ear sul mercato, e quali scegliere in base a prezzo e funzionalità

Con il jack per le cuffie presente in sempre meno smartphone, un buon paio di cuffie bluetooth è ormai un acquisto abbastanza obbligato. Oltre alle cuffiette true wireless (come Airpods o Galaxy Buds), è importante scegliere  quindi anche delle cuffie On-Ear o Over-Ear, decisamente più comode per l’ascolto prolungato e capaci di offrire una qualità audio molto migliore. 

Quali fattori considerare per la scelta della cuffie

Partiamo col definire la differenza tra le cuffie On-Ear e Over-Ear. Le prime, come dice il nome, poggiano sulle orecchie, e forniscono quindi un minore isolamento acustico passivo, oltre a risultare potenzialmente scomode per alcuni. Per chi risultano comode, le On-Ear hanno l’enorme vantaggio di non far scaldare le orecchie, risultando d’estate molto più adatte per l’uso prolungato.

Le Over-Ear sono quelle invece coi padiglioni più larghi, che avvolgono quindi l’intero orecchio. Queste cuffie risultano per molti più comode, e hanno un ottimo isolamento acustico passivo (quello dovuto al solo indossare la cuffia). I driver sono inoltre spesso più grandi, e la qualità del suono, anche se non direttamente correlata, è spesso migliore (anche perché non c’è il bisogno di aumentare i bassi per compensare l’assenza di isolamento). Come già scritto però possono diventare abbastanza fastidiose d’estate, o comunque quando fa caldo, dopo un uso abbastanza prolungato. 

La scelta tra questi due tipi di cuffie è quindi abbastanza soggettiva, e il nostro consiglio è di andare in qualche negozio e provarle con mano. Va detto comunque che essendo senza dubbio migliori per la riduzione del rumore, fattore ormai importantissimo per la maggior parte degli utenti, ci sono molti più modelli di cuffie Over-Ear da cui scegliere. Gli altri fattori da considerare sono: durata della batteria, qualità del suono, e isolamento acustico attivo (o riduzione attiva del rumore). Per chi viaggia molto in treni/bus o aerei investire in un modello con riduzione attiva del rumore migliore varrà assolutamente la pena, mentre per un uso prettamente casalingo basterà anche una riduzione del rumore basica.

Migliori cuffie bluetooth On-Ear e Over-Ear | Luglio 2020

Sony WH-1000XM3 – Migliori cuffie bluetooth Over-Ear

Con un’eccellente qualità del suono, autonomia, design, riduzione attiva del rumore, e set di funzionalità, le WH-1000XM3 sono sicuramente uno dei migliori modelli di cuffie bluetooth Over-Ear che potete acquistare. Queste cuffie presentano anche un jack per l’utilizzo con cavo, una porta USB Type C per la ricarica, e il supporto all’NFC per il pairing rapido. Costando poco meno di 300 euro, competono in quella fascia di prezzo con le Bose Noise Cancelling Headphones 700, che sorpassano però in autonomia, qualità del suono, e riduzione attiva del rumore.

Bose Noise Cancelling Headphones 700 – Migliori cuffie bluetooth Over-Ear

Come già scritto queste cuffie sono nella stessa fascia di prezzo delle WH-1000XM3, migliori in molti aspetti, ma per chi preferisce design, o timbro sonoro di Bose, questo modello rimane un ottimo acquisto.

(attualmente in offerta)
Bose Noise Cancelling Headphones 700, Nero (Black), con Alexa integrata
  • Lascia il telefono in tasca e concentrati su ciò che ti circonda, grazie all'accesso rapido agli assistenti vocali che ti consentono di gestire la tua musica, navigare, ottenere informazioni meteo e molto altro

Bowers & Wilkins PX7 Wireless Headphones – Migliori cuffie bluetooth Over-Ear

Superando il prezzo abbastanza proibitivo, le PX7 di Bowers & Wilkins assicurano l’eccellente qualità audio che ci si aspetta dall’azienda inglese. Oltre ad un’ottima cancellazione attiva del rumore, queste cuffie supportano sia l’aptX Adaptive per stabilità e latenza della connessione migliorate, sia l’aptX HD per lo streaming in alta qualità a 24-bit. 

(attualmente in offerta)
Bowers&Wilkins PX7 - Cuffie wireless con cancellazione attiva del rumore, Grigio (Space Grey)
  • I driver da 43 mm delle px7 sono i più grandi della nostra collezione di cuffie, e sono messi a punto dagli stessi ingegneri progettisti degli altoparlanti in diamante della serie 800 utilizzati negli studi abbey road

Sony WH-CH700N – Migliori cuffie bluetooth Over-Ear

Per chi cerca un paio di cuffie bluetooth a circa 100 euro, le WH-CH700N di Sony sono tra i modelli migliori che potete comprare. Offrono infatti un’eccellente autonomia (circa 35 ore), buona cancellazione attiva del rumore, anche se ovviamente non al livello di quella delle cuffie più costose, e buona qualità audio. Anche il set di funzionalità è ottimo, con NFC per il pairing rapido, supporto al cavo, e le varie ottimizzazioni proprietarie di Sony per migliorare la qualità audio.

Marshall Mid ANC Wireless – Migliori cuffie bluetooth On-Ear

A poco meno di 200 euro, le Mid ANC di Marshall offrono una buona qualità audio, con bassi profondi e potenti, ma al prezzo di un’autonomia non proprio ottima (17 ore). La cancellazione attiva del rumore, che essendo una On-Ear non è assistita da quella passiva dei padiglioni, non è molto buona, ma andrà più che bene per l’ascolto a casa.

(attualmente in offerta)
Marshall Mid ANC 04092138 Cuffie Bluetooth con Cancellazione Attiva del Rumore, Nero
  • Mid A.N.C. è una cuffia con cancellazione attiva del rumore

JBL LIVE 400BT – Migliori cuffie bluetooth On-Ear

Questo modello è più economico delle Marshall, ad un prezzo di poco oltre i 100 euro. La durata della batteria è eccellente (oltre 30 ore), e per una ricarica completa ci vorranno meno di due ore. Queste cuffie non supportano la riduzione attiva del rumore, e sono quindi assolutamente sconsigliate per uso in bus/aereo o altri ambienti rumorosi.

(attualmente in offerta)
JBL LIVE 400BT Cuffie On-Ear Wireless Bluetooth, Con Alexa integrata e Assistente Google, Fino a 24h di Autonomia, Nero
  • Dall'inconfondibile suono JBL e dai potenti bassi, le cuffie on ear Bluetooth senza fili JBL LIVE400BT ti offrono una soluzione wireless di alta qualità ovunque sei: a casa, in viaggio o in ufficio

AKG N60NC Wireless – Migliori cuffie bluetooth On-Ear

Anch’esse a poco oltre 100 euro, le N60NC di AKG hanno una buona qualità audio e un’ottima riduzione attiva del rumore per il prezzo. L’altra qualità distintiva di queste cuffie è la facilità di trasporto, data dalle dimensioni compatte. L’autonomia non è però molto buona, con circa 15 ore di ascolto.

Conclusioni

Speriamo che questa guida vi sia stata d’aiuto nella scelta della vostra cuffia bluetooth, che può risultare abbastanza difficile per la quantità di ottimi prodotti sul mercato. Come già scritto, la cosa migliore da fare è sicuramente provare con mano questi modelli in qualche negozio. Essendo quasi tutti molto diffusi, non dovrebbe essere un problema trovarli in qualunque negozio importante di elettronica. 

Per altre guide, news, recensioni e speciali sul mondo hardware, passate per la sezione dedicata sul nostro sito!

L'articolo Migliori cuffie bluetooth On-Ear e Over-Ear | Luglio 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-cuffie-bluetooth/feed 0
Migliori controller per PC | Luglio 2020 https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-controller-pc https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-controller-pc#respond Thu, 02 Jul 2020 07:00:04 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=99019

Scopriamo in questa guida quali sono i migliori controller per PC attualmente sul mercato, e quale scegliere in base a prezzo e funzionalità

Mouse e tastiera non sono sempre adatti ad ogni gioco e giocatore, e un buon controller è importante anche per i giocatori PC. Virtualmente ogni controller è compatibile più o meno ufficialmente con la piattaforma, e la scelta può essere abbastanza difficile. Vediamo quindi in questa guida i migliori controller per PC per varie fasce di prezzi, e quale scegliere in base alle proprie necessità.

Quali controller si possono usare su PC?

Come già scritto sopra, in un modo o nell’altro è possibile far funzionare praticamente qualsiasi controller su PC, dal Dualshock 1 al Wiimote, dal Dualshock 4 ai Joy-Con. I controller supportati ufficialmente da Windows, e che funzionano quindi senza alcuna procedura particolare necessaria sulla maggior parte dei giochi, sono essenzialmente quelli per Xbox dalla 360 in poi, e diversi altri controller designati per Xbox One.

Steam però ha aggiunto nel tempo il suo supporto a moltissimi controller di terze parti e di varie console, rendendoli compatibili con la maggior parte dei giochi del suo enorme catalogo. Si possono usare facilmente quindi ad esempio Dualshock 4 (con supporto alla barra touch e regolazione dei LED), e Pro Controller di Switch. La compatibilità può essere estesa anche a giochi non di Steam, aggiungendoli alla libreria del programma. Per fare ciò basta cliccare su “Aggiungi un gioco” in basso a sinistra nella finestra principale, poi su “Aggiungi un gioco non di Steam”, e infine selezionare il gioco desiderato.

Xbox Elite Wireless Controller Series 2 – Migliori controller per PC

Partiamo subito con quello che è a mani basse il miglior controller per PC attualmente sul mercato, se non avete limiti nel budget. L’Elite controller Series 2 è acquistabile infatti a circa 180€, prezzo proibitivo per molti, e più indicato a giocatori professionisti. Anche contando il prezzo, il livello di personalizzazione offerto da questo controller è formidabile, dal livello di tensione degli analogici, alla scelta dei D-Pad e alle funzioni di tutti i vari tasti aggiuntivi. Rispetto alla prima serie di controller Elite, questo modello include un case per il trasporto che funge anche da base di ricarica per la batteria da oltre 40 ore del dispositivo.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Razer Wolverine Ultimate – Migliori controller per PC

Altro controller di fascia molto alta, il Wolverine Ultimate presenta anch’esso un altissimo livello di personalizzazione, nei D-Pad o nei tasti posteriori ad esempio. Una delle caratteristiche più distintive di questo controller è però il feeling tattile dei tasti, simile al clic di un mouse. Un grande svantaggio del Wolverine Ultimate è però l’assenza di una connettività wireless, che costringe quindi ad usare il cavo, per quanto ottimo sia. Essendo un prodotto Razer non possono mancare ovviamente i LED RGB, con supporto a Razer Chroma per la sincronizzazione degli effetti di luce con altri dispositivi.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Xbox Wireless Controller – Migliori controller per PC

Controller standard per Xbox One, l’Xbox Wireless Controller è considerato da molti uno dei migliori controller di sempre, superiore quindi al DualShock 4 di Sony, sul quale ha anche il vantaggio della compatibilità totale con Windows. Acquistabile a meno di 60€, questo controller è probabilmente il più adatto alla maggior parte dei giocatori PC. Anche se verso fine anno arriverà il controller della nuova Xbox Series X, non differisce molto dal modello attuale, che rimane quindi ancora un ottimo acquisto.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Logitech F310 – Migliori controller per PC

Per chi vuole spendere il meno possibile, l’F310 rimane un ottimo controller contando il costo di poco oltre 20€. La qualità ovviamente è ben lontana da quella degli altri controller in questa lista, ma per un uso più casual va più che bene. Un grande vantaggio dell’F310 è il peso, estremamente ridotto nonostante comunque la buona sensazione di rigidità e robustezza del controller.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Menzione d’onore: Dualshock 4

Grazie al supporto di Steam, il DualShock 4 è diventato un’ottima opzione per chi preferisce gli analogici allineati, o in generale il suo design rispetto a quelli di Microsoft. I vantaggi del DualShock 4 sul controller standard Xbox One sono anche il LED, personalizzabile in colore e luminosità, e la barra touch. Quest’ultima può essere usata come sorta di trackpad, rendendo molto più comode le eventuali operazioni da compiere col mouse.

Come l’Xbox Wireless Controller, il DualShock 4 si può acquistare a meno di 60€. Visto che il costo è pressoché identico, assicuratevi di comprare la sua versione revisionata (o V2), che aggiunge un led sulla barra touch e qualche altra miglioria. Ricordiamo però che nonostante la “mediazione” di Steam, la compatibilità del Dualshock 4 con Windows non è totale come quella dei controller Xbox, per cui potrebbe essere necessario l’uso di software di terze parti (come l’ottimo DS4Windows). Per una guida approfondita sull’uso del DualShock 4 su PC, potete seguire questo link.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Conclusioni

Speriamo che questa guida vi sia stata d’aiuto nella scelta del vostro controller, e vi ricordiamo di continuare a seguirci sulle sezioni dedicate per altre news, guide, recensioni e speciali su hardware e videogiochi.

]]>

Scopriamo in questa guida quali sono i migliori controller per PC attualmente sul mercato, e quale scegliere in base a prezzo e funzionalità

Mouse e tastiera non sono sempre adatti ad ogni gioco e giocatore, e un buon controller è importante anche per i giocatori PC. Virtualmente ogni controller è compatibile più o meno ufficialmente con la piattaforma, e la scelta può essere abbastanza difficile. Vediamo quindi in questa guida i migliori controller per PC per varie fasce di prezzi, e quale scegliere in base alle proprie necessità.

Quali controller si possono usare su PC?

Come già scritto sopra, in un modo o nell’altro è possibile far funzionare praticamente qualsiasi controller su PC, dal Dualshock 1 al Wiimote, dal Dualshock 4 ai Joy-Con. I controller supportati ufficialmente da Windows, e che funzionano quindi senza alcuna procedura particolare necessaria sulla maggior parte dei giochi, sono essenzialmente quelli per Xbox dalla 360 in poi, e diversi altri controller designati per Xbox One.

Steam però ha aggiunto nel tempo il suo supporto a moltissimi controller di terze parti e di varie console, rendendoli compatibili con la maggior parte dei giochi del suo enorme catalogo. Si possono usare facilmente quindi ad esempio Dualshock 4 (con supporto alla barra touch e regolazione dei LED), e Pro Controller di Switch. La compatibilità può essere estesa anche a giochi non di Steam, aggiungendoli alla libreria del programma. Per fare ciò basta cliccare su “Aggiungi un gioco” in basso a sinistra nella finestra principale, poi su “Aggiungi un gioco non di Steam”, e infine selezionare il gioco desiderato.

Xbox Elite Wireless Controller Series 2 – Migliori controller per PC

Partiamo subito con quello che è a mani basse il miglior controller per PC attualmente sul mercato, se non avete limiti nel budget. L’Elite controller Series 2 è acquistabile infatti a circa 180€, prezzo proibitivo per molti, e più indicato a giocatori professionisti. Anche contando il prezzo, il livello di personalizzazione offerto da questo controller è formidabile, dal livello di tensione degli analogici, alla scelta dei D-Pad e alle funzioni di tutti i vari tasti aggiuntivi. Rispetto alla prima serie di controller Elite, questo modello include un case per il trasporto che funge anche da base di ricarica per la batteria da oltre 40 ore del dispositivo.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Razer Wolverine Ultimate – Migliori controller per PC

Altro controller di fascia molto alta, il Wolverine Ultimate presenta anch’esso un altissimo livello di personalizzazione, nei D-Pad o nei tasti posteriori ad esempio. Una delle caratteristiche più distintive di questo controller è però il feeling tattile dei tasti, simile al clic di un mouse. Un grande svantaggio del Wolverine Ultimate è però l’assenza di una connettività wireless, che costringe quindi ad usare il cavo, per quanto ottimo sia. Essendo un prodotto Razer non possono mancare ovviamente i LED RGB, con supporto a Razer Chroma per la sincronizzazione degli effetti di luce con altri dispositivi.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Xbox Wireless Controller – Migliori controller per PC

Controller standard per Xbox One, l’Xbox Wireless Controller è considerato da molti uno dei migliori controller di sempre, superiore quindi al DualShock 4 di Sony, sul quale ha anche il vantaggio della compatibilità totale con Windows. Acquistabile a meno di 60€, questo controller è probabilmente il più adatto alla maggior parte dei giocatori PC. Anche se verso fine anno arriverà il controller della nuova Xbox Series X, non differisce molto dal modello attuale, che rimane quindi ancora un ottimo acquisto.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Logitech F310 – Migliori controller per PC

Per chi vuole spendere il meno possibile, l’F310 rimane un ottimo controller contando il costo di poco oltre 20€. La qualità ovviamente è ben lontana da quella degli altri controller in questa lista, ma per un uso più casual va più che bene. Un grande vantaggio dell’F310 è il peso, estremamente ridotto nonostante comunque la buona sensazione di rigidità e robustezza del controller.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Menzione d’onore: Dualshock 4

Grazie al supporto di Steam, il DualShock 4 è diventato un’ottima opzione per chi preferisce gli analogici allineati, o in generale il suo design rispetto a quelli di Microsoft. I vantaggi del DualShock 4 sul controller standard Xbox One sono anche il LED, personalizzabile in colore e luminosità, e la barra touch. Quest’ultima può essere usata come sorta di trackpad, rendendo molto più comode le eventuali operazioni da compiere col mouse.

Come l’Xbox Wireless Controller, il DualShock 4 si può acquistare a meno di 60€. Visto che il costo è pressoché identico, assicuratevi di comprare la sua versione revisionata (o V2), che aggiunge un led sulla barra touch e qualche altra miglioria. Ricordiamo però che nonostante la “mediazione” di Steam, la compatibilità del Dualshock 4 con Windows non è totale come quella dei controller Xbox, per cui potrebbe essere necessario l’uso di software di terze parti (come l’ottimo DS4Windows). Per una guida approfondita sull’uso del DualShock 4 su PC, potete seguire questo link.

Migliori controller per PC | Luglio 2020

Conclusioni

Speriamo che questa guida vi sia stata d’aiuto nella scelta del vostro controller, e vi ricordiamo di continuare a seguirci sulle sezioni dedicate per altre news, guide, recensioni e speciali su hardware e videogiochi.

L'articolo Migliori controller per PC | Luglio 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-controller-pc/feed 0
Little Big Workshop disponibile per il preorder su Xbox One https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/little-big-workshop-preorder-xbox-one https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/little-big-workshop-preorder-xbox-one#respond Wed, 01 Jul 2020 18:14:40 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111684

Little Big Workshop, l’ultimo gestionale di Mirage Game Studios, è finalmente disponibile per il preorder su Xbox One

Little Big Workshop è un gestionale davvero molto carino sviluppato dai Mirage Game Studios e pubblicato da HandyGames e THQ Nordic. Questo simpatico titolo è già disponibile da un annetto su Steam, ma ora sta per arrivare anche su altre piattaforme. Da oggi infatti sono ufficialmente aperti i preorder per la versione Xbox One di Little Big Workshop.

Assicuratevi la vostra copia di Little Big Workshop per Xbox One

Little Big Workshop arriverà sul Microsoft Store dell’Xbox One il 24 settembre e già da ora potrete prenotarlo. Il gioco sarà acquistabile al prezzo di €19.99, ma tutti coloro che lo ordineranno prima dell’uscita avranno diritto anche ad uno sconto del 20%. Se siete davvero intenzionati ad acquistare questo titolo, preordinarlo potrebbe essere una mossa saggia.

Per chi non lo sapesse, Little Big Workshop è un gestionale in cui potrete gestire una fabbrica in miniatura. Inizialmente avrete a disposizione solo un piccolo laboratorio, ma col tempo potrete sbloccare vari miglioramenti e espandere davvero molto il vostro luogo di lavoro.

Little Big Workshop disponibile per il preorder su Xbox One

Nel titolo impersonerete il capo della fabbrica e dovrete occuparvi della gestione dei lavoratori, dell’acquisto dei macchinari, della progettazione delle linee di produzione e così via. Durante le vostre partite il lavoro non mancherà mai e alla fine otterrete di sicuro tantissime soddisfazioni. Il gioco è molto semplice e leggero, rendendolo davvero adatto ai novizi di questo genere. Se volete saperne di più prima di valutare l’acquisto, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla nostra recensione della versione PC.

Little Big Workshop è disponibile ora per PC su Steam e arriverà su Xbox One il 24 settembre. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK.

]]>

Little Big Workshop, l’ultimo gestionale di Mirage Game Studios, è finalmente disponibile per il preorder su Xbox One

Little Big Workshop è un gestionale davvero molto carino sviluppato dai Mirage Game Studios e pubblicato da HandyGames e THQ Nordic. Questo simpatico titolo è già disponibile da un annetto su Steam, ma ora sta per arrivare anche su altre piattaforme. Da oggi infatti sono ufficialmente aperti i preorder per la versione Xbox One di Little Big Workshop.

Assicuratevi la vostra copia di Little Big Workshop per Xbox One

Little Big Workshop arriverà sul Microsoft Store dell’Xbox One il 24 settembre e già da ora potrete prenotarlo. Il gioco sarà acquistabile al prezzo di €19.99, ma tutti coloro che lo ordineranno prima dell’uscita avranno diritto anche ad uno sconto del 20%. Se siete davvero intenzionati ad acquistare questo titolo, preordinarlo potrebbe essere una mossa saggia.

Per chi non lo sapesse, Little Big Workshop è un gestionale in cui potrete gestire una fabbrica in miniatura. Inizialmente avrete a disposizione solo un piccolo laboratorio, ma col tempo potrete sbloccare vari miglioramenti e espandere davvero molto il vostro luogo di lavoro.

Little Big Workshop disponibile per il preorder su Xbox One

Nel titolo impersonerete il capo della fabbrica e dovrete occuparvi della gestione dei lavoratori, dell’acquisto dei macchinari, della progettazione delle linee di produzione e così via. Durante le vostre partite il lavoro non mancherà mai e alla fine otterrete di sicuro tantissime soddisfazioni. Il gioco è molto semplice e leggero, rendendolo davvero adatto ai novizi di questo genere. Se volete saperne di più prima di valutare l’acquisto, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla nostra recensione della versione PC.

Little Big Workshop è disponibile ora per PC su Steam e arriverà su Xbox One il 24 settembre. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK.

L'articolo Little Big Workshop disponibile per il preorder su Xbox One proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/little-big-workshop-preorder-xbox-one/feed 0
Call of Duty: Warzone mostra Verdansk Air e il Capitano Price https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/call-of-duty-warzone-verdansk https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/call-of-duty-warzone-verdansk#respond Wed, 01 Jul 2020 17:55:05 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111679

Nel nuovo trailer di Call of Duty: Warzone il Capitano Price ci parla del Verdansk Air, il velivolo che trasporta i giocatori da una parte all’altra della mappa

Il Capitano Price, una figura molto amata dai fan del brand Activision, mostra ai fan il suo Verdansk Air in un nuovo trailer a metà fra grafica tridimensionale e live action. Il trailer ha lo scopo di pubblicizzare la nuova Stagione 4 Reloaded, in arrivo prossimamente sui lidi del popolarissimo battle royale sviluppato da Raven Software e Infinity Ward.

Il Capitano Price è pronto a trasportare i giocatori di Call of Duty: Warzone sul suo Verdansk Air

Il Capitano pilota il Verdansk Air sull’omonima mappa di Call of Duty: Warzone, il quale si prepara a ricevere un importante aggiornamento nei prossimi giorni. La nuova stagione, infatti, dovrebbe permettere l’ingresso in partita di ben 200 giocatori nella stessa sessione. La modalità a 200 giocatori, tuttavia, dovrebbe essere a tempo limitato, anche se questo non esclude una sua successiva estensione in base al gradimento da parte dell’utenza.

Le novità non si fermano qui: la presenza dei Contract all’interno ci chiederà di raggiungere entro un tempo limitato le Buy Station attraverso le Supply Run. Il gioco vedrà inoltre, fra le altre cose, l’arrivo della nuova mappa di Cheshire Park, ambientata in una zona urbana di Londra, e l’inserimento della modalità Team Defender. Sembra che a questo punto lo spazio occupato dal gioco sui nostri hard disk sia destinato a superare ampiamente i 200 gigabyte.

Il successo dello sparatutto di Activision sembra incontenibile. Il numero di giocatori è sempre più alto e il supporto da parte dei due team di sviluppo non accenna a fermarsi. Di recente, anche Ubisoft ha annunciato Hyper Scape, la sua personale visione del genere. Sembra che quella dei battle royale, insomma, non sia stata solo una moda passeggera. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti e rimanete sintonizzati sulle pagine di tuttoteK per altre notizie sui vostri titoli preferiti. 

]]>

Nel nuovo trailer di Call of Duty: Warzone il Capitano Price ci parla del Verdansk Air, il velivolo che trasporta i giocatori da una parte all’altra della mappa

Il Capitano Price, una figura molto amata dai fan del brand Activision, mostra ai fan il suo Verdansk Air in un nuovo trailer a metà fra grafica tridimensionale e live action. Il trailer ha lo scopo di pubblicizzare la nuova Stagione 4 Reloaded, in arrivo prossimamente sui lidi del popolarissimo battle royale sviluppato da Raven Software e Infinity Ward.

Il Capitano Price è pronto a trasportare i giocatori di Call of Duty: Warzone sul suo Verdansk Air

Il Capitano pilota il Verdansk Air sull’omonima mappa di Call of Duty: Warzone, il quale si prepara a ricevere un importante aggiornamento nei prossimi giorni. La nuova stagione, infatti, dovrebbe permettere l’ingresso in partita di ben 200 giocatori nella stessa sessione. La modalità a 200 giocatori, tuttavia, dovrebbe essere a tempo limitato, anche se questo non esclude una sua successiva estensione in base al gradimento da parte dell’utenza.

Le novità non si fermano qui: la presenza dei Contract all’interno ci chiederà di raggiungere entro un tempo limitato le Buy Station attraverso le Supply Run. Il gioco vedrà inoltre, fra le altre cose, l’arrivo della nuova mappa di Cheshire Park, ambientata in una zona urbana di Londra, e l’inserimento della modalità Team Defender. Sembra che a questo punto lo spazio occupato dal gioco sui nostri hard disk sia destinato a superare ampiamente i 200 gigabyte.

Il successo dello sparatutto di Activision sembra incontenibile. Il numero di giocatori è sempre più alto e il supporto da parte dei due team di sviluppo non accenna a fermarsi. Di recente, anche Ubisoft ha annunciato Hyper Scape, la sua personale visione del genere. Sembra che quella dei battle royale, insomma, non sia stata solo una moda passeggera. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti e rimanete sintonizzati sulle pagine di tuttoteK per altre notizie sui vostri titoli preferiti. 

L'articolo Call of Duty: Warzone mostra Verdansk Air e il Capitano Price proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/call-of-duty-warzone-verdansk/feed 0
Trails of Cold Steel III è disponibile su Nintendo Switch https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/trails-of-cold-steel-iii-nintendo-switch https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/trails-of-cold-steel-iii-nintendo-switch#respond Wed, 01 Jul 2020 17:32:36 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111677

Nippon Ichi Software America ha appena annunciato che Trails of Cold Steel III è finalmente disponibile anche su Nintendo Switch

Fra tutti i giochi della sere di The Legend of Heroes, Trails of Cold Steel III è di sicuro uno dei più apprezzati. Il titolo è stato rilasciato ben tre anni fa in Giappone, ma nel 2019 è finalmente arrivato anche da noi.

Inizialmente questo titolo era giocabile solamente su PS4, ma ora sembra che stia per approdare anche su altre console. Da pochissimo infatti Nippon Ichi Software America ha annunciato che Trails of Cold Steel III ora è disponibile anche su Nintendo Switch.

Trails of Cold Steel III arriva anche in casa Nintendo

La saga di Trails of Cold Steel è davvero molto apprezzata e ora finalmente i fan potranno giocare al terzo capitolo anche su Nintendo Switch. Per chi non lo sapesse, Trails of Cold Steel III è un calssico JRPG a turni ambientato in un mondo misterioso e pieno di intrighi. Questo capitolo è ambientato quasi un anno e mezzo dopo la guerra civile di Erebon e da allora molte cose sono cambiate. Dopo le mutevoli posizioni dei paesi sulla politica interna dell’Impero e dopo i cambiamenti avvenuti nella vita di Rean Schwarzer, le ombre del passato hanno lasciato il posto ad un nuovo capitolo. 

Grazie a questo titolo potrete imbarcarvi in un tour vorticoso attraverso le terre inesplorate di Erebonian e incontrare volti nuovi e vecchi amici familiari ai fan della serie. Seguendo la tradizione di Trails, l’avvincente storia del gioco si combina ancora una volta con un cast di incredibili personaggi e con un sistema di combattimento perfezionato.

Trails of Cold Steel III è disponibile ora per PS4 e Nintendo Switch. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK.

]]>

Nippon Ichi Software America ha appena annunciato che Trails of Cold Steel III è finalmente disponibile anche su Nintendo Switch

Fra tutti i giochi della sere di The Legend of Heroes, Trails of Cold Steel III è di sicuro uno dei più apprezzati. Il titolo è stato rilasciato ben tre anni fa in Giappone, ma nel 2019 è finalmente arrivato anche da noi.

Inizialmente questo titolo era giocabile solamente su PS4, ma ora sembra che stia per approdare anche su altre console. Da pochissimo infatti Nippon Ichi Software America ha annunciato che Trails of Cold Steel III ora è disponibile anche su Nintendo Switch.

Trails of Cold Steel III arriva anche in casa Nintendo

La saga di Trails of Cold Steel è davvero molto apprezzata e ora finalmente i fan potranno giocare al terzo capitolo anche su Nintendo Switch. Per chi non lo sapesse, Trails of Cold Steel III è un calssico JRPG a turni ambientato in un mondo misterioso e pieno di intrighi. Questo capitolo è ambientato quasi un anno e mezzo dopo la guerra civile di Erebon e da allora molte cose sono cambiate. Dopo le mutevoli posizioni dei paesi sulla politica interna dell’Impero e dopo i cambiamenti avvenuti nella vita di Rean Schwarzer, le ombre del passato hanno lasciato il posto ad un nuovo capitolo. 

Grazie a questo titolo potrete imbarcarvi in un tour vorticoso attraverso le terre inesplorate di Erebonian e incontrare volti nuovi e vecchi amici familiari ai fan della serie. Seguendo la tradizione di Trails, l’avvincente storia del gioco si combina ancora una volta con un cast di incredibili personaggi e con un sistema di combattimento perfezionato.

Trails of Cold Steel III è disponibile ora per PS4 e Nintendo Switch. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK.

L'articolo Trails of Cold Steel III è disponibile su Nintendo Switch proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/trails-of-cold-steel-iii-nintendo-switch/feed 0
RPG Maker MV: in arrivo su PlayStation 4 e Nintendo Switch a settembre https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/rpg-maker-mv-playstation-4-switch https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/rpg-maker-mv-playstation-4-switch#respond Wed, 01 Jul 2020 17:06:48 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111674

NIS America ha deciso di pubblicare RPG Maker MV su PlayStation 4 e Nintendo Switch a partire da settembre, sia in Europa che in Nord America

NIS America ha annunciato la data d’uscita di RPG Maker MV per PlayStation 4 e Nintendo Switch. Il popolare tool di sviluppo che permette la creazione di veri e propri videogiochi di ruolo arriverà l’8 settembre in Nord America, l’11 settembre in Europa e il 18 settembre in Oceania.

RPG Maker MV sbarcherà per la prima volta su PlayStation 4 e Nintendo Switch dopo il lancio per PC di cinque anni fa

Prima di arrivare su console, RPG Maker MV era già stato pubblicato su PC nel 2015, sulla piattaforma di distribuzione digitale Steam. Per chi non fosse informato, non stiamo parlando di un vero e proprio gioco, quanto di un tool che permette proprio la creazione di nuovi titoli. Nel corso degli anni sono state pubblicate diverse versioni del software, con numerosi miglioramenti dall’una all’altra.

L’ultima edizione, in particolare, permette di utilizzare un’interfaccia decisamente più semplice ed intuitiva. Potremo creare mondi e personaggi di ogni tipo, con l’unico limite della nostra fantasia (o quasi). Tramite l’app RPG Maker MV Player, inoltre, potremo scaricare i giochi sviluppati dagli altri giocatori, senza dover necessariamente possedere il tool di creazione. Con gli anni il programma si è ampliato con l’inserimento di numerosi miglioramenti grafici.

Avete mai provato a sviluppare il vostro gioco con una delle edizioni di di questo programma? Sapevate che molti titoli acclamati da pubblico e critica, come To The Moon, sono stati sviluppati tramite questo software? Ne avete mai giocato qualcuno? Fatecelo sapere nei commenti. Attualmente l’ultima versione è disponibile in sconto su Steam ad un prezzo molto vantaggioso. Per ulteriori notizie riguardanti i vostri titoli preferiti vi consigliamo di rimanere sintonizzati sulle pagine di tuttoteK.

]]>

NIS America ha deciso di pubblicare RPG Maker MV su PlayStation 4 e Nintendo Switch a partire da settembre, sia in Europa che in Nord America

NIS America ha annunciato la data d’uscita di RPG Maker MV per PlayStation 4 e Nintendo Switch. Il popolare tool di sviluppo che permette la creazione di veri e propri videogiochi di ruolo arriverà l’8 settembre in Nord America, l’11 settembre in Europa e il 18 settembre in Oceania.

RPG Maker MV sbarcherà per la prima volta su PlayStation 4 e Nintendo Switch dopo il lancio per PC di cinque anni fa

Prima di arrivare su console, RPG Maker MV era già stato pubblicato su PC nel 2015, sulla piattaforma di distribuzione digitale Steam. Per chi non fosse informato, non stiamo parlando di un vero e proprio gioco, quanto di un tool che permette proprio la creazione di nuovi titoli. Nel corso degli anni sono state pubblicate diverse versioni del software, con numerosi miglioramenti dall’una all’altra.

L’ultima edizione, in particolare, permette di utilizzare un’interfaccia decisamente più semplice ed intuitiva. Potremo creare mondi e personaggi di ogni tipo, con l’unico limite della nostra fantasia (o quasi). Tramite l’app RPG Maker MV Player, inoltre, potremo scaricare i giochi sviluppati dagli altri giocatori, senza dover necessariamente possedere il tool di creazione. Con gli anni il programma si è ampliato con l’inserimento di numerosi miglioramenti grafici.

Avete mai provato a sviluppare il vostro gioco con una delle edizioni di di questo programma? Sapevate che molti titoli acclamati da pubblico e critica, come To The Moon, sono stati sviluppati tramite questo software? Ne avete mai giocato qualcuno? Fatecelo sapere nei commenti. Attualmente l’ultima versione è disponibile in sconto su Steam ad un prezzo molto vantaggioso. Per ulteriori notizie riguardanti i vostri titoli preferiti vi consigliamo di rimanere sintonizzati sulle pagine di tuttoteK.

L'articolo RPG Maker MV: in arrivo su PlayStation 4 e Nintendo Switch a settembre proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/rpg-maker-mv-playstation-4-switch/feed 0
Fuser: Koch Media e NCSOFT si accordano per la distribuzione https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/fuser-distribuzione https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/fuser-distribuzione#respond Wed, 01 Jul 2020 17:03:45 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111676

NCSOFT e Koch Media hanno siglato un accordo per la distribuzione di Fuser, il nuovo gioco musicale della compagnia sud coreana 

NCSOFT è una nota software house che ha prodotto tanti titoli famosissimi, come ad esempio Guild Wars 2 e Lineage 2. La compagnia è sempre stata nota principalmente per i suoi titoli per PC e mobile, ma ora è al lavoro su Fuser, il suo primo gioco multipiattaforma.

Fuser non arriverà prima di questo autunno, ma la società ha già iniziato a pensare alla distribuzione del titolo. Recentemente infatti è stato rivelato che NCSOFT e Koch Media hanno siglato un accordo per la distribuzione di Fuser.

Fuser sarà distribuito da Koch Media al di fuori dell’Asia

In base agli accordi stipulati con NCSOFT, Koch Media avrà il compito di distribuire la versione fisica di Fuser in Europa, Medio Oriente, Africa e Oceania. Queste due compagnie si conoscono già da molto tempo e infatti non è la prima volta che collaborano. Per celebrare questo nuovo accordo, il CEO di Koch Media ha rilasciato una breve dichiarazione:

NCSOFT ha un curriculum esemplare nel campo dei giochi per PC online e abbiamo avuto il privilegio di lavorare con loro sul franchise Guild Wars in vari territori per molti anni. Quindi è un onore collaborare nuovamente con loro per dei titoli multipiattaforma. La nostra vasta rete di publishing fisico di Koch è stupita dal potenziale di Fuser e non vediamo l’ora di portare questo gioco sul mercato.

Fuser è un interessante sandbox musicale che permetterà ai giocatori di mixare canzoni di successo di alcuni dei migliori artisti del mondo. Nel titolo vi potrete esibire e creare mix personalizzati come DJ all’interno di un festival musicale virtuale e il tutto senza l’utilizzo di periferiche aggiuntive.

Fuser sarà disponibile per PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch in autunno. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK.

]]>

NCSOFT e Koch Media hanno siglato un accordo per la distribuzione di Fuser, il nuovo gioco musicale della compagnia sud coreana 

NCSOFT è una nota software house che ha prodotto tanti titoli famosissimi, come ad esempio Guild Wars 2 e Lineage 2. La compagnia è sempre stata nota principalmente per i suoi titoli per PC e mobile, ma ora è al lavoro su Fuser, il suo primo gioco multipiattaforma.

Fuser non arriverà prima di questo autunno, ma la società ha già iniziato a pensare alla distribuzione del titolo. Recentemente infatti è stato rivelato che NCSOFT e Koch Media hanno siglato un accordo per la distribuzione di Fuser.

Fuser sarà distribuito da Koch Media al di fuori dell’Asia

In base agli accordi stipulati con NCSOFT, Koch Media avrà il compito di distribuire la versione fisica di Fuser in Europa, Medio Oriente, Africa e Oceania. Queste due compagnie si conoscono già da molto tempo e infatti non è la prima volta che collaborano. Per celebrare questo nuovo accordo, il CEO di Koch Media ha rilasciato una breve dichiarazione:

NCSOFT ha un curriculum esemplare nel campo dei giochi per PC online e abbiamo avuto il privilegio di lavorare con loro sul franchise Guild Wars in vari territori per molti anni. Quindi è un onore collaborare nuovamente con loro per dei titoli multipiattaforma. La nostra vasta rete di publishing fisico di Koch è stupita dal potenziale di Fuser e non vediamo l’ora di portare questo gioco sul mercato.

Fuser è un interessante sandbox musicale che permetterà ai giocatori di mixare canzoni di successo di alcuni dei migliori artisti del mondo. Nel titolo vi potrete esibire e creare mix personalizzati come DJ all’interno di un festival musicale virtuale e il tutto senza l’utilizzo di periferiche aggiuntive.

Fuser sarà disponibile per PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch in autunno. Se siete interessati a restare aggiornati riguardo tutte le novità sul mondo dei videogiochi e tanto altro ancora, allora continuate a seguirci qui su tuttoteK.

L'articolo Fuser: Koch Media e NCSOFT si accordano per la distribuzione proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/fuser-distribuzione/feed 0
I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020 https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/migliori-giochi-apple-arcade https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/migliori-giochi-apple-arcade#respond Wed, 01 Jul 2020 17:00:35 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=99261

Apple Arcade mette a disposizione un vasto catalogo di titoli da giocare sul proprio telefono, ecco quali sono i migliori giochi disponibili

Da qualche tempo Apple si è buttata nel mondo dei videogiochi con il suo servizio in abbonamento. Se siete amanti dei giochi mobile questo potrebbe essere il servizio che fa per voi. La numero di giochi presenti è davvero alto e la qualità è buona, questo potrebbe portare un po’ di confusione nella scelta del gioco da provare. Vi veniamo in soccorso noi con questa guida sui migliori titoli da giocare su Apple Arcade.

Le caratteristiche di Apple Arcade

In un mercato come quello del mobile, dominato da giochi free-to-play con microtransazioni spesso invasive, Apple Arcade porta un po’ di aria fresca per tutti gli appassionati. Infatti il servizio in abbonamento assicura che tutti i giochi non avranno microtransazioni, pubblicità e saranno utilizzabili offline. Questa filosofia permette di ridare il giusto valore a videogiochi di buona qualità anche su smartphone.

L’abbonamento a Apple Arcade ha un prezzo di 4,99 euro al mese ed è possibile condividerlo con altre sei persone della stessa famiglia. E’ anche presente una prova gratuita di un mese durante il quale provare liberamente il servizio.

Sayonara Wild Hearts – I migliori giochi su Apple Arcade

Le prime cose che saltano all’occhio giocando a Sayonara Wild Hearts sono la palette cromatica, che esalta lo stile artistico del gioco, e la colonna sonora splendidamente curata. Il titolo sviluppato da Sinogo ci trasporta in un album pop dove The Fool (la protagonista) si lancia in una folle corsa a ritmo di musica.

Oltre tutte le qualità artistiche il gameplay di Sayonara Wild Hearts è semplice e coinvolgente. Il titolo si presta bene a brevi sessioni di gioco che lo rende particolarmente adatto al gioco mobile. Tutto questo rende il gioco uno dei migliori nel catalogo di Apple Arcade.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

What the Golf? – I migliori giochi su Apple Arcade

Nonostante il titolo, l’ultima cosa che potremmo dire di What the Golf? è che sia dedicato solamente agli appassionati di questo sport. Il titolo è uno dei più divertenti in circolazione su smartphone e non smette mai di stupire. Si avrà sempre voglia infatti di proseguire tra i livelli del gioco per scoprire quale altra pazza idea avranno avuto gli sviluppatori.

Ogni livello ha regole e meccaniche differenti e non mancano spesso e volentieri citazioni a grandi titoli del presente e del passato videoludico. Proprio per questo vi consigliamo di provare What the Golf?, probabilmente non riuscirete più a farne a meno.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Exit the Gungeon – I migliori giochi su Apple Arcade

Come si può facilmente intuire, Exit the Gungeon è uno spin off dell’apprezzato Enter the Gungeon. Rispetto al capitolo originale questo si pone come sequel, abbandonando il 3D in favore di una bidimensionalità più adatta al gioco portatile. Il gioco offre fin da subito una sfida piuttosto impegnativa, se siete quindi alla ricerca di un titolo mobile davvero hardcore Exit the Gungeon è il gioco che fa per voi.

Molto interessante inoltre la possibilità di poter godere di due esperienze diverse a seconda dei controlli. Poiché se si gioca con il touchscreen si avranno alcuni aiuti come la mira automatica e alcuni bullet time nei momenti più frenetici. Aiuti che saranno assenti se si deciderà di utilizzare il controller. Altro punto a favore è l’elevata rigiocabilità, infatti è possibile sbloccare nuovi personaggi con la quale completare di nuovo l’avventura.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Oceanhorn 2 Knights of the Lost Realm – I migliori giochi su Apple Arcade

Ecco a voi lo Zelda del videogioco su smartphone. Oceanhorn 2 Knights of the Lost Realm è un action RPG che non ha nulla da invidiare ad altre produzioni presenti su console casalinghe con un esperienza profonda e appagante. L’ispirazione alla saga di Nintendo è evidente, sia dal punto di vista grafico che del gameplay.

Il colpo d’occhio è eccezionale per essere un gioco mobile e vi consigliamo di provarlo anche collegando l’iPhone alla TV, poiché in questo caso è in grado di dare il meglio di se. Oceanhorn 2 Knights of the Lost Realm vi permette di portare un esperienza ludica tipicamente casalinga in giro con voi nel corso delle vostre giornate.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Shinsekai: Into the Depths – I migliori giochi su Apple Arcade

Anche i grandi nomi come Capcom si sono avvicinati ad Apple Arcade. Shinsekai: Into the Depths è un metroidvania bidimensionale ambientato completamente nelle profondità marine. Il gioco punta molto sulla componente survival e mette in secondo piano l’azione per lasciare spazio all’esplorazione.

Shinsekai: Into the Depths è un titolo che richiede un certo impegno per essere giocato ed è l’ennesima prova di come anche il gaming su smartphone possa godere di una certa profondità. Un titolo decisamente piacevole che può dare parecchie ore di divertimento a tutti gli abbonati Apple Arcade.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Where Cards Fall – I migliori giochi su Apple Arcade

Where Cards Fall dimostra come con un’idea semplice si può costruire qualcosa che ti rimane dentro. Si tratta essenzialmente di un puzzle game strutturato su livelli. Ad aiutarci per arrivare all’obiettivo ci sono dei mazzi di carte i quali possono costruire delle strutture per muoversi nel livello.

Ma non si tratta di una banale serie di puzzle, infatti non è da sottovalutare la poetica dietro al gioco che lo rende davvero affascinante. Aiutata anche da uno stile grafico eccelso per un gioco mobile, che non smetterà di colpirvi durante tutto il corso del gioco. Un gioco dal ritmo più tranquillo e ragionato può essere sicuramente una scelta valida ad esempio per una veloce sessione prima di andare a dormire.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Assemble With Care – I migliori giochi su Apple Arcade

Il gioco, sviluppato dai creatori di Monument Valley, si propone come un’esperienza leggera particolarmente adatta al formato mobile. Lo scopo del gioco è quello di riparare degli oggetti lungo i 12 livelli del gioco. Il tutto accompagnato da una trama semplice, ma piuttosto piacevole.

Assemble With Care funziona alla perfezione con i controlli touchscreen. Non si tratta di un gioco complesso o con una difficoltà troppo elevata. Se cercate un passatempo piacevole e non troppo impegnativo questo potrebbe essere il titolo che fa per voi. Scoprirete come attraverso questa semplicità è possibile pizzicare alcune corde della vostra sensibilità. 

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Super Impossibile Road – I migliori giochi su Apple Arcade

Passiamo ad un gioco all’apparenza semplice, ma che può rivelarsi più complesso e competitivo di quanto ci si aspetti. Super Impossibile Road è un titolo in cui bisogna partecipare in delle gare basate su alcune sfere con lo scopo di arrivare primi. Il giocatore dovrà cercare di rimanere nel percorso il più possibile per evitare di cadere, all’inizio.

Infatti dopo poco capirete che la maniera migliore di giocare Super Impossibile Road è gettarsi fuori dai binari ed utilizzare il fuori pista come scorciatoia. La modalità multiplayer online vi farà capire di cosa stiamo parlando. Si tratta del gioco ideale per accendere un po’ la competizione contro altri giocatori anche con giochi dedicati al mobile.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Pac-Man Party Royale – I migliori giochi su Apple Arcade

Pac-Man è sicuramente una delle più grandi icone videoludiche di sempre e probabilmente tutti voi la conoscete. Questa volta la formula del gioco si rinnova secondo i canoni che al momento vanno di più di moda, stiamo parlando ovviamente del battle royale. Si tratta del caro vecchio Pac-Man, solamente che questa volta non dovrete avere a che fare solo con i fantasmi, ma anche con altri giocatori.

Infatti lo scopo è quello di restare l’ultimo giocatore in partita come nel più classico dei battle royale, affrontando anche le IA chiamate “Pac-Bots”. Nel caso in cui si dovesse perdere ci sarà la possibilità di continuare a giocare come un fantasma per mettere in difficoltà gli avversari.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Continuate ad esplorare nuove esperienze!

Questi sono i giochi che riteniamo migliori su Apple Arcade e che sono assolutamente imprescindibili se avete deciso di acquistare il servizio. Il catalogo però è molto vasto, non esitate quindi ad esplorare tra i giochi disponibili perché la sorpresa può essere sempre dietro l’angolo. D’altronde la sicurezza di avere solo prodotti esenti da metodi di monetizzazione invasivi migliora e non di poco l’esperienza all’interno di Apple Arcade.

Se volete rimanere sempre aggiornati su tutte le novità dal mondo videoludico e non solo continuate a seguirci su tuttoteK. Per non perdere nemmeno uno dei nostri articoli non dimenticate di seguirci sui nostri social Facebook e Instagram per avere una copertura a 360 gradi sul mondo dei videogiochi. Inoltre troverete sul canale Youtube nuovi interessanti video a tema videogiochi, tecnologia e molto altro!

]]>

Apple Arcade mette a disposizione un vasto catalogo di titoli da giocare sul proprio telefono, ecco quali sono i migliori giochi disponibili

Da qualche tempo Apple si è buttata nel mondo dei videogiochi con il suo servizio in abbonamento. Se siete amanti dei giochi mobile questo potrebbe essere il servizio che fa per voi. La numero di giochi presenti è davvero alto e la qualità è buona, questo potrebbe portare un po’ di confusione nella scelta del gioco da provare. Vi veniamo in soccorso noi con questa guida sui migliori titoli da giocare su Apple Arcade.

Le caratteristiche di Apple Arcade

In un mercato come quello del mobile, dominato da giochi free-to-play con microtransazioni spesso invasive, Apple Arcade porta un po’ di aria fresca per tutti gli appassionati. Infatti il servizio in abbonamento assicura che tutti i giochi non avranno microtransazioni, pubblicità e saranno utilizzabili offline. Questa filosofia permette di ridare il giusto valore a videogiochi di buona qualità anche su smartphone.

L’abbonamento a Apple Arcade ha un prezzo di 4,99 euro al mese ed è possibile condividerlo con altre sei persone della stessa famiglia. E’ anche presente una prova gratuita di un mese durante il quale provare liberamente il servizio.

Sayonara Wild Hearts – I migliori giochi su Apple Arcade

Le prime cose che saltano all’occhio giocando a Sayonara Wild Hearts sono la palette cromatica, che esalta lo stile artistico del gioco, e la colonna sonora splendidamente curata. Il titolo sviluppato da Sinogo ci trasporta in un album pop dove The Fool (la protagonista) si lancia in una folle corsa a ritmo di musica.

Oltre tutte le qualità artistiche il gameplay di Sayonara Wild Hearts è semplice e coinvolgente. Il titolo si presta bene a brevi sessioni di gioco che lo rende particolarmente adatto al gioco mobile. Tutto questo rende il gioco uno dei migliori nel catalogo di Apple Arcade.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

What the Golf? – I migliori giochi su Apple Arcade

Nonostante il titolo, l’ultima cosa che potremmo dire di What the Golf? è che sia dedicato solamente agli appassionati di questo sport. Il titolo è uno dei più divertenti in circolazione su smartphone e non smette mai di stupire. Si avrà sempre voglia infatti di proseguire tra i livelli del gioco per scoprire quale altra pazza idea avranno avuto gli sviluppatori.

Ogni livello ha regole e meccaniche differenti e non mancano spesso e volentieri citazioni a grandi titoli del presente e del passato videoludico. Proprio per questo vi consigliamo di provare What the Golf?, probabilmente non riuscirete più a farne a meno.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Exit the Gungeon – I migliori giochi su Apple Arcade

Come si può facilmente intuire, Exit the Gungeon è uno spin off dell’apprezzato Enter the Gungeon. Rispetto al capitolo originale questo si pone come sequel, abbandonando il 3D in favore di una bidimensionalità più adatta al gioco portatile. Il gioco offre fin da subito una sfida piuttosto impegnativa, se siete quindi alla ricerca di un titolo mobile davvero hardcore Exit the Gungeon è il gioco che fa per voi.

Molto interessante inoltre la possibilità di poter godere di due esperienze diverse a seconda dei controlli. Poiché se si gioca con il touchscreen si avranno alcuni aiuti come la mira automatica e alcuni bullet time nei momenti più frenetici. Aiuti che saranno assenti se si deciderà di utilizzare il controller. Altro punto a favore è l’elevata rigiocabilità, infatti è possibile sbloccare nuovi personaggi con la quale completare di nuovo l’avventura.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Oceanhorn 2 Knights of the Lost Realm – I migliori giochi su Apple Arcade

Ecco a voi lo Zelda del videogioco su smartphone. Oceanhorn 2 Knights of the Lost Realm è un action RPG che non ha nulla da invidiare ad altre produzioni presenti su console casalinghe con un esperienza profonda e appagante. L’ispirazione alla saga di Nintendo è evidente, sia dal punto di vista grafico che del gameplay.

Il colpo d’occhio è eccezionale per essere un gioco mobile e vi consigliamo di provarlo anche collegando l’iPhone alla TV, poiché in questo caso è in grado di dare il meglio di se. Oceanhorn 2 Knights of the Lost Realm vi permette di portare un esperienza ludica tipicamente casalinga in giro con voi nel corso delle vostre giornate.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Shinsekai: Into the Depths – I migliori giochi su Apple Arcade

Anche i grandi nomi come Capcom si sono avvicinati ad Apple Arcade. Shinsekai: Into the Depths è un metroidvania bidimensionale ambientato completamente nelle profondità marine. Il gioco punta molto sulla componente survival e mette in secondo piano l’azione per lasciare spazio all’esplorazione.

Shinsekai: Into the Depths è un titolo che richiede un certo impegno per essere giocato ed è l’ennesima prova di come anche il gaming su smartphone possa godere di una certa profondità. Un titolo decisamente piacevole che può dare parecchie ore di divertimento a tutti gli abbonati Apple Arcade.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Where Cards Fall – I migliori giochi su Apple Arcade

Where Cards Fall dimostra come con un’idea semplice si può costruire qualcosa che ti rimane dentro. Si tratta essenzialmente di un puzzle game strutturato su livelli. Ad aiutarci per arrivare all’obiettivo ci sono dei mazzi di carte i quali possono costruire delle strutture per muoversi nel livello.

Ma non si tratta di una banale serie di puzzle, infatti non è da sottovalutare la poetica dietro al gioco che lo rende davvero affascinante. Aiutata anche da uno stile grafico eccelso per un gioco mobile, che non smetterà di colpirvi durante tutto il corso del gioco. Un gioco dal ritmo più tranquillo e ragionato può essere sicuramente una scelta valida ad esempio per una veloce sessione prima di andare a dormire.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Assemble With Care – I migliori giochi su Apple Arcade

Il gioco, sviluppato dai creatori di Monument Valley, si propone come un’esperienza leggera particolarmente adatta al formato mobile. Lo scopo del gioco è quello di riparare degli oggetti lungo i 12 livelli del gioco. Il tutto accompagnato da una trama semplice, ma piuttosto piacevole.

Assemble With Care funziona alla perfezione con i controlli touchscreen. Non si tratta di un gioco complesso o con una difficoltà troppo elevata. Se cercate un passatempo piacevole e non troppo impegnativo questo potrebbe essere il titolo che fa per voi. Scoprirete come attraverso questa semplicità è possibile pizzicare alcune corde della vostra sensibilità. 

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Super Impossibile Road – I migliori giochi su Apple Arcade

Passiamo ad un gioco all’apparenza semplice, ma che può rivelarsi più complesso e competitivo di quanto ci si aspetti. Super Impossibile Road è un titolo in cui bisogna partecipare in delle gare basate su alcune sfere con lo scopo di arrivare primi. Il giocatore dovrà cercare di rimanere nel percorso il più possibile per evitare di cadere, all’inizio.

Infatti dopo poco capirete che la maniera migliore di giocare Super Impossibile Road è gettarsi fuori dai binari ed utilizzare il fuori pista come scorciatoia. La modalità multiplayer online vi farà capire di cosa stiamo parlando. Si tratta del gioco ideale per accendere un po’ la competizione contro altri giocatori anche con giochi dedicati al mobile.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Pac-Man Party Royale – I migliori giochi su Apple Arcade

Pac-Man è sicuramente una delle più grandi icone videoludiche di sempre e probabilmente tutti voi la conoscete. Questa volta la formula del gioco si rinnova secondo i canoni che al momento vanno di più di moda, stiamo parlando ovviamente del battle royale. Si tratta del caro vecchio Pac-Man, solamente che questa volta non dovrete avere a che fare solo con i fantasmi, ma anche con altri giocatori.

Infatti lo scopo è quello di restare l’ultimo giocatore in partita come nel più classico dei battle royale, affrontando anche le IA chiamate “Pac-Bots”. Nel caso in cui si dovesse perdere ci sarà la possibilità di continuare a giocare come un fantasma per mettere in difficoltà gli avversari.

I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020

Continuate ad esplorare nuove esperienze!

Questi sono i giochi che riteniamo migliori su Apple Arcade e che sono assolutamente imprescindibili se avete deciso di acquistare il servizio. Il catalogo però è molto vasto, non esitate quindi ad esplorare tra i giochi disponibili perché la sorpresa può essere sempre dietro l’angolo. D’altronde la sicurezza di avere solo prodotti esenti da metodi di monetizzazione invasivi migliora e non di poco l’esperienza all’interno di Apple Arcade.

Se volete rimanere sempre aggiornati su tutte le novità dal mondo videoludico e non solo continuate a seguirci su tuttoteK. Per non perdere nemmeno uno dei nostri articoli non dimenticate di seguirci sui nostri social Facebook e Instagram per avere una copertura a 360 gradi sul mondo dei videogiochi. Inoltre troverete sul canale Youtube nuovi interessanti video a tema videogiochi, tecnologia e molto altro!

L'articolo I migliori giochi su Apple Arcade | Luglio 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/migliori-giochi-apple-arcade/feed 0
Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020 https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-controller-per-smartphone-tablet https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-controller-per-smartphone-tablet#respond Wed, 01 Jul 2020 17:00:04 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=99299

In questa guida vi aiuteremo a scegliere i migliori controller per smartphone e tablet in base alle vostre preferenze. Scopriamoli insieme

Che il gaming su smartphone sia solo per casual gamer, è un mito da sfatare. È vero che la maggior parte dei giochi disponibili per Android e iOS sono di “natura semplice”, ma titoli come Fortnite, PUBG Mobile e Call of Duty: Mobile riescono a bilanciare da soli la disparità. Questa guida è dedicata a tutti i giocatori che sono stanchi di usare il touchscreen e perdere preziosi secondi durante i combattimenti. Scopriamo quindi i migliori controller per giocare su smartphone e tablet.

Diciamo basta al touchscreen

Un controller su misura può fare tutta la differenza nei giochi competitivi online, ma non dimentichiamoci anche di tutti quelli single player. Square Enix e altre compagnie offrono ampi negozi ricchi di giochi, sia nuovi che da retrogaming. Cercare di giocare a Monster Hunter Stories di Capcom o Stardew Valley con il touchscreen potrebbe essere sufficiente, ma perchè arrendersi alla mediocre scomodità?

I controller per mobile sono molto numerosi e spesso proni a difficoltà di connessione. Con ogni aggiornamento dei sistemi operativi (specialmente iOS) le compatibilità potrebbero cambiare  sia in meglio che in peggio. Nonostante tutto, gli accessori trattati in questa guida non dovrebbero avere alcun problema, provengono infatti da aziende molto attive pronte a risolvere ogni difficoltà riguardante i propri dispositivi. Cercate comunque di controllare nei negozi l’elenco delle specifiche compatibilità.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore Compatibilità: Xbox One Controller – Migliori controller per smartphone e tablet

Questo è uno dei controller con il massimo della compatibilità. Oltre che su Android e Windows è ora anche compatibile con sistemi iOS dalla versione 13. È caratterizzato da una elevata qualità costruttiva e un design comodo e inconfondibile. Se vorremo agganciarci il nostro telefono dovremo però acquistare un accessorio a parte. Il prezzo è competitivo grazie alle numerose offerte e funziona con due pile AA, per questo motivo consigliamo di utilizzare pile ricaricabili per abbattere i costi e supportare la sostenibilità.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore Portabilità: 8BitDo N30 Pro – Migliori controller per smartphone e tablet

La 8BitDo è specializzata in controller stile retrogaming. Il modello N30 Pro è un tentativo riuscito di portare lo stile classico ad uno più funzionale grazie al Bluetooth. Ispirato dal controller per il Nintendo Entertainment System (NES) è uno dei controller più piccoli nella lista. Per quanto non sia ergonomicamente il migliore è molto indicato a chi cerca una soluzione più tascabile.

È un controller utilizzabile sia con iOS che Android grazie alla sua connessione Bluetooth 4.0 e compatibile con MFI. Funziona anche per PC ed è perfetto(e spesso pubblicizzato) per Nintendo Switch. Ha una batteria dalla durata di 18 ore, adatto per i lunghi viaggi quando non c’è possibilità di ricaricare.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore per Android: Razer Raiju – Migliori controller per smartphone e tablet

Razer è una delle aziende di punta per accessori da gaming PC e di recente anche mobile. Nonostante l’originale Raiju sia un controller per PS4, questo modello è compatibile con i dispositivi Android e con un layout dei comandi in stile Xbox. Inoltre è incluso il classico supporto per sostenere il telefono. La sua batteria è della durata di 23 ore in piena carica, inoltre è possibile usare un normale cavo USB-C per passare alla modalità cablata.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore per iOS: SteelSeries Nimbus – Migliori controller per smartphone e tablet

Questa è un’altra nota azienda produttrice di accessori PC che si è data al mobile gaming. Questo controller è realizzato specificamente per dispositivi iOS, rendendolo perfettamente compatibile con il sistema MFI (Made For iOS). Le sue dimensioni sono quelle di un normale gamepad adatto al gaming competitivo e per le lunghe sessioni di gioco. La durata della batteria è sorprendente, con le sue 40 ore è il dispositivo più longevo di questa lista. È anche compatibile con il cavo di ricarica Lightning, così da non doverci portare troppi cavi durante i viaggi.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore per le nostre tasche: GameSir F1 – Migliori controller per smartphone e tablet

Se volete spendere poco o semplicemente non avete intenzione di cimentarvi nel collegamento di un controller Bluetooth, questo è ciò che fa per voi. Il GameSir F1 è un semplice grip per smartphone che si può agganciare e adattare a qualsiasi telefono. È adatto per lunghe sessioni di gaming e dispone di un comodo joystick da appogiare sullo schermo per gestire i movimenti del proprio personaggio con comodità. Inoltre i grip possono essere utilizzati per tenere in piedi il telefono per guardare video o altri media.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore controller telescopico: Razer Kishi – Migliori controller per smartphone e tablet

Razer Kishi è l’ultima nuovissima aggiunta a questa classifica che la completa grazie alla sua unica e comoda soluzione simile a Nintendo Switch. Con questo inusuale controller da legare al vostro smartphone vi avvicinerete tantissimo a un’esperienza completa da gamer. Non avrete grossi problemi di batteria perchè tutto è alimentato dal vostro telefono attraverso la presa USB Type-C. Tuttavia qualche difetto ce l’ha e si tratta di una compatibilità nativa con i giochi non ancora al massimo. Un controller consigliatissimo di cui parliamo estensivamente nella sua recensione.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore controller piccolissimo: 8BitDo Zero 2 – Migliori controller per smartphone e tablet

Voler giocare con un controller mentre si usa il telefono, può spesso voler dire portarsi dietro una notevole zavorra. Non parliamo poi delle dimensioni, i gamepad che possono stare semplicemente nelle tasche sono veramente pochi se ci cerca la qualità. Ma noi ne abbiamo trovato uno che fa al caso vostro, si tratta dell’8BitDo Zero 2.

Un controller davvero piccolissimo e dal peso di soli 20 grammi, ricaricabile e adatto a stare in tutte le tasche. Dalla sua parte c’è anche la vasta compatibilità con diversi sistemi: Android, PC, macOS, Raspberry Pi e Nintendo Switch. Purtroppo iOS non è menzionato ma grazie al firmware aggiornabile crediamo sia possibile una futura annessione del sistema apple alla lista.

 

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Menzioni d’onore – Migliori controller per smartphone e tablet

Tra i controller che non abbiamo nominato ci sono comunque diverse opzioni molto valide. Tra queste possiamo trovare il Dualshock 4 per PS4 compatibile con Android e di recente anche per iOS. Anche i controller della MOGA sono di buona fattura, specialmente l’Hero Power che dispone del supporto per telefoni ed è compatibile sia con Android che iOS.

Con un po’ di abilità da smanettoni è anche possibile rendere compatibili i controller più disparati. Questo è possibile con maggiore faciltà se si fa uso di Android, per quanto riguarda iOS è purtroppo necessario il noto Jailbreak(ciò sbloccare le funzionalità ristrette dei sistemi Apple). Nel Play Store esistono App dedicate per rendere compatibili i diffusissimi Wii Remote(perfetti per il retrogamig) o addirittura i Joy-Con per Nintendo Switch. Quasi ogni controller Bluetooth ha sicuramente un modo per essere collegato ad Android.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Vi terremo aggiornati

Vi invito a tornare su questa guida per sapere cosa il mondo delle periferiche per mobile ha da offrirci in futuro. Nel caso vogliate sapere quali sono i migliori giochi per Apple Arcade o Android abbiamo due belle guide dedicate, questa per dispositivi Apple e di qua per sistemi Google. Vi invitiamo di continuare a seguirci sulle pagine di tuttoteK per rimanere aggiornati su videogiochi e tecnologia.

]]>

In questa guida vi aiuteremo a scegliere i migliori controller per smartphone e tablet in base alle vostre preferenze. Scopriamoli insieme

Che il gaming su smartphone sia solo per casual gamer, è un mito da sfatare. È vero che la maggior parte dei giochi disponibili per Android e iOS sono di “natura semplice”, ma titoli come Fortnite, PUBG Mobile e Call of Duty: Mobile riescono a bilanciare da soli la disparità. Questa guida è dedicata a tutti i giocatori che sono stanchi di usare il touchscreen e perdere preziosi secondi durante i combattimenti. Scopriamo quindi i migliori controller per giocare su smartphone e tablet.

Diciamo basta al touchscreen

Un controller su misura può fare tutta la differenza nei giochi competitivi online, ma non dimentichiamoci anche di tutti quelli single player. Square Enix e altre compagnie offrono ampi negozi ricchi di giochi, sia nuovi che da retrogaming. Cercare di giocare a Monster Hunter Stories di Capcom o Stardew Valley con il touchscreen potrebbe essere sufficiente, ma perchè arrendersi alla mediocre scomodità?

I controller per mobile sono molto numerosi e spesso proni a difficoltà di connessione. Con ogni aggiornamento dei sistemi operativi (specialmente iOS) le compatibilità potrebbero cambiare  sia in meglio che in peggio. Nonostante tutto, gli accessori trattati in questa guida non dovrebbero avere alcun problema, provengono infatti da aziende molto attive pronte a risolvere ogni difficoltà riguardante i propri dispositivi. Cercate comunque di controllare nei negozi l’elenco delle specifiche compatibilità.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore Compatibilità: Xbox One Controller – Migliori controller per smartphone e tablet

Questo è uno dei controller con il massimo della compatibilità. Oltre che su Android e Windows è ora anche compatibile con sistemi iOS dalla versione 13. È caratterizzato da una elevata qualità costruttiva e un design comodo e inconfondibile. Se vorremo agganciarci il nostro telefono dovremo però acquistare un accessorio a parte. Il prezzo è competitivo grazie alle numerose offerte e funziona con due pile AA, per questo motivo consigliamo di utilizzare pile ricaricabili per abbattere i costi e supportare la sostenibilità.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore Portabilità: 8BitDo N30 Pro – Migliori controller per smartphone e tablet

La 8BitDo è specializzata in controller stile retrogaming. Il modello N30 Pro è un tentativo riuscito di portare lo stile classico ad uno più funzionale grazie al Bluetooth. Ispirato dal controller per il Nintendo Entertainment System (NES) è uno dei controller più piccoli nella lista. Per quanto non sia ergonomicamente il migliore è molto indicato a chi cerca una soluzione più tascabile.

È un controller utilizzabile sia con iOS che Android grazie alla sua connessione Bluetooth 4.0 e compatibile con MFI. Funziona anche per PC ed è perfetto(e spesso pubblicizzato) per Nintendo Switch. Ha una batteria dalla durata di 18 ore, adatto per i lunghi viaggi quando non c’è possibilità di ricaricare.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore per Android: Razer Raiju – Migliori controller per smartphone e tablet

Razer è una delle aziende di punta per accessori da gaming PC e di recente anche mobile. Nonostante l’originale Raiju sia un controller per PS4, questo modello è compatibile con i dispositivi Android e con un layout dei comandi in stile Xbox. Inoltre è incluso il classico supporto per sostenere il telefono. La sua batteria è della durata di 23 ore in piena carica, inoltre è possibile usare un normale cavo USB-C per passare alla modalità cablata.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore per iOS: SteelSeries Nimbus – Migliori controller per smartphone e tablet

Questa è un’altra nota azienda produttrice di accessori PC che si è data al mobile gaming. Questo controller è realizzato specificamente per dispositivi iOS, rendendolo perfettamente compatibile con il sistema MFI (Made For iOS). Le sue dimensioni sono quelle di un normale gamepad adatto al gaming competitivo e per le lunghe sessioni di gioco. La durata della batteria è sorprendente, con le sue 40 ore è il dispositivo più longevo di questa lista. È anche compatibile con il cavo di ricarica Lightning, così da non doverci portare troppi cavi durante i viaggi.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore per le nostre tasche: GameSir F1 – Migliori controller per smartphone e tablet

Se volete spendere poco o semplicemente non avete intenzione di cimentarvi nel collegamento di un controller Bluetooth, questo è ciò che fa per voi. Il GameSir F1 è un semplice grip per smartphone che si può agganciare e adattare a qualsiasi telefono. È adatto per lunghe sessioni di gaming e dispone di un comodo joystick da appogiare sullo schermo per gestire i movimenti del proprio personaggio con comodità. Inoltre i grip possono essere utilizzati per tenere in piedi il telefono per guardare video o altri media.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore controller telescopico: Razer Kishi – Migliori controller per smartphone e tablet

Razer Kishi è l’ultima nuovissima aggiunta a questa classifica che la completa grazie alla sua unica e comoda soluzione simile a Nintendo Switch. Con questo inusuale controller da legare al vostro smartphone vi avvicinerete tantissimo a un’esperienza completa da gamer. Non avrete grossi problemi di batteria perchè tutto è alimentato dal vostro telefono attraverso la presa USB Type-C. Tuttavia qualche difetto ce l’ha e si tratta di una compatibilità nativa con i giochi non ancora al massimo. Un controller consigliatissimo di cui parliamo estensivamente nella sua recensione.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Migliore controller piccolissimo: 8BitDo Zero 2 – Migliori controller per smartphone e tablet

Voler giocare con un controller mentre si usa il telefono, può spesso voler dire portarsi dietro una notevole zavorra. Non parliamo poi delle dimensioni, i gamepad che possono stare semplicemente nelle tasche sono veramente pochi se ci cerca la qualità. Ma noi ne abbiamo trovato uno che fa al caso vostro, si tratta dell’8BitDo Zero 2.

Un controller davvero piccolissimo e dal peso di soli 20 grammi, ricaricabile e adatto a stare in tutte le tasche. Dalla sua parte c’è anche la vasta compatibilità con diversi sistemi: Android, PC, macOS, Raspberry Pi e Nintendo Switch. Purtroppo iOS non è menzionato ma grazie al firmware aggiornabile crediamo sia possibile una futura annessione del sistema apple alla lista.

 

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Menzioni d’onore – Migliori controller per smartphone e tablet

Tra i controller che non abbiamo nominato ci sono comunque diverse opzioni molto valide. Tra queste possiamo trovare il Dualshock 4 per PS4 compatibile con Android e di recente anche per iOS. Anche i controller della MOGA sono di buona fattura, specialmente l’Hero Power che dispone del supporto per telefoni ed è compatibile sia con Android che iOS.

Con un po’ di abilità da smanettoni è anche possibile rendere compatibili i controller più disparati. Questo è possibile con maggiore faciltà se si fa uso di Android, per quanto riguarda iOS è purtroppo necessario il noto Jailbreak(ciò sbloccare le funzionalità ristrette dei sistemi Apple). Nel Play Store esistono App dedicate per rendere compatibili i diffusissimi Wii Remote(perfetti per il retrogamig) o addirittura i Joy-Con per Nintendo Switch. Quasi ogni controller Bluetooth ha sicuramente un modo per essere collegato ad Android.

Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020

Vi terremo aggiornati

Vi invito a tornare su questa guida per sapere cosa il mondo delle periferiche per mobile ha da offrirci in futuro. Nel caso vogliate sapere quali sono i migliori giochi per Apple Arcade o Android abbiamo due belle guide dedicate, questa per dispositivi Apple e di qua per sistemi Google. Vi invitiamo di continuare a seguirci sulle pagine di tuttoteK per rimanere aggiornati su videogiochi e tecnologia.

L'articolo Migliori controller per smartphone e tablet | Luglio 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/hardware/guide-hardware/migliori-controller-per-smartphone-tablet/feed 0
I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020 https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/migliori-giochi-xbox-game-pass https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/migliori-giochi-xbox-game-pass#respond Wed, 01 Jul 2020 16:45:20 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=110156

Da tempo ormai il servizio in abbonamento di Microsoft ci riempie di titoli da scoprire. Ma quali sono i migliori giochi su Xbox Game Pass?

L’Xbox Game Pass permette ad una cifra mensile tutto sommato piccola di giocare un catalogo di giochi davvero enorme. All’interno dell’abbonamento di casa Microsoft sono presenti molti ottimi giochi, dai capolavori che tutti conosciamo a delle perle da riscoprire il prima possibile. D’altra parte però, è facile perdersi in un mare così vasto di titoli e perdersi proprio quello che si sta cercando. Per questo motivo abbiamo deciso di stilare una lista dei migliori giochi presenti nell’Xbox Game Pass.

Una libreria enorme a portata di mano

In questa guida si passerà senza soluzione di continuità da titoli giganteschi e giochi magari meno conosciuti dal grande pubblico. Cercheremo inoltre di spaziare su più generi in modo da accontentare tutti i gusti. Il panorama videoludico è enorme e variegato e lo stesso vale per i giochi del Game Pass. Ecco quindi che chiunque può trovare ciò che più lo aggrada. Senza contare che Microsoft ha assicurato che tutte le esclusive delle prime parti saranno disponibili al lancio all’interno del catalogo.

Come forse sapere il Game Pass è disponibile sia su Xbox One che su PC. Le due piattaforme hanno cataloghi leggermente differenti, indicheremo quindi ogni volta su quale piattaforma è disponibile quel determinato gioco in modo da non creare confusione su dove potete trovarlo. Inoltre sappiamo che il servizio arriverà anche su Xbox Series X,  potrebbe essere davvero un bel modo per fare il salto generazionale, trovandosi al lancio tantissimi giochi da poter recuperare quando si vuole.

Red Dead Redemption 2 – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Impossibile non citare Red Dead Redemption 2 in questa lista. Il gioco di casa Rockstar è un capolavoro senza ombra di dubbio. Una produzione di livello titanico, un open world ambientato nel Far West ricco di dettagli e vivo in ogni suo aspetto. La quantità di contenuto è enorme, se poi consideriamo anche la presenza di un ricco comparto multiplayer probabilmente Red Dead Redemption 2 potrebbe essere giocato all’infinito.

Si tratta di un gioco che punta sul realismo, il ritmo quindi spesso e volentieri rallenta per farvi assaporare ogni momento. La trama, davvero eccelsa, ci farà scoprire la storia della banda di Dutch Van Der Linde nei panni di Arthur Morgan. Se non lo avete ancora giocato non perdete altro tempo e tuffatevi nel selvaggio West al più presto possibile.

  • Piattaforme: solo Xbox One

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Halo 5: Guardians – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Il quinto capitolo di una saga leggendaria che ha fatto la storia delle console Microsoft. Il nuovo corso sviluppato da 343 Industries, iniziato dal quarto capitolo, continua con Halo 5: Guardians. Tutto è curato nei minimi dettagli e viene spinto ai massimi livelli, dal comparto grafico alla colonna sonora. Se siete amanti degli shooter in prima persona la saga di Halo è imperdibile e questo capitolo non fa eccezione.

Il gameplay nelle fasi di shooting è come sempre ottimo e il multiplayer è davvero soddisfacente. Da possessori di una console Microsoft, Halo non può mancare nel vostro bagaglio di esperienze. Halo 5: Guardians è un grandissimo titolo, da giocare sopratutto in attesa del suo seguito, Halo: Infinite.

  • Piattaforme: solo Xbox One

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Age of Empires 2: Definitive Edition – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Si tratta di uno strategico in tempo reale amatissimo sin dalla sua uscita nel 1999. Questo remake è l’ultima edizione disponibile, con un comparto grafico rinnovato e non solo. In Age of Empires 2: Definitive Edition si trovano infatti anche tutta una serie di nuovi contenuti che rendono appetibile il titolo anche a chi ha spolpato l’opera originale.

Nel mentre si costruisce la propria civiltà sarà possibile entrare in nuove epoche, che andranno ad evolvere l’impero creato dal giocatore. Se siete amanti degli strategici o se siete anche solo incuriositi da un genere che per voi potrebbe essere nuovo provate Age of Empires 2: Definitive Edition, non ve ne pentirete.

  • Piattaforme: solo PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Gears 5 – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Gears of War è un altro dei pilastri che contraddistinguono l’offerta Microsoft da quando si è gettata nel mondo dei videogiochi. Il quinto capitolo prova ad innovare classica formula dello shooter in prima persona abbandonando la linearità e favorendo un’esplorazione più libera e aperta.

Gears 5 alterna l’azione più sfrenata ad un trama ben narrata, portando un po’ d’aria fresca ad una serie che sentiva il bisogno di rinnovarsi un po’. Il team di Coalition è riuscito in pieno nell’intento ed ha confezionato un gioco apprezzato da pubblico e critica. In questo capitolo vestiremo i panni di Kait Diaz, ma non mancheranno le apparizioni di alcune vecchie conoscenze del brand di Gears of War. 

  • Piattaforme: Xbox One e PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Yakuza 0 e Yakuza Kiwami – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Due giochi al prezzo di uno in questa sezione della lista. Yakuza 0 e Yakuza Kiwami sono degli action dallo stile prettamente giapponese. Il punto di forza di questi giochi non è solo il sistema di combattimento spettacolare, ma anche una trama matura ed una quantità incredibile di minigiochi.

Entrambi i titoli sono ambientati in una versione fittizia di Kabukicho, noto quartiere di Tokyo. Il protagonista è Kiryu della famiglia Kazuma, egli rimarrà invischiato in numerose storie legate alla Yakuza nel corso dei capitoli che compongono l’epopea di Yakuza. Entrambi i giochi sono un ottimo punto di inizio, vi consigliamo però di cominciare dallo 0, poiché è il primo capitolo in ordine temporale ed è sviluppato proprio con lo scopo di essere il gioco ideale con cui cominciare.

  • Piattaforme: Xbox One e PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Sea of Thieves – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Dopo un avvio piuttosto contestato a causa della mancanza di contenuti, Sea of Thieves è riuscito a far cambiare idea anche a chi era più scettico. Rare ha ampliato la mole di contenuti con aggiornamenti ed espansioni gratuite. Ad oggi Sea of Thieves è uno dei titoli più divertenti in assoluto, sopratutto se si gioca in compagnia.

Il gioco fa leva sulle dinamiche sempre nuove che un gruppo di amici riesce a generare durante le sue folli avventure. Ambientato all’epoca dei pirati, il giocatore andrà alla ricerca di tesori tra pericolosi scheletri e bevute di grog. Consigliatissimo se volete appassionarvi ad un gioco con un mondo sempre vivo e costantemente aggiornato, in particolar modo se avete a disposizione degli amici con cui giocare. In caso contrario non preoccupatevi, i pirati sono persone socievoli e vi inviteranno volentieri nella loro ciurma.

  • Piattaforme: Xbox One e PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

NieR: Automata – I migliori giochi Xbox Game Pass

Il gioco che ha consacrato alla folla l’immenso talento di Yoko Taro. Lo stravagante autore giapponese è riuscito ad inserire l’ennesimo tassello nel suo enorme universo che parte dalla saga di Drakengard, fino ad arrivare a NieR: Automata. Il gameplay action è affidato a Platinum Games, certezza assoluta nel genere che non sbaglia neanche questa volta. Il punto forte di NieR: Automata però è la sua narrativa.

Attraverso diverse run una storia inizialmente semplice si dipana fino all’incredibile finale, che gioca con il medium videoludico come mai prima d’ora. Si tratta di un grandissimo gioco di questa generazione, che nonostante molti difetti riesce ad entrare nel cuore dei videogiocatori come pochi titoli sanno fare. Non siate spaventati dalla lore intricatissima dell’universo di Yoko Taro, NieR: Automata si può giocare benissimo senza aver mai approcciato ai titoli precedenti.

  • Piattaforme: solo Xbox One

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Forza Horizon 4 – I migliori giochi Xbox Game Pass

È il momento di quello che forse al momento è il miglior gioco di guida in circolazione, disponibile gratuitamente grazie al solo abbonamento all’Xbox Game Pass. Forza Horizon 4, sviluppato da Playground Games, ci porta nelle splendide terre del Regno Unito. Qui potremo esplorare liberamente l’enorme mappa di gioco oppure dedicarci alle gare contro avversari offline o online.

Una delle novità di questo capitolo è la presenza delle stagioni dinamiche, che andranno a modificare la mappa di gioco con il passare dei mesi. Questa feature va a modificare lo stile di guida nel corso del tempo a causa delle condizioni ambientali rendendo il gameplay sempre fresco. Senza contare poi la cura dedicata al comparto online, che permette di esplorare la mappa liberamente insieme ad altri giocatori in tempo reale.

  • Piattaforme: Xbox One e PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

L’imbarazzo della scelta

Si conclude qui la nostra lista dei migliori giochi dell’Xbox Game Pass. Si tratta solo di una piccola selezione di ciò che potete trovare all’interno del catalogo. Microsoft è riuscita a raggiungere l’obiettivo di creare davvero il tanto ricercato “Netflix dei videogiochi” e senza ombra di dubbio è il maggiore punto di forza del suo ecosistema. Avere accesso ad una quantità di giochi così grande ti permette di poter provare anche giochi che non avresti mai immaginato di comprare.

Siete già abbonati all’Xbox Game Pass? Fateci sapere la vostra opinione sul servizio e continuate a seguirci sulle pagine di tuttoteK per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità dal mondo dei videogiochi e non solo!

]]>

Da tempo ormai il servizio in abbonamento di Microsoft ci riempie di titoli da scoprire. Ma quali sono i migliori giochi su Xbox Game Pass?

L’Xbox Game Pass permette ad una cifra mensile tutto sommato piccola di giocare un catalogo di giochi davvero enorme. All’interno dell’abbonamento di casa Microsoft sono presenti molti ottimi giochi, dai capolavori che tutti conosciamo a delle perle da riscoprire il prima possibile. D’altra parte però, è facile perdersi in un mare così vasto di titoli e perdersi proprio quello che si sta cercando. Per questo motivo abbiamo deciso di stilare una lista dei migliori giochi presenti nell’Xbox Game Pass.

Una libreria enorme a portata di mano

In questa guida si passerà senza soluzione di continuità da titoli giganteschi e giochi magari meno conosciuti dal grande pubblico. Cercheremo inoltre di spaziare su più generi in modo da accontentare tutti i gusti. Il panorama videoludico è enorme e variegato e lo stesso vale per i giochi del Game Pass. Ecco quindi che chiunque può trovare ciò che più lo aggrada. Senza contare che Microsoft ha assicurato che tutte le esclusive delle prime parti saranno disponibili al lancio all’interno del catalogo.

Come forse sapere il Game Pass è disponibile sia su Xbox One che su PC. Le due piattaforme hanno cataloghi leggermente differenti, indicheremo quindi ogni volta su quale piattaforma è disponibile quel determinato gioco in modo da non creare confusione su dove potete trovarlo. Inoltre sappiamo che il servizio arriverà anche su Xbox Series X,  potrebbe essere davvero un bel modo per fare il salto generazionale, trovandosi al lancio tantissimi giochi da poter recuperare quando si vuole.

Red Dead Redemption 2 – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Impossibile non citare Red Dead Redemption 2 in questa lista. Il gioco di casa Rockstar è un capolavoro senza ombra di dubbio. Una produzione di livello titanico, un open world ambientato nel Far West ricco di dettagli e vivo in ogni suo aspetto. La quantità di contenuto è enorme, se poi consideriamo anche la presenza di un ricco comparto multiplayer probabilmente Red Dead Redemption 2 potrebbe essere giocato all’infinito.

Si tratta di un gioco che punta sul realismo, il ritmo quindi spesso e volentieri rallenta per farvi assaporare ogni momento. La trama, davvero eccelsa, ci farà scoprire la storia della banda di Dutch Van Der Linde nei panni di Arthur Morgan. Se non lo avete ancora giocato non perdete altro tempo e tuffatevi nel selvaggio West al più presto possibile.

  • Piattaforme: solo Xbox One

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Halo 5: Guardians – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Il quinto capitolo di una saga leggendaria che ha fatto la storia delle console Microsoft. Il nuovo corso sviluppato da 343 Industries, iniziato dal quarto capitolo, continua con Halo 5: Guardians. Tutto è curato nei minimi dettagli e viene spinto ai massimi livelli, dal comparto grafico alla colonna sonora. Se siete amanti degli shooter in prima persona la saga di Halo è imperdibile e questo capitolo non fa eccezione.

Il gameplay nelle fasi di shooting è come sempre ottimo e il multiplayer è davvero soddisfacente. Da possessori di una console Microsoft, Halo non può mancare nel vostro bagaglio di esperienze. Halo 5: Guardians è un grandissimo titolo, da giocare sopratutto in attesa del suo seguito, Halo: Infinite.

  • Piattaforme: solo Xbox One

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Age of Empires 2: Definitive Edition – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Si tratta di uno strategico in tempo reale amatissimo sin dalla sua uscita nel 1999. Questo remake è l’ultima edizione disponibile, con un comparto grafico rinnovato e non solo. In Age of Empires 2: Definitive Edition si trovano infatti anche tutta una serie di nuovi contenuti che rendono appetibile il titolo anche a chi ha spolpato l’opera originale.

Nel mentre si costruisce la propria civiltà sarà possibile entrare in nuove epoche, che andranno ad evolvere l’impero creato dal giocatore. Se siete amanti degli strategici o se siete anche solo incuriositi da un genere che per voi potrebbe essere nuovo provate Age of Empires 2: Definitive Edition, non ve ne pentirete.

  • Piattaforme: solo PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Gears 5 – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Gears of War è un altro dei pilastri che contraddistinguono l’offerta Microsoft da quando si è gettata nel mondo dei videogiochi. Il quinto capitolo prova ad innovare classica formula dello shooter in prima persona abbandonando la linearità e favorendo un’esplorazione più libera e aperta.

Gears 5 alterna l’azione più sfrenata ad un trama ben narrata, portando un po’ d’aria fresca ad una serie che sentiva il bisogno di rinnovarsi un po’. Il team di Coalition è riuscito in pieno nell’intento ed ha confezionato un gioco apprezzato da pubblico e critica. In questo capitolo vestiremo i panni di Kait Diaz, ma non mancheranno le apparizioni di alcune vecchie conoscenze del brand di Gears of War. 

  • Piattaforme: Xbox One e PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Yakuza 0 e Yakuza Kiwami – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Due giochi al prezzo di uno in questa sezione della lista. Yakuza 0 e Yakuza Kiwami sono degli action dallo stile prettamente giapponese. Il punto di forza di questi giochi non è solo il sistema di combattimento spettacolare, ma anche una trama matura ed una quantità incredibile di minigiochi.

Entrambi i titoli sono ambientati in una versione fittizia di Kabukicho, noto quartiere di Tokyo. Il protagonista è Kiryu della famiglia Kazuma, egli rimarrà invischiato in numerose storie legate alla Yakuza nel corso dei capitoli che compongono l’epopea di Yakuza. Entrambi i giochi sono un ottimo punto di inizio, vi consigliamo però di cominciare dallo 0, poiché è il primo capitolo in ordine temporale ed è sviluppato proprio con lo scopo di essere il gioco ideale con cui cominciare.

  • Piattaforme: Xbox One e PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Sea of Thieves – I migliori giochi di Xbox Game Pass

Dopo un avvio piuttosto contestato a causa della mancanza di contenuti, Sea of Thieves è riuscito a far cambiare idea anche a chi era più scettico. Rare ha ampliato la mole di contenuti con aggiornamenti ed espansioni gratuite. Ad oggi Sea of Thieves è uno dei titoli più divertenti in assoluto, sopratutto se si gioca in compagnia.

Il gioco fa leva sulle dinamiche sempre nuove che un gruppo di amici riesce a generare durante le sue folli avventure. Ambientato all’epoca dei pirati, il giocatore andrà alla ricerca di tesori tra pericolosi scheletri e bevute di grog. Consigliatissimo se volete appassionarvi ad un gioco con un mondo sempre vivo e costantemente aggiornato, in particolar modo se avete a disposizione degli amici con cui giocare. In caso contrario non preoccupatevi, i pirati sono persone socievoli e vi inviteranno volentieri nella loro ciurma.

  • Piattaforme: Xbox One e PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

NieR: Automata – I migliori giochi Xbox Game Pass

Il gioco che ha consacrato alla folla l’immenso talento di Yoko Taro. Lo stravagante autore giapponese è riuscito ad inserire l’ennesimo tassello nel suo enorme universo che parte dalla saga di Drakengard, fino ad arrivare a NieR: Automata. Il gameplay action è affidato a Platinum Games, certezza assoluta nel genere che non sbaglia neanche questa volta. Il punto forte di NieR: Automata però è la sua narrativa.

Attraverso diverse run una storia inizialmente semplice si dipana fino all’incredibile finale, che gioca con il medium videoludico come mai prima d’ora. Si tratta di un grandissimo gioco di questa generazione, che nonostante molti difetti riesce ad entrare nel cuore dei videogiocatori come pochi titoli sanno fare. Non siate spaventati dalla lore intricatissima dell’universo di Yoko Taro, NieR: Automata si può giocare benissimo senza aver mai approcciato ai titoli precedenti.

  • Piattaforme: solo Xbox One

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

Forza Horizon 4 – I migliori giochi Xbox Game Pass

È il momento di quello che forse al momento è il miglior gioco di guida in circolazione, disponibile gratuitamente grazie al solo abbonamento all’Xbox Game Pass. Forza Horizon 4, sviluppato da Playground Games, ci porta nelle splendide terre del Regno Unito. Qui potremo esplorare liberamente l’enorme mappa di gioco oppure dedicarci alle gare contro avversari offline o online.

Una delle novità di questo capitolo è la presenza delle stagioni dinamiche, che andranno a modificare la mappa di gioco con il passare dei mesi. Questa feature va a modificare lo stile di guida nel corso del tempo a causa delle condizioni ambientali rendendo il gameplay sempre fresco. Senza contare poi la cura dedicata al comparto online, che permette di esplorare la mappa liberamente insieme ad altri giocatori in tempo reale.

  • Piattaforme: Xbox One e PC

I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020

L’imbarazzo della scelta

Si conclude qui la nostra lista dei migliori giochi dell’Xbox Game Pass. Si tratta solo di una piccola selezione di ciò che potete trovare all’interno del catalogo. Microsoft è riuscita a raggiungere l’obiettivo di creare davvero il tanto ricercato “Netflix dei videogiochi” e senza ombra di dubbio è il maggiore punto di forza del suo ecosistema. Avere accesso ad una quantità di giochi così grande ti permette di poter provare anche giochi che non avresti mai immaginato di comprare.

Siete già abbonati all’Xbox Game Pass? Fateci sapere la vostra opinione sul servizio e continuate a seguirci sulle pagine di tuttoteK per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità dal mondo dei videogiochi e non solo!

L'articolo I migliori giochi di Xbox Game Pass | Luglio 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/migliori-giochi-xbox-game-pass/feed 0
Desperados III: disponibile il nuovo accolades trailer https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/desperados-iii-disponibile-il-nuovo-accolades-trailer https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/desperados-iii-disponibile-il-nuovo-accolades-trailer#respond Wed, 01 Jul 2020 16:37:19 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111675

A circa due settimane dall’uscita, Desperados III vede finalmente arrivare il suo attesissimo accolades trailer, il video che riassume le valutazioni della critica 

Ve ne abbiamo già parlato in una lunga e dettagliata doppia recensione, una per la versione PC e l’altra per quella PlayStation 4, ma sì Desperados III è piaciuto molto anche a noi. Uno strategico in tempo reale con elementi stealth davvero ottimo, forse uno dei migliori del mercato attuale, con un gameplay divertente e ben collaudato, personaggi validi e molto diversi tra loro, livelli vari, un ottimo livello di rigiocabilità e un buon grado di sfida. Il titolo non sarà sicuramente esente da difetti, ma giocarlo è stato emozionante, interessante, ma soprattutto: divertente. 

Siamo quindi molto contenti di sapere che non siamo stati gli unici ad apprezzarlo. Desperados III è finalmente disponibile da due settimane per PC, Xbox One e PlayStation 4 ed è stato accolto molto bene da parte di tutta la stampa, dai giocatori e dai vari content creator. Con un punteggio di 86/100 nella sua versione PC su Metacritic ed Open Critic e il 97% di valutazioni positive su Steam, il titolo di Mimimi Games ha riscosso davvero un gran successo. Vi lasciamo qua sotto l’accolades trailer che l’azienda ha diffuso tramite comunicato stampa. 

Desperados III: tanta emozione per l’accolades trailer! 

Minimi Games sta ora lavorando ad update ed aggiornamenti gratuiti dei contenuti e su quelli relativi al season pass, aggiungendo altre tre missioni che saranno ambientate dopo gli eventi di Desperados III. Se voleste provare il titolo, vi ricordiamo che eè disponibile una demo gratuita per PC con un livello tratto dallo stealth game. La stessa demo arriverà presto anche su PlayStation 4. Potete quindi aspettare e dare un’occhiata alla controparte su console, oppure, se siete abbastanza fortunati da avere un PC performante, valutarne l’acquisto su Steam. 

Avete visto l’accolades trailer di Desperados III? Avete giocato il titolo? Cosa ne pensate? Scrivetecelo qua sotto nei commenti, noi continueremo a tenervi aggiornati con tutte le news a tema videoludico e tech! 

]]>

A circa due settimane dall’uscita, Desperados III vede finalmente arrivare il suo attesissimo accolades trailer, il video che riassume le valutazioni della critica 

Ve ne abbiamo già parlato in una lunga e dettagliata doppia recensione, una per la versione PC e l’altra per quella PlayStation 4, ma sì Desperados III è piaciuto molto anche a noi. Uno strategico in tempo reale con elementi stealth davvero ottimo, forse uno dei migliori del mercato attuale, con un gameplay divertente e ben collaudato, personaggi validi e molto diversi tra loro, livelli vari, un ottimo livello di rigiocabilità e un buon grado di sfida. Il titolo non sarà sicuramente esente da difetti, ma giocarlo è stato emozionante, interessante, ma soprattutto: divertente. 

Siamo quindi molto contenti di sapere che non siamo stati gli unici ad apprezzarlo. Desperados III è finalmente disponibile da due settimane per PC, Xbox One e PlayStation 4 ed è stato accolto molto bene da parte di tutta la stampa, dai giocatori e dai vari content creator. Con un punteggio di 86/100 nella sua versione PC su Metacritic ed Open Critic e il 97% di valutazioni positive su Steam, il titolo di Mimimi Games ha riscosso davvero un gran successo. Vi lasciamo qua sotto l’accolades trailer che l’azienda ha diffuso tramite comunicato stampa. 

Desperados III: tanta emozione per l’accolades trailer! 

Minimi Games sta ora lavorando ad update ed aggiornamenti gratuiti dei contenuti e su quelli relativi al season pass, aggiungendo altre tre missioni che saranno ambientate dopo gli eventi di Desperados III. Se voleste provare il titolo, vi ricordiamo che eè disponibile una demo gratuita per PC con un livello tratto dallo stealth game. La stessa demo arriverà presto anche su PlayStation 4. Potete quindi aspettare e dare un’occhiata alla controparte su console, oppure, se siete abbastanza fortunati da avere un PC performante, valutarne l’acquisto su Steam. 

Avete visto l’accolades trailer di Desperados III? Avete giocato il titolo? Cosa ne pensate? Scrivetecelo qua sotto nei commenti, noi continueremo a tenervi aggiornati con tutte le news a tema videoludico e tech! 

L'articolo Desperados III: disponibile il nuovo accolades trailer proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/desperados-iii-disponibile-il-nuovo-accolades-trailer/feed 0
Migliori videogiochi in uscita nel 2020 https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/migliori-videogiochi-uscita-2020 https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/migliori-videogiochi-uscita-2020#respond Wed, 01 Jul 2020 16:30:46 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=75040

Quest’anno fino ad ora ci ha regalato già degli ottimi titoli. Scopriamo la carrellata dei migliori videogiochi in uscita nel 2020!

Questo inizio di 2020 ci ha lasciato un pochino l’amaro in bocca a causa di alcuni posticipi inattesi. Ma la carne al fuoco è tanta e le aspettative sono altissime. Un gran numero di grossi titoli sta arrivando e non vediamo l’ora di metterci le mani sopra. Inoltre questo sarà l’anno delle nuove console di casa Sony e Microsoft e siamo sicuri che entrambe vorranno partire alla grande con titoli che ci lasceranno senza fiato. scopriamo insieme allora quali sono i migliori giochi in uscita che ci accompagneranno nel corso di quest’anno.

Ripercorriamo velocemente i titoli del 2019: un anno ricco di sorprese e grandi ritorni

Il 2019 è un stato un ottimo anno per i videogiochi che ci ha lasciato con alcuni grandi titoli. Basti pensare a Sekiro: Shadows Die Twice, fresco vincitore del gioco dell’anno ai Game Awards consacrando definitivamente (come se ci fossero dubbi) From Software tra le grandi del settore. Quest’anno ha segnato il ritorno sulla scena di Hideo Kojima, per la prima volta lontano da Konami, con il tanto discusso Death Stranding. Senza contare poi Control e Days Gone, due titoli davvero validi ma forse ancora troppo sottovalutati da una parte del pubblico.

Non possiamo non citare poi un grandissimo remake come Resident Evil 2 o Devil May Cry 5 con una Capcom che non ne sbaglia una. Ma non solo, il 2019 è stato un anno che ci ha riservato alcune inaspettate sorprese. Stiamo parlando di Disco Elysium, gioco di ruolo della quale moltissimi non erano a conoscenza, ma arrivato sulla bocca di tutti dopo il grandissimo successo in sede di recensione. Non possiamo fare altro che sperare che il 2020 sia all’altezza delle aspettative. Ce la fara? Beh, le potenzialità ci sono tutte!

Migliori videogiochi in uscita nel 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Death Stranding PC

E’ in arrivo la versione PC di uno dei migliori giochi del 2019. Death Stranding ha fatto discutere tantissimo le community, sopratutto sulla bontà del suo gameplay atipico, ma sicuramente ben pensato. Il gioco di Kojima arriva su PC a 60 frame al secondo, una nuova modalità foto e il supporto ai monitor ultraWide. Se non l’avete giocato su PC vi consigliamo caldamente di recuperare questo titolo su PC dove riuscirà a sfruttare al massimo la potenza del Decima Engine.

  • Piattaforme:PC
  • Data di rilascio: 14 Luglio 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Ghost of Tsushima 

Da tanto tempo aspettiamo Ghost of Tsushima. Il gioco, ambientato nel Giappone feudale, è un open world da esplorare liberamente. Il combattimento si basa, ovviamente, sulle armi bianche. Infatti il nostro protagonista sarà armato di katana, ma non mancheranno le fasi stealth. A stupire è sicuramente l’impatto grafico, con una regia ed estetica ispirata fortemente al cinema giapponese. Sicuramente sarà un canto del cigno di PlayStation 4, in attesa della next-gen.

  • Piattaforme: PS4
  • Data di rilascio: 17 Luglio 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020:  Marvel’s Avengers

Con il successo dell’universo cinematografico l’hype nei confronti di Marvel’s Avengers è alle stelle. Il gioco sviluppato da Crystal Dynamics è un Game As A Service basato sulla cooperazione del più famoso gruppo di supereroi Marvel. La storia si svilupperà nel corso dei mesi successivi al lancio, gli aggiornamenti e i nuovi eroi che arriveranno nel corso del tempo saranno completamente gratuiti. Se siete fan di Tony Stark e tutti gli altri potrebbe essere il gioco che fa per voi, pronti a salvare il mondo?

  • Piattaforme: PS4, Xbox One, PC, Google Stadia
  • Data di rilascio: 4 Settembre 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Crash Bandicoot 4: It’s About Time

Dopo moltissimi anni è finalmente arrivato il momento di un nuovo capitolo di Crash Bandicoot. Il marsupiale arancione ritorna ai fasti del passato con un platform 3D che ricorda molto i primi tre capitoli sviluppati da Naughty Dog. Toys For Bob ha assicurato la presenza di più di 100 livelli all’interno del gioco. Confermati anche Cortex e Coco come personaggi giocabili. Inoltre il gameplay sarà rinnovato grazie alla presenza delle maschere Quantum, che forniranno particolari poteri legati allo spazio-tempo al protagonista.

  • Piattaforme: PS4, Xbox One
  • Data di rilascio: 2 ottobre 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Cyberpunk 2077

Dopo The Witcher 3 tutti stanno aspettando con ansia il nuovo progetto di CD PROJEKT RED. La software house polacca ormai si è meritata la fama di una delle più talentuose case nel mercato. Cyberpunk 2077 è un gioco di ruolo con la tanto discussa visuale in prima persona. Il gioco si ambienta qualche anno dopo il gioco di ruolo cartaceo Cyberpunk Red di recente uscita. Dal punto di vista della caratterizzazione del mondo di gioco sembra essere impeccabile, siamo sicuri che non deluderà.

  • Piattaforme: PS4, Xbox One, PC, Google Stadia
  • Data di rilascio: 19 novembre 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Assassin’s Creed Valhalla

Il nuovo corso della saga degli Assassini ci ha portati prima in Egitto e poi in Grecia. Questa volta ci trascina direttamente nel Nord Europa, nella guerra tra il popolo vichingo e l’Inghilterra. Ubisoft ha promesso un mondo interconnesso con una narrativa ben integrata nel contesto. Non possiamo che essere curiosi di questa nuova iterazione visto il grande fascino dell’ambientazione proposta. Il gameplay riprenderà quello degli scorsi capitoli, con una struttura action contaminata da molti elementi da gioco di ruolo.

  • Piattaforme: Xbox One, Xbox Series X, PS4,PS5, PC, Google Stadia
  • Data di rilascio: Fine 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Halo Infinite

Master Chief sta per tornare e vuole farlo da protagonista. Halo Infinite sembra essere un progetto davvero fuori scala, pare infatti che possa essere il gioco più costoso della storia. Inutile dire che tutti i fan della saga stanno attendendo con ansia questo capitolo. Da sottolineare che il gioco uscirà al lancio di Xbox Series X e siamo sicuri che sarà una gioia per gli occhi. Riuscirà Halo Infinite a trainare le vendite della nuova console di casa Microsoft? Staremo a vedere.

  • Piattaforme: Xbox One, Xbox Series X
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Senua’s Saga: Hellblade 2

Il primo capitolo è stata una delle sorprese del 2018. Poi è arrivata l’acquisizione da parte di Microsoft, e con essa probabilmente delle risorse molto maggiori. Il viaggio all’interno della mente di Senua è qualcosa che solo i videogiochi riescono a fare. Ci aspettiamo che Senua’s Saga: Hellblade 2 mantenga la potenza emotiva del primo capitolo con un gameplay più profondo e stratificato. Inoltre il primo capitolo faceva un grande utilizzo dell’audio binaurale per trasmettere la sensazione di sentire delle voci nella propria testa. Speriamo che questa tecnica venga potenziata ancora di più in Hellblade 2.

  • Piattaforme: Xbox One, Xbox Series X
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Baldur’s Gate 3

A 20 anni di distanza dal secondo episodio torna la saga dei giochi di ruolo di stampo classico ispirati a Dungeons and Dragons. Sviluppato da Larian Studios, Baldur’s Gate 3 si ispira in particolare alla quinta edizione di D&D. Il combat system a turni permette di decidere al giocatore come utilizzare al meglio le abilità del proprio party. Inoltre per gli amanti dei numeri sarà possibile vedere ogni singolo tiro di dado che il gioco effettua per le azioni dei nostri personaggi. Se gli sviluppatori riusciranno ad unire un evoluzione del gameplay di Divinity: Original Sin 2 ad una scrittura di alto livello ispirata alla lore di Baldur’s Gate potremmo davvero avere tra le mani un capolavoro.

  • Piattaforme: PC, Google Stadia
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Microsoft Flight Simulator

Titolo sicuramente non per tutti, ma che una fetta di appassionati aspetta con ansia. Microsoft Flight Simulator è un progetto che va oltre il videogioco, arrivando ad essere un vero e proprio simulatore di volo completo. Il gioco riprodurrà tutti gli aeroporti del mondo e donerà al giocatore dei panorami davvero incredibili. Tutto questo grazie ad un comparto grafico che tocca le vette del fotorealismo, reso possibile solo grazie allo sfruttamento del calcolo in cloud per spingere al massimo il lato tecnico.

  • Piattaforme: PC, Xbox One
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Godfall

Si tratta del primo videogioco annunciato su PS5 che, molto probabilmente, uscirà al lancio della console. Godfall è un action RPG, definito come “looter-smasher” dagli sviluppatori. Il gameplay sembra avere del potenziale come anche lo stile artistico che, per quanto non sia del tutto originale, potrebbe essere davvero ben fatto. Sta agli sviluppatori sfruttare al meglio le loro carte, essendo una nuova IP speriamo possa avere successo e mostrare subito a tutti cosa sarà possibile fare nella next-gen.

  • Piattaforme: PS5
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Watch Dogs: Legion

Il terzo capitolo della saga vuole completamente ribaltare le carte in tavola e rivoluzionare la serie. Ambientato in una Londra distopica, dovremo combattere uno stato autoritario reclutando più persone possibili nelle nostre fila. La caratteristica principale del gioco è proprio quella di poter giocare qualsiasi NPC presente nel gioco (addirittura terribili vecchiette più pericolose di quanto si possa pensare!). Al momento Watch Dogs: Legion non ha una data di uscita dopo aver subito il rinvio da parte di Ubisoft, ma dovrebbe arrivare comunque entro la fine di quest’anno.

  • Piattaforme: PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X, Google Stadia
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: The Legend of Zelda: Breath of The Wild 2

Non si può non inserire il seguito di uno dei giochi migliori degli ultimi anni. Il primo capitolo ha lasciato tutti a bocca aperta per il suo motore chimico, rendendo realizzabile qualsiasi idea venisse in mente il giocatore. The Legend of Zelda: Breath of The Wild 2 sarà caratterizzato da toni decisamente più oscuri, un grande cataclisma infatti pare essersi abbattuto su Hyrule. Non si sa ancora nulla sulla data di uscita del gioco, ma questa potrebbe essere la carta vincente di Nintendo per contrastare l’avvento delle nuove console di Microsoft e Sony.

  • Piattaforme: Nintendo Switch
  • Data di rilascio: TBA 2020

Mani al portafogli… E buon divertimento!

Questa era una lunga carrellata dei migliori videogiochi in uscita nel 2020. Si tratta di titoli molto validi e soprattutto molto molto attesi. Spero che questa guida non abbia aumentato eccessivamente il vostro hype nei confronti di questi di giochi. Una cosa però è certa, tutti questi giochi ci regaleranno molto divertimento e allo stesso tempo ci faranno versare lacrime che finiranno direttamente nel nostro portafogli sempre più vuoto.

Per rimanere sempre aggiornati su tutte le notizie e le novità dal mondo videoludico e non solo continuate ad essere sintonizzati su tuttoteK.

]]>

Quest’anno fino ad ora ci ha regalato già degli ottimi titoli. Scopriamo la carrellata dei migliori videogiochi in uscita nel 2020!

Questo inizio di 2020 ci ha lasciato un pochino l’amaro in bocca a causa di alcuni posticipi inattesi. Ma la carne al fuoco è tanta e le aspettative sono altissime. Un gran numero di grossi titoli sta arrivando e non vediamo l’ora di metterci le mani sopra. Inoltre questo sarà l’anno delle nuove console di casa Sony e Microsoft e siamo sicuri che entrambe vorranno partire alla grande con titoli che ci lasceranno senza fiato. scopriamo insieme allora quali sono i migliori giochi in uscita che ci accompagneranno nel corso di quest’anno.

Ripercorriamo velocemente i titoli del 2019: un anno ricco di sorprese e grandi ritorni

Il 2019 è un stato un ottimo anno per i videogiochi che ci ha lasciato con alcuni grandi titoli. Basti pensare a Sekiro: Shadows Die Twice, fresco vincitore del gioco dell’anno ai Game Awards consacrando definitivamente (come se ci fossero dubbi) From Software tra le grandi del settore. Quest’anno ha segnato il ritorno sulla scena di Hideo Kojima, per la prima volta lontano da Konami, con il tanto discusso Death Stranding. Senza contare poi Control e Days Gone, due titoli davvero validi ma forse ancora troppo sottovalutati da una parte del pubblico.

Non possiamo non citare poi un grandissimo remake come Resident Evil 2 o Devil May Cry 5 con una Capcom che non ne sbaglia una. Ma non solo, il 2019 è stato un anno che ci ha riservato alcune inaspettate sorprese. Stiamo parlando di Disco Elysium, gioco di ruolo della quale moltissimi non erano a conoscenza, ma arrivato sulla bocca di tutti dopo il grandissimo successo in sede di recensione. Non possiamo fare altro che sperare che il 2020 sia all’altezza delle aspettative. Ce la fara? Beh, le potenzialità ci sono tutte!

Migliori videogiochi in uscita nel 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Death Stranding PC

E’ in arrivo la versione PC di uno dei migliori giochi del 2019. Death Stranding ha fatto discutere tantissimo le community, sopratutto sulla bontà del suo gameplay atipico, ma sicuramente ben pensato. Il gioco di Kojima arriva su PC a 60 frame al secondo, una nuova modalità foto e il supporto ai monitor ultraWide. Se non l’avete giocato su PC vi consigliamo caldamente di recuperare questo titolo su PC dove riuscirà a sfruttare al massimo la potenza del Decima Engine.

  • Piattaforme:PC
  • Data di rilascio: 14 Luglio 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Ghost of Tsushima 

Da tanto tempo aspettiamo Ghost of Tsushima. Il gioco, ambientato nel Giappone feudale, è un open world da esplorare liberamente. Il combattimento si basa, ovviamente, sulle armi bianche. Infatti il nostro protagonista sarà armato di katana, ma non mancheranno le fasi stealth. A stupire è sicuramente l’impatto grafico, con una regia ed estetica ispirata fortemente al cinema giapponese. Sicuramente sarà un canto del cigno di PlayStation 4, in attesa della next-gen.

  • Piattaforme: PS4
  • Data di rilascio: 17 Luglio 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020:  Marvel’s Avengers

Con il successo dell’universo cinematografico l’hype nei confronti di Marvel’s Avengers è alle stelle. Il gioco sviluppato da Crystal Dynamics è un Game As A Service basato sulla cooperazione del più famoso gruppo di supereroi Marvel. La storia si svilupperà nel corso dei mesi successivi al lancio, gli aggiornamenti e i nuovi eroi che arriveranno nel corso del tempo saranno completamente gratuiti. Se siete fan di Tony Stark e tutti gli altri potrebbe essere il gioco che fa per voi, pronti a salvare il mondo?

  • Piattaforme: PS4, Xbox One, PC, Google Stadia
  • Data di rilascio: 4 Settembre 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Crash Bandicoot 4: It’s About Time

Dopo moltissimi anni è finalmente arrivato il momento di un nuovo capitolo di Crash Bandicoot. Il marsupiale arancione ritorna ai fasti del passato con un platform 3D che ricorda molto i primi tre capitoli sviluppati da Naughty Dog. Toys For Bob ha assicurato la presenza di più di 100 livelli all’interno del gioco. Confermati anche Cortex e Coco come personaggi giocabili. Inoltre il gameplay sarà rinnovato grazie alla presenza delle maschere Quantum, che forniranno particolari poteri legati allo spazio-tempo al protagonista.

  • Piattaforme: PS4, Xbox One
  • Data di rilascio: 2 ottobre 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Cyberpunk 2077

Dopo The Witcher 3 tutti stanno aspettando con ansia il nuovo progetto di CD PROJEKT RED. La software house polacca ormai si è meritata la fama di una delle più talentuose case nel mercato. Cyberpunk 2077 è un gioco di ruolo con la tanto discussa visuale in prima persona. Il gioco si ambienta qualche anno dopo il gioco di ruolo cartaceo Cyberpunk Red di recente uscita. Dal punto di vista della caratterizzazione del mondo di gioco sembra essere impeccabile, siamo sicuri che non deluderà.

  • Piattaforme: PS4, Xbox One, PC, Google Stadia
  • Data di rilascio: 19 novembre 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Assassin’s Creed Valhalla

Il nuovo corso della saga degli Assassini ci ha portati prima in Egitto e poi in Grecia. Questa volta ci trascina direttamente nel Nord Europa, nella guerra tra il popolo vichingo e l’Inghilterra. Ubisoft ha promesso un mondo interconnesso con una narrativa ben integrata nel contesto. Non possiamo che essere curiosi di questa nuova iterazione visto il grande fascino dell’ambientazione proposta. Il gameplay riprenderà quello degli scorsi capitoli, con una struttura action contaminata da molti elementi da gioco di ruolo.

  • Piattaforme: Xbox One, Xbox Series X, PS4,PS5, PC, Google Stadia
  • Data di rilascio: Fine 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Halo Infinite

Master Chief sta per tornare e vuole farlo da protagonista. Halo Infinite sembra essere un progetto davvero fuori scala, pare infatti che possa essere il gioco più costoso della storia. Inutile dire che tutti i fan della saga stanno attendendo con ansia questo capitolo. Da sottolineare che il gioco uscirà al lancio di Xbox Series X e siamo sicuri che sarà una gioia per gli occhi. Riuscirà Halo Infinite a trainare le vendite della nuova console di casa Microsoft? Staremo a vedere.

  • Piattaforme: Xbox One, Xbox Series X
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Senua’s Saga: Hellblade 2

Il primo capitolo è stata una delle sorprese del 2018. Poi è arrivata l’acquisizione da parte di Microsoft, e con essa probabilmente delle risorse molto maggiori. Il viaggio all’interno della mente di Senua è qualcosa che solo i videogiochi riescono a fare. Ci aspettiamo che Senua’s Saga: Hellblade 2 mantenga la potenza emotiva del primo capitolo con un gameplay più profondo e stratificato. Inoltre il primo capitolo faceva un grande utilizzo dell’audio binaurale per trasmettere la sensazione di sentire delle voci nella propria testa. Speriamo che questa tecnica venga potenziata ancora di più in Hellblade 2.

  • Piattaforme: Xbox One, Xbox Series X
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Baldur’s Gate 3

A 20 anni di distanza dal secondo episodio torna la saga dei giochi di ruolo di stampo classico ispirati a Dungeons and Dragons. Sviluppato da Larian Studios, Baldur’s Gate 3 si ispira in particolare alla quinta edizione di D&D. Il combat system a turni permette di decidere al giocatore come utilizzare al meglio le abilità del proprio party. Inoltre per gli amanti dei numeri sarà possibile vedere ogni singolo tiro di dado che il gioco effettua per le azioni dei nostri personaggi. Se gli sviluppatori riusciranno ad unire un evoluzione del gameplay di Divinity: Original Sin 2 ad una scrittura di alto livello ispirata alla lore di Baldur’s Gate potremmo davvero avere tra le mani un capolavoro.

  • Piattaforme: PC, Google Stadia
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Microsoft Flight Simulator

Titolo sicuramente non per tutti, ma che una fetta di appassionati aspetta con ansia. Microsoft Flight Simulator è un progetto che va oltre il videogioco, arrivando ad essere un vero e proprio simulatore di volo completo. Il gioco riprodurrà tutti gli aeroporti del mondo e donerà al giocatore dei panorami davvero incredibili. Tutto questo grazie ad un comparto grafico che tocca le vette del fotorealismo, reso possibile solo grazie allo sfruttamento del calcolo in cloud per spingere al massimo il lato tecnico.

  • Piattaforme: PC, Xbox One
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Godfall

Si tratta del primo videogioco annunciato su PS5 che, molto probabilmente, uscirà al lancio della console. Godfall è un action RPG, definito come “looter-smasher” dagli sviluppatori. Il gameplay sembra avere del potenziale come anche lo stile artistico che, per quanto non sia del tutto originale, potrebbe essere davvero ben fatto. Sta agli sviluppatori sfruttare al meglio le loro carte, essendo una nuova IP speriamo possa avere successo e mostrare subito a tutti cosa sarà possibile fare nella next-gen.

  • Piattaforme: PS5
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: Watch Dogs: Legion

Il terzo capitolo della saga vuole completamente ribaltare le carte in tavola e rivoluzionare la serie. Ambientato in una Londra distopica, dovremo combattere uno stato autoritario reclutando più persone possibili nelle nostre fila. La caratteristica principale del gioco è proprio quella di poter giocare qualsiasi NPC presente nel gioco (addirittura terribili vecchiette più pericolose di quanto si possa pensare!). Al momento Watch Dogs: Legion non ha una data di uscita dopo aver subito il rinvio da parte di Ubisoft, ma dovrebbe arrivare comunque entro la fine di quest’anno.

  • Piattaforme: PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X, Google Stadia
  • Data di rilascio: TBA 2020

Migliori videogiochi in uscita nel 2020: The Legend of Zelda: Breath of The Wild 2

Non si può non inserire il seguito di uno dei giochi migliori degli ultimi anni. Il primo capitolo ha lasciato tutti a bocca aperta per il suo motore chimico, rendendo realizzabile qualsiasi idea venisse in mente il giocatore. The Legend of Zelda: Breath of The Wild 2 sarà caratterizzato da toni decisamente più oscuri, un grande cataclisma infatti pare essersi abbattuto su Hyrule. Non si sa ancora nulla sulla data di uscita del gioco, ma questa potrebbe essere la carta vincente di Nintendo per contrastare l’avvento delle nuove console di Microsoft e Sony.

  • Piattaforme: Nintendo Switch
  • Data di rilascio: TBA 2020

Mani al portafogli… E buon divertimento!

Questa era una lunga carrellata dei migliori videogiochi in uscita nel 2020. Si tratta di titoli molto validi e soprattutto molto molto attesi. Spero che questa guida non abbia aumentato eccessivamente il vostro hype nei confronti di questi di giochi. Una cosa però è certa, tutti questi giochi ci regaleranno molto divertimento e allo stesso tempo ci faranno versare lacrime che finiranno direttamente nel nostro portafogli sempre più vuoto.

Per rimanere sempre aggiornati su tutte le notizie e le novità dal mondo videoludico e non solo continuate ad essere sintonizzati su tuttoteK.

L'articolo Migliori videogiochi in uscita nel 2020 proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/guide-videogiochi/migliori-videogiochi-uscita-2020/feed 0
Destroy All Humans Remake: nuovo interactive trailer disponibile https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/destroy-all-humans-remake-nuovo-interactive-trailer-disponibile https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/destroy-all-humans-remake-nuovo-interactive-trailer-disponibile#respond Wed, 01 Jul 2020 16:24:23 +0000 https://www.tuttotek.it/?p=111670

Disponibile un nuovo interactive trailer per il Remake di Destroy All Humans, sviluppato da Black Forest Games e pubblicato da THQ Nordic

Nel lontano 2005, la terra fu invasa da una forma aliena pronta a conquistare tutti gli esseri umano. Nei panni di Cryptosporidium 137 abbiamo raccolto DNA terrestre per continuare la clonazione della nostra specie. Destroy All Humans è stato un titolo cult, sicuramente non esente da difetti, ma che ha catturato l’attenzione di una generazione intera con le sue citazioni, la finta propaganda anticomunista e un’accezione piuttosto forte per la corruzione della politica americana dei tempi. Molto attuale, in realtà. 

Un affetto così vasto e radicato da convincere Black Forest Games e THQ Nordic, rispettivamente nei panni di sviluppatore e publisher, a crearne un Remake fedele all’originale, in arrivo su PC, PlayStation 4 e Xbox One il 28 luglio. In attesa dell’arrivo a fine mese del titolo, l’azienda ha voluto rilasciare un nuovo interactive trailer che vi lasciamo qua sotto.

L’umanità cadrà. Sappiamo tutti che l’Impero Furon avrà la meglio: la resistenza è inutile. È stato bello conoscervi. Ma la domanda è ancora: quali metodi sceglierà Cryptosporidium-137 per distruggere tutti gli umani?

Il remake di Destroy All Humans torna con un nuovo interactive trailer 

Ricordandovi che è disponibile una demo su Steam o GOG.com per provare il gioco, potete ora effettuare il pre-order di Destroy All Humans. Esistono anche due edizioni speciali. La prima è chiamata Crypto-137 Edition ed include una statuetta di Crypto-137, uno zaino Crypto, un portachiavi, sei litografie, un giocattolino anti-stress e tutte le Skin Crypto in-game all’interno di una confezione premium. La seconda è chiamata DNA Collector’s Edition ed include una statuetta di Crypto’N’Cow, un portachiavi, sei litografie, un giocattolino anti-stress e tutte le Skin Crypto in-game all’interno di una confezione premium.

Avete visto il nuovo interactive trailer del remake di Destroy All Humans? Cosa ne pensate? Scrivetecelo qua sotto nei commenti, noi continueremo a tenervi aggiornati con tutte le news a tema videoludico e tech! 

]]>

Disponibile un nuovo interactive trailer per il Remake di Destroy All Humans, sviluppato da Black Forest Games e pubblicato da THQ Nordic

Nel lontano 2005, la terra fu invasa da una forma aliena pronta a conquistare tutti gli esseri umano. Nei panni di Cryptosporidium 137 abbiamo raccolto DNA terrestre per continuare la clonazione della nostra specie. Destroy All Humans è stato un titolo cult, sicuramente non esente da difetti, ma che ha catturato l’attenzione di una generazione intera con le sue citazioni, la finta propaganda anticomunista e un’accezione piuttosto forte per la corruzione della politica americana dei tempi. Molto attuale, in realtà. 

Un affetto così vasto e radicato da convincere Black Forest Games e THQ Nordic, rispettivamente nei panni di sviluppatore e publisher, a crearne un Remake fedele all’originale, in arrivo su PC, PlayStation 4 e Xbox One il 28 luglio. In attesa dell’arrivo a fine mese del titolo, l’azienda ha voluto rilasciare un nuovo interactive trailer che vi lasciamo qua sotto.

L’umanità cadrà. Sappiamo tutti che l’Impero Furon avrà la meglio: la resistenza è inutile. È stato bello conoscervi. Ma la domanda è ancora: quali metodi sceglierà Cryptosporidium-137 per distruggere tutti gli umani?

Il remake di Destroy All Humans torna con un nuovo interactive trailer 

Ricordandovi che è disponibile una demo su Steam o GOG.com per provare il gioco, potete ora effettuare il pre-order di Destroy All Humans. Esistono anche due edizioni speciali. La prima è chiamata Crypto-137 Edition ed include una statuetta di Crypto-137, uno zaino Crypto, un portachiavi, sei litografie, un giocattolino anti-stress e tutte le Skin Crypto in-game all’interno di una confezione premium. La seconda è chiamata DNA Collector’s Edition ed include una statuetta di Crypto’N’Cow, un portachiavi, sei litografie, un giocattolino anti-stress e tutte le Skin Crypto in-game all’interno di una confezione premium.

Avete visto il nuovo interactive trailer del remake di Destroy All Humans? Cosa ne pensate? Scrivetecelo qua sotto nei commenti, noi continueremo a tenervi aggiornati con tutte le news a tema videoludico e tech! 

L'articolo Destroy All Humans Remake: nuovo interactive trailer disponibile proviene da tuttoteK.

]]>
https://www.tuttotek.it/videogiochi/news-videogiochi/destroy-all-humans-remake-nuovo-interactive-trailer-disponibile/feed 0